Jump to content
Sign in to follow this  
Balthasar

Lista aggiornata

Recommended Posts

Guardate che roba...e non venitemi a dire che "tanto noi abbiamo 300 Freccia" o che "l'Egitto è un paese povero": contano solo i numeri.

 

MAIN BATTLE TANKS

 

 

880 M1A1 Abrams

 

M1A1-Firing-svg-01.jpg

 

1700 M60A3

 

1141778523_dzdx%202.jpg

 

450 T-62 aggiornati con:

 

-propulsori inglesi

-ottiche e sistema di controllo del tiro italiani

-protezione NBC migliorata

-nuove sospensioni

-telemtetro laser

-sistema di stabilizzazione del tiro

-visore IR

-corazze aggiuntive

 

T62_9.jpg

 

390 T-55 aggiornati con gli stessi equipaggiamenti dei T-62

 

T55.jpg

 

260 T 55 Ramses II

 

Ovvero una versione aggiornata del T-55 con equipaggiamenti simili a quelli normalmente in dotazione, solo che porta notevoli componenti americane (fra cui il cannone da 105mm dell'M60A3 e le scatole di trasmissione ed ingranaggi del motore) e imbarca più carburante.

 

 

 

APC/IFV

 

586 YPR-765

 

 

751px-YPR-765-A.JPG

 

220 BMP-1

 

LAND_BMP-1_lg.jpg

 

65 Fahd-30 (con torretta del BMP-2)

 

AOI_EP1.jpg

 

300 EIFV (in arrivo altri 900), dato che l'Egitto ha sviluppato una particolare corazza per M113 dimostratasi molto efficace contro i colpi fino a 25/30mm.

 

http://www.uniteddefense.com/www.m113.com/Eifv.gif

(notare la torretta del Bradley americano)

 

 

260 BMR-600 Pegaso

 

bmr-600.jpg

 

100Fahd 4x4 (come il Fahd-30 ma senza torretta)

 

200 BTR-50

 

Btr50PU_Russe_01.jpg

 

250 BTR-60

 

sya_btr-60.jpg

 

500 OT-62 Topas

 

(come il BTR-50, solo che è più veloce, ha un compartimento chiuso e alcuni esemplari hanno punti di fuoco protetti invece delle MG brandeggiabili.

 

300 OT-64

 

ot-64a.jpg

 

2650 M113

 

5%20cav2.jpg

 

Veicoli anticarro

 

250 YPR-765 in configurazione anticarro

 

52 M901 ITW

 

m901-03e.jpg

 

Veicoli da ricognizione

 

 

 

300 BRDM-2

 

112 Commando scout

 

Commando_Scout_Car_Indonesia_news_001.jpg

 

SRBM (Short Range Ballistic Missiles)

 

24 Scud-C aggiornati (raggio:600 Km)

 

scud_river.jpg

 

40/60 Scud-C (raggio 500 Km)

 

120 Scud-B (raggio 300Km)

 

scud-b.jpg

 

Artiglieria Lanciarazzi

 

380 Sakr-80 (raggi0: 80 Km)

 

100 FROG-7 (raggio:70 Km)

 

v9k52.jpg

 

Artiglieria semovente

 

279 M109 A1/A2

 

m-109-01.JPG

 

201 M 109A5

 

124 SPH 122 (chassis dell'M109 con sopra installato un cannone russo D-30 da 122mm)

 

Artiglieria campale

1522 obici di vario genere in prima linea

 

400 obici da addestramento

 

600 obici in riserva

 

Artiglieria antiaerea

 

Parco mezzi notevole ed eterogeneo, che comprende sistemi come:

 

Avenger

Hawk

Chaparral

Crotale

SA-6

SA-3

SA-2

Skyguard

ZSU-23-2

 

:ph34r::ph34r::ph34r::ph34r::ph34r:

 

Andiamo a giocare con i nostri 300 Freccia, che nel frattempo i grandi fanno la guerra... :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alle volte Israele facesse un'altra guerra dei sei giorni, forse riescono a resistere un po' di più di 48 ore!

Share this post


Link to post
Share on other sites

hanno paticolari mezzi perchè per ogni carro armato regalato a Israele dagli USA l'egitto ne ha di diritto 2 (a patto che sia "amico " degli israeliani).

 

Mancano i T34 ammodernati

Share this post


Link to post
Share on other sites

880 abrams...sul piano dei corazzati l'Egitto è messo divinamente o sbaglio???

 

e i soldi per tutti questi mezzi dove li ha trovati?

Share this post


Link to post
Share on other sites

I T-34 sono stati ritirati.

 

Comunque come ha fatto giustamente notare Leviathan, l'Egitto può disporre delle stesse tecnologie cedute agli Usa da Israele, anche se ovviamente le paga.

 

I soldi non ho idea da dove li prenda, ma non dimentichiamoci che controlla il canale di Suez e che il petrolio non lo paga nulla,mentre nel frattempo il terziario si sviluppa sempre più.

 

Tornando agli MBT, stanno messi ancora meglio se pensi a quei 1700 M60 A3 omologhi dei T-72 con i quali l'Ariete può confrontarsi (ma senza andare troppo oltre...).

 

In pratica è come se schierassero (solo contando i Patton e non gli Abrams)...900 Ariete...

Share this post


Link to post
Share on other sites
e i soldi per tutti questi mezzi dove li ha trovati?

Sotto terra ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contando 880 Abrams M1A1 noi dovremmo schierare... 1200 Ariete?

 

Comunque i soldi li trovano perchè, oltre a tutte le condizioni da voi elencate, in quei paesi non c'è molta attenzione per la sanità, la previdenza sociale e la pubblica istruzione (e per un mare di altre cose garantite dal Welfare State). Se in Italia non avessimo la sanità pubblica allora potremmo comprare anche noi 800 Ariete, 8 AWACS, 200 Mangusta e 10 C17!

 

Quello che mi domando è quanti mezzi siano in efficienza operativa. Gli USA fanno salti mortali per mantenere operativi gli Abrams A1 ed A2 (l'Egitto ha gli A1), in particolare per quanto riguarda la TAG da 1500 hp e le sospensioni, soprattutto per i mezzi schierati in ambienti desertici, dove l'usura è molto più elevata (la sabbia si mangia "letteralmente" le sospensioni!). E tenere in efficienza 1700 M60 non dev'essere uno scherzetto da niente.

 

Ad ogni modo è una forza di terra impressionante.

 

Ma è proprio necessario armare così potentemente degli stati arabi? No lo dico perchè abbiamo fatto qualcosa di simile con l'Iraq e l'Iran e guarda com'è andata a finire... e anche l'Arabia Saudita ha forze aeree e terrestri (un po' meno navali) impressionanti, con Abrams, AH64, F15 e Tornado!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un Ariete non equivale ad un Abrams e mezzo, mi sa che il rapporto è più alto.

 

Comunque dato che li ha acquistati credo che abbia anche modo di tenerli in linea ( i carri sovietici appena non sono stati più cost-effective sono stati radiati).

 

Il punto è che vogliamo essere preponderanti nel Mediterraneo,cosa un pò difficile se seguite il ragionamento che sto per fare.

 

Attualmente non ce lo possiamo permettere.Le tre forze armate sono in rinnovo.

 

Fra diciamo 10 anni...avremo una forza navale con una dote antiaerea nella media, limitate capacità contro la superficie e scarse contro i bersagli navali...in pratica faremo la guerra ai sommergibili che non ci sono....

 

Non entro del merito delle forze anfibie perché sarebbe come giocare al lotto, ma anzi voglio vedere cos'hanno ora i paesi che affacciano sul mediterraneo:

 

Israele: nessuno sano di mente oserebbe sfidare israele, nonostante non abbia una marina sviluppatissima (e questo dimostra come la forza navale non sia da sola valida per proiettare potenza), ma ha abbastanza velivoli e motomissilistiche per colare a picco qualsiasi flotta al di fuori di quella americana e quella russa (e FORSE la cinese...).

I francesi hanno persino sostituito il comandante della missione in Libano perché si era permesso di dire che gli aerei israeliani che avrebbero violato lo spazio aereo libanese con le forze UNIFIL sul campo sarebbero stati abbattuti (cosa giusta tra l'altro, sia dal punto di vista etico che del diritto internazionale).

 

Egitto: con il controllo del canale di Suez decide quanto petrolio dobbiamo importare, in pratica escluderebbe le flotte cinesi e indiane (nonchè quelle americane del Pacifico) da un eventuale attacco al Cairo,ha un mucchio di F-16 coordinati da AEW e il terzo esercito del Medio oriente...e tante, tante motomissilistiche

 

Anche qui non si fa nulla

 

Ageria e Libia: paesi da cui importiamo materiali fossili (sopratutto l'Algeria che ci tiene per le p****), che stanno rinnovando le loro flotte sia aeree che navali con materiale russo di ultima generazione.

 

No...anche qui troppo pericoloso imporre qualcosa.

 

Turchia:

 

Ci supera come esercito, la marina è decente e ha ordinato anche lei l'F.35, oltre ad avere una forza aerea simile a quella dell'Egitto...no...lasciamo stare la Turchia...che forse ordina pure l'Eurofighter...

 

La Grecia...persino la grecia ha LCAC (di tipo ex-sovietico) e AEW, nonchè gli ultimi modelli di F-16, i Mirage 2000 e pensa all'Eurofighter...spezzeremo le reni alla Grecia?

Non credo proprio....

 

La Spagna sullo scacchiere vale quanto noi (e ne abbiamo parlato), la Francia ci schiaccerebbe davvero come moscerini....

 

Ma insomma, quando il CSMD parla di "ruolo chiave nel mediteranneo" ci prende per culo o cosa?

 

A me pare che qui stiamo chiacchierando senza concludere nulla....e non sarebbe la prima volta....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un Ariete non equivale ad un Abrams e mezzo, mi sa che il rapporto è più alto.

 

Comunque dato che li ha acquistati credo che abbia anche modo di tenerli in linea ( i carri sovietici appena non sono stati più cost-effective sono stati radiati).

 

Fra diciamo 10 anni...avremo una forza navale con una dote antiaerea nella media, limitate capacità contro la superficie e scarse contro i bersagli navali...in pratica faremo la guerra ai sommergibili che non ci sono....

 

Ma insomma, quando il CSMD parla di "ruolo chiave nel mediteranneo" ci prende per culo o cosa?

SUGLI ARIETE: volevo essere ottimista

 

SUGLI ABRAMS: comprare un veicolo/aeromobile/imbarcazione non significa mantenerlo o averlo comunque sempre in servizio. Chiedi a qualche pilota (di USAF, AM, RAF...) quanti aerei della linea di volo sono realmente operativi, chiedi quanto spesso si fa ricorso alla cannibalizzazione dei pezzi in tempo di pace, chiedigli quanti aerei di uno stormo sono davvero pronti ad andare in guerra H24 (circa 6-8 su una ventina, e sto parlando di reparti operativi, non di riserva!). per i tank vale più o meno la stessa solfa. Dei 200 MBT che abbiamo in linea solo 120-140 saranno ai reparti operativi (e di questi solo 60-80 pronti alla guerra H24), tutto il resto... scuole e riserva. L'operatività di ogni linea, in tempo di pace, è medio-bassa, anche per risparmiare sui bilanci della difesa. Poi ci sono forze come quelle NATO (vecchi membri) che per portare tutti i mezzi operativi alla Combat Readiness ci mettono 1 settimana e ci sono tutti gli altri... che impiegano molto più tempo.

 

SULLA MM: dissenso più totale. Aster30/EMPAR ci garantiranno un ottima copertura aerea (ad oggi la Francia ha un paio di Cassard e i vecchi Suffren, gli UK non hanno niente, visto che i Type 42 sono quello che sono. Tedeschi (3 F124) olandesi (4 LFC) e spagnoli (4 F100) ci superano è vero, ma non avranno in dotazione le versioni più evolute dello Standard (sono ancora in lutto per la cancellazione dell'SM2 BlockIII, che di fatto rende vana la loro scelta dei missili USA), e quelle che avranno in servizio saranno inferiori all'ASTER, che ha anche una capacità antimissile notevole ed una certa capacità IRBM. Per l'attacco di superficie noi avremo i 127/64 con Vulcano, e ci vogliono 3 torri 127/62 United Defense per compensare la cadenza di fuoco (ma non la gittata). Lo Scalp Navale sarà inoltre integrato sulle FREMM (comunque oggi solo USA e UK sparano missili Cruise Land Attack dalle navi/battelli sub). Per le capacità anti-nave ci sono i Teseo (top della gamma occidentale, chiedetelo alle Soft/hard kill dell'US Navy) ed i Marte tirati dagli NH90/EH101.... non saranno i giganteschi Shipwreck & Co. della Russia, ma non è che gli altri stati che hai citato avranno di meglio, anzi! Poi nessuno ha notato quel proliferare di richieste di SSK nuovi/usati in giro per il mondo? Ed in mediterraneo ci sono gia 4 Kilo... quindi non credo che i sottomarini siano così scarsi!

 

SULLO SCACCHIERE DEL MEDITERRANEO: L'Italia ha le ambizioni, le capacità, il dovere di essere il leader dei paesi del Mediterraneo (abbiamo notato poi la posizione della penisola in questo mare?). Gli stati africani non hanno tutta questa esperienza/capcità/ambizione di politica internazionale, ed hanno anche altre beghe a cui pensare, prime tra tutte quelle che provengono dagli stati "sotto" di loro. L'Italia è nella NATO, nell'UE, nell'ONU, nell'OCSE, e si impegna molto (forse anche troppo) in politica estera (4^ nel mondo dopo USA, UK e Francia). Gli stati africani no, (ed in Algeria, a 40 anni dalla rivoluzione, ancora non hanno trovato una vera identità!). La Francia ha ambizioni globali, il Mediterraneo è solo una seccatura, che se la sbrighi l'Italia a mantenere l'ordine in quella pozzanghera e a fermare i clandestini! Turchia e Grecia sono nostri alleati, e sono ben lieti di lasciarci la direzione dei giochi (hanno altri problemi loro, e non mi sto riferendo a Cipro). Lo stesso fanno anche Algeria, Egitto, Marocco, Tunisia, Mauritania, Israele e Spagna (guardati i recenti accordi di cooperazione nel Mediterraneo, tutti che ci incaricano della Leadership). Non contano solo gli 800 Abrams egiziani o i 50 Su27 algerini... conta anche tutto il resto. Noi questo resto ce l'abbiamo, altri potrebbero avercelo ma lo impiegano da altre parti... ed altri non ce l'hanno proprio!

Share this post


Link to post
Share on other sites

non è certo una novità ke i paesi arabi vantino delle forze armate numericamente enormi.

 

ma i numeri contano solo fino a quando sono supportati dall'addestramento.

 

l'iraq nel 1991 era il 4° esercito mondiale per numero ed è stato annientato in meno d un mese.

e nonostante la guerra è sempre stato il primo esportatore mondiale di pertolio ma per le p***e non ha mai tenututo nessuno.

 

poi se staimo vedere quanto paesi dell'africa mediterranea devono in termi di debito ai paesi del nord mediterraneo...tanto per dire noi siamo creditori di 170 miliardi nei confronti diell'egitto, 59 miliardi cn la ibia e di 89 miliardi cn l'algeria.

 

se un domani decidiamo di farci rinfondere il debito, gli pignoriamo anke le mutande dei carristi

 

la guerra la fai prima cn i soldi e poi cn i carri armati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non è certo una novità ke i paesi arabi vantino delle forze armate numericamente enormi.

 

ma i numeri contano solo fino a quando sono supportati dall'addestramento.

 

l'iraq nel 1991 era il 4° esercito mondiale per numero ed è stato annientato in meno d un mese.

e nonostante la guerra è sempre stato il primo esportatore mondiale di pertolio ma per le p***e non ha mai tenututo nessuno.

 

poi se staimo vedere quanto paesi dell'africa mediterranea devono in termi di debito ai paesi del nord mediterraneo...tanto per dire noi siamo creditori di 170 miliardi nei confronti diell'egitto, 59 miliardi cn la ibia e di 89 miliardi cn l'algeria.

 

se un domani decidiamo di farci rinfondere il debito, gli pignoriamo anke le mutande dei carristi

 

la guerra la fai prima cn i soldi e poi cn i carri armati.

 

scusate il doppio post...problemi di rete...

Edited by ItalianParatrooper

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, sì, dato che però il discorso della manutenzione vale per tutti gli eserciti del mondo, si può ragionevolmente riportare il numero di unità acquistate (tanto se le divido per un fattore k, lo faccio sia per i mezzi della nazione A che per i mezzi della nazione B, lasciando invariato il rapporto).

 

Sul discorso delle alleanze hai sicuramente detto una cosa giustissima e fatto un'analisi oggettiva e coerente, ma nulla toglie che un giorno, risolti gli affari interni, qualcuno esca con la testa fuori dal sacco guardando i nostri pochi SCALP e mettendo dei simpatici SA-6 sottocosta (l'EF-2000 per quanto rimanga un mio mito, non è stealth).

 

E dopo che si fa? :ph34r:

 

(del resto anche noi 20 anni fa la pensavamo come la Grecia,con adirittura le cariche governative che visitavano gli stabilimenti di auto ma non salutavano gli ufficiiali delle FFAA e guarda ora...).

 

E poi Turchia e Israele non mi sembrano tanto propensi (quasi quanto l'Algeria, che però ora deve quantomeno creare una forza credibile, quindi non ne sentiamo ancora parlare) a passarci la palla, se i patti hanno una peculiarità è proprio quella di essere aggirati ed infranti.

 

P.s.: Dato che siamo l'Italia e non la Lettonia...se iniziassimo a pensare (piano, piano) anche noi come la Francia?

Edited by Balthasar

Share this post


Link to post
Share on other sites
Beh, sì, dato che però il discorso della manutenzione vale per tutti gli eserciti del mondo, si può ragionevolmente riportare il numero di unità acquistate (tanto se le divido per un fattore k, lo faccio sia per i mezzi della nazione A che per i mezzi della nazione B, lasciando invariato il rapporto).

 

Sul discorso delle alleanze hai sicuramente detto una cosa giustissima e fatto un'analisi oggettiva e coerente, ma nulla toglie che un giorno, risolti gli affari interni, qualcuno esca con la testa fuori dal sacco guardando  i nostri pochi SCALP e mettendo dei simpatici SA-6  sottocosta (l'EF-2000 per quanto rimanga un mio mito, non è stealth).

 

E dopo che si fa? :ph34r:

 

(del resto anche noi 20 anni fa la pensavamo come la Grecia,con adirittura le cariche governative che visitavano gli stabilimenti di auto ma non salutavano gli ufficiiali delle FFAA e guarda ora...).

 

E poi Turchia e Israele non mi sembrano tanto propensi (quasi quanto l'Algeria, che però ora deve quantomeno creare una forza credibile, quindi non ne sentiamo ancora parlare) a passarci la palla, se i patti hanno una peculiarità è proprio quella di essere aggirati ed infranti.

 

P.s.: Dato che siamo l'Italia e non la Lettonia...se iniziassimo a pensare (piano, piano) anche noi come la Francia?

Il cosiddetto rapporto K non è costante, ma varia di linea in linea, di paese in paese (gli AH64 Apache israeliani operativi al 90%, quelli olandesi all'80% e quelli inglesi... al 60% eppure sempre Apache sono).

 

 

Le tue analisi mi sembrano un po' (scusa se te lo dico) paranoiche, e mi ricordano molto certi scritti di Tom Clancy :P . L'Algeria non ci pensa minimamente a minacciarci (anzi, visto che siamo il suo cliente No.1 e che gli serviamo per tutti i casini che ha coi terroristi!). La Turchia ed Israele (quest'ultimo poi che deve pensare a sopravvivere e che non pensa minimamente a proiettare potenza, figurati se vuole essere il Re del Mondo!) non hanno tutta questa voglia di scavalcarci (la Turchia ci lecca anche il cu****to per avere il nostro OK all'ingresso nell'UE!).

 

non ho capito bene il tuo (del resto anche noi 20 anni fa la pensavamo come la Grecia,con adirittura le cariche governative che visitavano gli stabilimenti di auto ma non salutavano gli ufficiiali delle FFAA e guarda ora...). cosa voglia dire ma non importa ai fini della mia analisi.

 

 

PENSARE COME LA FRANCIA? COSA DICI? ERESIA? E' FASCISTA ED IMPERIALISTA!!!! NOI SIAMO POLITICI PEV LA PACE NEL MONDO E NON DOBBIAMO PENSAVE MINIMAMENTE DI VICOVVEVE ALLA GUEVVA (oggi a Faustino gli si stavano schiantando le coronarie, visto che facce che faceva :rotfl: ?)

 

E poi dai, non vorrai mica pensare nella lingua dei ranocchi? :rotfl::rotfl::rotfl:

Edited by Marvin

Share this post


Link to post
Share on other sites

la francia prima di tutto deve imparare a vincere le guerre...

http://www.albinoblacksheep.com/text/france.html

http://www.albinoblacksheep.com/text/victories.html

 

cmq per quanto riguarda stamattina; FOLGORE!!!!!!!! urlato in faccia a Fausto, è stato un momento da orgasmo!!!

FOLGORE!!!!

 

cmq Israele non ha certo le forza navale necessaria a creare condizioni per accentrarsi una leadership.

per la Turkia, Marvin ha già dato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

- Italian Wars

- Lost. France becomes the first and only country to ever lose two wars when fighting Italians.

 

:rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

 

 

Grandi i parà! Ma erano gli incursori del 9°? Belli quelli del "Reggimento"! :P

Poi io non capisco la faccia tosta di Bertinotti quando disse tutte quelle belle parole ai Parà in Libano... ma se in Somalia diceva peste e corna e voleva anche chiudere la Brigata! :thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites
la francia prima di tutto deve imparare a vincere le guerre...

la francia?? hai visto i legionari stamattina?? un palmo sopra tutti!!!! :D:D:D:D

 

(la legiòn è un mio mito)

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma se in Somalia diceva peste e corna

in somalia i parà sono stati incredibili, hanno dato prova davvero di valore....peccato per quello schifo che uscì fuori in seguito...e di cui c'è da vergognarsi

Share this post


Link to post
Share on other sites

se t riferisci alle torture e agli abusi, erano state quasi tutte balle montate a pennello da ex uomini della brigata ke avevano avuto a ke ridire cn le autorità e ke erano stati esonerati dal servizio per grave negligenza, abusi di potere...insomma qua nel link c'è a fondo pagina un breve sunto della vicenda:

 

http://www.brigatafolgore.com/storia.htm

 

stamattina c'erano sia gli uomini del 9° sia il 185° RAO e quelli della 183^brigata "NEMBO" a sfilare.

 

FOLGORE!!!!!!!

...peccato ke sul forum non si possa riprodurre il grido... :D

Edited by ItalianParatrooper

Share this post


Link to post
Share on other sites
se t riferisci alle torture e agli abusi, erano state quasi tutte balle montate a pennello da ex uomini della brigata ke avevano avuto a ke ridire cn le autorità e ke erano stati esonerati dal servizio per grave negligenza, abusi di potere...insomma qua nel link c'è a fondo pagina un breve sunto della vicenda:

 

http://www.brigatafolgore.com/storia.htm

 

stamattina c'erano sia gli uomini del 9° sia il 185° RAO e quelli della 183^brigata "NEMBO" a sfilare.

 

FOLGORE!!!!!!!

...peccato ke sul forum non si possa riprodurre il grido... :D

Anch'io sapevo che erano bufale almeno nel 90% dei casi.

 

Si al pastificio i ragazzi della Folgore fecero cose incredibili e dire che erano quasi tutti di leva, non professionisti come quelli schierati dagli altri eserciti maggiori!

 

FOLGORE!

 

 

 

 

 

NOTA SULLA LEGIONE: NON SONO FRANCESI! :rotfl::rotfl::rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mai letto un libro di Tom Clancy.

 

Semplicemente mi è bastato vedere come ci ha trattato la Russia quest'inverno riguardo le forniture del gas (e l'Algeria è uno dei paesi dai quali l'Italia importa più metano),e quella che può sembrare paranoia magari è semplicemente precauzione...

 

La Turchia ci fa le feste, ma per quanto?

 

Credi davvero che una volta entrata nell'UE e acquistati gli Eurofighter, pensi ancora a noi come punto di riferimento?

 

Il mio discorso si rafforza se poi pensi che la TAI si potrà candidare,fra una ventina d'anni, come buona concorrente di Alenia (non dico di Finmeccanica perché sarebbe una crescita vertiginosa); pensA che anche la Turchia si protende nel Mediterraneo, e non ho mai sentito di uno stato con un apparato bellico notevole che se ne rimane tranquillo senza fare storie.

 

Israele poi se ne sta a casa sua ovvio, ma si permette liberamente di bombardare le forze dell'ONU (è capitato fra gli anni '80 e '90) e di fare il bello ed il cattivo tempo sul contigente UNIFIL.

 

Nonostante io sia un accanito sostenitore dell'esistenza del paese con la stella di David, penso che l'Italia, in quelle zone, non conta niente, così come non conterà nulla una volta che la Turchia sarà entrata nell'Ue e così come non contiamo nulla per L'Egitto e la Francia.

 

Vedo tante parole, tanti patti (su carta) ma poi poche concretezze, e,ripeto, i patti sono sempre stati infranti, anche recentenmente nella storia moderna.

 

A questo punto vorrei sentirmi dire dal CSMD "non contiamo niente, ce ne stiamo per fatti nostri", e non "diventeremo un nodo strategico per il Mediterraneo".

 

Oppure, se vogliamo iniziare ad avere un peso ( non lo abbiamo mai avuto in questi ultimi 50 anni),con benefiche ricadute sulla società tutta e sullo scacchiere internazionale, dobbiamo mostrare i muscoli.

 

Non mi permetto di dire che dobbiamo far scoppiare una guerra, quello lo lascio agli esaltati che non sanno il vero significato di quel termine.

 

Dico solo che la Spagna si è ripresa l'enclave marocchina con la forza, la Turchia lotta con la Grecia per Cipro, la Francia si è fatta sentire in mezzo mondo....

 

Lo fanno tutti tranne noi, che crediamo quattro documenti in mano un'assicurazione all'infinito verso i nostri interessi (e gli altri poi che fanno mi chiedo, generosamente si fanno da parte?).

 

Siamo in un periodo positivo, ma questo non significa che i paesi del mediterraneo ci rispettino o facciano i ruffiani perchè temono la nostra brigata anfibia... :blink:

 

 

Per me potremmo abolire tutti i conflitti armati di questo mondo, ma la deterrenza ci deve essere sempre, e quella dell'Italia è pari a zero.

 

Siamo amici di tutti, ma quando gli interessi non saranno più convergenti (la Turchia fa la gentile perché vuole l'UE,la Libia riceve materiali per law enforcement dall'Italia,l'Egitto deve vedere un pò come fare per la situazione mediorientale...)nessuno se ne fregherà dell'Italia bonacciona e scanzonata che sorride quando paga una fornitura di gas metano o incassa i soldi del progetto A.129.

 

Lì conterà solo un'Italia credibilmente armata, per dissuadere, e non per intervenire.

 

P.s.: parlavo della Grecia perché 20/30 anni fa, in Italia, parlare di missioni all'estero era tabù, i militari erano visti come fascisti e i politici pensavano a mettere in ordine la situazione politica interna.

 

Eppure ora siamo il terzo paese al mondo con più militari all'estero e volevamo anche un posto nel consiglio di sicurezza dell'ONU.

 

A buon intenditor poche parole ;)

 

 

(Riguardo l'efficienza manutentiva dell'Egitto non possiamo andare oltre basandoci su supposizioni, se trovi qualcosa fammi sapere).

Edited by Balthasar

Share this post


Link to post
Share on other sites
P.s.: parlavo della Grecia perché 20/30 anni fa, in Italia, parlare di missioni all'estero era tabù, i militari erano visti come fascisti e i politici pensavano a mettere in ordine la situazione politica interna.

Mi sembri veramente esagerato. Guarda che Turchia e Algeria (non accostiamola alla Russia) non sono ne un problema, ne un nemico ne una minaccia, e comunque allora i tuoi discorsi dovrebbero valere anzitutto per i paesi dell'UE e anche per la NATO (visto che i trattati sono fatti per essere infranti no? Chissà, magari domani la Romania ci dichiara guerra perchè qui in Italia ci stanno sul c****o gli zingari!)

 

 

Guarda un po' i rapporti tra noi e gli israeliani come sono adesso, e se consideri che è merito nostro se in Libano c'è una missione ONU un po' più seria delle varie pagliacciate che abbiamo visto fin'ora, penso che abbiamo una certa influenza anche laggiù.

 

 

Piccola precisazione su Cipro: la Turchia ha invaso uno stato sovrano, ed è scandaloso che l'UE permetta la presenza delle truppe di invasione turche sull'isola.

 

 

Quanto alla tua citazione mi permetto di ricordarti che invece l'Italia è dagli anni '50, da quando fa parte dell'ONU, che esegue missioni militari in mezzo mondo, dall'amministrazione fiduciaria della Somalia ai 13 Aviatori della 46^ massacrati a Kindu, alla partecipazione alla Guerra di Corea con reparti del Corpo della Sanità, per non parlare della missione militare (INTERVENTO UNILATERALE... poi rompono le p****e per l'Iraq) in Libano nel 1982.

Edited by Marvin

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda ke tra 20anni la Alenia non sarà quella di oggi.

se mi dici ke tra 20anni la TAI sarà cm l'alenia oggi ok, ma i tempi si evolvono anke x noi mica solo per gli altri.

 

la russia può permettersi di fare la voce grossa.

è la russia ed è economicamente messa moglio di noi al momento, mentre ribadisco ke se decidiamo di farci rinfondere i debiti dai paesi del nord-africa, abbiamo forniture di materie prime per il resto dei secoli a venire.

quando si parla di economia e commercio la potenza militare passa in ultimo piano.

 

la turkia non entrerà nell'UE ancora x molto tempo, e se continua la politica attuale di "passeggero di autobus" (riferito a una frase di Erdoghan), non ci entrerà mai.

e poi si protende nel mediterraneo orientale; l'Italia E' nodo strategico.

 

siamo in mezzo al mediterraneo, a metà tra il bosforo e gibilterra.

kiunque entra nel mediterraneo deve tener conto ke noi ci siamo, e geograficamente (prima ke militarmente) l'Italia è un nodo strategico.

la turkia non può essere strategicamente interessante nel mediterraneo per la sua posizione geografica.

se mai l'altro paese cn priorità strategico-geografica è la grecia.

e poi sempre tener conto della variabile economica; italia e francia sn le economie più avanzate nel mediterraneo e unike nazioni rappresentanti del G8.

 

se ti kiedi perché noi non facciamo la voce grossa in giro per il mondo, è semplice, non abbiamo questioni di natura politico-militare in ballo, non c'è una questione cipriota, falkland o ex coloniale da gestire.

 

...però se vuoi possiamo sempre riprenderci l'Istria, Fiume e la Dalmazia...

 

forse non temono la nostra brigata anfibia ma una marina cm quella ke ci apprestaimo a mettere in acqua cn forza aeronavale. e sui sitemi d'arma ke disporremo marvin ha già trattato in precedenza.

 

e poi fidati ke per l'egitto contiamo...aah se contiamo. 170 miliardi ci metti un bel po a contarli...

 

al mondo conta molto di più quanto è grande il tuo portafogli ke le tue brigate corazzate.

Edited by ItalianParatrooper

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non vedo il senso di tutti questi discorsi, se proprio qualcuno rompe siamo sempre nella NATO

Share this post


Link to post
Share on other sites

si ovvio ke siamo nella NATO però si sta facendo un discorso di leadership.

 

non risolviamo sempre tt cn "tanto c'è la NATO".

 

all'interno delle alleanze c'è ki ha un peso maggiore e ki minore e stiamo semplicemente discutendo su quanto l'italia abbia i requisiti per trovarsi in una posizione di rilievo piuttosto ke di zerbino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×