Jump to content

il venerabile altissimo maestro ora conduttore


Leviathan
 Share

Recommended Posts

quasi 30 anni fa a insegnato ai politici come spartirsi l'italia diventando una finta democrazia e ora condurrà su odeon TV un programma

 

Chi? Licio Gelli

 

MILANO - «Io in tv? C'è di peggio». Licio Gelli, da tutti ricordato principalmente per essere stato il «Maestro Venerabile» della loggia massonica segreta P2 risponde a proposito della sua apparizione in tv. Anzi più che una apparizione è una conduzione vera e propria. E come si poteva chiamare il suo programma se non «Venerabile Italia»?. Sottotitolo: «La vera storia di Licio Gelli». Così il «Maestro» avrà un programma tutto suo da lunedì, alle 22.30, su Odeon tv (Guarda il video).

 

IL PROGRAMMA - Sarà la «voce narrante», assieme a Lucia Leonessi, di una «ricostruzione inedita della storia dell’ultimo secolo, «dalla Guerra di Spagna agli anni ’80, dai salotti di Roma alle rive del lago di Como, dall’epoca fascista al crac del Banco Ambrosiano». Il programma, presentato venerdì a Firenze, vedrà anche la partecipazione di personaggi politici e storici come Giulio Andreotti, Marcello Veneziani e Marcello Dell’Utri. Nella prima puntata parlerà di fascismo ovvio per uno che è stato camicia nera e che ha aderito anche alla Repubblicà di Salò.

 

ANSELMI - È un fiume in piena Gelli in conferenza: «Quando mi cercavano in tutto il mondo mi trovavo in Italia. Una volta, a Firenze, quando ero all'Hotel Baglioni ho incontrato in ascensore Tina Anselmi, presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta che aveva dato l'ordine di ricercarmi, spendendo un sacco di soldi dei contribuenti. La salutai e scesi, decidendo di farle uno scherzo».

 

I MAGISTRATI - L’unico «potere forte» oggi operante in Italia è comunque un potere costituzionale, la Magistratura: «Se c’è un potere forte, costituzionale, è la magistratura - ha spiegato - perché quando sbaglia non è previsto il risarcimento del danno. La magistratura non funziona: il pubblico ministero dovrebbe arrivare da un concorso diverso rispetto al giudice, e dovrebbero odiarsi».

 

BRIGATE ROSSE - Se tornassero le Brigate Rosse come negli anni di piombo troverebbero in Italia un terreno fertile. A chi gli chiedeva chi fossero i responsabili delle stragi nel Paese, Gelli ha replicato: «Le stragi sono frutto di una guerra tra bande, ci sono state e ci saranno sempre perché non c’è ordine: infatti sono arrivate dopo gli anni ’60. Se domani tornassero le Br - ha aggiunto l’ex Venerabile, concludendo - ci sarebbero ancora più stragi: il terreno è molto fertile perché le Br potrebbero trovare molti fiancheggiatori a causa della povertà che c’è nel Paese».

 

SENZA BERLUSCONI FI FINITA - «I partiti veri non esistono più, non c'è più destra o sinistra. A sinistra ci sono 15 frange e la destra non esiste. Se dovesse morire Berlusconi, cosa che non gli auguro perché la morte non si augura a nessuno, Forza Italia non potrebbe andare avanti perchè non ha una struttura partitica». A proposito dell'esecutivo ha aggiunto: «Non condivido il Governo Berlusconi perché se uno ha la maggioranza deve usarla, senza interessarsi della minoranza. Non mi interessa la minoranza, che non deve scendere in piazza, non deve fare assenteismo, e non ci devono essere offese». «Ci sono provvedimenti che non vengono presi - ha proseguito - perché sono impopolari e invece andrebbero presi: bisogna affondare il bisturi o non si può guarire il malato. L'immunità ai grandi dovrebbe essere esclusa, perché al Governo dovrebbero andare persone senza macchia e che non si macchiano mai».

 

IL PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA - Per l’attuazione del Piano di Rinascita democratica della P2, oggi, «l’unico che può andare avanti è Berlusconi. Avevo molta fiducia in Fini - ha spiegato - perché aveva avuto un grande maestro, Giorgio Almirante: oggi non sono più dello stesso avviso, perché ha cambiato. L’unico che può andare avanti è Berlusconi: non perché era iscritto alla P2, ma perché ha la tempra del grande uomo che ha saputo fare».

 

CHI È GELLI - È stato «Maestro Venerabile» della loggia massonica segreta P2. Qualcuno ipotizza che Gelli era molto vicino alla Cia. È stato accusato di aver avuto un ruolo in «Gladio», amico stretto del leader argentino Peròn, dopo la scoperta della P2, fuggi in Svizzera dove fu arrestato mentre cercava di ritirare decine di migliaia di dollari a Ginevra, ma riuscì ad evadere dalla prigione. Fuggì quindi in Sudamerica, prima di costituirsi nel 1987. Licio Gelli è stato condannato con sentenza definitiva per i seguenti reati: procacciamento di notizie contenenti segreti di Stato, calunnia nei confronti dei magistrati milanesi Colombo, Turone e Viola, dalla Cassazione per i tentativi di depistaggio delle indagini sulla strage alla stazione di Bologna e per bancarotta fraudolenta (per il fallimento del Banco Ambrosiano: 12 anni).

 

http://www.corriere.it/politica/08_ottobre...44f02aabc.shtml

 

 

ottimo piano, riuscito anche piuttosto bene la parte attuata, lo ammirò in un certo senso per notevoli capacità intelletuali

dico davvero

 

 

EDIT

ho sbagliato nel digitare una parola del titolo... scusate

Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

Questo dimostra che lui è soltanto un buffone e la P2 non è altro che un' impostura ingrandita all'inverosimile da certi media Italiani sempre in cerca del complotto.

 

P.S. Come devo modificare il titolo?

 

Spiegati meglio dominus, perchè affermi questo?...sono solo io che leggo del positivo in quanto postato da levi? Non mi sembra che la sua analisi ( di Gelli) sia così sbagliata

Vorrei che si approfondisse soprattutto questa parte

La magistratura non funziona: il pubblico ministero dovrebbe arrivare da un concorso diverso rispetto al giudice, e dovrebbero odiarsi
Link to comment
Share on other sites

Quella è l'annosa diatriba sulla separazione delle carriere, che è meglio trattare in altra sede.

 

Per quanto riguarda Gelli credo che la sua organizzazione fosse quanto di più sopravvalutato esista al mondo, grazie al nostrano spirito complottistico e ad un giornalismo di basso livello.

Gelli era un truffatore e un criminale, che ha attirato verso di sè una serie di personalità facendogli credere di disporre di un potere di cui non disponeva, daltronde truffare il prossimo è stato sempre l'impiego principale del nostro "venerabile maestro", e poi sopravvalutandosi per non essere condannato come un semplice criminale, buttando quà e là qualche informazione, nella maggior parte dei casi infondata.

In un altro paese non avrebbe avuto questa popolarità e considerazione, e, così facendo, ha anche compromesso per chi sà quanto tempo il nome della Massoneria.

Link to comment
Share on other sites

bhè comunque attraò notevoli personalità di oggi e di ieri, il suo piano per creare un enorme sceneggiata della democrazia è a metà attuato

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Piano_di_rinascita_democratica

 

da cui traggo:

Sebbene la P2 sia stata scoperta, alcuni punti del piano sembrano abbiano comunque trovato realizzazione negli anni seguenti: a livello istituzionale, di assetto economico nel mondo imprenditoriale e soprattutto a livello mediatico.

 

Principali punti attuati o proposti:

La nascita di due partiti "l'uno, sulla sinistra (a cavallo fra PSI-PSDI-PRI-Liberali di sinistra e DC di sinistra), e l'altra sulla destra (a cavallo fra DC conservatori, liberali e democratici della Destra Nazionale)." allo scopo di semplificare il panorama politico. Questi, a trent'anni di distanza, coinciderebbero rispettivamente con il Partito Democratico ed il Popolo delle Libertà. Il sospetto potrebbe trovare fondamento nel fatto che il leader del secondo partito, Silvio Berlusconi, era iscritto alla P2, nonchè nella presenza di diversi piduisti in entrambe le formazioni politiche.

 

due partiti per spartirsi tutto

 

segnalo anche

http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_appartenenti_alla_P2

Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

no, nelle altre democrazia la cosa è impossibile sia per una mentalità diversa, sia perchè esiste la libertà di informazione che si traduce in giornalisti che se scoprono certe cose le diffondono

 

tra l'altro in italia un leader d'opposizione ha dichiarato in parlamento che ci sono accordi trasversali con berlusconi negli ultimi 10 anni che violano due o tre programmi del centro sinistra ...

lui è ancora in parlamento

è la storia è stata censurata e pochissimi la conoscono

 

in una vera democrazia sarebbe successo il finimondo

Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

Già, mentre in Italia i giornalisti scoprono certe cose e le montano.

Daltronde è preferibile per una democrazia avere duemila partitini litigiosi che si spartiscono il potere a suon di veti senza rispettare la volontà popolare.

Certo è più democratico che il governo venga controllato da un tizio che ha il 2% che da un partito che rappresenta il 30-40% dei cittadini.

 

Edito pure io per uniformarmi ai tentativi di farci passare per scemi:

 

tra l'altro in italia un leader d'opposizione ha dichiarato in parlamento che ci sono accordi trasversali con berlusconi negli ultimi 10 anni che violano due o tre programmi del centro sinistra ...

 

Già peccato che accordi del genere ci sono in tutte le democrazie, proprio perchè si rende necessaria una governabilità.

Più grave per la democrazia sarebbe stato buttare fuori dall'arco costituzionale un soggetto politico che rappresenta quasi la metà degli Italiani.

 

in una vera democrazia sarebbe successo il finimondo

 

Ford che dà l'amnistia a Nixon: non è successo un finimondo

 

è la storia è stata censurata e pochissimi la conoscono

 

Già, solo che ritengo più grave che il grande pubblico non sia a conoscenza che siamo governati da un gruppo di rettiliani del pianeta barazum che comandano tutto stando nel profondo dell'area 51 con le scie chimiche

Edited by Dominus
Link to comment
Share on other sites

Già, peccato che ti ho spiegato il motivo poco più sopra.

Il centrosinistra è stato abbastanza intelligente da evitare che il paese si spaccasse per colpa di un golpe legislativo, questo è senso democratico, non quello delle vocine insinuanti di film faziosi e complottisti.

Se hai voglia di discutere sono sempre disponibile, lo sai, ma qui si parla per argomentazioni, non per slogan di partito

Link to comment
Share on other sites

qui c'è tutto tranne che slogan di partito tralasciando il fatto che non era e non sarebbe eleggibile per la legge Manni (che invece depose il sindaco di rimini Ravaioli anni fa, alla faccia dell'uguaglianza dei cittadini primo principio democratico) mi chiedo come mai gli salvato le televisioni dichiarando nei loro programmi elettorali di ripristinare il libero mercato nelle telecomunicazioni o di dare esecuzioni alle varie sentenze della corte di giustizia europea o della nostra consulta.

 

mi chiedo anche come mai tante porcate bi partisan sulla giustizia a partire dall'indulto, o i furbetti del quartierino o la solidarietà a prescindere ai colleghi politici che ricevono avvisi di garanzia o ordini di arresto.

 

sentite per me è meglio se PD e PDL si unisserò, rimarrebbe tutto uguale, anzi è come tornare come alla prima repubblica vedrei meno ipocrisia

 

MA SIAMO OT

 

per tornare in tema linko qualche news relativa a gelli e il suo programma

 

Roma, 31 ott.- (Adnkronos) - Non solo una trasmissione televisiva, ''Venerabile Italia'' su Odeon Tv. Licio Gelli finisce anche sul grande schermo. La vita del Venerabile ha incuriosito Hollywood, tant'è che scorrera' su celluloide e ad interpretare il Gran Maestro della Loggia P2 sarà un mostro sacro del cinema statunitense, George Clooney.

 

Proprio dieci giorni fa, in un'intervista al ''Tempo'', Gelli aveva confermato le indiscrezioni sul progetto della Sony Pictures di portare le sue gesta sul grande schermo. Nel suo salottino privato, a Villa Wanda, ad Arezzo, Gelli annuncio' al quotidiano di Piazza Colonna di aver firmato un consistente contratto con la Sony Pictures per realizzare un film sulla sua vita. ''Il regista sarà Olivier Dahan - ha precisato Gelli - un francese che vive a Los Angeles e che ha fatto di recente un film sulla vita di Edith Piaf.

 

La sceneggiatura di David Black e gli interpreti George Clooney, che farà me da giovane, e Stanley Tucci''. Nel film si parte dalla giovinezza, il giovane volontario Licio Gommina, nome di battaglia, che aderisce minorenne alla guerra di Spagna come fervente anticomunista. Poi via via tutte le note e meno note traversie che narrate dallo sceneggiatore vengono poi puntualmente corrette da Gelli stesso.

 

''Continuerò -ha assicurato Gelli- a controllare il tutto fino a film concluso, a partire dall'incontro previsto fra due settimane, qui ad Arezzo con Gorge Clooney, l'interprete che dal trucco pero', viste le foto inviatemi dal produttore, assomiglia di piu' al fondatore dell'Opus Dei, Balaguer De Escriva'...''. ''Clooney -ha proseguito Gelli sul ''Tempo''- forse è più bello, ma in quanto a seduzione anch'io ancora oggi ci so fare. Gli americani sono pedanti, hanno subito voluto dialogare con il mio avvocato per i dettagli contrattuali, ho riletto il tutto, proponendo alcune varianti al fine di non immettere fantasie lesive per me e per altri...''. Ma come e' venuto in mente alla Sony di fare un film Kolossal su Licio Gelli? ''Tutto -ha spiegato il Venerabile - nasce dalla lunga intervista da me rilasciata un anno fa alla Cnn. La mia vita e' piaciuta a qualcuno a Los Angeles...''.

 

 

http://www.adnkronos.com/IGN/Spettacolo/?id=3.0.2658169767

Link to comment
Share on other sites

MA SIAMO OT

 

Già, lo siamo in pieno, ma visto che della trasmissione del venerabile farabutto non pare interessarsi nessuno e, soprattutto, non mi pare corretto lanciare accuse bloccando il contraddittorio.

Quindi io replico testardamente.

tralasciando il fatto che non era e non sarebbe eleggibile per la legge Manni

 

Cominciamo con la fantasmagorica legge Manni perchè c'è di che divertirsi :asd:

Cos'è la legge Manni? Assolutamente niente.

Probabilmente tu ti riferisci alla legge Mannì, che regolamentò, nel 1990, il sistema radiotelevisivo Italiano dando, di fatto, legittimità alle reti Mediaset. Ora non credo che una legge del genere possa giudicare l'ineleggibilità, specie del sindaco di Ravenna, quindi direi che sei male informato.

Poi viene il meglio: il perchè di questo qui pro quo.

L'errore Manni-Mammì è presente solo e soltanto in questo simpatico commento sul sito del nostro PM preferito, che qualcuno abbia copiato pari pari una cosa che non ha capito? Ai posteri l'ardua sentenza.

 

a partire dall'indulto

 

Mi sono sempre opposto, ma è stato votato sulla spinta del papa e degli ambienti ecclesiastici, che siano berlusconiani e piduisti anche loro?

 

i furbetti del quartierino

 

immagino che qui ci sia una legge bipartisan chiamata furbetti del quartierino o questo non me lo spiego...

 

la solidarietà a prescindere ai colleghi politici che ricevono avvisi di garanzia o ordini di arresto.

 

Una volta non era così, che da tangentopoli siano diventati tutti delinquenti? Oppure, forse, c'è qualche dubbio sull'operato della magistratura? Chissà, però devi avere prove inoppugnabili per giungere a conclusioni così drastiche.

 

sentite per me è meglio se PD e PDL si unisserò, rimarrebbe tutto uguale, anzi è come tornare come alla prima repubblica vedrei meno ipocrisia

 

Già, perchè tu non vedi differenze tra i due partiti.

Indubbiamente un bell'esempio di profondità di analisi.

Link to comment
Share on other sites

Mi sono sempre opposto, ma è stato votato sulla spinta del papa e degli ambienti ecclesiastici, che siano berlusconiani e piduisti anche loro??

quando la chiese il papà anni prima un atto di clemenza dal parlamento le votazioni andarono deserte, sarà che qualche imprenditore amico e Cesare Previti avevano bisogno di 3 anni in meno?

e non ditemi che eravamo sotto natale...

 

mmagino che qui ci sia una legge bipartisan chiamata furbetti del quartierino o questo non me lo spiego...

una fu l'indulto, un'altra è stata proposta e poi tolta dal decreto alitalia e un'altra la stanno riproponendo e in passati governi di sinistra aiutarono imprenditori amici...

senza toccare le leggi a personal che l'unione si tenne alla larga dall'abolirle...

 

Già, perchè tu non vedi differenze tra i due partiti.

Indubbiamente un bell'esempio di profondità di analisi.

 

molto più di quello che pensi

 

molti della lista della p2 poi fu dimostrato che non erano membri.Tra loro berlusconi.Basta con accusare sempre lui

invece ne faceva parte tessera 1816 poi condannato dal tribunale di venezia per falsa testimonianza.

Pure cicchitto era nella simpatica loggia

 

la legge che dici tu dominus evidentemente al suo interno contiene anche qualcosa riguardanti elezioni

Del resto, la legge del ’57 è stata recentemente applicata al sindaco di Rimini, decaduto in quanto primario dell’ospedale cittadino, e a un consigliere circoscrizionale milanese, ineleggibile in quanto portiere in uno stabile comunale. Resta da spiegare ai due malcapitati perché mai la stessa regola non valga per il capo dell’opposizione proprietario di tre tv e cento giornali. Ma in Italia si può spiegare quasi tutto.

 

oppure

 

Ma Berlusconi e', e rimane, ineleggibile, come stabilito da una norma del 1957, l'articolo 10 del Dpr n. 361 che dichiara non eleggibili "coloro che in proprio o in qualita' di rappresentanti legali di societa' o di imprese private risultino vincolati con lo Stato per contratti di opere o di somministrazioni amministrative di notevole entita' economica, che importino l'obbligo di adempimenti specifici, l'osservanza di norme generali o particolari protettive del pubblico interesse, alle quali la concessione o l'autorizzazione e' sottoposta". E' una norma chiara, equa, nata in tempi non sospetti quando Berlusconi era ancora un cantante di un'orchestrina sulle navi da crociera. Una norma che stabilisce, senza condizionale, che la persona titolare di concessioni statali come quelle che permettono alle tre tv Mediaset di trasmettere non puo' essere eletta al Parlamento. Ma, come tutti noi sappiamo, Silvio Berlusconi e' gia' stato deputato italiano, parlamentare europeo, presidente del Consiglio ed e' palese che nessuno abbia mai applicato questa norma di ineleggibilita' in quanto la Giunta per le elezioni ha sempre difeso ad oltranza il diritto dell'eletto di restare in carica.

E' stata in questo caso fornita un'interpretazione formalistica stabilendo che solo il titolare giuridico delle concessioni, il presidente Confalonieri, non puo' essere eletto, mentre niente ha da temere Berlusconi, il proprietario di fatto: non e' eleggibile "alla concessione ad personam e quindi, se non c'e' titolarita' della persona fisica, non si pone alcun problema di eleggibilita', pur in presenza di eventuali partecipazioni azionarie". Per risolvere questo amletico dilemma e risolvere l'abnorme stortura basterebbe approvare in Parlamento una leggina che fornisca l'interpretazione autentica della legge del '57. Una legge depositata alla Camera sia dalla Lega che dai democratici. Berlusconi e' ineleggibile, quindi, anche se c'e' chi sostiene il contrario dichiarando che il titolo IV, articolo 51, della Costituzione recita "tutti i cittadini dell'uno o dell'altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza". Vero, quanto e' vero che quell'articolo si conclude sancendo "secondo i requisiti stabiliti dalla legge". E quella legge c'e' dal 1957.

 

il primo è un sito risalente a Marco Travaglio ma il secondo

è la Padania

 

 

Una volta non era così, che da tangentopoli siano diventati tutti delinquenti? Oppure, forse, c'è qualche dubbio sull'operato della magistratura?

 

è molto più credibile che molti o quasi tutti di essi abbiamo seri problemi di onestà piuttosto che tutti nessuno escluso tra gip gup magistrati di varia natura ecc... siano una casta con poteri celestiali che odia i parlamentari onesti e indifesi tutti e hanno un direttivo segreto che studia come incastrare il premier

Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

quando la chiese il papà anni prima un atto di clemenza dal parlamento le votazioni andarono deserte, sarà che qualche imprenditore amico e Cesare Previti avevano bisogno di 3 anni in meno?

e non ditemi che eravamo sotto natale...

 

No, semplicemente le carceri Italiane erano piene, e la situazione carceraria era orribile.

Personalmente ho sempre considerato l'indulto come una soluzione errata perchè curava, peraltro momentaneamente, il sintomo e non le cause, ma di certo non si scarcerano 12.000 persone per fare un favore, peraltro poi a chi?

Qui siete veramente alla stregua dei complottisti.

 

 

una fu l'indulto, un'altra è stata proposta e poi tolta dal decreto alitalia e un'altra la stanno riproponendo e in passati governi di sinistra aiutarono imprenditori amici...

senza toccare le leggi a personal che l'unione si tenne alla larga dall'abolirle...

 

Già, forse perchè quelle leggi non erano solo ad personam, ma avevano anche una valenza, ma non mi illudo che tu possa arrivare a comprenderla.

Quanto alla legge infilata di straforo nel decreto alitalia mi sembra non sia passata proprio per l'opposizione del capo dei ladroni, o sbaglio? Non si tratta di quel tremonti che tra condoni e scudi fiscali è amico di mafiosi e faccendieri?

Che cosa curiosa...

molto più di quello che pensi

 

Continuo esempio di profondità di analisi, argomentazione e dissertazione, complimenti.

Se non vuoi essere infastidito puoi semplicemente dire: credo così perchè l'ha detto Di Pietro, a quel punto non posso più confutarti (davanti al sacro mi inchino), ma non farmi venire a credere che la tua analisi profonda e argomentata ti ha portato a credere che non ci siano differenze tra i due partiti.

 

invece ne faceva parte tessera 1816 poi condannato dal tribunale di venezia per falsa testimonianza.

Pure cicchitto era nella simpatica loggia

 

Qui ti dò ragione, è un fatto ampiamente documentato che non può essere confutato, meglio lasciar stare il solito troll.

 

la legge che dici tu dominus evidentemente al suo interno contiene anche qualcosa riguardanti elezioni

 

No, è una legge di regolamentazione del sistema radiotelevisivo del 90, non certo una legge del '57, e se non ci credi puoi semplicemente andare a vedere il testo.

Troppo difficile ammettere che tu, o qualcuno dei tuoi mentori, vi siate sbagliati?

è molto più credibile che molti o quasi tutti di essi abbiamo seri problemi di onestà piuttosto che tutti nessuno escluso tra gip gup magistrati di varia natura ecc... siano una casta con poteri celestiali che odia i parlamentari onesti e indifesi tutti e hanno un direttivo segreto che studia come incastrare il premier

 

 

Beh ovvio, i politici si fanno corrompere dal potere, mentre i magistrati, razza superiore, non ne fanno mai un uso eccessivo.

Purtroppo è una questione di predisposizione genetica, non c'è nulla da fare.

Link to comment
Share on other sites

Troppo difficile ammettere che tu, o qualcuno dei tuoi mentori, vi siate sbagliati?

CI SIAMO SBAGLIATI

 

ci deve essere stata un errore di confusione tra una legge del sistema radio televisivo degli anni 90 con una legge del 1957, precisamente dell'articolo 10 del DPR 361 del 1957 sulla non eleggibilità di eprsone che hanno certi rapporti con lo stato

 

Ciò non toglie che, essendo quella legge ancora in vigore, berlusconi sarebbe ineleggibile come lo fu il dottr. Alberto Ravaioli quando era primario e altri casi simili...

 

Quanto alla legge infilata di straforo nel decreto alitalia mi sembra non sia passata proprio per l'opposizione del capo dei ladroni, o sbaglio? Non si tratta di quel tremonti che tra condoni e scudi fiscali è amico di mafiosi e faccendieri?

però è stata riproposta...

 

Già, forse perchè quelle leggi non erano solo ad personam, ma avevano anche una valenza, ma non mi illudo che tu possa arrivare a comprenderla.

mi chiedo salvare la fedina penali dei bancarottieri a che altro possa servire se non le proprie fedine penali.

 

Se non vuoi essere infastidito puoi semplicemente dire: credo così perchè l'ha detto Di Pietro, a quel punto non posso più confutarti (davanti al sacro mi inchino), ma non farmi venire a credere che la tua analisi profonda e argomentata ti ha portato a credere che non ci siano differenze tra i due partiti.

Sostanzialmente è vero, il PD è leggermente più moderato del PDL, tante loro prese di posizione me lo hanno fatto credere...

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...