Jump to content

Messerschmitt ME-163 "Komet"


Blue Sky

Recommended Posts

si è vero..ma era a razzo....una "vera" bara volante

 

http://forums-it.ubi.com/eve/forums/a/tpc/f/170105185/m/1291047984

 

Ohka_Baka.JPG

 

lo considerei un'incrocio con il komet della V-1 però "intelligente" un pò come le nostre bombe di adesso :asd:

 

la considero una evoluzione della V-1 però con il motore a razzo (e non con il pulsjet) pertanto velocissimo e non intercettabile (l'unico difetto e che era sganciato l'aereo madre); con maggior carico bellico considerando anche il tipo di propellente;e letale perchè pilotato e preciso..... visto che non aveva un sistema di autopilota che poteva esser dirottato......come fecero gli Inglesi

v1.jpg

Edited by eugy78
Link to comment
Share on other sites

Groarr :furioso: ..non ho letto male.. al momento che scrivo ho davanti a me Guide compact de Agostini intitolato "AEREI" con un Rafale sulla copertina edizione del 2006 (così magari gli dai un'occhiata su internet) .. come ripeto (non ti preoccupare che mi fido di quello che scrivi) c'è scritto ESATTAMENTE nella sezione prestazioni del detto velivolo "autonomia massima del motore 7'30".. comunque immagino che si volessero riferire alla durata della propulsione.. comunque non mea culpa.. mi sono attenuto esattamente ai dati di un'enciclopedia che ritengo affidabile.. potrei benissimo scannerizzare e postare la pagina..he he he :asd: .. poi comunque siccome te ne intendi ho visto che il me 163 possiede anche un pattino posto verso prua in asse con la fusoliera.. ma ho visto che possieda pure il "carrello".. il fatto di avere il carrello o pattino dipendeva da versioni o dal fatto che adottava carrello in decollo e pattino in atterraggio? o (facendo un'altra supposizione) il pattino leggermente più avanti del carrello faceva in modo che durante l'atterraggio (nel momento della frenata) non si "piantasse con il muso"? ho visto soluzioni simili adottate su velivoli degli anni'20 ( cito Avro 536 e Avro tipo D)..

a sganciabile, su youtube trovi alcuni filmati del decollo dove si vede che uno dei problemi era che il carrello allo sgancio correva alla velocità dell'aereo e rimbalzando poteva colpirlo. Fu progettata una versione con carrello retrattile il Me 263). Inizialmente anche l'Arado 234 era a carrello sganciabile e pattino di atterrarrio. Curiosità, il G91 nel concorso NATO dovette confrontarsi con un aereo francese a carrello sganciabile e pattino di atterraggio.
Link to comment
Share on other sites

Curiosità, il G91 nel concorso NATO dovette confrontarsi con un aereo francese a carrello sganciabile e pattino di atterraggio.

E da quello che mi ricordo di avere letto vinse il G-91 ma in Europa non ebbe fortuna poiché l'unico paese ad averlo operativo era l'Italia e qualche esemplare in Germania.. gli acquirenti preferivano il mercato USA..

 

Be veramente se fa pena, a me la fa perchè mi pare che l'Okha fosse un'arma kamikaze antinave. Antesignano del missile aria-superficie, cioè l'opposto di quello che avrebbe dovuto fare il Komet, cioè superficie-aria.

No no hai perfettamente ragione.. la sua funzione era "missile a guida umana aria-terra" ma pochi esemplari hanno portato a termine la missione siccome diverse volte l'aereo madre veniva abbattuto, che spesso era un Mitsubishi G4M "Betty" appositamente modificato, o la maggior parte delle volte venivano abbattuti prima di raggiungere il bersaglio..il betty era spesso soggetto a prendere fuoco con poco siccome il serbatoio era assolutamente poco protetto, per lo più molto esposto... :asd:

Link to comment
Share on other sites

E da quello che mi ricordo di avere letto vinse il G-91 ma in Europa non ebbe fortuna poiché l'unico paese ad averlo operativo era l'Italia e qualche esemplare in Germania ....

Qualche esemplare?

Diciamo più di 300 (secondo talune fonti 344 .... fra monoposto e biposto prodotti in Italia e in Germania su licenza .... secondo altre ulteriori 50 provenienti da un ordine statunitense di velivoli destinati a Grecia e Turchia) ....

Le cifre non sempre concordano .... si tratta comunque di alcune centinaia di esemplari .... ;)

Link to comment
Share on other sites

Qualche esemplare?

Diciamo più di 300 (secondo talune fonti 344 .... fra monoposto e biposto prodotti in Italia e in Germania su licenza .... secondo altre ulteriori 50 provenienti da un ordine statunitense di velivoli destinati a Grecia e Turchia) ....

Le cifre non sempre concordano .... si tratta comunque di alcune centinaia di esemplari .... ;)

Accidenti!! trecento non sono per niente pochi !!! non l'avrei mai detto :blink:

Link to comment
Share on other sites

Il G-91 ce l'avevano pure i Portoghesi.

 

La V1 mi pare molto diversa dall' Ohka giapponese.

La V-1 è il primo missile da crociera del mondo. In grado di volare da solo. L'Ohka invece necesitava di un pilota suicida.

L'Ohka aveva solo un razzo come motore e una gittata nominale di circa una trentina di miglia. Non poteva volare da solo.

La V-1 era spinta da un pulsoreattore e aveva una gittata nominale di 150 miglia nautiche. La sua precisione era scarsa, ma solo perchè ancora non esistevano sistemi di guida degni di questo nome.

Anche le V-1 potevano essere aviolanciate, specie quando le basi di lancio terrestri in Belgio e Olanda caddero in mani alleate.

Edited by Vultur
Link to comment
Share on other sites

Accidenti!! trecento non sono per niente pochi !!! non l'avrei mai detto :blink:

Sui 50 nominati da Pinto destinati a Grecia e Turchia li prese in carico la Germania che 40 li girò a sua volta al Portogallo facenti parte della versione G.91R/4... il Portogallo ne ricevette totali 110 (40 G 91/R4, 70 G 91 R/3 acquistati dalla Germania) e qualche esemplare portoghese l'ha avuto l'Angola

Chiudo OT per discutere di ciò discutiamo nel post del Gina qui

Edited by matteo16
Link to comment
Share on other sites

Il sito della nasa parla di ossigeno e idrogeno liquido, per il saturn, e del sistema di contenimento criogenico, cioè dei serbatoi thermos necessari. Nemmeno loro sanno cosa mettevano dentro i loro missili? E l'idrogeno liquido cosa sarebbe, per curiosità?

Chiedo umilmente scusa per la mia supponenza e l'errore (relativo al Saturno V), per farmi perdonare vi posto un link ad una animazione delle secret weapons si tratta di animazioni a computer che reputo molto realistiche. Verso la fine ce n'è una col 163 che dà l'idea degli stretti tempi di mira

Link to comment
Share on other sites

.... per farmi perdonare vi posto un link ad una animazione delle secret weapons .... si tratta di animazioni a computer che reputo molto realistiche.

Ovvero .... come la Luftwaffe vinse la Seconda Guerra Mondiale .... ;)

 

Molto suggestivo .... ma .... che cosa c'entra il P-80?

E' proprio vero .... la fantasia non ha limiti ....

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...