Jump to content

Ancora Una Cosa......


Recommended Posts

mi fate vodere e descrivete un po di questi giocattoli che vengono ora montati anche suoi nuovi caccia???????? so che ormai le armi aria terra vengono montate anche su caccia per far fronte a nuove richieste.... ma mi spieghereste come fnzionano se lo sapete??????

Link to post
Share on other sites

Ci sono molti tipi differenti di armi aria-terra. I maggiori produttori di armi sono gli Stati Uniti e la Russia. Poi bisogna distinguere tra missili aria-terra e bombe. Di missili ci sono vari tipi: anticarro, antiradar, antinave, razzi ecc. Tra le bombe ci sono quelle a caduta libera, a guida laser, a frammentazione, nucleari :( e latri tipi che in questo momento mi sfuggono.

 

Oggigiorno questi gingilli non vengono montati solo da bombardieri, ma grazie ad aggiornamenti continui anche a parecchi caccia (un esempio l' F-16 che all'inizio poteva montare solo 2 missili aria-aria AIM-9 Sidewinder mentre oggi carica la maggior parte dell' arsenale USA).

 

PS: anche questo argomento appena avrò un po di tempo verrà trattato con cura e inserito nel sito. :helpsmile: Mi aspettano 20 anni di lavoro :helpsmile::P

Link to post
Share on other sites

Diciamo che le armi aria-terra appartengono per lo più a tre grandi gruppi:

 

Le bombe (che non hanno propulsione, e possono essere "stupide" oppure guidate, mediante GPS o Laser, a testata singola o dispenser).

 

I missili (che hanno propulsione e sistema di guida, e si suddividono a seconda del tipo di bersaglio: anticarro, antiradar, antinave, antifortificazioni oppure a seconda della gittata, in tattici e strategici).

 

I razzi (che hanno propulsione ma non sono guidati).

 

-----

 

I sistemi di guida più usati oggi, sono i seguenti:

 

LASER. Il bersaglio viene illuminato da un fascio laser e la bomba vi si dirige contro.

 

ANTIRADAR. Il missile si dirige verso la fonte delle onde radar nemiche, rilevata attraverso il proprio sensore radar passivo.

 

IIR. Il missile vede il calore emesso dal bersaglio, e si costruisce un'immagine di esso. L'operatore "vede" attraverso il sensore del missile, sceglie il bersaglio, aggancia il missile al bersaglio e lo lancia. Il missile si dirige contro il bersaglio confrontando l'immagine registrata al momento dell' "aggancio" con quella che continua a vedere.

 

GPS. Il missile ricava la propria posizione attraverso le onde radio emesse dai satelliti GPS. Conoscendo la posizione del bersaglio, il computer di bordo lo tiene in rotta verso di esso.

 

RADAR. Il missile ha un proprio sensore radar attivo e si dirige contro il bersaglio designato.

Link to post
Share on other sites

Io sapevo che le bombe guidate dal GPS hanno un margine di errore di circa 10mentri mentre ho sempre sentito dire che quelle a guida laser possono mancare il bersaglio solo di pochi centimetri.

 

E' corretto questo?

Link to post
Share on other sites
Da quello che so, le bombe a guida laser riuscirono ad entrare nelle finestre degli edifici durante la guerra del golfo, alla faccia!

Ma come si fa a saperlo visto che dopo salta tutto

Link to post
Share on other sites

Le bombe GPS hanno una precisione che può variare da pochissimi metri fino a 25 metri.

La precisione dipende non dalla bomba in sè, ma dalla correttezza dei dati sulla posizione del bersaglio che vi sono inseriti.

 

 

Le bombe a guida laser delle ultime generazioni sono estremamente precise.

Praticamente colpiscono esattamente dove si vuole colpire, con un errore che non supera il metro, se il puntamento è fatto correttamente.

 

Quando vedete il missile che si infila nella finestra, quasi sempre quello non è a guida laser, ma a guida IIR o TV. Un'arma tipica di questa categoria è lo SLAM.

Le immagini del bersaglio, riprese dal missile, vengono ritrasmesse all'aereo lanciatore. Per questo vediamo il momento in cui entrano nella finestra.

Link to post
Share on other sites
Le bombe GPS hanno una precisione che può variare da pochissimi metri fino a 25 metri.

La precisione dipende non dalla bomba in sè, ma dalla correttezza dei dati sulla posizione del bersaglio che vi sono inseriti.

 

 

Le bombe a guida laser delle ultime generazioni sono estremamente precise.

Praticamente colpiscono esattamente dove si vuole colpire, con un errore che non supera il metro, se il puntamento è fatto correttamente.

 

Quando vedete il missile che si infila nella finestra, quasi sempre quello non è a guida laser, ma a guida IIR o TV. Un'arma tipica di questa categoria è lo SLAM.

Le immagini del bersaglio, riprese dal missile, vengono ritrasmesse all'aereo lanciatore. Per questo vediamo il momento in cui entrano nella finestra.

grazie per la spiegazione

Link to post
Share on other sites
non è mai capitato che nelle ultime frazioni di secondo del "filmino", al momento dell'entrata dalla finestra, se ne vedano 2 sul letto a divertirsi (vm18anni)

ma non ti vergogni

 

 

vai dietro alla lavagna in punizione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(la lavagna è una a muro)

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

ricordo da qualche parte di aver visto una foto di una GBU (15?) una frazione di secondo prima che centrasse in pieno una finestra :blink:

invece, circa le bombe con sistema gps, mi pare che la precisione sia dell'ordine di 10 metri, e che sia dovuta, come già riportato, alla precisione delle coordinate inserite, ma anche a caratteristiche del sistema gps stesso, quali la posizione della costellazione di satelliti in orbita e dalla "imprecisione" congenita di quel sistema per cosa riguarda la quota.

Ovviamente le mie sono più "sensazioni" che altro, infatti l'attendibilità del sistema gps attualmente usato per scopi militari dagli USA non è così "accessibile"; per lavoro ho però a che fare con strumentazioni topografiche che sfruttano il sistema gps precedente e mi sono fatto quindi quest'idea...

 

Saluti!

Link to post
Share on other sites

Sul GPS potremmo scrivere un libro, perchè è una storia affascinante.

 

In sintesi, le cose stanno così (parliamo del sistema GPS americano, perchè è l'unico completo, anche se europei e russi stanno percorrendo la stessa strada).

 

24 satelliti sono in orbita attorno alla terra, e trasmettono un segnale radio che è temporizzato.

Il ricevitore GPS riceve questo segnale, e confrontando la temporizzazione del segnale con il proprio orologio interno (che deve essere precisissimo) calcola il ritardo e quindi la distanza dal satellite.

 

Un ricevitore semplice ha bisogno di 3 satelliti per ottenere la posizione orizzontale, e di un quarto per la quota.

 

Un ricevitore più sofisticato può utilizzare tutti i satelliti "visibili" (solitamente 8, ma si arriva anche a un massimo di 12) per ottenere la posizione con una precisione che è nell'ordine - ormai - di cinque-dieci CENTIMETRI.

 

In realtà il segnale viene degradato dal Dipartimento della Difesa USA, attraverso un sistema chiamato "Selective Avalaibility" ossia S.A., che consente di stabilire la precisione "commerciale" e persino di degradare il segnale su zone specifiche del mondo.

 

Fino a pochi anni fa, gli USA concedevano una precisione di 100 metri in orizzontale e di 300 metri in quota, il che limitava molto l'uso militare ai paesi che non erano in possesso dei codici per aggirare l' S.A..

 

Non solo, ma gli USA possono assegnare codici diversi da paese a paese, per cui possono dire agli inglesi: "A voi assegno una precisione di 20 metri" e ai francesi "A voi assegno una precisione di 50 metri" tanto per fare un esempio.

 

Alcuni anni fa gli USA hanno "liberalizzato" la precisione orizzontale fino a 25 metri, mentre quella verticale è rimasta ancora riservatissima.

 

Inoltre gli Stati Uniti hanno introdotto un sistema di ricezione "differenziale" che si basa anche su alcune stazioni a terra, e che viene utilizzato in alcune aree del territorio americano.

 

Infatti per evitare attacchi sul proprio territorio, alcune zone degli Stati Uniti hanno una precisione GPS estremamente degradata, e solo le forze militari USA possono avvalersi della precisione massima.

Le stazioni a terra consentono di garantire la stessa precisione ai velivoli civili, però in questo caso si instaura un collegamento radio tra il ricevitore differenziale e la stazione a terra, per cui è possibile controllare il velivolo e la sua rotta, in maniera da poter intervenire immediatamente nel caso in cui esso manifesti intenzioni ostili.

 

Gran parte del territorio europeo, per espressa volontà delle nazioni europee, è invece servito con una precisione che si aggira sui 5-10 metri, anche per i civili (ma solo in orizzontale).

 

Occorre tener presente che qualsiasi velivolo non ha bisogno di una posizione verticale, perchè il radar-altimetro è di per sè abbastanza efficiente, mentre per un missile o una bomba la posizione verticale è fondamentale.

 

Spero di essere stato chiaro.

Link to post
Share on other sites

Quindi il GPS è molto preciso, io credevo che aveva un limite di 10metri circa.

Invece è solo un blocco di sicurezza!

 

Ho sentito anche io parlare di Galileo, che si dice avrà un margine di errore di pochi centimetri. (Per un momento avevo pensato che gli USA fossero stati superati....)

Link to post
Share on other sites

la risposta di Gianni è stata estremamente precisa e chiarificatrice, vorrei aggiungere ancora una cosa che riguarda la determinazione della quota del target;

per sua natura, il sistema gps fornisce una quota "ellissoidica", riferita cioè alla quota dell'ellissoide (figura geometrica che semplifica la forma del nostro amato pianeta), mentre le quote generalmente utili sono quelle "geodetiche", che si riferiscono cioè alla reale "forma" della terra...

In effetti, le disomogeneità del sottosuolo fanno sì che la direzione di attrazione gravitazionale non sia diretta su tutta la superficie del pianeta verso il suo centro geometrico, ma risentano delle masse variabili del sottosuolo;

sicuramente gli USA dispongono di un modello digitale del geoide in grado di "correggere" le indicazioni della quota, e sicuramente quel poco che io so (o gredo di sapere :D ) attinge da dati disponibilissimi a chiunque, mentre gli utilizzi militari più recenti, ovviamente, sono tenuti segreti.

Circa la precisione orizzontale ottenibile può scendere a pochi millimetri, anche da un utente comune, a patto però di utilizzare una coppia di antenne apposite (per uso topografico-cartografico e non per navigazione) e impiegandoci ORE, in base alla distanza tra i due punti (prezzo dei due ammenicoli, € 30.000 circa...)

 

Questa digressione, ripeto, è probabilmente fuori luogo in quanto le applicazioni militari dispongono di possibilità nascoste e negate agli utenti comuni (esempio lampante è il disturbo intenzionale del segnale del quale si è detto sopra);

smentitemi se ho detto delle boiate (probabile) :D

 

Saluti!

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...