Jump to content

Gianluca Mazzon

Membri
  • Content Count

    42
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Gianluca Mazzon

  1. Il massimo che sia possibile fare è assistere i ribelli addestrandoli e armandoli, magari intensificando anche le sortite aeree che forse sono troppo limitate al rispetto della zona interdetta, ma niente di più.
  2. E non solo per il Typhoon! Una velocità del genere in super-crocera non la vedo attuabile con l'attuale classe generazionale di motori.
  3. E' anche dotata di thrust vectoring?? Scherzi apparte, 1600 km/h mi sembrano davvero tanti! Staremo a vedere.
  4. Apparte i discorsi che ti hanno già fatto nei post precedenti volevo "consigliarti" di usare un aggettivo più serio per definire un confronto... Potente non vuol dire pressoché nulla.
  5. Giusto, però permettimi di dire che non basta avere i mezzi per giustificare politicamente e militarmente un aggressione. Politicamente, se ti schieri con i ribelli poi li devi appoggiare fino alla fine e questo mi sembra mooolto impegnativo e dispendioso per l'Europa di questi tempi. Militarmente, invece, invito a non trascurare le difese antiaeree libiche, che non sono di certo quelle in mano ai ribelli che di tanto in tanto appaiono su qualche tg, ma quelle su cui può contare Gheddafi... Attenzione, non voglio dire che bisogna temerli, ma vale la pena rischiare uomini e mezzi, soprattutto nella fase iniziale, per infangarsi in quelle questioni? Mah...... No- Fly Zone vuol dire controllo dello spazio aereo e per controllare lo spazio aereo, evidentemente, vanno prima eliminate le difese aeree. Chi la sbriga la faccenda?? Ci fan comodo gli USA, altroché
  6. Io capisco che non è tutto così immediato e semplice come sembra, infatti più di tanto non me la sento di giudicare sparando a zero. Però una cosa la devo dire: Possibile che NOI italiani non riusciamo MAI ad imparare dai nostri errori? Non è una situazione facile, ripeto, ma non si può sempre fare le cose a metà! Il problema è che noi la cosa a cui diamo priorità è sempre quella che è allo stesso tempo la più importante e la più facile da ottenere e, nel delirante tentativo di schierarsi sempre dalla parte vincente, lo prendiamo perennemente con il sabbione.
  7. A mio modesto parere questa "fantomatica" No-Fly Zone da parte della NATO non si farà, per lo meno non con queste condizioni. Ci sono tutta una serie di fattori molto incerti, direi tranquillamente che si tratta di incognite, che la rendono una faccenda troppo ingarbugliata e poco chiara per avere la pretesa (se mai servisse) di intervenire. La geopolitica è un concetto fondamentale e la Libia non è l'Afghanistan. Proprio per questo motivo questa sarà una delle poche volte ( ) in cui la decisione ultima spetterà secondo me all'Europa, soggetto poi direttamente esposto alle conseguenze. Se si intervenisse, comunque, la questione militare italiana, ma direi anche europea, non credo che sarà di prima linea. Si cercherà di capire e di valutare cosa conviene fare per misurare le risorse per poi dedicarsi alla questione umanitaria.
  8. Ma figurati! Non volevo, se l'ho fatto, metterti a disagio e in caso mi scuso. Sono molto appassionato di aeronautica e avere un opinione da un ingegnere nell'ambito mi pareva un occasione troppo ghiotta. Interessante il tuo punto di vista, mi trovi daccordo. Certo, certo. Riflettevo sulle capacità "teoriche" del 346 per analizzare se potesse svolgere compiti che, oggi come oggi, normalmente, svolge l'AMX. Poi c'è da dire che rimandando alla legenda dei numeri tutti i discorsi, un centinaio di F-35 in tutto non potranno sostituire l'intera flotta Tornado, quella imbarcata degli Harrier e tutti gli AMX (tenendo conto delle riserve strategiche e quant'altro). Io penso che ad upgrade completato parleremo di F-35A per i Tornado, F35B per gli AV-8B e per l'AMX si dovrà trovare un sostituto ad-hoc. Non me lo vedo un Lightning a supporto truppe in missioni CAS (sempre che si facciano ancora), mentre magari, con i dovuti modi e tempi, il Macchi potrebbe (condizionale) presentare quelle caratteristiche. Resta una mia opinione.
  9. Dall'alto della tua competenza, ti senti di affermare che si stia parlando di un percorso di maturazione dell'industria aeronautica nazionale in vista di assegnarle una prima commissione importante, magari con la sostituzione un giorno dell'AMX?
  10. Tempo fa, anche se non ricordo dove lo lessi, avevo messo gli occhi su un testo che parlava della sperimentazione dei primi dispositivi di compensazione inerziale. Premesso che non si tratta di qualcosa di facile comprensione, volevo solo sapere se per caso qualcuno degli esperti o semplicemente degli informati del forum aveva notizie in proposito, dato che lo ritengo qualcosa di a dir poco fantascentifico... Grazie!
  11. Per prima cosa, anche se sono mezzi ritenuti multiruolo, si deve specificare che l'F-16 ha evoluto le sue caratteristiche nel tempo entrando di fatto in questa categoria. mentre Gripen e Typhoon nascono proprio per assolvere questa necessità. Sono ovviamente fuori luogo, come spesso accade, confronti di questo genere e per ovvi motivi; si può discutere di caratteristiche e di risultati, ma mi sembra prematuro considerare un mezzo come quello svedese di Saab superiore, senza dare l'ultima parola al "tempo". Se ne riparlerà tra una quindicina d'anni, quando ne sarà valutata l'affidabilità a lungo termine. Probabilmente, aggiungerei, verrebbe più facile un confronto con il Typhoon, mezzo più o meno contemporaneo, ma secondo me vale lo stesso discorso.
  12. Beh, non credo che abbia grosse alternative. Il Tornado è un cacciabombardiere e, a meno che non ripieghino su qualcosa di più "datato" e mi sembrerebbe assurdo, visto che tra 20 anni se saranno vecchi i Tornado lo saranno anche i suoi colleghi, l'alternativa compatibile militarmente e, aggiungerei, politicamente attuabile è l'F35, almeno in parte. Con una linea operativa composta da Eurofighter ed F-35, completata da qualche caccia leggero e/o qualche addestratore più o meno avanzato, che eventualmente possa svolgere anche quella mansione, T-6, T-37, T-38 o G-120, per citare quelli esistenti ed impiegati, preservando per ogni evenienza qualche Tornado possono tranquillamente soddisfare le loro esigenze. Perfettamente in linea con le altre nazioni europee in ambito NATO.
  13. Oltre a tutti i dati opportunamente specificati dai post precedenti al mio, mi sento in dovere di aggiungere un altro particolare, ossia la superiorità generazionale del sistema di propulsione. L'F-15 (eccetto lo Strike Eagle) è equipaggiato con il P&W F100-PW220, presente anche nell'F-16. Un motore introdotto nel '86, le cui basi risalgono però, alla versione F100-PW100 che ha equipaggiato l'F-15 dal '72, ma la cui progettazione risale al '68. Obiettivamente, 25 anni di ricerca, ottimizzazione e sviluppo portano anche a prestazioni superiori e "minor" consumo. L'F-35 si presenterà probabilmente con il P&W F135-PW100/400/600 (a seconda della versione) e questo è un dato, assieme a quelli strutturali di sopra citati, che mi fa pensare che a parità di carico d'armi, eccetto forse l'F-35B che trasporta un quantitativo di carburante logicamente ridotto, l'Eagle non possa aver un raggio d'azione superiore.
  14. Nonostante siano i più aggiornati ed attuali?
  15. E' un problema economico ovviamente. Il nervo della forza aerea militare tedesca è composto da Tornado e (ancora) Phantom II, in attesa dei Typhoon. Nel programma EFA hanno stretto la cinghia parecchio, limitandone, o perlomeno ritardandone oggettivamente lo sviluppo proprio perché non c'è n'era. Molto probabilmente ritengono non indispensabile un investimento di questo tipo, affidandosi completamente a quello che la loro aeronautica così com'è rappresenta. personalmente non credo che faranno investimenti di questo tipo, almeno non in questo decennio. Se ne riparlerà tra una decina, quindicina d'anni, quando i Tornado saranno ritenuti off-line e si renderà assolutamente necessario rimpiazzarli con macchine all'altezza. Tralasciando le tempistiche che tutto questo comporta, magari si interesseranno presto, ma la vedo dura per gli investimenti a breve termine.
  16. Forse non mi sono spiegato bene... Quando dico che non deve diventare una quotidianità non mi riferisco solo e semplicemente al verificarsi degli episodi, ma anche e soprattutto al non trattarli come fatti accettabili che fanno parte del normale seguito dell'attività. Premetto che io non sono un "moralista" e tantomeno un "pacifista", ma intendiamoci, se fosse vostro fratello o vostro figlio vorrei vedere che ve ne fate della "mentalità aeronautica" (senza offesa per nessuno). Aggiungerei anche, se posso, che per quanto si possa degradare (io per primo) ciò che fanno a semplicemente guerra, NON è di questo che si tratta. Ci vuole coerenza. Se vogliamo e dovremmo, vederla così allora si va la pronti per la guerra, non con gli AMX praticamente disarmati e con ogni tipo di prevenzione ridotta al'osso. E' Inacettabile, almeno per me.
  17. Il mio non è un ripensamento, ma una riflessione. Per l'altro, credo poco discutibile.
  18. Ciao! "Bazzicando" in Internet mi sono imbattuto in questa soluzione. Non sono un esperto ma credo che ti possa aiutare... Saluti! <<Look in registry under HKEY_CURRENT_USER\Software\Eagle Dynamics\Lock On 1.1\Path and see if it has appended \lockon.bat to the end. If so, remove just the \lockon.bat part and try again. Worked for me, I had installations from LO Gold CDs installed too>>.
  19. E' inacettabile... Questi fatti non possono diventare semplice quotidianità.
  20. Aggiungerei che l'F-35 è stealth. Sono comunque macchine abbastanza diverse, senza andare off topic
  21. Il nucleare, comunque, non può essere un compromesso. Se si sceglie di investire nel settore lo si deve fare con la concezione di intraprendere quella strada.
  22. Special Air Service (SAS) per livelli di preparazione e capacità operative!
×
×
  • Create New...