Jump to content
Sign in to follow this  
aperturasintetica

Inversori di spinta sul Tornado

Recommended Posts

ciao a tutti vorrei chiedere gentilmente a cosa servono i cosidetti inversori di spinta. ho visto un video sul tornado dove all atterraggio escono delle paratie che coprono gli scarichi dei motori. mi chiedevo !!ma quando escono queste paratie ,le ventole dei motori girano al contrario??? :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

no, i motori continuano a girare normalmente: sai i palettamenti fanno nell'ordine dei 100mila giri al minuto, quindi si fa fatica a fermarli ed a farli girare nell'altro verso in pochi secondi.. :D

 

Inoltre il propulsore è fatto per funzionare in un verso: l'aria entra dall'imbocco ed esce dall'ugello.. Al contrario non funziona! ;)

 

Gli inversori di spinta servono a rallentare più velocemente l'aereo quando atterra, deviando i gas di scarico avanti e quindi spingendo l'aereo indietro.

 

Gli effetti degli inversori si vedono bene anche dalle foto dei tornado: parte della deriva è spesso annerita dai gas di scarico caldissimi. ;)

 

In realtà per non abbrustolire troppo l'aereo,rovinando le belle verniciature degli aerei civili, spesso i gas di scarico vengono deviati di poco più di 90°.

 

In tal modo si aumenta di tantissimo la sagoma dell'aero, che quindi incontra più resistenza e si ferma il prima possibile:

 

in pratica gli inversori in questo caso creano un'enorme paracadute fatto di gas di scarico, che aiuta l'aereo a fermarsi prima.

 

Al giorno d'oggi sui caccia si preferisce usare un paracadute, che pesa molto meno degli inversori di spinta.

 

EDIT: per gli effetti deli inversori sul Tornado si può vedere come annerisce la parte inferiore della deriva:

 

4347gn3.th.jpg

Edited by Captor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sai però che rogna ripegare il paracadute ogni volta!!!!

Sarà una domanda stupida, ma gli aerei nelle ruote hanno i freni a disco??

poi negli aerei civili con cui sono andato via quando attivato l'invertitore di spinta il rumore cambia tantissimo, come mai???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si', negli aerei i freni sono dei freni a "disco": sono dei pacchetti di dischi in carbonio intervallati da dischi che ospitano le pastiglie. Quando vengono attivati un attuatore idraulico preme questi dischi con le pastiglie contro i dischi in magnesio (ovviamente una serie e' solidale alla ruota mentra l'altra al sostegno sul carrello ;) )

 

Penso che il rumore diverso sia dovuto effettivamente alla variazione del percorso dei gas di scarico...insomma prova a mettere una mano davanti al phon e ti accorgi che il rumore cambia :D

 

ciao

Ale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie ale, per curiosità, gli aerei ad elica tipo c 130 non hanno inversione di spinta vero?

Decisamente no.. :)

 

@grissom: vedo che hai già studiato impianti aeronautici(dischi, martinetti...) :okok:

La tua spiegazione era giustissima...

Il rumore cambia, diventa un sibilo, perchè diminuisce la sezione di uscita dei gas: ottimo esempio il phon.

 

Volevo solo aggiungere che i freni costano, percui qualcosa in atterraggio si usa: o aerofreni, o paracadute, oppure, se le specifiche sono molto stringenti, inversori (che però pesano...).

 

Molto spettacolare è invece la "frenata aerodinamica", come quella dello Shuttle; la fa anche il Typhoon alla fine del suo programma di esibizione. :)

Edited by Captor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottime le considerazioni sull'impianto frenante, complimenti. Non ne ho mai nemmeno intuito la complessità, mi fa molto piacere quella descrizione.

 

Sulla sezione dei gas di scarico che diminuisce ho qualche dubbio scusami Captor. Intendi dire che il flusso si divide in due? :huh:

 

In quanto all'impianto d'inversione di spinta, io ricordo che l'utilità di tale accorgimento, consisteva nel garantire un minor tempo di operazioni da eseguire tra una missione e l'altra per il personale a terra. Ad un costo in termini di peso, offre quindi una modesta riduzione di lavoro/uomo prima della prossima missione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ottime le considerazioni sull'impianto frenante, complimenti. Non ne ho mai nemmeno intuito la complessità, mi fa molto piacere quella descrizione.

 

Sulla sezione dei gas di scarico che diminuisce ho qualche dubbio scusami Captor. Intendi dire che il flusso si divide in due? :huh:

 

In quanto all'impianto d'inversione di spinta, io ricordo che l'utilità di tale accorgimento, consisteva nel garantire un minor tempo di operazioni da eseguire tra una missione e l'altra per il personale a terra. Ad un costo in termini di peso, offre quindi una modesta riduzione di lavoro/uomo prima della prossima missione.

Allora...

 

1)L'inversore di spinta serve a rallentare l'aereo in atterraggio. Si metteva perchè le specifiche richiedevano di poter decollare-atterrare da piste corte-bombardate.

 

In due parole funziona così: quando l'aereo è atterrato sulla pista e sta rullando velocemente, l'inversore di spinta indirizza la spinta verso il muso dell'aereo per rallentarlo.

 

Quindi se io per assurdo sono fermo e do motore con gli inversori aperti, vado indietro e non avanti. :)

 

Poi avevo anche detto che spesso(ambito civile), per non sbruciacchiare troppo l'aereo, la spinta viene deviata lateralmente, invece che verso avanti. Il principio di funzionamento in questo caso cambia, ma ho comunque buoni risulati nel rallentare l'aereo.

 

2)Per quanto riguarda il "minor tempo di operazioni da eseguire tra una missione e l'altra per il personale a terra":

in ingegneria si usa dire che quello che non c'è non si può rompere, quindi non direi che gli inversori siano solo una complicazione in più, anche per la manutenzione.

 

E' vero che fanno risparmiare i freni, ma questo è un discorso che non funziona più di tanto in ambito militare, perchè:

 

a)Capisco in ambito civile, dove le masse da frenare sono molto maggiori e nel contempo gli inversori incidono molto meno sul peso complessivo dell'aereo.

Ma in ambito militare l'aereo è limato ai minimi termini, e l'inversore c'è solo se strettamente necessario.

 

b)un effetto paragonabile si può ottenere attraverso l'uso del paracadute, degli aerofreni e della frenata aerodinamica, la quale oltretutto è molto spettacolare.

Ovviamente queste tre possibilità non andrebbero bene per un B-737... :rotfl:

 

3) Per quanto riguarda il fischio: guarda l'inversore in fondo a sinistra in questa foto (si vede quello che sarebbe il "dietro" dell'aereo, cioè l'ugello con attaccato l'inversore giallo):

 

MOREGGIA_Assieme3.jpg

 

I gas di scarico uscirebbero, senza inversore, dal motore verso la posizione del fotografo: invece l'inversore li fa uscire verso il fotografo solo da quella fessura orizzontale, mentre la gran parte li devia verso avanti, un po' sopra il motore e un po' sotto.

 

La deviazione dei gas si vede bene anche dall'ugello più inversore presente in fondo a destra: in questo caso però l'ugello è in verticale, ed il motore (se ci fosse) sarebbe conficcato in verticale dentro il pavimento.

 

Capito ora perchè fischia? Fischia perchè passa da quella fessura. :)

Daltronde se vuoi similare in piccolo il rumore di un motore basta alitare, o comunque formare con le labbra una "o".

Se invece lasci uscire l'aria dalla bocca attraverso una piccola fessura, ovviamente fischierai.. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1)L'inversore di spinta serve a rallentare l'aereo in atterraggio. Si metteva perchè le specifiche richiedevano di poter decollare-atterrare da piste corte-bombardate.

..  ;)

:wip41: Hai :wip41: assolutamente :wip41: ragione :wip41:

 

l'avevo completamente dimenticato.

 

Ho afferrato la ragione del fischio, in effetti non ci avevo fatto caso alla fessura lasciata nel mezzo, pensavo chiudessero ermeticamente pensa un po. -_-

 

Ok, grazie mille!

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'aereo, dopo aver toccato la pista, rimane in un assetto cabrato per il quale la resistenza indotta è molto elevata, ed è quindi una forza aerodinamica (la resistenza) a rallentare l'aereo.

 

Della resistenza indotta, se vuoi, ne avevamo parlato qui:

 

Aerei civili cinesi

 

Quando la velocità è scesa l'aereo abbassa il muso, toccando la pista anche col carrello anteriore, apre il paracadute e poi inizia a frenare.

 

In questo modo i freni vengono preservati, perchè utilizzati solo per completare la frenatura, quando l'aereo ha una velocità molto minore.

 

Manovra facile da fare con un Typhoon, molto meno con un 747... :rotfl:

 

Tuttavia esiste un "aereo" (aerospazioplano) molto grande che la effettua abitualmente: lo Space Shuttle. In questo caso viene addirittura fatto un conto alla rovescia quando la frenata aerodinamica finisce ed il carrello anteriore sta per toccare la pista. :)

Edited by Captor

Share this post


Link to post
Share on other sites

In questo video, My Webpage, si vede bene come il Viggen fa la "retro" dopo aver frenato usando l'inversore di spinta.

 

Anche l'AMX al termine dell'esibizione usa la frenata aerodinamica se notate.

Edited by ThunderFighter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Troppo forte il Viggen che la retro...

 

Probabilmente il pilota vuole prendere la patente B... :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Captor: eh si', sono al terzo anno. Impianti va al secondo qua da noi

 

@StileAppiani + Captor: dunque non so se sul C130 e' applicato pero' per gli aerei a elica di una certa complessita' su cui e' installata un'elica a passo variabile e' possibile che venga sfruttata questa caratteristica per creare un effetto di inversione di spinta. Non so assolutamente pero' su che aerei e' installata attualmente.

 

Per quanto riguarda i freni e il loro utilizzo...aggiungiamo che negli aereoplani piccoli e soprattutto con triciclo anteriore vanno usati con attenzione altrimenti provocano l'effetto di un'inchiodata con la ruota davanti della moto. Non e' per niente piacevole.

 

Stupendo il video del Viggen :D :D :D

 

ciao a tutti

Ale

Edited by grissom

Share this post


Link to post
Share on other sites

non c'èntra niente con la discussione però visto ke si parla di paracadute per frenare un aereo volevo chiedervi se l'f-16 utilizza un paracadute per fermarsi all'atterraggio e se è vero ke l'f-16 atterra sempre con gli aereofreni aperti

 

 

ringrazio anticipatamente della risposta

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'inversore di spinta funziona molto semplicemente...

Serve proprio per evitare che i giri del motore vengano invertiti....

Se girasse al contrario, cosa impossibile, l'aria comincerebbe ad entrare dagli ugelli, e ad uscire dalle prese d'aria...

E' usato comunemente dagli aerei di linea, ben diminuire l'uso sui freni, cosi l'aria che esce dagli ugelli, rimbalzando sulle paratie degli inversori, che sono fissati all'aereo, crea un effetto VELA, che fa repentinamente frenare l'aereo...

 

 

Ciao a tutti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
non c'èntra niente con la discussione però visto ke si parla di paracadute per frenare un aereo volevo chiedervi se l'f-16 utilizza un paracadute per fermarsi all'atterraggio e se è vero ke l'f-16 atterra sempre con gli aereofreni aperti

 

 

ringrazio anticipatamente della risposta

L'F-16 non utilizza il paracadute, bensì come hai detto bene gli aerofreni, che sono posizionati alla radice dei piani di coda orizzontali e vengono aperti quando il velivolo tocca la pista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
non c'èntra niente con la discussione però visto ke si parla di paracadute per frenare un aereo volevo chiedervi se l'f-16 utilizza un paracadute per fermarsi all'atterraggio e se è vero ke l'f-16 atterra sempre con gli aereofreni aperti

 

 

ringrazio anticipatamente della risposta

L'F-16 non utilizza il paracadute, bensì come hai detto bene gli aerofreni, che sono posizionati alla radice dei piani di coda orizzontali e vengono aperti quando il velivolo tocca la pista.

ok grazie captor solo per togliermi un dubbio su una pos ke ho sul sim grazie ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

in questo caso aerofreni funzionano come gli inversori di spinta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

penso di no perché l'f-16 ha un solo motore e i due aereofreni stanno ai lati opposti del motore quindi penso ke agiscono solo come "Freno aereodinamico"

Share this post


Link to post
Share on other sites

si vero...

beh.. ma penso anche gli inversori di spinta si possano avere anche con una singola turbina no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si certo funzionano proprio così...

 

In pratica peggiorano l'aerodinamica dell'aereo.. :)

Nel senso che ad aerofreni chiusi l'aereo fila via liscio liscio con pochissima resistenza, invece con quelli aperti si lascia dietro un scia turbolenta che quindi lo frena.

 

E' come se un motociclista (oppure un ciclista in discesa) che quando è in rettilineo e vuole andare forte sta tutto giù, mentre quando si avvicina ad una curva vuole frenare si tira sù col busto, aumentando la sua scia e quindi la sua resistenza. ;)

 

ok?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...