Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing most liked content since 05/21/2022 in Posts

  1. Per fortuna che c’è PUC a difendere la democrazia e i diritti dei cittadini russofili, mettendoci il suo di culo e con il pieno appoggio dei sondaggi fatti dove da decenni regnano pluralismo e stato di diritto.
    4 likes
  2. Che bella gente protegge la libertà e la democrazia nel Donbass… Eh, ma per fortuna che c’è PUC, come ha voluto ribadire chi ci ha portato una folata di complottismo dalla fogna di Luogocomune.
    3 likes
  3. no, non sono mai stati oggetto di genocidio, nè di concrete forme di discriminazione/intimidazione. le violenze contro la popolazione civile, da ambo le parti, sono iniziate dopo la secessione manu militari dei separatisti e la conseguente guerra civile/ibrida (non inculudendo gli "scontri tra ultras", che erano avvenuti nelle settimane precedenti, nell'Est e nel Sud del paese). questo lo si può vedere, oggi, anche dalla mancanza di video russi dove i "liberatori" vengono accolti a braccia aperte in quelle zone che, secondo la vulgata di Mosca, erano oggetto di "repressione nazista" e dalla mancanza di notizie, anche sui canali sovietici, circa l'attività di "partigiani rossi". d'altro canto, tutti questi episodi fanno parte della Dottrina Gerasimov, o Makarov, che dir si voglia: questo sempre per ricordare che tutto quello che è accaduto dal 2013/4, o dal 2003 se vogliamo, in poi non è frutto del caso o di una successione di "eventi fortuiti e casuali". il problema, però, è che i russi, all'epoca, non andarono fino in fondo, forse perchè non erano militarmente pronti ad un ipotetico scontro contro la NATO o ad un invasione su larga scala dell'Ukraina, non facendo crollare lo stato ukraino che, a differenza di oggi, non avrebbe assolutamente retto ad invasione.
    3 likes
  4. E già uno che, oltre a citare il re dei bufalari, definisce un suo prodotto "ottimo" dimostra di non aver capito nulla. Per rincarare, aggiungi byoblu... Informati su fonti d'informazione, non di dis-informazione.
    2 likes
  5. Non si bruciano centinaia di miliardi di dollari per difendere ideologie o per proteggere minoranze da presunti abusi. È chiaro che la denazificazione o la difesa delle minoranze è solo una propaganda a cui neanche Putin ci crede. Tuttavia allo stesso modo non credo all'esportazione e alla difesa della democrazia tanto decantata dall'altra parte. È chiaro che si tratta solo di interessi politici ed economici che spingono una parte a tentare di conquistare nuovi territori, l'altra a impedire che ciò accada.
    2 likes
  6. non è che pubblicare tre volte lo stesso video, con commenti anche "contro", e fare i sofismi su dove sia Mariupol, ti possa portare un qualche vantaggio su questo forum.
    2 likes
  7. TRE persone NON sono "l'Italia", sia chiaro. Il fatto che queste tre persone abbiano effettivamente assunto le posizioni che descrivi avrebbe - in una dinamica costituzionalmente sana - una importanza molto relativa poiché in una democrazia il centro della vita politica è il Parlamento. Non scherziamo. Ora non voglio lanciarmi in un noioso e inopportuno pippone di diritto costituzionale, mi limito solo a prendere atto che il comportamento dell'attuale capo del governo rappresenta un'anomalia politica se non formale sicuramente sostanziale, ben dimostrata dal fatto che si guarda bene dall'interloquire con un Parlamento praticamente esautorato della sua funzione di indirizzo, funzione assunta in modo surrettizio e del tutto impropriamente dal presidente della Repubblica. E questo avviene proprio perché questi due signori conoscono i "loro polli", ovvero sanno benissimo che in Parlamento non vi è alcuna unità di intenti. Riguardo Francia e Germania, lì la situazione è meno complessa ma resta comunque la spada di Damocle degli effetti negativi delle sanzioni - che sono un'arma a doppio taglio - sull'economia europea. Edit: dimenticavo... è del tutto ovvio e pacifico che nel caso ucraino la ragione sta tutta da una parte (l'aggredito). Quando ho detto che "il più pulito ha la rogna" mi riferivo non al caso specifico ma alla storia pregressa dei principali protagonisti geopolitici di questa vicenda, una storia che non è certamente cominciata il 24 febbraio di quest'anno.
    1 like
  8. No l'equidistanza non è possibile in questo evento. C'è chiaramente una parte che ha invaso un altro Paese per fini imperialistici, in spregio sfrontato all'autodeterminazione dei popoli. Sono stati massacrati civili inermi (da un solo lato) senza alcun motivo. In numeri importanti. Quindi la rogna è evidente che la tiene e la propaghi. Riguardo l'Italia, credo sia stata poco cerchiobottista in questo caso. Il premier, il Presidente della Repubblica e persino il ministro degli esteri sono stati molto espliciti e anche soddisfacentemente concreti e coesi con i partner NATO e UE. Fatte salve le esigenze di approvvigionamento del gas e la recentissima annunciata visita in Russia di un leader di una formazione politica marginale. Dovuta probabilmente al fatto che su Amazon non vendono più le magliette con la faccia di Putin e deve farne scorta in loco.
    1 like
  9. Domanda,ma se i soldati russi anziché lavatrici ucraine per le loro amate mamme/mogli rubano droni... russi per i loro bambini la passano sempre liscia??
    1 like
  10. e su Mazzucco passi in "contenuti moderati permanentemente"... noi i complottari non li vogliamo, ma "siamo pii" e gli permettiamo di informarsi in maniera corretta, tramite il forum. per il resto, se hai voglia di avere una informazione corretta su tali fatti, vatti a trovare il paper stilato dal Gruppo 2 Maggio, su tali avvenimenti. mi rendo conto che demolirà le tue convinzioni, ma almeno è un elaborato che si basa su fatti concreti e non sui deliri di quel ciarlatano di Mazzucco&Co... e per fortuna che "criticavi le chiacchere".
    1 like
  11. siamo già arrivati al gomblotto giudo-pluto-masso-rettiliano? eh?
    1 like
  12. 50% de che? Lascerei perdere Ippoliti... Può essere anche che la Russia aspiri a creare una sorta di situazione coreana, ma di Corea ce ne sono due e quella sotto il dittatore psicolabile, avrà anche la armi atomiche, ma ha anche le pezze al sedere al contrario dell'altra. Finita la guerra, l’Ucraina "libera" beneficerà molto probabilmente di una sorta di piano Marshall per la ricostruzione, mentre ciò che resterà in mano ai russi, seguirà la sorte della Russia...con relativa lenta agonia a base di dittatura e corruzione e con l’aggravante che comunque è ugualmente mezza distrutta.
    1 like
  13. Economicamente l'Ucraia è gia distrutta. Le zone piu ricche ed importanti, fatta eccezione per Odessa, sono quelle ad oriente sotto il controllo Russo. Se riuscissero a bloccare totalmente ogni sbocco sul mare per la parte del paese ancora libera sarebbe un problema serio commerciale in modo concorrenziale.
    1 like
  14. @Titanik sempre interessante postare articoli dai titoli roboanti... ma che poi dicono tutt'altro.
    1 like
  15. Vero. Ma se dovessi giocarmi il mio ultimo centesimo bucato, scommetterei che sarebbero gli ucraini a crollare un secondo prima dei russi. A questo punto, sono del parere che l'Occidente potrebbe aiutare l'Ucraina più efficacemente se la NATO concentrasse "a scopo dimostrativo" consistenti contingenti militari (ove per "consistenti" intendo almeno due o trecentomila soldati) in Polonia e nelle repubbliche baltiche, in modo da costringere i russi a spostare in quelle zone assetti che al momento sono molto utili nel Donbass. In tal modo si potrebbe allentare la pressione sugli ucraini e riequilibrare la situazione.
    1 like
  16. La NATO non c'entra nulla con le sanzioni, che sono uno strumento di pressione politica, decise a livello politico da istituzioni esterne all'Alleanza Atlantica, peraltro non necessariamente concordi fra di loro (vedi il malpancismo franco-tedesco e i distinguo di comodo d'oltre oceano). Inoltre, le sanzioni sono efficaci solo nel medio/lungo periodo quindi non possono provocare effetti significativi nel breve termine di questi pochi mesi di guerra e dei prossimi cinque-sei, ammesso che il conflitto non si fermi prima. In tak caso, le sanzioni diventeranno uno dei fattori delle trattative a livello diplomatico. Quello che al momento mi sembra possa avere rapidamente un impatto molto più profondo sull'andamento del conflitto è il fattore umano: gli ucraini hanno la possibilità di gestire un fronte così complesso come quello attuale con un turn-over adeguato alla necessità di dare respiro a truppe impiegate continuativamente da mesi in prima linea? E' da questo punto di vista che il fattore tempo gioca a favore dei russi, che dispongono di risorse maggiori almeno numericamente anche se non necessariamente qualitativamente.
    1 like
  17. A riattivare carri nei depositi ci vuol tempo. Magari erano destinati alla Siria e alla Libia e sono stati dirottati in Ucraina. In ogni caso sono con le pezze al sedere se tirano fuori 'sti catorci. E meno male che qualcuno qui diceva che avevano mandato avanti roba vecchia per tenere in riserva quella nuova... Per contro agli ucraini arrivano gli M777 full optional... https://bulgarianmilitary.com/amp/2022/05/25/155mm-m777a2-from-poland-into-ukraine-gps-software-update-epiafs/?fbclid=IwAR3qidkKN1o9FgIzxsL6nnFXRBJZJREYuBjfq4aZYcYrQUsSDdxNrilYPEo
    1 like
  18. Dalle notizie in nostro possesso, se nel Nord del Paese le forze russe sono state obbligate ad una ritirata a tratti precipitosa, in parte già pianificata, in parte obbligata dalla pressione ucraina, nel Donbass e nel Sud del Paese occupano saldamente vasti territori, per altro, come già riportato più sopra, ben ricchi di risorse, soprattutto cereali e carbone, e non sembra che le forze ucraine, ininterrottamente impegnate dall' inizio del conflitto, abbiano i mezzi per riconquistarli. Quanto alle sanzioni, se non funzionano, ovvero non causano ripercussioni all' economia russa tali da creare rivolgimenti politici, la NATO si troverà di fronte a due scelte: o lasciar perdere, oppure escalare il confronto con altri mezzi (= attacchi aerei su obiettivi russi in Ucraina? invio di un contingente di pace? ). Scrivo questo perché oramai abbiamo capito che Putin non se ne andrà dall' Ucraina a meno che non sarà costretto a farlo . Chi perde questa guerra rischia seriamente di perdere tutto, anche la propria, stessa essenza, per usare un linguaggio da Filosofia Scolastica e non credo si ci possa limitare a mezze misure.
    1 like
  19. anche perchè, in linea di principio, il BTG nasce proprio per questo scopo: un assett provider per i proxy... da far macellare. da pagina 9: https://www.benning.army.mil/Armor/eARMOR/content/issues/2017/Spring/ARMOR Spring 2017 edition.pdf
    1 like
  20. Si, le aziende che producono semi-conduttori sono in gran parte provenienti da quelle parti, anche per questo gli USA stanno cercando di dare un boost alla produzione interna e non dipendere da nessuno, poiché quando ti affidi ad altri il problema è che potresti essere soggetto a tensioni geo-politiche che ti mandano per aria la produzione. Problema principale: C'è poco da dire riguardo a chi detenga le maggiori risorse (terre rare). Ma hanno ancora parecchie deficienze circa la produzione di semi-conduttori. Perciò anche loro fanno ricorso a forniture esterne: Mentre per il design (che chiamarlo design è un pò na cazzata) ci sono gli USA (che difendono così tanto Taiwan, che fabbrica e assembla). Ora: Se la Cina, che già ne è affamata per conto suo, spedisse roba ai russi (privandosene) e venisse scoperta, gli cadrebbe addosso una tegola (sanzioni) che li riporterebbe al periodo della dinastia Shang. E con l'economia che hanno, molto più globalizzata e interconnessa di quella russa, il colpo per loro sarebbe terribile. Te li figuri i cinesi, col loro pragmatismo, a fare la fame per l'antico rivale moscovita? Una piccola curiosità: sapete chi altro ha giacimenti di terre rare? Eh si... l'Ucraina. E poi ha carobone, petrolio, gas, uranio, manganese, titanio e .... ladies and gentlemen: oro bianco, cioè Litio. Potrebbe sembrare una cosa marginale il litio, ma pensate a tutte le batterie dei cellulari.... e poi pensate alle politiche Green europee da qui ai prossimi anni. I pannelli solari dove immagazzinano l'energia elettrica? E le auto elettriche da cosa sono spinte? Esatto: batterie. Litio. E dove si trova una forte concentrazione di litio? A Mariupol!
    1 like
  21. intanto, la Rodina ha finalmente uscito i T-14...
    1 like
  22. https://www.rid.it/shownews/4961 Interessante articolo di rid sull'efficacia delle sanzioni alla Russia. La Russia potrebbe sostenere economicamente una lunga guerra se continuerà a trovare acquirenti per gas e petrolio. Nella parte finale dell'articolo, l'autore evidenzia come le industrie che producono Kalibr e altri missili da crociera al momento riescono a fronteggiare la grande richiesta di missili da usare al fronte.
    1 like
  23. @Titanik facci capire, vuoi essere bannato adesso o nei prossimi giorni? così ci regoliamo.
    1 like
  24. Credo che la risposta sia insita nell'articolo che ho postato dove si parla di "Boeing Advanced Harpoon Weapon Control System" ...
    1 like
  25. Ma quindi i russofoni erano o no oggetto di un genocidio? E il governo ucraino era complice? A me questa cosa non è mai stata chiara e non so quante persone abbiano basato la propria opinione sulla conoscenza dei fatti acclarati piuttosto che su pregiudizi. Per questa ragione ritengo che la risposta europea alla guerra, perché alla fine è quello l'oggetto del contendere, debba essere guidata più dai nostri interessi (che sono opposti a quelli della russia) che dalla ricerca delle povere vittime da proteggere.
    1 like
  26. Appunto ... quella di colarlo a picco ...
    1 like
  27. Probabilmente non riuscivano a vederli e dopo aver incassato i primi colpi erano nel panico.
    1 like
  28. Ma guarda, te la rendo più semplice accettare la cosa: Stinger, max speed: 750 m/s Su-57, max speed: 594 m/s...... in quota, non al suolo dove l'aria è più densa.
    1 like
  29. Ti lascio anche qualche bella bandierina, stendardo e simbolo così te ne accorgi da te: E qui abbiamo Denis Pushilin che premia Timor Kurilkin che sul braccio ha un bel Totenkopft nonché lo stemma dei suprematisti bianchi. Denazifichiamo a piacere e dove conviene?
    1 like
  30. Vien da se che il decantato counter non è efficace contro un manpads. Io comunque sto aspettando di sapere se la lotta ai nazisti vale anche per quelli sotto le egida russe o quelli non fanno testo.
    1 like
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...