Jump to content
Sign in to follow this  
enigma

Notte Di Ordinaria Violenza

Recommended Posts

spero che non sia passato inosservato il fatto gravissimo che è successo a milano venerdì notte

 

una coppia entrambi ventenni aspettavano il bus

si affianca una macchina

scendono 5 ragazzi che minacciandoli con coltelli li fanno andare in una zona "disabitata"

pestano a sangue il ragazzo che ha provato a fare resistenza e violentano più volte la ragazza tutti e 5

 

2 sono stati presi, 2 minorenni uno di 15 e l'altro di 17 anni

rumeni

 

voi cosa fareste per condannare questi criminali? che politica seguirete per prevenire futuri episodi simili?

 

io farei cosi:

 

quello che voglio dire è che possiamo fare senza a dire che non siamo razzisti e poi dire fosse per me quelli non ci sarebbero... in fondo di ogni persona vivente morta o virtuale è sempre razzista! solo che noi non ce ne accorgiamo o facciamo finta che non lo siamo...

c'è gente che ci sta su ca22o come i neri, i testimoni di geova, i juventini, i pervertiti come in questo caso, i pedofili e cosi via....

 

comunque, ribadisco per l'ennesima volta che questi episodi sono da condannare in modo esemplare, non con la pena di morte come dice etienne, ma con una pena che gli facciano passare le pene d'inferno! per questo la mia linea è quella di mandarli ai lavori forzati nei campi di concentramento per fargli spaccare la schiena e ripagare allo Stato i danni che hanno causato!

 

Altro appunto da precisare: questi episodi possono essere repressi usando la prevenzione impiegando con un maggior numero di forze di polizia! secondo me al giorno d'oggi, ogni persona ha troppa libertà! mancano i controlli e questo è un vantaggio per i terroristi che si mischiano nella gente inosservata!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mio dio..non ci posso credere...manco i lavori forzati..sono gia un lusso per kuei bastardi...meritano di peggio..

Share this post


Link to post
Share on other sites

attenzione con la storia del razzismo, si rischia di generalizzare.

non tutti i rumeni sono dei criminali.

in ogni caso questi vanno puniti e più che i lavori forzati andrebbe meglio insegnarli un lavoro in carcere che possano poi esercitare una volta usciti reintegrandosi così con la società

Edited by airborne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Favorevolissimo ai lavori forzati!!!!!!!!!!!

Purchè non sia un altro modo di reclutare manovalanza a basso costo per qualche solita azienda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
c'è gente che ci sta su ca22o come i neri, i testimoni di geova,

conosco una di loro, non sono per niente antipatici

 

i pervertiti come in questo caso, i pedofili

 

su questi sono daccordo

 

i juventini

 

per questo non ti parlo più :lollollol:

 

tornando al discorso, io proporrei di fargli provare quello che hanno provato i ragazzi, e dopo un bel taglietto fra le gambe senza anestesia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
che ne dite di castrarli?

La "castrazione chimica" se non sbaglio viene già adottata in alcuni paesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Difficile trovare una soluzione a cose come queste.

 

Innanzitutto le cose vanno male perchè la giustizia non funziona e prevede meccanismi assurdi (ricordatevi che in Italia essere condannati all'ergastolo significa essere fuori dopo 12 anni: infatti per la Legge italiana l'ergastolo equivale a una condanna di 30 anni. Ogni 5 anni si calcola uno sconto di pena di un anno, per cui 30 diviso 5 fa 6 anni in meno: totale 24. A metà pena - quindi 12 - si esce con la libertà condizionata).

 

Se per un ergastolo funziona così, figuriamoci per reati minori, e figuriamoci per quelli commessi da minorenni (che prevedono sconti di pena che possono arrivare anche a due terzi della pena).

 

Quindi, la prima soluzione è: CONDANNE SEVERE, PENA CERTA

 

Per quanto riguarda gli stranieri: sono troppi e non si riesce a controllarli. Rispedire a casa un clandestino costa un occhio della testa, lo Stato non ce la fa.

Ma straniero o non straniero, la regola dovrebbe essere uguale per tutti: se sbagli vai in galera e ci resti.

 

Non sono d'accordo sulla prevenzione: serve a poco.

 

Non si possono mettere pattuglie a ogni angolo di strada: quella sarebbe occupazione del territorio, e significa che non si riesce a controllarlo senza la presenza bruta.

Il vero controllo del territorio è discreto, e fa perno su una repressione efficiente.

Non bastano nemmeno tre guardie giurate a impedire una rapina a una banca o a un furgone portavalori.

Ma se ogni volta si arrestano i colpevoli, con tanto di condanna, allora sì che si pensa due volte prima di fare una rapina...

 

Ma tutto questo non può impedire che si verifichino episodi come quello descritto da Enigma. E ne sono accaduti di molto, molto, molto peggiori.

 

E allora a questo punto mi chiedo: non è che forse la vera giustizia starebbe nel lasciare alle vittime (o ai loro parenti) la decisione sulla sorte dei colpevoli?

In alcuni ordinamenti funziona proprio così.

Ti hanno ammazzato un figlio? Hanno violentato tua moglie?

Bene. Qui ci sta il colpevole, decidi tu cosa dobbiamo farne.

 

E' barbaro, ma a volte penso che sarebbe una cosa giusta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
E allora a questo punto mi chiedo: non è che forse la vera giustizia starebbe nel lasciare alle vittime (o ai loro parenti) la decisione sulla sorte dei colpevoli?

In alcuni ordinamenti funziona proprio così.

Ti hanno ammazzato un figlio? Hanno violentato tua moglie?

Bene. Qui ci sta il colpevole, decidi tu cosa dobbiamo farne.

 

E' barbaro, ma a volte penso che sarebbe una cosa giusta...

esattamente come la penso io, se tu hai il coraggio di uccidere qualcuno che ti ha ucciso moglie, madre, padre, figlio ecc allora dovresti essere autorizzato a farlo.

il problema è che non esiste la certezza assoluta della colpevolezza (parlo in generale) ma non approvo le pena di morte come vengono fatte in america o in altri stati. tra l'altro è anche molto semplice dire "ammazzatelo, ammazzatelo"; se uno ha veramente il coraggio di togliere la vita ad una persona che reputa meritevole di morte, dovrebbe farselo da solo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una bella galera a vita e gli passa la voglia di fa' cavolate...

A vita cioe' rinchiusi a fare un emerito cavolo per la loro schifosa vita....

Anzi a faì lavori forzati

Share this post


Link to post
Share on other sites

La pena da assegnare a un colpevole di reato è un discorso complicato.

 

Legislatori, giudici e giuristi pensano alla pena in tre modi:

 

-Punitiva: deve colpire il malvivente, deve fargli passare la voglia di reiterare il delitto, deve servire da esempio per tutti.

In questa concezione venivano fatte una volta le atroci esecuzioni pubbliche.

A questo proposito vorrei ricordarvi che Cesare Beccaria già 300 anni fa aveva esposto il concetto che non è tanto l'atrocita e la pubblicità della pena ad avere un efficace effetto deterrente, quanto la certezza che la pena verrà applicata.

 

-Restitutiva: deve nella maniera possibile ripagare i danneggiati del danno causato

Decisamente inapplicabile nel caso di omicidi, stupri, violenze.

 

-Reintegrativa: deve recuperare il soggetto in modo che sia un elemento stabile della società, abile a praticare qualche mestiere e autosufficiente.

Questo è uno degli aspetti più nuovi, venuto fuori quando si è capito che i colpevoli venivano fuori da classi sociali svantaggiate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io non sono d'accordo sulla pena di morte per un semplice motivo:si rischia di processare un innocente come è già successo molte volte

 

ci sono certi reati che si merititerebbero veramente la pena di morte, ma il rischio di processare un innocente è troppo alto

 

inoltre ci sarebbe da dire che la morte è un aspettativa migliore del carcere a vita (veramente a vita però)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni,

il problema sono i buonisti.....se i delinquenti non toccano loro ,predicano un cristiano

perdono per tutti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se si sa con certezza chi sono i colpevoli io propongo di tornare ai vari codici antichi.

 

Per esempio il codice di Hamurrabi ci starebbe bene in questa situazione:

 

Hanno picchiato a sangue il ragazzo: bene una mano e una gamba da amputare

 

 

Hanno stuprato la ragazza: via pene e testicoli ( fisicamente----> taglio genitali)

 

E poi in carcere a vita per fare lavori forzati per lo stato ( non per un industria)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uffa non avevo ancora trovato il tempo di dire la mia...

bene,secondo voi io,che sono una ragazza..dovrei andare in giro tranquilla sapendo che c'è in giro della gente che fa cose di questo genere??

poi fosse uno...no,l'hanno stuprata in cinque..non uno,due,tre..CINQUE,signori!!!

Avete idea di cosa vuol dire essere violentata da cinque persone,una dietro l'altra?!!!

Questa ragazza poverina oltre al male fisico,oltre alla botta morale che ha preso,avrà su di sè un'onta che le rimarrà per tutta la vita

tagliare loro le balle sarebbe anche poco,a mio parere...altro che codice di hammurabi...in un covo di serpenti li butterei!!!

comunque ho sentito che anche un'altra coppia era stata attaccata da un gruppo e che uno di questo gruppo era lo stesso che faceva parte degli stupratori..perciò almeno uno sanno chi è...

 

comunque se potessi scegliere la pena...sarei indecisa tra due:

-la ghigliottina,però invece che mozzare la testa,mozzerei...avete capito

 

-castrarli come castravano i tori (non so se il metodo è usato tutt'ora):mettere un anello attorno ai genitali e aspettare che si stacchino da soli

 

e dopo questo processo di evirazione...covo di serpenti!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Insomma..in poche parole...devono SOFFRIRE....e se lo meritano...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se si sa con certezza chi sono i colpevoli io propongo di tornare ai vari codici antichi.

 

Per esempio il codice di Hamurrabi ci starebbe bene in questa situazione:

 

Hanno picchiato a sangue il ragazzo: bene una mano e una gamba da amputare

 

 

Hanno stuprato la ragazza: via pene e testicoli ( fisicamente----> taglio genitali)

 

E poi in carcere a vita per fare lavori forzati per lo stato ( non per un industria)

forse è un pò cambiata la situazione eh???

è improponibile al giorno d'oggi la legge del taglione.

ma pensandoci non sarebbe cosi male...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se si sa con certezza chi sono i colpevoli io propongo di tornare ai vari codici antichi.

 

Per esempio il codice di Hamurrabi ci starebbe bene in questa situazione:

 

Hanno picchiato a sangue il ragazzo: bene una mano e una gamba da amputare

 

 

Hanno stuprato la ragazza: via pene e testicoli ( fisicamente----> taglio genitali)

 

E poi in carcere a vita per fare lavori forzati per lo stato ( non per un industria)

forse è un pò cambiata la situazione eh???

è improponibile al giorno d'oggi la legge del taglione.

ma pensandoci non sarebbe cosi male...

se dobbiamo essere democratici dovrei dire : per fortuna si,

ma in questa situazione la democrazia è da mettere da parte, mentre e da tirare fuori il macete :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...