Jump to content

motogio

Membri
  • Posts

    478
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    12

Everything posted by motogio

  1. Ops.. ho inavvertitamente cliccato invia senza volerlo Beh già che ci sono aggiungerei che anche l'oriente ha approfittato della disponibilità di scienziati tedeschi a buon mercato. Ps. concordo con Vorthex; ok nessuna nega il contributo degli ex nazisti alla causa americana ma da qui ad affermare che sono loro che hanno reso grandi gli USA c'è ne corre,...
  2. Perché le conoscenze in possesso dalla famigerata unità 731 in campo medico e di guerra battereologica erano troppo importanti per gli statunitensi, in quel contesto storico, per disperderle in nome della giustizia. Anche alcuni criminali di guerra nazisti furono graziati per gli stessi motivi; vedi Von Braun e la sua équipe, responsabili di almeno 20 000 morti nei campi di lavoro da loro gestiti. Triste ma come disse il cancelliere Bismarck “Quanto meno la gente sa di come si fanno le salsicce e le leggi, tanto più serenamente dorme”
  3. Piccola puntualizzazione: è la Boeing che non ha risposto al bando di concorso svizzero. Boeing si ritira dalla gara per il caccia svizzero
  4. Ciao e benvenuto. Puoi cominciare da qui: L'epoca dei pionieri Purtroppo le cose più interessanti sono solo in tedesco
  5. No, non stiamo facendo niente per risolvere la situazione; a parole tutti i partiti di governo vogliono e pretendono una copertura dello spazio aereo 24/24h ma nessuno vuole spendere un franco che sia uno in più di quello che già spendiamo per l'esercito. E pensare che Ginevra è la sede di molte organizzazioni internazionali altamente a rischio, come ad esempio: la sede europea delle Nazioni Unite, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), l'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC aka WTO) e il CERN, il Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare. Senza dimenticare colloqui internazionali a alto rischio come quelli sul nucleare iraniano o sulla crisi in Siria (Ginevra 2, anche se si è svolto nella vicina Montreux ). Mah....
  6. Sottovaluti il potere del popolo; basta indire una iniziativa riguardante i costi dell'esercito per tarpare le ali alla tua idea. Comunque anche qui alcuni nostri deputati hanno la tua stessa idea: garantire il controllo aereo 24/24h solo con gli F/A 18. Come però non l'hanno spiegato perché con 32 calabroni non vai lontano visto che un terzo è già a terra per manutenzione ordinaria e qualcuno ogni tanto è in trasferta all'estero per istruzione al volo supersonico. Probabilmente pensano che un moderno jet da combattimento è coma una Panda che basta fare benzina e va sempre... Senza tenere conto dei piloti che cominciano a scarseggiare; e i più anziani, di quei pochi rimasti, hanno quasi tutti problemi alla colonna cervicale. Come ha già detto mo-mo ci vogliono 5 anni per formare un pilota da jet e attualmente ne formiamo 4 o 5 all'anno. A breve termine non vedo una soluzione e ringraziamo il cielo che possiamo contare sulla ottima collaborazione dei nostri vicini; almeno quando si tratta di aerei civili perché gli accordi non prevedono scenari diversi Piccolo OT: l'aeroporto di Ginevra Contrin è sul confine politico svizzero ma per un terzo, o quasi, è su territorio doganale francese. Nel 1956 la Francia permutò i terreni confinanti con il vecchio aeroporto per permetterne l'ampliamento in cambio di una porzione di terreno equivalante, ceduta dal Canton Ginevra, e della concessione di un settore di competenza delle autorità doganali e giudiziarie francesi. L'aeroporto di Ginevra Cointrin è diviso in tre settori: il settore francese competente per il controllo dei viaggiatori, delle merci, dei capitali e dei bagagli da e per la Francia, il settore svizzero con le stesse competenze di quello francese da e per la Svizzera e un terzo settore (il tarmac, la zona di transito e tutte le infrastrutture) assegnato ai servizi generali dell'aeroporto (in pratica al Canton Ginevra). Siamo una nazione strana e complicata, lo so
  7. È quello che avevo pensato anch'io quanto ho sentito la notizia Non era un segreto e non pensare che se compriamo i Gripen cambi qualcosa; anche con gli elicotteri è la stessa menata: se scoppia un incendio in un bosco situato in una zona impervia intervengono i nostri Super Puma, ma solo se l'incendio è in orari d'ufficio E non pensare che volano gratis; ogni minuto d'intervento, in caso d'incendio boschivo, viene fatturato al Cantone con prezzi per niente concorrenziali.
  8. Mi sa che non ti hanno ascoltato http://www.cdt.ch/confederazione/politica/101088/gripen-niente-campagna-per-il-ppd.html Già che ci sono ne approfitto per rispondere a Hornet 18 senza intasare di OT la discussione sul Gripen I casi sono due: o compriamo i Gripen o non compriamo niente; ne in leasing, ne d'occasione e ne in permuta con i nostri F5 Tiger. La votazione riguarda l'acquisto di un nuovo caccia; che poi sia il Gripen, l'Fa/18 o il mitico T-65 X-Wing poco cambia. D'altronde già oggi i nostri super calabroni intercettano aerei sospetti solo in orario d'ufficio, e non sempre, e solo in caso di avvenimenti particolari (forum di Davos o qualche G8 nelle vicinanze del confine) sono disponibili 24/24 h. Triste ma è così.
  9. Se tarpano le ali ai gripen di altri caccia non ne compreremo più quindi squadroni misti italo-elvetici non ne vedremo di sicuro in futuro. Comunque in base agli accordi i caccia italiani e francesi già oggi possono intercettare velivoli non militari "sospetti" sui cieli elvetici e intimidirli, se del caso, ma non possono abbatterli (vale anche il contrario: caccia elvetici su cieli italo- francesi). Con la Germania in base agli accordi i caccia elvetici possono seguire un velivolo sospetto sui cieli tedeschi ma non possono intimidirlo mentre con l'Austria c'è solo uno scambio di informazioni. L'accordo con l'Italia risale ai tempi delle olimpiadi di Torino, se ha qualcuno interessa il pdf di 6 pagine è questo: Accordo del 31 gennaio 2006 tra il Consiglio federale svizzero ed il Governo della Repubblica Italiana concernente la cooperazione in materia di sicurezza aerea contro le minacce aeree non militari
  10. Non sono poi così "poveri" come sembra; i fondali dei loro mari contengono le più ampie riserve di petrolio dell'Europa. Se tutto va come auspicano i secessionisti rischiano di diventare come la Norvegia; in teoria ma le cose non sono così semplici: Gli sceicchi del nord
  11. Scusate ma la faccina ridente secondo voi cosa lo messa a fare? Ironia questa sconosciuta.... Ok, anch'io ci metto del mio per non farmi capire ma insomma... era talmente surreale quella puntata di Jag
  12. Interessante articolo, grazie Pinto . Solo una cosa, nell'articolo si dice che i Mig 29 in occidente erano considerati un po' la copia degli F/A 18 ma il comandate Harm, quello di Jag, sosteneva che erano una copia spudoratamente identica del Tomcat. (Jag-"To Russia with Love" 3x24) A chi devo credere
  13. A Netanyahu non è bastato lo scandalo dei letti matrimoniali ?
  14. Bisogna anche tenere in considerazione che la DDR era una piccola nazione, grande circa come il nord d'Italia e con 16 milioni di abitanti. A cosa le sarebbero serviti i bombardieri strategici o un caccia così particolare come il Foxbat se non a dissanguare le già misere risorse? Le forze armate della DDR servivano unicamente alla difesa della nazione; per tutto il resto c'erano gli alleati del Patto di Varsavia e l'USSR con le sue basi in DDR e i suoi mille o più apparecchi allo stato dell'arte (sovietica). Poi non è che tutte le nazioni del blocco erano uguali, la DDR era quella più succube dello strapotere sovietico, le sue forze aeree erano sotto il controllo dell'USSR, ma la Romania, ad esempio, comprava anche in occidente; l'elicottero l'IAR 330 o l' IAR 316 erano francesi e da quest'ultimo tentarono di sviluppare un elicottero da combattimento leggero il IAR 317. Se ricordo bene inoltre Ceausescu non tollerava la presenza di soldati sovietici sul suo territorio in pianta stabile e le basi militari russe furono smantellate sotto il suo regime. La Cecoslovacchia era il settimo paese esportatore d'armi al mondo a quei tempi; la maggior parte erano blindati di produzione indigena e corazzati costruiti su licenza sovietica ma aveva anche una sua industria aeronautica e produceva ed esportava addestratori come L 29, equiparabile all' MB.339 e aerei da trasporto. Quindi non è che i paesi del Patto di Varsavia ricevevano per ultimi i caccia sovietici, e per di più in versione base, ma è che semplicemente quello potevano permettersi. Erano eserciti piccoli concepiti più per la difesa del territorio combattendo metro per metro sul terreno che con la supremazia aerea .
  15. motogio

    k19 film

    Il film è bello perché racconta una bella storia, e che pezzo di storia, ma in un film sui sovietici mi aspetto di vedere dei sovietici, non degli americani vestiti da sovietici Poi la battuta su Gagarin potevano anche risparmiarcela. Figuriamoci se nel '61 un'ufficiale sovietico si poteva permettere una battuta del genere davanti a un commissario politico. Per contro apprezzo il coraggio di mostrare la propaganda sovietica in chiave antistatutiense; in fondo quello che ha detto il commissario politico era solo la verità. Ps. non che l'alternativa comunista era meglio, anzi...
  16. La foto è stata scattata da Russell Scalf il 27 ottobre 2006 in New Mexico: E non è l'unica: http://www.aviationspectator.com/image/latest-aviation-images?page=597
  17. È triste che a 12 anni da quegli eventi ci sia ancora gente che speculi su quella tragedia per una misera percentuale di share. Su Rai 3 trasmettevano K-19 ; non è un gran film ma comunque è un bel pezzo di storia e scommetto che l'hanno guardato in pochi.
  18. Altro che "caso Belenko", stiamo parlando di un tassello del sogno sovietico di creare una base militare nello spazio, in aperta violazione del trattato sullo spazio extra-atmosferico che prevedeva il divieto di collocare armi nucleari od ogni altro genere di armi di distruzione di massa nell'orbita terrestre. Pensa un po' se a causa di un lancio abortito il Buran fosse atterrato in una base occidentale con il manuale d'uso e manutenzione di quella segretissima base . Se già l'impresa di Mathias Rust è costata la Siberia a buona parte della nomenklatura dell'epoca non oso immaginare cosa sarebbe successo in quel caso.
  19. Curiosando in giro ho scoperto che i motori erano protetti da una schermatura termica e da un portello ribaltabile: http://www.buran.ru/htm/vrdu.htm Da quello che sono riuscito a capire l'opzione di dotare il Buran di due turbojet non era prevista in sede di progetto ma fu decisa in seguito; in pratica era figlia della nota paranoia sovietica che preferì sacrificare una parte del carico utile,oltre alle conseguenti complicazioni tecniche (serbatoi supplementari, comandi aggiuntivi, dispositivi antincendio ecc), per assicurare al Buran di raggiungere un aeroporto "sicuro" anche in caso d' imprevisti sbagli di rotta.
  20. E il buio aumenta.... http://www.lastampa.it/2013/09/09/esteri/quirico-e-folle-dire-che-io-sappia-che-non-stato-assad-a-usare-i-gas-D6D63hs2C8E7yMNEDINwGL/pagina.html Mah...
  21. Hai scritto la stessa cosa sul problema siriano ma Puntin non si è limitato a parlare della Siria: Ricito Putin tralasciando la prima parte così forse è più chiaro cosa intendevo dire: Il grassetto è mio. Già che ci sono correggo una castroneria, fra le tante, che avevo postato qualche messaggio fa: Da alcuni fonti apprendo che almeno 12 ribelli sono morti in quel tunnel quindi ritiro questa obiezione. Parlando d'altro; oggi su un giornale locale è apparsa un'intervista a Richard Haass, un diplomatico statunitense. Riporto solo uno stralcio: Qui il link: Attaccare la Siria oppure no? Purtroppo è solo una parte dell'articolo, la versione integrale si trova solo sulla versione cartacea.
  22. tizi34 da come l'ho capita io Putin è stato un po' più sul vago: "Putin ha poi detto che la fornitura dei missili S-300 promessi a Damasco dalla Russia è stata congelata ma non interrotta. Il capo del Cremlino ha affermato anche che Mosca è pronta a fornire questi missili "sensibili" anche ad "altri Paesi" del mondo se sulla Siria verrà violato il diritto internazionale" http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/90854/putin-non-esclude-appoggio-militare.html
  23. Vedo solo ora il tuo EDIT. Provo a spiegarmi ancora una volta: un paio di salve di Tomahawk nel caso siriano non servono a niente così come non servono a niente i droni. La soluzione di Obama non mi piace, è inutile, controproducente ed è frutto di una dottrina che ha causato più danni che benefici. L'unico che forse, oggi come oggi, può ottenere qualcosa senza utilizzare la forza è Putin ma a quanto sembra è più interessato a piazzare i suoi S-300, dietro pagamento, che a scongiurare un conflitto. Attendo il vertice del G20 ma non mi illudo. Ps. la Germania ha stanziato 350 milioni di euro in aiuti per i profughi dalla Siria, già accolti 5.000 siriani sul territorio tedesco.
  24. Ehm... lo sapevo che era un tema spinoso. Vorrei approfondire su Lampedusa ma andiamo a finire in un vicolo cieco perché il problema non è Lampedusa, o le autorità italiane, ma piuttosto come l'UE gestisce il problema rifugiati; nonostante l'accordo Acquis Dublino e la creazione del gruppo Frontex per aiutare gli stati con frontiere esterne Schengen in difficoltà. Comunque sono un po' di più di 500 i rifugiati in Svizzera: Richiedenti l’asilo secondo la nazionalità - 2012 Su Alpanch hai ragione e conosco anche i motivi di quelle misure ma il tema è complesso: ha che fare con la percezione di un problema e la sua gestione.
×
×
  • Create New...