Jump to content

Fincantieri azzanna Marinette Marine, ovvero LCS Freedom


enrr
 Share

Recommended Posts

Dopo che Finmeccanica ha messo le mani su DRS, anche Finmeccanica fa un enorme passo in avanti acquisendo (manca l'ufficialità ancora) il gruppo Manitowoc Marine che controlla Marinette Marine dove si sta costruendo PCU (Pre Commission Unit) Freedom e dove con molto probabilità si costruiranno almeno 2 LCS per Israele.

Se fino a tempo fa si parlava di acquistare un cantiere di poco conto, il Gran Bahamas, questo è proprio un assalto in grande stile che sarebbe accompagnata dall'acquisizione di un pacchetto di minoranza da parte di Locheed Martin

 

Per chi ancora, del forum, era più favorevole alla LCS trimarano Indipendence di GD credo dovrà cambiare idea perchè l'impegno italiano sulle LCS Freedom non si limiterà solo ai generatori elettrici diesel Isotta Fraschini

 

articolo completo da difesa.it, art LiberoMercato - link

Link to comment
Share on other sites

Ottima notizia. L'industria della difesa Italiana stà veramente diventando un gigante mondiale.

Infatti, i ricavati delle commesse stanno venendo investiti per assicurarsi una penetrazione di mercato dove piazzare i prossimi prodotti "made in Itlay". Ottimo! E mi sembra che Fincantieri ci abbia visto bene: se la formula LCS avrà successo sono soldoni!

 

Per caso avete parlato delle LCS nella sezione "Marina"? Se sì potreste linkarmi qualcosa please?

Link to comment
Share on other sites

Infatti, i ricavati delle commesse stanno venendo investiti per assicurarsi una penetrazione di mercato dove piazzare i prossimi prodotti "made in Itlay". Ottimo! E mi sembra che Fincantieri ci abbia visto bene: se la formula LCS avrà successo sono soldoni!

 

Per caso avete parlato delle LCS nella sezione "Marina"? Se sì potreste linkarmi qualcosa please?

Eccoti il link:

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=7948

Link to comment
Share on other sites

Grazie all'attuale rapporto euro-dollaro operazioni fino a poco fa impensabili ora diventano non dico facili ma comunque possibili.

Proprio così, infatti passare da un cantiere per manutenzioni a 3 di cui uno militare è un notevole passo in avanti.

 

Inoltre Marinette era l'ultimo cantiere militare acquistabile visto che gli altri sono già in mano di grossi gruppi della difesa, Bath Iron Work è di General Dynamics mentre Ingalls e Newport News sono di Northrop Grumman

Link to comment
Share on other sites

UFFICIALE

 

Fincantieri acquista cantieri americani ed entra nella fase industriale del programma Littoral Combat Ship

 

Fincantieri ha annunciato di aver raggiunto un accordo definitivo per l’acquisizione di Manitowoc Marine Group (MMG) dalla società controllante The Manitowoc Company, Inc: l’azienda italiana entra così nella fase industriale della Littoral Combat Ship, un grandioso programma navale cui Fincantieri già partecipa avendo fornito del know how nella fase di progettazione.

All’acquisizione, i cui termini sono stati approvati già dai consigli di amministrazione delle due aziende, partecipa anche la Lockheed Martin Corporation con una quota di minoranza; l’azienda americana guida uno dei due team industriali che partecipano al programma LCS, il team ha cui aderisce già Fincantieri.

L’operazione, che ha un valore di circa 120 milioni di dollari (soggetto ad eventuali rettifiche al closing), sarà perfezionata entro la fine dell’anno; il suo perfezionamento è comunque soggetto al ricevimento delle consuete autorizzazioni regolamentari, tra cui quelle dell’antitrust USA (HSR) e della Commissione per gli investimenti esteri negli Stati Uniti (CFIUS).

Nell’operazione l’UBS Investment Bank agisce come consulente finanziario per Fincantieri, Morgan Lewis e Bockius LLP è il consulente legale e Pricewaterhouse Coopers TS il consulente per la due diligence.

Il Manitowoc Marine Group è uno dei principali costruttori navali di medie dimensioni negli Stati Uniti e opera per clienti civili ed enti governativi, fra cui la US Navy e la Costal Guard statunitensi.

L’azienda due cantieri nel Wisconsin: a Marinette c’é il Marinette Marine Corporation focalizzato nella costruzione di navi militari, mentre a Sturgeon Bay ha il Bay Shipbuilding Company per la costruzione di navi commerciali e riparazioni; un terzo stabilimento è invece nell’Ohio, a Cleveland, dove è ubicato un cantiere per riparazioni.

MMG occupa circa 1590 persone e ha realizzato nel 2007 ricavi per circa 320 milioni di dollari, previsti in crescita per il 2008.

L’acquisizione di MMG risponde alla richiesta espressa dalla U.S. Navy che i cantieri statunitensi adottino le best practices in uso presso i più avanzati cantieri internazionali. Con una comprovata capacità nel realizzare sia navi militari che mercantili, Fincantieri porterà nel mercato statunitense la vasta esperienza maturata nella progettazione e nella costruzione di navi complesse, accrescendo notevolmente le capacità tecniche e le metodologie di produzione dei cantieri di MMG.

Inoltre i previsti piani di ammodernamento dei cantieri di MMG ne incrementeranno efficienza e produttività, con notevoli vantaggi per i clienti attuali e in particolare per la US Navy e la Costal Guard statunitensi.

 

L’acquisizione dell’azienda italiana, che da tempo aveva annunciato sue acquisizioni sul mercato internazionale, è da inquadrare nella partecipazione di Fincantieri al programma Littoral Combat Ship della USS Navy.

Non caso Fred P. Moosally, presidente della Lockheed Martin’s Maritime Systems & Sensors Business, ha dichiarato che "l’operazione aumenterà la capacità del consorzio per il programma Littoral Combat Ship di consegnare navi di elevata qualità e valore aggiunto, in grado di supportare al meglio la delicata missione della U.S. Navy".

Da parte sua Giuseppe Bono (a sinistra), amministratore delegato di Fincantieri, ha dichiarato che "questa acquisizione rappresenta un passo importante nel percorso di crescita di Fincantieri e delle sue attività nel settore militare. Con essa raggiungiamo un importante traguardo nell’attuazione del nostro Piano industriale".

 

----

 

Fincantieri – Cantieri Navali Italiani S.p.A.

 

Fincantieri è uno dei più importanti gruppi navalmeccanici al mondo, attivo nella progettazione, costruzione e commercializzazione di un’ampia gamma di unità che va dalle navi da crociera ai traghetti, dalle navi militari alle piattaforme offshore e ai mega yacht. Con 9 cantieri, 8 dei quali in Italia, occupa circa 10.000 addetti. Nel 2007 ha registrato un valore della produzione di oltre 2,7 miliardi di euro (oltre 4 miliardi di dollari) con un EBITDA del 7,1%. Alla fine dello scorso anno il portafoglio ordini ha raggiunto la cifra record di 12 miliardi di euro, con un totale di 49 navi, 23 delle quali per la business unit crociere, traghetti e riparazioni, 24 per la business unit militare (comprese le navi polivalenti da supporto offshore) e 2 mega yacht.

Fincantieri vanta una grande esperienza nel settore militare ed è Prime Contractor per la progettazione, la costruzione e la fornitura di supporto logistico di ogni tipo di nave militari di superficie e di sommergibili non-nucleari, tra le quali spicca la portaerei “Cavour”, nave ammiraglia della Marina Militare Italiana, interamente progettata e costruita dalla società. Con 39 unità militari consegnate dal 1990 e altre 17 in costruzione, nel corso degli anni Fincantieri si è specializzata nella realizzazione di navi di medie dimensioni caratterizzate dai più alti standard qualitativi in tutti i processi di costruzione e da soluzioni tecniche all’avanguardia, rese possibili dalla condivisione fra le varie unità operative delle best practices e tecnologie. Negli ultimi anni Fincantieri partecipa ad alcuni dei più importanti programmi militari internazionali, come quello italo-francese per le fregate FREMM e quello italo-tedesco per i sommergibili U212 A.

La società è leader mondiale nel settore della navi da crociera e dei traghetti con 82 unità consegnate negli ultimi 18 anni e 19 in ordine.

Recentemente Fincantieri ha rafforzato la propria presenza nel comparto della riparazioni e trasformazioni navali ed è entrata nel segmento dei mega yacht acquisendo i primi ordini per imbarcazioni di lunghezza superiore a 70 metri.

 

----

 

PS: Acquisto buono, 3 cantieri per 120 milioni di $, 80 di €, quasi in saldo

EDIT

PS2: Se in seguito US Navy vuole una vera fregata gli possiamo rifilare qualcosa come la seguente

USAFFGFREMM_AEGIS1F.gif

Edited by enrr
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...