Jump to content
Sign in to follow this  
Taigete

L'italia vista dall'America

Recommended Posts

Se avete tempo guardate il video.....osservate come parlano gli americani(e non solo) di Berlusconi!

 

E' stato prodotto dalla PBS e trasmesso da un programma chiamato "wide angle".

John,ne sai qualcosa?Sai dirmi se questo programma è solito trattare queste tematiche?

 

"la legge è uguale per tutti,ma forse questo cittadino è più uguale di altri".... :rotfl::rotfl:

beh...c'è da dire che qui si basano sulle testimonianze di italiani come enzo biagi,però secondo me anche gli americani si sono fatti un'idea tutta loro del nostro premier.

 

e' molto interessante...se avete un'oretta a disposizione guardatelo!

 

http://www.cormorano.net/media/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con questo video ho avuto modo di capire come il nostro premier abbia influenzato gli italiani...non mi sono mai accorta che da quando Berlusconi è al potere i mass media si sono trasformati....mi ci voleva un programma americano per farmelo capire......chefigura.gif

 

Il documentario dice che l'ex direttore del Corriere si è dimesso perchè col governo di Berlusconi gli era stato detto che doveva assumere uno stile che fosse a favore del premier.Poi che ci sono molte restrizioni nel campo dei tg,molti servizi non vengono trasmessi e nella stampa le notizie vengono pubblicate secondo un ordine che non rispetta criteri tipicamente giornalistici,piuttosto quelli politici.

Poi parla del caso SME e sono rimasta colpita da come il programma comincia....:

 

"Immaginate un Paese dove un solo uomo unisce il potere politico del Presidente Bush,l'influenza sui media di Rupert Murdoch(e chi è??) e la ricchezza e ambizione di Ross Perot e Steve Forbes.

Quel Paese è l'Italia e quell'uomo è iln Premier Silvio Berlusconi"

Edited by Taigete

Share this post


Link to post
Share on other sites
Con questo video ho avuto modo di capire come il nostro premier abbia influenzato gli italiani...non mi sono mai accorta che da quando Berlusconi è al potere i mass media si sono trasformati....mi ci voleva un programma americano per farmelo capire......chefigura.gif

basta pensare alla dimissione di Mentana

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Taigete.

Murdoch è un megamiliardario australiano (se non sbaglio) che detiene molte industrie dei mass media, tra i quali Sky...Berlu a confronto è un nano nel settore.. :lol:

 

Comunque così si spiega come mai i TG facciano molto più schifo di 10 anni fa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con questo argomento entriamo in un discorso politico che forse non è proprio nello stile del forum, ma vorrei esprimere la mia opinione.

Il video non l'ho visto, e non credo che lo vedrò per mancanza di tempo.

In compenso ho visto e letto altre cose in giro.

 

Onestamente se fossi italiano mi darebbe fastidio che altri paesi sbeffeggino il mio leader.

A dirla tutta, credo che se Bush abbia stravinto le elezioni ciò è stato dovuto proprio al fatto che agli americani non piaceva che nel resto del mondo si sparlasse del proprio leader e si attendesse che vincesse il rivale.

 

Io su Berlusconi penso questo.

E' un imprenditore, è un politico.

In tutta franchezza, credo che nel suo ruolo non sia nè meglio nè peggio di tanti altri politici che l'hanno preceduto o che sono ancora in giro.

Lui però ha fatto dell'anticomunismo una bandiera, e questo gli ha attirato addosso tutto il risentimento della sinistra.

E quando la sinistra ci si mette, è davvero potente.

 

La storia delle televisioni mi fa sorridere.

Berlusconi aveva ed ha tre reti (Canale 5, Italia 1 e Rete 4).

La RAI non si può dire che sia sua: da che mondo è mondo la RAI è sempre stata divisa in fasce: RAI UNO di centrodestra, RAI DUE centro, RAI tre di sinistra.

 

A questo punto mi chiedo come inquadrare Sky: in fin dei conti parliamo di decine e decine di televisioni, molte delle quali fanno opinione alla grande, tutte in mano a un singolo proprietario.

 

Mi pare che sia peggio di Berlusconi.

 

Poi, se proprio si voleva attutire lo strapotere di Berlusconi, non c'era bisogno di tentare di toglierli una o due TV (che è davvero una mossa meschina e sleale).

Bastava obbligarlo a non trasmettere programmi di opinione o di notizie su due delle tre reti.

Così una faceva opinione, le altre due trasmettevano solo film, telefilm, soap opera e cartoni animati. Soluzione semplice e indolore.

 

Poi c'è da dire che Berlusconi ha innovato il modo di comunicare dei politici.

Prima i politici proprio non si potevano sentire parlare: chi se li ricorda, i vecchi politici?

Berlusconi invece parla bene, con un bell'accento, è un piacere ascoltarlo (indipendentemente dalle valutazioni su ciò che dice).

E' un comunicatore, e tutti gli altri hanno dovuto adeguarsi.

E' un piacere anche sentir parlare Bertinotti e gli altri.

Quindi almeno da questo punto di vista la politica ci ha guadagnato.

 

Per quanto riguarda invece l'operato di Berlusconi, non voglio entrare in profondità.

Ognuno ha le sue opinioni ed è giusto così.

 

Dico solo questo:

 

- E' vero che Berlusconi ha fatto leggi mirate a tirarlo fuori dai guai giudiziari, ma è anche vero che nessun uomo politico ha subito attacchi così pesanti dalla magistratura, attacchi che in molti casi sono stati squisitamente politici.

 

- E' vero che Berlusconi non è riuscito a far riprendere l'economia, ma è anche vero che nessuno poteva aspettarsi l'11 settembre e ciò che ne è derivato.

 

- E' vero che Berlusconi è molto filo-Bush, ma lo fa perchè è convinto che l'Italia abbia da guadagnarci a tenersi amica la nazione più ricca e potente del mondo. Ed è vero anche che sulla scena internazionale l'Italia ha oggi un prestigio che prima era sconosciuto.

 

Ma la cosa che non ammetto è questa: Berlusconi buono o cattivo, il popolo l'ha votato e lo ha messo al Governo. Secondo me doveva essere lasciato libero di governare in ossequio alla volontà popolare, e non attaccato in diecimila modi diversi: movimenti, scioperi generali, girotondi, processi... che diamine!

 

Alla fine del suo mandato, se non ha lavorato bene, gli si dà una pedata e si cambia aria. Questa è la vera democrazia.

 

Poi, badate bene: il centrodestra se attacca la sinistra, attacca appunto la sinistra.

Non attacca tizio o caio in maniera personale.

Al contrario la sinistra non l'ho mai sentita parlar male di Forza Italia.

Attacca sempre e solo Berlusconi.

E questo non mi piace.

Personalizzare lo scontro politico non è mai una cosa edificante.

 

Così si finisce per non parlare mai di programmi, ma solo di una persona.

 

E con questa canzone, io ancora oggi non conosco i programmi della sinstra.

La finanziaria non va bene?

D'accordo. Ma qualcuno vorrebbe dirmi come l'avrebbe fatta la sinistra?

Non lo sa nessuno.

 

Il mercato del lavoro va male?

D'accordo, e quali sono le proposte di sinistra?

Niente, non si sa.

 

La riforma della scuola fa schifo?

Concordo.

E cosa si dovrebbe fare? Boh...

 

Così non c'è vero confronto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se tutti sanno che il realtà Berlusconi DOVEVA chiudere almeno una rete, per il fatto che in Italia un solo individuo non può possedere più di 2 reti nazionali.

Era stata scelta RETE4, che non doveva proprio chiudere bensì "migrare" su satellite.

Ci fu una trafila di processi o cose del genere non so di preciso,ma di volta in volta il termine fissato per la "chiusura" veniva sempre postdatato.

Finchè, non ricordo se l'anno scorso o due anni fa, un decreto del ministro delle telecomunicazioni ha "salvato" definitivamente rete4.

 

La cosa è passata completamente inosservata, i media non ne hanno parlato quasi per niente.

 

A me la situazione politica di oggi non piace per niente.

Si stanno approvvando leggi che sono praticamente ANTICOSTITUZIONALI.. per non parlare poi dei baldi giovani della Lega che con una piccola percentuale di voti sono al governo... e vogliono pure comandare perchè sennò minacciano di lasciare la casa della libertà.

 

Come dice sempre il mio prof. piano a piano ci stiamo sempre più avvicinando ad una sorta di dittatura...

ormai il governo italiano è solo DEMAGOGIA.. e nient'altro, e non pensiamo che con la sinistra al governo le cose possano cambiare..

 

Scusate il mio sfogo.. forse sono troppo pessimista, ma questa è la mia opinione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate ma che c entra sky con il berlusca?

 

non mi dite che controlla anche questo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho visto quel filmato.

E lo sto anche distribuendo algi amici, perchè come al solito, quello che c'è di media in giro per l'Italia non può andare contro al principe dei mass-media italiano.

 

Il titolo è "Citizen Berlusconi". Se avete programmi come e-mule, o Win-MX, o su certi siti internet lo potete trovare, in altre forme no, perchè è stato censurato dal Cavaliere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho avuto la pazienza di vedermelo tutto....ed è stata una cosa buona perché certe cose non le sapevo davvero data la mia scarsa propensione a seguire la politica interna italiana.

 

Sono rimasto sconvolto davanti a certe cose!!!!

 

Il problema è che certamente Berlusconi non merita di stare lì dov'é facendo quelle cose ma anche la sinistra sta dimostrando di non saper gestire in maniera adeguata una opposizione costruttiva e soprattutto UNITA!!!!!!! <_<

 

:angry:

Share this post


Link to post
Share on other sites

<_< Non so se scaricarlo...non sarà mica una cosa tipo 9/11 di M.Moore, che da addosso ad un personaggio tutto il tempo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh.....è un documentario che raccoglie testimonianze di italiani pro e contro berlusconi e vi sono alcuni giudizi da parte degli americani

Share this post


Link to post
Share on other sites
<_< Non so se scaricarlo...non sarà mica una cosa tipo 9/11 di M.Moore, che da addosso ad un personaggio tutto il tempo?

Allora tu preferisci non sapere... se non si sa niente tutto vabbene e tutto è a posto.....

e invece alla nostra insaputa il governo sta distruggendo la NOSTRA nazione e buttando nel cesso la nostra COSTITUZIONE...

mah forse è meglio non sapere niente...

Share this post


Link to post
Share on other sites
<_< Non so se scaricarlo...non sarà mica una cosa tipo 9/11 di M.Moore, che da addosso ad un personaggio tutto il tempo?

Allora tu preferisci non sapere... se non si sa niente tutto vabbene e tutto è a posto.....

e invece alla nostra insaputa il governo sta distruggendo la NOSTRA nazione e buttando nel cesso la nostra COSTITUZIONE...

mah forse è meglio non sapere niente...

Non travisare Ghost.

Io intendo che ne ho fin sopra le orecchie dei documenti in stile M.Moore, dove si prende il Berlusca di turno, e dove si monta tutto il male che fa/non fa in un'ora o due di documento.

Lo so quanto male o bene possono o non possono aver fatto i politici miei contemporanei, perchè vivo nella loro epoca. Posso vedere decine di ore di documenti su Hitler, Stalin, Roosevelt, ma perchè io non c'ero quando c'erano loro.

Lo so quello che ha fatto il nano, so giudicareda me, non ho voglia di vedermi un documento montato in maniera faziosa, o con delle pratiche da giornalista che francamente vedo tutte le sere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa se ho frainteso...

Cmq penso che un network americano (appunto quello che ha fatto questo documentario) non può essere poi tanto fazioso.

Il fatto è che il nostro presidente non è solo il nostro amato presidente da noi eletto, ma anche il padrone dell'informazione italiana.

 

Per fare giusto un esempio vedi il caso Mentana... guardacaso proprio quando cominciano a profilarsi all'orizzonte le elezioni, il direttore di uno dei TG più importanti viene sospeso dal suo incarico senza un apparente motivo... forse l'hanno cacciato perche era "troppo" neutrale...che dici.. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
beh.....è un documentario che raccoglie testimonianze di italiani pro e contro berlusconi e vi sono alcuni giudizi da parte degli americani

Esatto...ed in questo sta la sua qualità di documentario. Non come 9/11...

 

C'é un ampia intervista ad uno degli uomini più vicini a Silvio Berlusconi...questo mi sembra che confermi il suo non schieramento...

 

Esso si limita a riportare i fatti come sono, visti sia dalla parte PRO che da quella CONTRO... secondo me ne vale la pena... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto, se ho letto bene la storia del documentario, mi pare che una buona parte della sua realizzazione sia avvenuta a Torino, quindi tanto straniero non è.

 

Comunque Legolas ha detto bene: si tratta di uomini che vivono qui e adesso, per cui ognuno è in grado di giudicare da sè, per quello che vede.

 

Io ribadisco che secondo me un governo lo si manda ai pesci nella sede che è istituzionalmente preposta allo scopo: le consultazioni elettorali.

Attaccarlo pesantemente durante il mandato, è scorretto, specialmente quando gli attacchi diventano personali.

 

Il fatto che il 90% del mondo culturale sia di sinistra, non mi stupisce: chi ha studiato l'ideologia comunista, sin dalla sua nascita, sa bene che il comunismo fonda la sua capacità di penetrazione nel tessuto sociale proprio ponendosi come obiettivo la conquista della magistratura, della scuola, della cultura e della gestione economica.

 

Vorrei citare alcuni passi di Lenin, tanto per dare un'idea:

 

"Per fare la Rivoluzione, occorre rispettare certe leggi naturali ineliminabili... Occorrono: una organizzazione degli operai, la più vasta possibile e la meno clandestina possibile, una "organizzazione dei rivoluzionari", si tratterà necessariamente di una minoranza anche perché e' molto più difficile impadronirsi di una decina di teste forti che non di un centinaio d'imbecilli ... ricerca della conquista dello Stato attraverso la conquista della società, mediante una lenta e accorta penetrazione di tutte le sue strutture: la scuola, le società economiche, la magistratura, lo stesso mondo cattolico..."

 

Per non parlare dell'utilizzazione delle donne.

Leggo da un numero del giornale "Rivoluzione Comunista" (che è una pubblicazione ufficiale) del 2003:

"Un ruolo di primo piano spetta alle ragazze, in quanto l'unica possibilità ad esse rimasta, di stabilire relazioni umane e solidali e appaganti sul piano personale e sessuale, risiede appunto nella lotta contro il potere per il potere".

Un modo per dire: usate il sesso per conquistare il potere.

 

E leggo in un manifesto del circolo Lenin, rivolto agli operai:

 

"AVANTI CON GLI SCIOPERI !

Rendiamo sempre più difficile la vita del governo Berlusconi"

 

E leggo nel manifesto ufficiale del Fronte Popolare per la Ricostituzione del Partito Comunista il programma di azione dopo la conquista del potere, che prevede:

 

1. Tutto il potere è assunto da un nuovo Stato i cui organi, ad ogni livello, sono Consigli di delegati dei lavoratori eletti e revocabili. Esso ha il compito di reprimere la borghesia imperialista, dirigere la riorganizzazione di tutte le attività collettive, in conformità agli interessi e alla volontà delle masse, mantenere l'ordine pubblico. Polizia, forze armate e magistratura popolari sono dipendenti ad ogni livello dai Consigli. Liberazione di tutti i prigionieri politici anticapitalisti. Effettivo reinserimento nella vita sociale degli altri detenuti appartenenti alle masse popolari.

 

2. Scioglimento di tutti gli ordinamenti e le istituzione del vecchio Stato della borghesia e confisca di tutte le loro dotazioni. Smantellamento di tutte le basi militari e di tutte le agenzie degli Stati imperialisti. Riconoscimento del diritto di autodeterminazione per le parti del paese dove si fossero sviluppati movimenti nazionali.

 

3. Libertà per i fedeli di ogni religione di organizzare le loro pratiche religiose. Abolizione del Vaticano e di tutti gli altri privilegi della Chiesa cattolica. Nazionalizzazione di tutte le proprietà che il Trattato del Laterano del 1929 e le successive modifiche hanno dato al Vaticano e di tutte le proprietà degli ordini religiosi e affini.

 

4. Rottura di tutti i trattati internazionali che contrastano con l'instaurazione del socialismo, uscita immediata dalla NATO, dalla UE e dalle altre organizzazioni create per l'aggressione e il saccheggio imperialisti. Applicazione dei principi di coesistenza pacifica nelle relazioni con tutti i paesi. Collaborazione con gli Stati e i movimenti che lottano contro l'imperialismo, per la liberazione nazionale e per il socialismo.

 

5. Abolizione per tutti i membri della borghesia imperialista di ogni diritto politico e delle libertà di riunione, di organizzazione e di propaganda; confisca di tutti i loro beni personali mobili (denaro, titoli, gioielli) e immobili; iscrizione obbligatoria al Servizio Nazionale del Lavoro. Cambio della moneta: sostituzione dell'euro con una nuova moneta nazionale.

 

6. Libertà politiche e civili per ogni membro delle masse popolari con uso gratuito dei mezzi pratici necessari per esercitarle (edifici, mezzi di comunicazione, di informazione e di trasporto, ecc.). Libertà di riunione, di organizzazione, di propaganda, di sciopero, di accesso all'informazione e all'istruzione. Divieto di tutte le forme di oppressione e discriminazione razziale, sessuale e culturale. Rispetto delle proprietà individuali e collettive dei membri delle classi delle masse popolari.

 

7. Inserimento delle donne delle masse popolari nella vita economica, politica e culturale senza alcuna discriminazione rispetto agli uomini. Diritto per tutti i ragazzi e i giovani a ricevere una formazione integrale e gratuita, a svolgere un lavoro sano, a disporre degli spazi e dei mezzi per il libero sviluppo delle loro attività. Assoluta parità di tutti i diritti politici e civili per tutti i lavoratori immigrati. Diritto per tutti i bambini ad un vitto e alloggio sani, all'assistenza familiare, all'educazione e ad essere amati. Rispetto per ogni anziano e diritto ad avere una vita sociale dignitosa. Sicurezza sociale, sanità e scuola gratuite per tutti.

 

8. Realizzazione del dovere e del diritto di ogni persona adulta a svolgere un lavoro socialmente riconosciuto: creazione del Servizio Nazionale del Lavoro a cui devono iscriversi tutti gli adulti abili al lavoro che non svolgono già un lavoro riconosciuto, a disposizione dei Consigli per lavori socialmente utili. Diritto di ogni persona a disporre di condizioni dignitose di vita sulla base della sua iscrizione al Servizio Nazionale del Lavoro o dello svolgimento di altro lavoro riconosciuto. Riduzione del tempo di lavoro obbligatorio, miglioramento delle condizioni di lavoro. Uso gratuito di tutti i servizi pubblici e delle reti: energia elettrica, telefono, acqua, gas, posta, trasporti urbani, ferroviari e su strada, ecc.

 

9. Nazionalizzazione di tutte le banche e società finanziarie di ogni genere e di tutte le imprese ed enti di proprietà della borghesia imperialista: industriali, agricole, commerciali, dei trasporti, dei servizi, delle comunicazioni e di ogni altro genere. Affidamento di essi in gestione ai Consigli. Rispetto della proprietà delle aziende familiari, individuali e cooperative. Creazione di un Consiglio nazionale dell'economia con l'incarico di coordinare tra loro l'attività di tutti gli organismi economici, bancari e finanziari gestiti dai Consigli e di coordinare con essi l'attività delle imprese familiari, individuali e cooperative, con l'obiettivo di rafforzare la produzione e indirizzarla a soddisfare i bisogni materiali e spirituali delle masse.

 

10. Affidamento in gestione ai Consigli di tutti i servizi pubblici (servizi sanitari, scolastici, assistenziali e culturali, lavori pubblici, trasporti, acque, strade, porti, ecc.). Impiego dei beni immobili confiscati alla borghesia imperialista per dare ad ogni famiglia un'abitazione sana e spaziosa e per soddisfare gli altri bisogni individuali e collettivi delle masse popolari.

 

 

Il grassetto l'ho messo io... giusto per evidenziare qualche parte da rileggere due-tre volte...

 

E dopo aver letto questo, vorreste dirmi che è Berlusconi la minaccia alla democrazia e all'ordine costituzionale?

 

Io mi chieso: ma quanti di quelli che si professano di quel partito o di quest'altro, hanno davvero letto e conosciuto i programmi di quel partito e della sua coalizione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io mi chieso: ma quanti di quelli che si professano di quel partito o di quest'altro, hanno davvero letto e conosciuto i programmi di quel partito e della sua coalizione?

Sta roba non l'avevo mai letta... pazzesco!!!!!!

 

Cmq ribadisco quello che ho detto precedentemente:

purtroppo né la destra né la sinistra italiana hanno dimostrato in tutti questi anni di aver saputo reggere un buon governo :angry:

 

Con questo dunque critico si molte cose che Berlusconi ha fatto ma certo non dico che la sinistra, ora come ora soprattutto, sia meglio della destra!!! Anzi.... <_<

 

Mi sembra che nel topic sulla Sgrena questo dettaglio sia emerso chiaramente...hehehehe :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il documento postato da Gianni fa parte del "programma" del Fronte Popolare per il Comunismo. (questo è il sito)

 

Ma cmq stiamo parlando di frange estremiste e non della coalizione di sinistra.

Allora se andiamo a vedere i siti di estrema destra è più o meno la stessa cosa...

(vedi qui)

 

Non credo che tutti gli italiani di sinistra vogliano una rivoluzione proletaria...

 

Il fatto è che oggi Berlusconi ha fatto dell'ANTICOMUNISMO un mezzo per imbonire tutte le forze antagoniste.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bhè andiamoci piano.

 

Premesso che io non sono di destra (nè di sinistra), non mi pare che gli otto punti dell'estrema destra (e Forza Nuova è moooooolto più estremista del Partito Comunista o di Rifondazione Comunista) siano poi roba da strapparsi i capelli, a parte il desiderio che si possa nominare la parola fascismo senza finire in galera.

 

Se andiamo a prendere i programmi di estrema sinistra, la situazione è ancora peggiore di quelli che ho postato io.

 

Basti pensare alla negazione della famiglia o della religione.

 

Certamente Berlusconi si professa come anticomunista per eccellenza, ma in tutta onestà preferisco questa sincerità a chi fa l'imprenditore e va in giro in Ferrari e poi dice di essere di sinistra solo per tenersi buoni i sindacati (che abboccano...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...