Jump to content

G-91YS


g91yenkee
 Share

Recommended Posts

Qualcuno mi sà dare qualche informazione su questa variante del g-91y che avrebbe dovuto equipaggiare l'aereonautica svizzera ma che ha poi perso il concorso a favore dell'F-5 americano?Ho letto da qualche parte che era stato prodotto un prototipo ma non trovo ne foto ne disegni, sò solamente che oltre ai 1800 kg di armamento disposti sui classici 4 piloni alari ne erano stati aggiunti altri 2 per poter lanciare i missili sidewinder e venne fatta qualche modifica alla fusoliera...insomma in pratica era un G-91Y migliorato e potenziato.

 

 

Esistono foto?disegni?

 

 

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Qualcuno mi sà dare qualche informazione su questa variante del g-91y che avrebbe dovuto equipaggiare l'aereonautica svizzera ma che ha poi perso il concorso a favore dell'F-5 americano?Ho letto da qualche parte che era stato prodotto un prototipo ma non trovo ne foto ne disegni, sò solamente che oltre ai 1800 kg di armamento disposti sui classici 4 piloni alari ne erano stati aggiunti altri 2 per poter lanciare i missili sidewinder e venne fatta qualche modifica alla fusoliera...insomma in pratica era un G-91Y migliorato e potenziato.

 

 

Esistono foto?disegni?

 

 

Grazie

 

Anche se non molto esaustivo ho trovato un articolo relativo alla carriera evolutiva del G-91Y dove ci sono riferimenti anche della versione YS:

40° Anniversario

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

No, almeno una foto è stata scattata perchè...L'ho vista! Su di una rivista aeronautica di almeno 20 anni fa, di cui non ricordo neppure il titolo, non era mia, me l'avevano prestata. Vedo se trovo qualcosa in rete...

Link to comment
Share on other sites

il G-95 che poi cambiò il nome quando nel progetto entrò la Germania era un aereo completamente nuovo : era la nostra proposta al concorso nato per un aereo a decollo verticale.

 

aggiungo

 

questa discussione su secret projet http://www.secretprojects.co.uk/forum/inde...ic=851.msg12963

 

e un bel pdf sul v/stol italiani www.vstol.org/ItalianVSTOL.pdf sembra non funzionare ecco la versione HTML

 

http://209.85.135.104/search?q=cache:Srnzo...lient=firefox-a

Edited by cama81
Link to comment
Share on other sites

Ciumbia a giudicare da quela immagine in pratica era un g91 a decollo verticale..o almeno la cellula sembra quella del g91, intanto ho trovato un'immagine del G-91YS in 3D:

 

g91ys.jpg

Si notano i 6 piloni alari e i missili sidewinder

Edited by g91yenkee
Link to comment
Share on other sites

il G-95 che poi cambiò il nome quando nel progetto entrò la Germania era un aereo completamente nuovo : era la nostra proposta al concorso nato per un aereo a decollo verticale.

 

aggiungo

 

questa discussione su secret projet http://www.secretprojects.co.uk/forum/inde...ic=851.msg12963

 

e un bel pdf sul v/stol italiani www.vstol.org/ItalianVSTOL.pdf sembra non funzionare ecco la versione HTML

 

http://209.85.135.104/search?q=cache:Srnzo...lient=firefox-a

 

 

Esatto. Ai tempi ci si aspettava, in caso di conflitto col Patto di Varsavia, massicci attacchi (anche nucleari tattici) sugli aeroporti. Pertanto la NATO emise un bando per la costruzione di aerei V/STOL, in grado quindi di operare da piste semipreparate, tronchi autostradali ecc. evitando la concentrazione nei "vulnerabili" aeroporti, in grado di effettuare un contro-strike nucleare.

Da questo bando presero forma il P.1127 Kestrel, il G.95 e il VAK 191 (tedesco, mi pare di produziome MBB). Gli ultimi due confluirono nella versione D del VAK 191. Lo svantaggio, rispetto all'Harrier (dotato di ugelli orientabili), era che i prototipi avevano due motori separati, uno per la sostentazione e uno per il volo, con ovvio aggravio di ingombri, pesi e consumi. Alla fine la NATO ritirò il bando, ma gli inglesi continuarono autonomamente lo sviluppo del P.1127, che poi divenne il P.1154 Harrier. Almeno questo è quello che ricordo...

Link to comment
Share on other sites

mi sà ke gli inglesi han visto lungo...chissà quanto hanno incassato dalle vendite dell'harrier....pensate se il primo aereo V/STOL fosse stato di produzione italo-tedesca avremmo potuto avere un ritorno economico enorme (sempre che fosse stato all'altezza dell'harrier)...peccato, a noi mancono sempre i soldi per osare nel far partire questi progetti.....

Edited by g91yenkee
Link to comment
Share on other sites

mi sà ke gli inglesi han visto lungo...chissà quanto hanno incassato dalle vendite dell'harrier....pensate se il primo aereo V/STOL fosse stato di produzione italo-tedesca avremmo potuto avere un ritorno economico enorme (sempre che fosse stato all'altezza dell'harrier)...peccato, a noi mancono sempre i soldi per osare nel far partire questi progetti.....

 

da quello che ricordo, mica tanto. A parte qualche Sea Harrier agli indiani (che magari erano compresi nella portaerei che gli hanno venduto), hanno comprato solo i Marines. E se non sbaglio, quelli per l'USMC furono produzione su licenza da parte McDonnell Douglas (AV-8A). Certo, poi bisognerebbe vedere i termini dell'accordo McDonnell Douglas-Hawker (B.Ae.) per la riprogettazione che ha poi portato all'AV-8B (e le successive vendite a USMC, e Marine varie).

Non penso che sia stato tutto questo gran successo commerciale, insomma.

Link to comment
Share on other sites

No, almeno una foto è stata scattata perchè...L'ho vista! Su di una rivista aeronautica di almeno 20 anni fa, di cui non ricordo neppure il titolo, non era mia, me l'avevano prestata. Vedo se trovo qualcosa in rete...

 

Infatti Gianvito!!! Si tratta dell'Opera "Storia Dell'Aviazione" Risalente al 1973! :rolleyes: Dopo un'attenta ricerca sono riuscito a trovare l'immagine, scannerizzarla e immetterla sul web! ;)

 

29asavt.jpg

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

Ma vieeeeeeni!!!!! :adorazione::adorazione::adorazione:

 

 

Io ne ricordo una a colori, di tre quarti, ravvicinata. Mostrava l'altro lato. Sicuramente ce ne sono in giro. Servirebbe qualche monografia sul G91.

Edited by gianvito
Link to comment
Share on other sites

Io ne ricordo una a colori, di tre quarti, ravvicinata. Mostrava l'altro lato. Sicuramente ce ne sono in giro.

 

Mmmm... Pensandoci bene ne dovrei avere altre forse a colori! :scratch:

 

Servirebbe qualche monografia sul G91.

 

E' vero, appena ho un po di tempo in più, posto qualcosa di nuovo in merito! ;)

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

Ma quanto è ganzo il Gina armato in quel modo? :drool: ...mi chiedo perchè gli esemplari italiani non hanno adottato quel tipo di soluzione a 6 piloni (immagino che il carico bellico così superasse i 2000 kg)...vabè che era un ricognitore da attacco leggero, ma se fosse stato attaccato da altri aerei nel bel mezzo di una battaglia come si difendeva? a parolacce? :huh:

Link to comment
Share on other sites

da quello che ricordo, mica tanto. A parte qualche Sea Harrier agli indiani (che magari erano compresi nella portaerei che gli hanno venduto), hanno comprato solo i Marines. E se non sbaglio, quelli per l'USMC furono produzione su licenza da parte McDonnell Douglas (AV-8A). Certo, poi bisognerebbe vedere i termini dell'accordo McDonnell Douglas-Hawker (B.Ae.) per la riprogettazione che ha poi portato all'AV-8B (e le successive vendite a USMC, e Marine varie).

Non penso che sia stato tutto questo gran successo commerciale, insomma.

No, i Sea Harrier FRS.51 andarono prima sulla Vikrant, sempre ex-RN ma già in servizio da anni, sostituendone i Sea Hawk.

Per quanto riguarda le vicende, anzi vicissitudini dell'Harrier dalla Hawker Siddeley in poi, ci sarebbe da spargere fiumi d'inchiostro e di sudore, ma per fortuna siamo OT!

Edited by SML
Link to comment
Share on other sites

se non sbaglio, quelli per l'USMC furono produzione su licenza da parte McDonnell Douglas (AV-8A). Certo, poi bisognerebbe vedere i termini dell'accordo McDonnell Douglas-Hawker (B.Ae.) per la riprogettazione che ha poi portato all'AV-8B (e le successive vendite a USMC, e Marine varie)

 

L’acquisto da parte dell’US Marine Corps di 110 aerei Mk 50 (designati AV-8A). iniziato nel 1970, comportò un accordo con la McDonnell Douglas Corporation in base al quale si davano alla ditta americana i diritti esclusivi sull’Harrier e suoi derivati negli Stati Uniti per 15 anni. Ciò presumeva che la McDonnell a St. Louis, e non la Hawker nella sua fabbrica di Kingston, avrebbe costruito l’AV-8A e che si sarebbe trattato di un aereo bell’e pronto. Alla fine, non accadde nulla di tutto ciò, ma il controllo della tecnologia dell’Harrier sfuggì ai britannici. ;)

 

Per altre info sull'Harrier date un'occhiata quì :)

"VTOL Storia ed Evoluzione", Vertical Take-Off and Landing

 

Fine OT

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...