Jump to content

In dirigibile su Londra


Guest galland
 Share

Recommended Posts

Guest galland

Rendo integrale trascrizione della notizia pubblicata sulla rubrica “città” del numero 753 (18/24 luglio 2008) del settimanale “Internazionale”

 

 

Gran Bretagna

IN DIRIGIBILE SU LONDRA

 

Il 10 luglio è stato inaugurato a Londra un servizio di voli panoramici su un dirigibile Zeppellin.

Il velivolo viaggia a 300 metri da terra a una velocità di 45 chilometri all’ora.

La visita di un’ora costa 360 sterline (circa 450 Euro).

Il servizio sarà attivo per sei settimane, ma i voli potranno essere cancellati in caso di maltempo.

Link to comment
Share on other sites

Rendo integrale trascrizione della notizia pubblicata sulla rubrica “città” del numero 753 (18/24 luglio 2008) del settimanale “Internazionale”

Gran Bretagna

IN DIRIGIBILE SU LONDRA

 

Il 10 luglio è stato inaugurato a Londra un servizio di voli panoramici su un dirigibile Zeppellin.

Il velivolo viaggia a 300 metri da terra a una velocità di 45 chilometri all’ora.

La visita di un’ora costa 360 sterline (circa 450 Euro).

Il servizio sarà attivo per sei settimane, ma i voli potranno essere cancellati in caso di maltempo.

 

Cos'è? SPAM?

Link to comment
Share on other sites

Guest galland
Cos'è? SPAM?

 

Non è mia abitudine diffondere spam: Inoltre "Internazionale" è un settimnale d'ottima fattura, la cui lettura risulta sempre utile...

 

 

solo uno spreco di soldi...i dirigibili vanno bene per fare la pubblicità alla goodyear negli stadi dell'NBA

 

Prego visionare questo topic

http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=8445

Link to comment
Share on other sites

non credo che verrà mai utilizzato quello sky hook, e comunque sia continuerò a credere che i dirigibili sono solo dei pericolosissimi e lenti aggeggi che fluttuano nell'aere

 

Mi sa chi ti sei perso gli ultimo topic in merito; i dirigibili stanno in aria senza consumare carburante, e visto come vanno le cose non è poco...

Link to comment
Share on other sites

si ma sono bersagli facilissimi ma anche soggetti a parecchie schiagure (la loro vità operativa non è stata delle migliori) ma anche essendo supportati dalla tecnologia, mi pare ci siano dei nuovi prototipi più sicuri, sono sempre estremamente lenti, ingombranti, ed anti-aerodinamici.

Link to comment
Share on other sites

un dirigibile di nuovo modello (sempre che non lo cancellino per mancanza di fondi) può portare un carico di 1000 tonnellate e costa molto meno di un aereo (che può portare al massimo 100-120 tonnellate), in quanto alla sicurezza: in UK hanno sparato diverse centinaia di proiettili contro un dirigibile ma è riuscito a tornare tranquillamente alla base.

E ricordate che USA usarono i Blimp per scortare i convogli durante la seconda guerra mondiale con un successo del 100%..

Link to comment
Share on other sites

Io vedo il dirigibile come una via di mezzo tra una nave ed un aereo: più lento dell'aereo, più veloce di una nave, con una capacità di carico intermedia. Quanto alla vulnerabilità, non si pretende di trasformarli in bombardieri o in aerei CAS; non è che un C-17 o un AWACS, da soli, siano tanto meno vulnerabili.

Link to comment
Share on other sites

Guest galland
Io vedo il dirigibile come una via di mezzo tra una nave ed un aereo: più lento dell'aereo, più veloce di una nave, con una capacità di carico intermedia. Quanto alla vulnerabilità, non si pretende di trasformarli in bombardieri o in aerei CAS; non è che un C-17 o un AWACS, da soli, siano tanto meno vulnerabili.

 

Bella immagine molto creativa e plastica! :adorazione::adorazione:

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
si ma sono bersagli facilissimi ma anche soggetti a parecchie schiagure (la loro vità operativa non è stata delle migliori) ma anche essendo supportati dalla tecnologia, mi pare ci siano dei nuovi prototipi più sicuri, sono sempre estremamente lenti, ingombranti, ed anti-aerodinamici.

 

 

Permettimi di dissentire: gli aerei di linea hanno avuto sciagure ben più tragiche di quello dello Hindemburg. E il loro impiego può rivelarsi molto utile in campi come la sorveglianza delle frontiere, ASW, AEW, ovviamente in assenza di contrasto nemico. Pensa per un attimo quanto costa un'ora di volo di un E3... E il trasporto, ovviamente. Ho visto da qualche parte il progetto di un aeronave in grado di trasportare 1000 (mille) tons di carico utile a centosessanta chilometri l'ora per ventimila chilometri... sicuramente più carico di un AN225, sicuramente più veloce di una nave (gli ekranoplani dovrebbero garantire le medesime prestazioni, ma sono di là da venire e non convincono troppo).

 

E galland parla di turismo, diamine, la ruota del Prater è la cosa più antieconomica che ci sia, credo, pure facciamo la fila per salirci quando andiamo a Vienna.

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

sorveglianza delle frontiere

 

ovviamente in assenza di contrasto nemico

 

ah ecco...

 

in poche parole ve ne servireste solo per la loro utilità nei trasporti (in zone ultraprotette) ma in campo passeggeri me lo potete concedere che sono inutilizzabili?

Link to comment
Share on other sites

Io vedo il dirigibile come una via di mezzo tra una nave ed un aereo

 

effettivamente i dirigibili venivano chiamati anche "aeronavi".

Al di là dell'utilizzo militare "attivo" (sorveglianza ecc), è sempre possibile usare i dirigibili come mezzi di trasporto strategici sia per usi civili.

Infine, sebbene siano inutili nel campo del trasporto passeggeri, possono offrire grandi opportunità nel settore crocieristico. (imitando la trasformazione dei transatlantici in navi da crociera)

 

C'è da considerare, tuttavia, il vantaggio economico che possono offrire: bisogna appunto valutare se l'essere "intermedi" tra nave e aereo sia effettivamente vantaggioso in termini economici. Inoltre bisogna prevedere i costi di installazione di tutti i nuovi "porti aerei" da destinare a questo tipo di traffico.

Edited by LorK
Link to comment
Share on other sites

ah ecco...

 

in poche parole ve ne servireste solo per la loro utilità nei trasporti (in zone ultraprotette) ma in campo passeggeri me lo potete concedere che sono inutilizzabili?

 

 

Giusto per fare il bastian contrario... :rotfl: Cosa ne dici come "navi da crociera del cielo", magari con allestimento superlusso? Farebbe vintage (si dice così?)...

Bisognerebbe fare qualche conto dati alla mano sui costi di gestione, dalla manutenzione al volo, per essere più oggettivi

 

EDIT: Lork è stato più veloce di me...

Edited by lender
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
ah ecco...

 

in poche parole ve ne servireste solo per la loro utilità nei trasporti (in zone ultraprotette) ma in campo passeggeri me lo potete concedere che sono inutilizzabili?

 

 

Al trasporto passeggeri nessuno pensa, infatti, se ne parla solo per compiti di trasporto pesante, aerogru, sorveglianza e pattugliamento.

 

@lender, hanno pensato anche di farne una nave da crociera dei cieli, e, aggiungo io, se il petrolio continua a salire e gli aereoporti sono alla saturazione di traffico (sembra un nonsenso, ma è così), credo che se ne parlerà anche per il trasporto normale, anche se ovviamente bisognerà trovare il modo di farli viaggiare più veloci.

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Non credevo che una notizia così piccola provocase tanto rumore.

Comunque ho potato nella sezione eventi storici qualcosa spero interessante.

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=8551

 

 

Hai "potato"?

 

Scherzi (ed errori a digitazione, nel quale sono maestro) a parte, sono e sarò sempre un difensore dell'impiego dell'aeronave, non solo per il suo fascino romantico che comunque mi attrae, ma anche per problemi di tipo pratico che finora il prezzo del petrolio (e altro) ci hanno consentito di non affrontare troppo seriamente. Intendiamoci, può darsi che domani riusciamo a copiare il motore del solito disco volante caduto a Roswell (o a Primavalle... mannò, mica cascano in mezzo a un quartiere di mezzo milione, sempre nel deserto a cento km dall'anima vivente più vicina) e a costruire dei velivoli che volino sfruttando il campo magnetico terrestre (secondo molti contattisti le astronavi dei rettiliani funzionerebbero così, in sé non è assurdo, ma metterlo in pratica è un altro paio di maniche, assomiglia al costruire nukes senza le centrifughe per arricchire l'uranio...), ma fintanto che andiamo con QUESTI mezzi, dobbiamo guardare in faccia la realtà. Scusa la disgressione.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...