Vai al contenuto
Filo

In Accademia con la raccomandazione (presunta)

Messaggi consigliati

Ciao a tutti,

conosco (non personalmente) un tizio che entrò in Accademia Aeronautica dopo un percorso di studi modesto (a dir poco). E' arrivato a pilotare dei caccia. Costui ha il padre in aeronautica, ufficiale di alto livello. Da quello che so bisogna essere molto preparati in inglese, matematica, italiano, cultura generale. Come è possibile? Quanto conta la raccomandazione?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao e benvenuto su questo forum.

 

Ero indeciso se rispondere o meno al tuo intervento, in quanto narri di un presunto episodio di cui non sei testimone diretto (hai specificato che non conosci personalmente il protagonista della vicenda), né verificabile esternamente da poveri utenti come noi di un forum.

 

Cmq decido di rispondere soprattutto a beneficio di chi si imbattesse in questa discussione in futuro.

 

Un giovane che ha conoscenze/parentele nel campo nel quale vuole affermarsi o ha soprattutto mezzi economici per rendere la sua formazione effettivamente più efficace ha più probabilità di successo rispetto a chi deve combattere per ogni cosa.

 

È un dato di fatto in qualsiasi settore in Italia e anche in altri Paesi più meritocratici del nostro.

 

Invece che una capra arrivi addirittura ad affermarsi come pilota da caccia (ruolo raggiunto solo dalla crema dei giovani cadetti) semplicemente perché ha il "padre in aeronautica" è francamente inverosimile ed è una legenda metropolitana da sfatare per te e per tutti.

 

 

La selezione in Accademia a Pozzuoli (e nelle fasi successive) è durissima per tutti. Ci sono ancora migliaia di giovani che aspirano ogni anno a diventare piloti di velivoli militari.

Alcuni hanno i mezzi economici per pagarsi i corsi di pilota civile prima/contiguamente ai corsi. Chi può permettersi di prendersi un brevetto e smarcare ore di volo sul suo log pagando per la sua formazione privata è sicuramente avvantaggiato al figlio di Maria senza mezzi.

 

Ma che una persona arrivata in Hdemia senza preparazione alle materie solo propedeutiche che tu hai indicato possa andare avanti, non sta né in cielo (cosa che ci interessa di più) né in terra.

 

In Hdemia, si mettono tutti gli anatroccoli sotto stress addestrativo e psicologico . Inizia per questi "sfortunati" un duro percorso volto a selezione e apprendimento e non c’è raccomandazione che possa supplire a eventuali carenze nei risultati.

 

A questo punto vengono esclusi una buona parte dei cadetti, indipendentemente da se abbiano o meno parenti in AMI. Si valutano le capacità dell’anatroccolo a diventare un ufficiale delle FFAA, dopodik la sua vita diventa studio/attività fisica/esperienza di volo.

 

C’è anche una certa soddisfazione a tagliare le ali a chi sia entrato in Hdemia facilitato da conoscenze da parrte degli istruttori, se mi chiamo ad es. DeBertolis o Preziosa, sono sicuro che i miei istruttori saranno estremamente corretti con me, ma allo stesso tempo corretti nel respingermi agli esami, altrimenti passerebbero loro un guaio.

 

Nel caso tu sia in disaccordo con quanto da me scritto, per favore circostanzia le tue motivazioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Risposta molto esauriente, ma un po' troppa moralista, vorrei leggere qualche commento più "cattivo".

Il soggetto in questione era, per sua stessa ammissione, un pessimo studente che ha faticato a prendere il diploma (anche perchè si dedicava ad altre attività extrascolastiche) e non ha fatto particolari corsi per prepararsi ai vari test di ammissione. Fisicamente era sicuramente ok, su questo non discuto. Però sappiamo benissimo che bisogna essere veramente dotati a livello culturale per entrare in accademia (soprattutto in inglese e matematica). E' questo aspetto che vorrei approfondire e vorrei sentire il vostro parere. Poi il discorso del pilotare è tutta un'altra cosa: infatti si può essere pessimi studenti ed ottimi piloti.

Preciso un altro punto, del quale sono sicuro: una volta dentro è difficile essere mandati a casa, in quanto si è seguiti in modo quasi personale, quindi se non si è proprio una capra si va avanti con il corso di studi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Risposta molto esauriente, ma un po' troppa moralista, vorrei leggere qualche commento più "cattivo".

....

Però sappiamo benissimo che bisogna essere veramente dotati a livello culturale per entrare in accademia (soprattutto in inglese e matematica). E' questo aspetto che vorrei approfondire e vorrei sentire il vostro parere. Poi il discorso del pilotare è tutta un'altra cosa: infatti si può essere pessimi studenti ed ottimi piloti.....

 

Preciso un altro punto, del quale sono sicuro: una volta dentro è difficile essere mandati a casa, in quanto si è seguiti in modo quasi personale, quindi se non si è proprio una capra si va avanti con il corso di studi.

 

Allora ti do la risposta cattiva che desideravi: non credo che tu abbia la minima idea di cosa stai parlando, come si evince chiaramente quando scrivi "una volta dentro è difficile essere mandati a casa".

 

E come se tu scrivessi che una volta superati i test per entrare a una facoltà come Medicina, la laurea è assicurata.

 

In quanto alla conoscenza dell’inglese, in Accademia, ma anche in qualsiasi corso di studi tecnico di livello superiore, non è un requisito "culturale", ma un requisito di base un po’ come il respirare o il saper distinguere un libro da una betoniera.

 

Non sono minimamente moralista, ma so benissimo discriminare tra le istituzioni che funzionano, malgrado tutto, e chi semplicemente a 20 anni per giustificare la propria incapacità a superare i primi test importanti della propria vita si scarica dalle proprie responsabilità dando la colpa a presunte pratiche di corruzione, inefficienza e subordinarietà a raccomandazioni da parte dei propri esaminatori.

 

Per altro citando come fonti niente di più attendibile di qualcosa simile a "Me l’ho ha detto mio cuggino".

 

 

Buona fortuna per tutto.

Modificato da Scagnetti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahah! Non ti arrabbiare, cmq non ho 20 anni, ma molti di più (purtroppo) e non ho mai provato ad entrare in accademia.

E quel fatto che una volta dentro ti seguono molto bene è emerso anche nel forum, quindi non paragonare una laurea "normale" (che ho già preso fortunatamente) con quella in accademia.

 

Ho aperto la discussione semplicemente per curiosità (sapendo che per entrare bisogna avere un'ottima preparazione). Inoltre volevo avere un chiarimento sul fatto che uno possa essere un pessimo studente ed un ottimo pilota. Hai espresso il tuo punto di vista, ma non ti offendere se voglio sentirne altri. Ti espongo la domanda in altri termini: come è possibile che un pessimo studente (e questo è un dato di fatto) possa essere entrato in accademia al primo colpo? Ha avuto solo molta fortuna o il padre pezzo grosso dell'aeronautica (altro fatto certo) ha influito?

 

P.S.: spero che quando ti riferivi ad "incapacità a superare i test della vita" parlassi in generale e non ti riferissi al sottoscritto, in quanto non sai minimamente chi sono e cosa abbia combinato o stia combinando nella vita.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nessuno risponde, aggiungo qualche testimonianza di ex allievi dell'accademia:

 

Ed eccomi quà...anke io sono un ex del Centauro V.........e se avete intenzione di iscrivervi al concorso dell' Accademia Aeronautica quest'anno vi do un paio di consigli : 1) FATEVI RACCOMANDARE da qualcuno molto molto in alto, questo è infatti l'unico ad esclusivo modo per diventare pilota (ovvero non provate neppure a fare il concorso se non avete uno zio che si chiama ARPINO o BERLUSCONI) 2) Prendete in anticipo un brevetto di volo completo e uno acrobatico...POICHE' il termine "SCUOLA DI VOLO" non si addice affatto al 70° stormo.....dove piloti istruttori finiti lì per non si sa quale COLPA tentano con cattive maniere di insegnarvi tutto ciò che si può sperare di sapere su di un velivolo militare della 1° guerra,ad elica, spompato e fuori assetto,in meno di 12 ore volative...............ed in queste 12 ore dovete imparare tutte le procedure,circuiti, ad atterrare in maniera impeccabile e a fare spericolate acrobazie.....quindi se non sapete tutte queste cose in anticipo siete spacciati. Non badate minimamente a chi vi dirà "non prendete lezioni di volo prima"....sono solo stupidagini. 3)Se ci tenete davvero tanto e questo è il vostro sogno sin da quando siete piccoli allora : NON CI ANDATE......ne rimarrete molto molto delusi. Il pilota militare come lo concepite voi infatti non esiste!!! ...e quando capirete che alla fine bisogna semplicemente essere piccoli politicanti per stare lì e che in realtà la DEDIZIONE,LA LEALTA' e LA PASSIONE non c'entrano proprio un bel nulla, allora dovrete per forza lasciare tutto e passerete il resto della vostra vita volgendo gli occhi al cIelo e piangendo ogni volta che sfreccia un tornado. 4)Se non avete INDOLE MAFIOSA non provate nemmeno.

 

Ciao, sono uno del Centauro V, anzi ex. Me ne sono andato dopo 2 anni. Fra un po magari scrivo un opinione sull'accademia, così tutti possono capire che posto di mafia e gente incompetemte è! Anche se non si vola su un caccia nella vita ci sono mille altre soddisfazioni da togliersi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E’ un argomento che non passa mai d’attualità. Nell’Aeronautica Militare (nel suo complesso) la raccomandazione esiste. Non mi risulta in Accademia, perchè i test a cui sono sottoposti gli allievi sono particolarmente severi e le prove da compiere richiedono non solo passione ma buone capacità di apprendimento, un buon livello culturale e tanto, tanto, tanto studio.

 

Ho conosciuto persone che senza disporre di un diploma specifico, magari conseguito con una votazione scarsina, si sono laureate col massimo dei voti in materie estremamente difficili. L’impegno ripaga e porta a superare grandi difficoltà.

 

Certo, l’ingresso in Accademia potrebbe essere favorito da “qualcuno”, a parità di condizioni. Ma non ho mai sentito nulla al riguardo.

 

Non è vero che una volta entrati non si può essere mandati via: conosco personalmente un ex-allievo che è arrivato alle prove in volo sugli MB-339. Dopo alcune settimane si è sentito dire che “non aveva attitudine al volo”. Aveva già il brevetto di volo, conseguito negli Stati Uniti. Che mestiere svolge oggi ? Pilota gli A-340. Non avrebbero potuto destinarlo almeno ai C-130 ?

 

Sull’ottimo inglese dei nostri piloti…Sorvoliamo. Sulla matematica…E’ essenziale, comunque i corsi sono ben diversi da quelli tenuti in una comune università, dove si è lasciati a se stessi. Il numero “chiuso” , in Accademia, esiste da sempre e si è davvero seguiti personalmente.

 

Quel che non viene spesso rilevato è che l’Aeronautica Militare non cerca un super-uomo: cerca l’esatto contrario. Una persona nella “norma” (in realtà ognuno di noi ha qualche difetto) con una mentalità “plasmabile”. Sareste disposti a bombardare un villaggio se vi venisse dato l’ordine ? O ad abbattere un aereo civile dirottato da terroristi desiderosi di ripetere l’11 settembre ?

 

La vita del pilota militare, è vero, non è quella che tutti immaginano (Top Gun). Capita, certo, anche la parte piacevole. Una esercitazione nel Nevada, un DACT vincente, qualche promozione. Ma comprende anche missioni con tempo orribile, a tutte le ore. Non consente una facile vita di relazione, sacrificata alle esigenze militari. Col tempo diventa un lavoro come qualsiasi altro. E la “passione” non sempre viene premiata. Sicuramente la parte “politica”, interna alle forze armate, magari viene poi alla luce. E se tanti piloti abbandonano per passare alle linee civili…Un motivo c’è.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Apro questa discussione nella speranza di evitare COCENTI DELUSIONI agli ignari aspiranti dell'Accademia Aeronautica di Pozzuoli, dato che ho letto qui e su altri forum, che la raccomandazione non serve o serve a poco. Preciso che non ho mai tentato il concorso per entrare in accademia o in altre forze armate, quindi non sono incattivito o amareggiato da un esito negativo.

Sarò volutamente brutale: senza raccomandazione NON si entra. L'unico aspetto nel quale la raccomandazione non serve è la visita medica, cioè se uno è alto 1,50 o 2,00 m o è fortemente miope non ti ammettono. La raccomandazione può essere di 2 tipi: parentela/amicizia con un "potente" o pagamento vero e proprio. Non credete a quelli che parlano di dedizione, impegno, preparazione, studio, ecc. e fanno discorsi tipo "se si vuole una cosa la si ottiene". Sono in buona fede, ma non sanno come è il sistema in realtà.

Sfatiamo un mito: quelli che frequentano non sono super uomini, ma ragazzi normali. Conosco uno che era un pessimo studente (per sua stessa ammissione), ma che è stato preso al primo colpo (padre pezzo grosso dell'aeronautica) ed ha finito l'accademia. Il corso di studi non è così duro come si crede, sei seguito quasi in modo personale. Se uno non passa un esame, te lo fanno rifare, non ho mai saputo di qualcuno cacciato dall'accademia per scarso rendimento scolastico. La vita militare prevede privazioni ovviamente e non è facile come vivere a casa propria, ma non è niente di così traumatico.

Vi dirò di più: LA RACCOMANDAZIONE SERVE ANCHE DOPO ESSERE ENTRATI per finire dove si vuole, infatti non tutti arrivano a volare sui jet, anzi sono pocchissimi. C'è chi finisce sui cargo, sugli elicotteri e chi pilota scrivanie (scusate il sarcasmo).

Altro mito da sfatare: per ottenere il brevetto di pilota non serve essere piloti della PAN (Pattuglia Acrobatica Nazionale). Un esempio estremo: per avere la patente di guida non bisogna essere piloti di Formula1.

Riporto le testimonianze di alcuni allievi:

- Ed eccomi qua...anke io sono uno del Centauro V.........e se avete intenzione di iscrivervi al concorso dell'Accademia Aeronautica quest'anno vi do un paio di consigli : FATEVI RACCOMANDARE da qualcuno molto molto in alto, questo è infatti l'unico ad esclusivo modo per diventare pilota (ovvero non provate neppure a fare il concorso se non avete uno zio che si chiama ARPINO o BERLUSCONI).

- Bisogna semplicemente essere piccoli politicanti per stare lì e che in realtà la DEDIZIONE,LA LEALTA' e LA PASSIONE non c'entrano proprio un bel nulla, allora dovrete per forza lasciare tutto e passerete il resto della vostra vita volgendo gli occhi al cielo e piangendo ogni volta che sfreccia un tornado. Se non avete INDOLE MAFIOSA non provate nemmeno.

- Ciao, sono uno del Centauro V, anzi ex. Me ne sono andato dopo 2 anni. Fra un po magari scrivo un'opinione sull'accademia, così tutti possono capire che posto di MAFIA E GENTE INCOMPETENTE è! Anche se non si vola su un caccia nella vita ci sono mille altre soddisfazioni da togliersi.

 

Il sistema delle raccomandazioni è valido in tutti in concorsi delle forze armate, dal militare di leva (quando era obbligatoria) all'accademia appunto. Ovviamente meno posti ci sono e più ha importanza la raccomandazione, in altre parole diventa una battaglia tra raccomandati.

Modificato da Filo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gian Vito, sono d'accordo con te su tutto, però tengo a precisare che mi riferivo al rendimento scolastico non all'attitudine al volo quando ho scritto "è difficile essere mandati a casa". Quelli che arrivano a pilotare davvero sono pochissimi. molti finiscono dietro una scrivania (sono cmq ufficiali dell'aeronautica).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Filo, on 10 mag 2014 - 01:39, said:

4)Se non avete INDOLE MAFIOSA non provate nemmeno.

 

 

Senti francamente hai rotto le scatole. Hai aperto ben due discussioni per sfogare il tuo livore nascondendoti dietro presunte testimonianze non verificabili di un allievo che accusa tutti quelli che sono passati per l’Accademia di avere indole mafiosa.

 

Ora a parte che quello che scrivi sull’indole mafiosa di tutti i piloti dell’AMI, potrebbe anche essere oggetto di querela, da parte di chi ne avesse tempo, verso di te o verso i gestori di questo sito, io che non ho tempo, e non sono minimamente interessato a interagire con uno sconosciuto che si nasconde dietro l’escamotage dell’allievo del Centauro V, semplicemente scrivo per gli altri eventuali lettori di questo thread (di te non me ne può fregare di meno), che l'allievo in questione, se esiste (e mio cuggino mi ha detto che non esiste), ha semplicemente narrato cose infondate e diffamatorie.

Modificato da Scagnetti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo al "moralizzatore" "Scagnetti" che non legge bene i miei post:

"Non sono minimamente moralista, ma so benissimo discriminare tra le istituzioni che funzionano, malgrado tutto, e chi semplicemente a 20 anni per giustificare la propria incapacità a superare i primi test importanti della propria vita si scarica dalle proprie responsabilità dando la colpa a presunte pratiche di corruzione, inefficienza e subordinarietà a raccomandazioni da parte dei propri esaminatori".

 

SEGNATI PER EVITARE DI DIMENTICARE CHE:

- NON HO MAI TENTATO IL CONCORSO IN ACCADEMIA

- NON HO 20 ANNI, MA MOLTI DI PIU' (PURTROPPO)

- SONO GIA' LAUREATO (PENSA ALLE TUE INCAPACITA' ED AI TUOI TEST DELLA VITA, SE NE HAI)

CHI TI CREDI DI ESSERE? MI ACCUSI DI MENTIRE E DI RIPORTARE TESTIMONIANZE INVENTATE. ANCHE AL SOTTOSCRITTO IMPORTA UN BEL NIENTE DI TE. SEI SOLO UN GRAN MALEDUCATO ED ARROGANTE.

 

DOPO IL TUO "BUONA FORTUNA PER TUTTO" PENSAVO DI NON VEDERTI PIU' QUI, SE NON SEI INTERESSATO PERCHE' NON TE NE VAI?

Modificato da Filo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahah! Ok ci proverò, però dai una letta a quello che ha scritto Scagnetti e poi capirai le mie risposte. Non discuto il suo punto di vista, ma come lo espone e soprattutto il fatto che mette in dubbio la mia identità arrivando a dire che mi invento le testimonianze.

Modificato da Filo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Filo, cerca di capire che hai postato dichiarazioni abbastanza pesanti, e dai l' impressione di voler accendere una polemica di cui nessuno qui sente il bisogno.

Se non è questa l' intenzione, datti una regolata, perchè su queste basi c'è poco da discutere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Robby, ok, ma ho risposto a tono ad accuse gratuite. Hai letto quello che Scagnetti ha scritto? Oltretutto dopo che gli avevo già risposto che non ho 20 anni e che non sono un escluso dalle forze armate. Lui fa tanto l'esperto, ma viene dall'accademia? Io volevo avere un parere dagli utenti su questo argomento, che penso interessi molto ai tanti aspiranti piloti.

 

P.S.: per la cronaca conosco il nome della persona ed anche l'anno di ingresso in accademia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo al "moralizzatore" "Scagnetti" che non legge bene i miei post:

 

DOPO IL TUO "BUONA FORTUNA PER TUTTO" PENSAVO DI NON VEDERTI PIU' QUI, SE NON SEI INTERESSATO PERCHE' NON TE NE VAI?

 

 

Ahah! Ok ci proverò, però dai una letta a quello che ha scritto Scagnetti e poi capirai le mie risposte. Non discuto il suo punto di vista, ma come lo espone e soprattutto il fatto che mette in dubbio la mia identità arrivando a dire che mi invento le testimonianze.

 

 

Hai letto quello che Scagnetti ha scritto?

 

Ciccio fai una cosa, visto che hai continuato a citarmi in ben 3 messaggi, dopo che avevo deciso di ignorarti, evita di citare il mio nome per una quarta eventuale volta.

 

Non ho mai sopportato i chiagnazzari che passano il tempo a piangersi addosso, specie quelli che si nascondono dietro una tastiera.

 

E tu non stai facendo altro che piagnucolare, prima piagnucolando su presunta attitudine mafiosa, inefficienza e corruzione dell’intera Accademia e poi piagnucolando perché il brutto e cattivo Scagnetti non è d’accordo con le boiate che scrivi a proposito di mafia e incompetenza.

 

E a proposito, Scagnetti ti aveva originariamente dato il benvenuto su questo forum e risposto educatamente, casomai invitandoti a circostanziare meglio, perché pensava tu fossi almeno in buona fede e non venuto qua per trollare istituzioni rispettate e utenti del forum.

 

Sei stato tu che hai invitato il sottoscrtitto a essere più cattivo:

 

vorrei leggere qualche commento più "cattivo".

 

 

E io con chi avrei dovuto essere cattivo, con un’istituzione che tra mille difficoltà riesce comunque a svolgere abbastanza efficientemente il suo ruolo o con un tizio che senza né presentarsi, né altro spaccia come verità voci incontrollate e diffamatorie, nascondendosi dietro il più banale degli escamotage - ovvero scaricandosi in parte dalla responsabilità (l'attitudine chiagnazzara non si smentisce) delle boiate che scrive citando come fonte originaria un presunto conoscente?

 

Ah e ogni tanto il CapsLock, con i duri di comprendonio, è inevitabile: CHIAMARE MAFIOSA UN’ISTITUZIONE O UNA PERSONA SENZA CHE QUESTA SIA STATA CONDANNATA PER MAFIA È DIFFAMAZIONE! - inutile che ci piagnucoli sopra, né che cavilli sul tuo "conoscente": il responsabile della diffamazione resti comunque tu.

 

Quindi fai una bella cosa, per i prossimi mirabolanti e circostanziati interventi, che sono sicuro intertesseranno tutti gli utenti e i lettori di questo forum, evita di citare la cattiveria dell’utente Scagnetti, visto che sei stato tu a invitarmi a essere più cattivo.

Modificato da Scagnetti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

MA COSA CI FAI ANCORA QUI SCAGNETTI?

Per prima cosa CICCIO LO VAI A DIRE AD UN ALTRO.

I problemi di comprensione li abbiamo in 2: TI HO GIA' DETTO PIU' VOLTE CHE NON HO 20 ANNI E CHE NON HO MAI FATTO IL CONCORSO PER L'ACCADEMIA O PER ALTRE FORZE ARMATE. Ho fatto solo il militare di leva (uno degli ultimi).

Ho definito la tua risposta esauriente perchè chiariva il tuo punto di vista, ma quando ho scritto "cattivo" intendevo "meno moralista", tu invece ti sei messo a parlare (a sproposito) di test della vita, di responsabilità, ecc. Sei stato provocatorio fin dal secondo post, indispettito dal fatto che chiedessi altre opinioni.

Forse quelle che riporto sono solo BOIATE, infatti ho aperto la discussione per avere più opinioni possibili. Tu invece perchè sei tanto sicuro di quello che scrivi? Vieni dall'accademia o hai esperienze in aeronautica? Quali sono le tue fonti? Se vieni dall'accademia il tuo giudizio è credibile, in caso contrario hai lo stesso peso degli altri.

 

Visto che ti piace fare l'esperto di legge pensa bene a quello che scrivi: riportare un commento di terzi (e posso provarlo) NON porta alcuna responsabilità nè a me nè agli amministratori del forum. Se non ci credi vai a vedere le sentenze della Cassazione. Se continuerai a darmi del CHIAGNAZZARO, ad affermare che dico solo BOIATE (fingendomi un'altra persona) o incoraggiare a denunciarmi (è un reato anche questo) mi prendo mezz'ora per farti una querela da depositare alla Polizia Postale (non devo nemmeno andare dall'avvocato). Non ti preoccupare, anche se è penale c'è solo una multa.

 

Mi dispiace, per gli utenti e per gli amministratori del forum, trattare di questi argomenti, invece che di aerei militari.

Modificato da Filo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

e siamo a 2... o la discussione prende una piega un tantino più seria o si chiude.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non potevo sorvolare su un messaggio del genere anche se vecchio. Soprattutto in questi giorni orrendi dopo la scomparsa del mio capocorso, con la gente che cerca in internet "centauro v" e legge falsamente di un ragazzo di quel corso andato via dopo due anni che dice cose così brutte. Poiché l'unico centauro v andato via dopo 2 anni sono io e tutti quelli passati in accademia in quegli anni lo sanno e mi conoscono, ci tengo a precisare che non sono io e chi ha scritto quelle cose MENTE quantomeno sulla sua identità.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

×