Jump to content

Libano/seconda guerra del Libano/Unifil - Discussione Ufficiale (dal 2006 ad oggi)


Recommended Posts

  • Replies 367
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Come ho detto un conto è un combattente, un conto un terrorista suicida... in ogni caso "sputare", anche solo metaforicamente, sui loro cadaveri ci metterebbe esattamente sullo stesso piano. E questo è un errore culturale che l'Occidente non deve fare se vuole vincere la"guerra al terrore".

 

Tra sputare metaforicamente, e rendere onore, ci sta, quantomeno, una posizione neutra; anche legittimare i terroristi è un errore da non fare.

Link to post
Share on other sites
Tra sputare metaforicamente, e rendere onore, ci sta, quantomeno, una posizione neutra; anche legittimare i terroristi è un errore da non fare.

Quindi, a suo tempo, non si sarebbe dovuto legittimare Al Fatah in quanto organizzazione terroristica? La storia è strana e la politica lo è ancor di più: i terroristi di ieri possono diventare gli amici di oggi (appunto: Al Fatah) e gli amici di ieri possono diventare i terroristi di oggi (Talebani in primis, ma tanti altri... non ultimo Saddam Hussein).

In ogni caso non si tratta di legittimare niente, ma di rendere omaggio a chi è caduto. Le Forze Armate non fanno politica ma sono solo strumento di essa.

Link to post
Share on other sites

Ma se domani venisse riconosciuto alla Slovenia il Friuli,non vi sentireste in diritto di reagire in tutti i modi possibili anche dando la vita x il vostro amato paese?

ebbene Israele è stato ricavato su territori che cmq appartenevano ad altri popoli allora soggetti a protettorato inglese.Ora che lo stato si è consolidato divenendo perdipiù uno dei più forti militarmente non concede neppure una striscia di terra palestinese.

Come ho già scritto voi definireste terroristi i carbonari dell'800? se avessero vinto gli austroungarici forse sarebbe davvero così

Link to post
Share on other sites
Guest galland
secondo me è doveroso fare questo saluto, ma siete sicuri di farlo davanti alla bara di Bin Laden?

 

Rammento che nel maggio del 1945 l'Irlanda e il Portogallo ammainarono le bandiere nazionali alla notizia della morte di Hitler.

Gli stessi giornali giapponesi formularono condoglianze per la morte di Roosevelt.

Link to post
Share on other sites
Ma se domani venisse riconosciuto alla Slovenia il Friuli,non vi sentireste in diritto di reagire in tutti i modi possibili anche dando la vita x il vostro amato paese?

................

Ciò che dici è stato già fatto con l'Istria, Fiume, ecc.!!! Chi ha dato la vita per il nostro amato paese?!?!?!

 

 

 

................

ebbene Israele è stato ricavato su territori che cmq appartenevano ad altri popoli allora soggetti a protettorato inglese. Ora che lo stato si è consolidato divenendo perdipiù uno dei più forti militarmente non concede neppure una striscia di terra palestinese.

Come ho già scritto voi definireste terroristi i carbonari dell'800? se avessero vinto gli austroungarici forse sarebbe davvero così

Appartenenti ad altri popoli?! Studiati un po' di storia!!!

 

http://www.informazionecorretta.com/main.p...=160&id=135

 

http://www.informazionecorretta.com/popup/...ole_storia.html

Edited by picpus
Link to post
Share on other sites
+ che storia alla preistoria direi,quindi secondo il tuo punto di vista noi dovremmo reclamare il dominio d'europa xchè 2000 anni fa c'erano i romani da tunisi a costantinopoli..dai armiamoci e partite!!

Non c'entra niente la preistoria! Leggiti, bene e con attenzione, i link che ho postato.

 

Il succo si riassume nel seguente periodo: "Come entità autonoma la Palestina (Peleshet) non è mai esistita, né sono mai

esistite una lingua e una cultura palestinesi."

Link to post
Share on other sites
Non c'entra niente la preistoria! Leggiti, bene e con attenzione, i link che ho postato.

 

Il succo si riassume nel seguente periodo: "Come entità autonoma la Palestina (Peleshet) non è mai esistita, né sono mai

esistite una lingua e una cultura palestinesi."

 

Questo non le(g)gittimava automaticamente il diritto ad esistere di Israele praticamente da un giorno all'altro (anche se implicitamente annunciato da tempo) senza che si facesse nulla per affrontare preventivamente tutto quello che poi ne è conseguito ed era più che annunciato senza essere degli indovini.

 

Gli Inglesi fecero una porcata.

 

Per quanto riguarda Bin Laden se la sua bara fosse esposta su un carro circondato da bandiere di uno stato sovrano, non spetterebbe al soldato li presente, a meno che non gli fosse esplicitamente ordinato il contrario, giudicare il morto ma salutarlo comunque per il rispetto dovuto a quella comunità che lo sta onorando.

Alla diplomazia e alla politica ed infione alla Storia si lascerebbe tutto il fango a posteriori.

Edited by Thunderalex
Link to post
Share on other sites

Ma che vuol dire...anche se ciò fosse in parte vero(la storia non è così linearte e ben definita e viene spesso utliizzata ad arte enfatizzandone una parte)non c sarebbe una giustificazione,neppur se le terre fossero state abitate da cinesi sbarcati il giorno prima ciò non dà diritto a delle potenze di usare a proprio piacimento un territorio.So che nel dopoguerra le maggiori responsabiità belliche sono da attribuirsi agli arabi.ma al giorno d'oggi la stato d'israele è consolidato e forte e non ha da temere se escudiamo le sparate dell'Iran x la sua integrità territoriale.Farebbe quindi a mio parere una scelta oculata e lungimirante scendendo a patti visto che le "cattive" non sono servite.Un atro problema poi è quello dei coloni che continuano a occupare sempre nuovi territori poco x volta espandendo di fatto la presenza israeliana in zone non di sua competenza

Link to post
Share on other sites
Questo non leggittimava automaticamente il diritto ad esistere di Israele praticamente da un giorno all'altro........

Il diritto degli ebrei di costituirsi in uno stato sovrano di nome Israele, nel loro luogo storico di origine, era ed è legittimato, da secoli e secoli di persecuzioni antisemite subite, ben prima che tutto ciò raggiungesse il suo culmine, nell'Olocausto di matrice nazista!

Link to post
Share on other sites
Quindi, a suo tempo, non si sarebbe dovuto legittimare Al Fatah in quanto organizzazione terroristica? La storia è strana e la politica lo è ancor di più: i terroristi di ieri possono diventare gli amici di oggi (appunto: Al Fatah) e gli amici di ieri possono diventare i terroristi di oggi (Talebani in primis, ma tanti altri... non ultimo Saddam Hussein).

In ogni caso non si tratta di legittimare niente, ma di rendere omaggio a chi è caduto. Le Forze Armate non fanno politica ma sono solo strumento di essa.

 

Sono d'accordo che la responsabilità è politica, non dei militari che sono uno "strumento" della politica. A suo tempo non avrei comunque legittimato Al Fatah, come avrei preso più con le pinze Arafat.

Link to post
Share on other sites
.........A suo tempo non avrei comunque legittimato Al Fatah, come avrei preso più con le pinze Arafat.

Quoto, Arafat è stato il padre del terrorismo palestinese!

Link to post
Share on other sites

Pipcus io non condivido chi parla di cancellazione d'Israele.Contesto la modalità in cui è stato creato lo Stato non la sua costituzione ma soprattutto sono in disaccordo con l'attuale politica israeliana,completamente ottusa nel portare avanti una battaglia persa, Arafat è morto e il terrorismo è ancora fortissimo,x uno che muore c sono i suoi 12 figli pronti a vendicarlo l'escalation oramai ha cancellato qualsiasi margine di umanità da entrambe le parti.

La popolazione non può condurre una serena esistenza occorre un passo indietro da parte delle autorità Israeliane vedrai che dopociò perlomeno le opinioni pubbliche mondiali saranno più a favore della causa ebraica. Sarebbe ora di finirla però di affermare che ce l'hanno tutti con gli Ebrei che chi la pensa diversamente è un antisemita. Mi fa davvero sorridere questa incapacità autocritica

Link to post
Share on other sites
Pipcus io non condivido chi parla di cancellazione d'Israele.Contesto la modalità in cui è stato creato lo Stato non la sua costituzione ma soprattutto sono in disaccordo con l'attuale politica israeliana,completamente ottusa nel portare avanti una battaglia persa, Arafat è morto e il terrorismo è ancora fortissimo,x uno che muore c sono i suoi 12 figli pronti a vendicarlo l'escalation oramai ha cancellato qualsiasi margine di umanità da entrambe le parti.

La popolazione non può condurre una serena esistenza occorre un passo indietro da parte delle autorità Israeliane vedrai che dopociò perlomeno le opinioni pubbliche mondiali saranno più a favore della causa ebraica. Sarebbe ora di finirla però di affermare che ce l'hanno tutti con gli Ebrei che chi la pensa diversamente è un antisemita. Mi fa davvero sorridere questa incapacità autocritica

Forse non lo ricordi, ma il "passo indietro", il governo israeliano guidato da Sharon l'ha fatto, quando ha consegnato ai palestinesi (non senza vincere fortissime resistenze interne!) la Striscia di Gaza!!! I risultati, negativi, si sono, purtroppo, visti!!!

Link to post
Share on other sites
oops era un proiettile di gomma cmq

uno scherzo innocente....

http://video.google.it/videosearch?q=solda...mp;sitesearch=#

 

http://www.informazionecorretta.com/main.p...20&id=25354

Per quello scherzetto il soldato è stato punito. I talebani o "partigiani" come li chiami tu per aver sgozzato delle persone a sangue freddo o per una bomba al mercato o su uno scuolabus diventano eroi nazionali.

---------------------

In ogni caso l'indignazione di Israele è comprensibile. Per loro(ma non solo) Hezbollah è soltanto un gruppo di assassini e quindi non meritevoli di rispetto.Ricordiamoci sempre che nell'ottica israeliana(e ripeto non solo) i guerriglieri di Hezbollah come di hamas sono uomini che uccidono donne e bambini ebrei sparando razzi sulle scuole o usando bulldozer in strada come ariete da sfondamento. E non credo che voi andreste a rendere omaggio alla salma di un tizio che ha ammazzato la vostra famiglia.

Edited by Venon84
Link to post
Share on other sites
Il diritto degli ebrei di costituirsi in uno stato sovrano di nome Israele, nel loro luogo storico di origine, era ed è legittimato, da secoli e secoli di persecuzioni antisemite subite, ben prima che tutto ciò raggiungesse il suo culmine, nell'Olocausto di matrice nazista!

 

Ooops... mi è scappata enfaticamente una g. Chiedo venia.

 

Tornando a noi, è molto triste che un popolo subisca quello che hanno subito Ebrei, Armeni, Curdi, Tibetani, Pellerossa, e chi più ne ha più ne metta, ma questo nella Storia non ha mai dato diritto a tutti quei popoli di riconquistare l'autodeterminazione in base ad un superiore principio di Giustizia che purtroppo non esiste nè è mai esistito.

 

Il punto era un altro: se era possibile creare "dal nulla" un nuovo stato sovrano senza coinvolgere i paesi confinanti e senza una poderosa opera di diplomazia.

Gli Arabi si sentirono traditi dagli Inglesi che li avevano corteggiati durante la II Guerra Mondiale con aiuti e promesse non mantenuti.

Tutte le premesse erano negative e negativamente prevedibili.

 

Tutto il pasticcio che ne è nato e ancora perdura è figlio di quelle scelte scellerate degli Inglesi e dei Sionisti. E' un fatto. Tutto il resto è merda che si continua ad accumulare sull'altra.

Link to post
Share on other sites
Gli Arabi si sentirono traditi dagli Inglesi che li avevano corteggiati durante la II Guerra Mondiale con aiuti e promesse non mantenuti.

 

Per quel poco che conosco, non mi pare che i vari stati arabi si siano proprio consumati nel tentativo di aiutare davvero i palestinesi; hanno preferito usarli come arma contro Israele.

Link to post
Share on other sites
..............

Il punto era un altro: se era possibile creare "dal nulla" un nuovo stato sovrano senza coinvolgere i paesi confinanti.....

Quali "paesi confinanti"?!?!?! C'era proprio il "nulla"!!!

Link to post
Share on other sites

Ricordo la smilitarizzazione della striscia e anche la contemporanea autorizzazione ai coloni di occupare nuovi spazi.

Cmq bella iniziativa e davvero lodevole da parte di un capo appartenente al partito conservatore.

La striscia di Gaza non faceva parte dello Stato ebraico ma era un territorio occupato nel 67 così come la Cisgiordania.

Auspicherei una seria iniziativa diplomatica d'Israele x a costituzione di un vero Stato arabo-palestinese.

 

 

 

 

X Venom a proposito della mentalità israeliana anche loro hanno mietuto vittime civili d'altra parte il danno collaterale è inevitabile.

Il punto sta proprio qui: inutile fare i conto di chi è piu "cattivo" tra satana e belzebù.

Link to post
Share on other sites
Per quel poco che conosco, non mi pare che i vari stati arabi si siano proprio consumati nel tentativo di aiutare davvero i palestinesi; hanno preferito usarli come arma contro Israele.

 

E' verissimo, ma anche qui non mi stupirei. La solidarietà non è di questo mondo e non caratterizza neanche i cosidetti "Fratelli Musulmani" che per ipocrisia non sono secondi a nessuno.

 

Il punto, quello che gli Inglesi sapevano, è che, fin dal tempo delle Crociate, i popoli arabi, già uniti dalla comune religione islamica, svilupparono comunque una forte identità nazionale (anzi nazionalistica) in risposta all'occupazione dello straniero (visto spesso con una certa superficialità, come cristiano, crociato), risvegliando così antichi rancori spesso forzatamente e volutamente collegati, anche con una buona dose di fantasia, con il doloroso periodo crociato.

 

Di quest'area dell'Oriente islamico, la Palestina fa parte a pieno titolo. Non possiamo dire che storicamente non esisteva perchè non esisterebbe neanche l'Italia (e forse non ci sbaglieremmo...). La Palestina è per qualunque Arabo immediatamente identificabile come l'area compresa tra il Mar Mediterraneo e il Mar Morto, l'Egitto e la Siria.

Ma questo, poichè siamo noi europei che facciamo la Storia e anche la geografia, non ci interessa...

 

Ed eccone un chiaro esempio da parte di Picpus:

 

Quali "paesi confinanti"?!?!?! C'era proprio il "nulla"!!!

Essa ospita tra lle altre cose l'importantissima città di Gerusalemme, sacra per le tre più grandi religioni monoteistiche dell'emisfero boreale, di cui ospita molti luoghi ed edifici sacri ma, ormai, nonostante gli Arabi tollerassero pellegrini proveneienti da tutto il mondo, Gerusalemme era una città araba come Roma è italiana e Parigi Francese. Nel 1887, quando Gerusalemme aveva ottenuto una forma di autonomia dall'Impero Ottomano, a dimostrazione della sua politica sovraetnica e sovraculturale, gli Ebrei costituivano comunque un'esigua minoranza (24.000 persone), integrata con le altre comunità etnico-religiose e, più in generale, con la situazione culturale del luogo. Ma la città era Araba.

 

I link postata da Picpus sono di parte. E' giusto sempre leggere quelli di parte palestinese. Poi, se resta la voglia, dare un giudizio.

Edited by Thunderalex
Link to post
Share on other sites
............

Di quest'area dell'Oriente islamico, la Palestina fa parte a pieno titolo. Non possiamo dire che storicamente non esisteva perchè non esisterebbe neanche l'Italia (e forse non ci sbaglieremmo...). La Palestina è per qualunque Arabo immediatamente identificabile come l'area compresa tra il Mar Mediterraneo e il Mar Morto, l'Egitto e la Siria.

............

.....l'area geografica!!!

 

 

 

 

..............

Essa ospita tra lle altre cose l'importantissima città di Gerusalemme, sacra per le tre più grandi religioni monoteistiche dell'emisfero boreale, di cui ospita molti luoghi ed edifici sacri ma, ormai, nonostante gli Arabi tollerassero pellegrini proveneienti da tutto il mondo, Gerusalemme era una città araba come Roma è italiana e Parigi Francese. Nel 1887, quando Gerusalemme aveva ottenuto una forma di autonomia dall'Impero Ottomano, a dimostrazione della sua politica sovraetnica e sovraculturale, gli Ebrei costituivano comunque un'esigua minoranza (24.000 persone), integrata con le altre comunità etnico-religiose e, più in generale, con la situazione culturale del luogo. Ma la città era Araba.

..............

araba, non palestinese!!!

Link to post
Share on other sites
.....l'area geografica!!!

araba, non palestinese!!!

 

Ecco la solita animosità che caratterizza qualunque pacifica discussione su questo maledetto tema.

 

Si, l'area, come l'area caratterizzata da quella "espressione geografica" nomata Italia e araba come erroneamente e ignorantemente, gli inglesi definivano (e noi continuamo) la nazionalità di tutti i popoli del Medio Oriente e del Nord Africa di religione musulmana quando, a onor del vero, gli unici Arabi veri sono quelli della penisola araba.

Edited by Thunderalex
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...