Jump to content

rischio di collisione


ice-man
 Share

Recommended Posts

questo è un articolo preso da "la repubblica".

 

MILANO - La tempestiva decisione degli uomini radar della torre dell'aeroporto di Linate di bloccare il decollo di un MD 82 di Meridiana, diretto a Roma, ha consentito a un 737 di AirOne, con problemi ai carrelli, di poter eseguire una riattaccata in sicurezza.

Entrambi i velivoli hanno quindi completato le manovre senza pericolo dopo quello che, in gergo tecnico, è definito "conflitto di traffico", in pratica una diminuzione delle distanze di sicurezza con più velivoli sulla stessa traiettoria.

 

Erano da poco passate le 15 quando sulla pista 35R di Linate un MD 82 della Meridiana, diretto a Roma Fiumicino, aveva chiesto e ottenuto dalla torre di controllo il permesso di decollare e aveva avviato la sua rincorsa. Negli stessi istanti un Boeing 737 della AirOne aveva iniziato la manovra di atterraggio. Secondo quanto si è appreso, il comandante del volo AirOne, che si trovava all'ingresso del cono di avvicinamento strumentale alla pista, ha denunciato un problema ai carrelli e ha chiesto alla torre il permesso di riattaccare e di passare sopra la pista senza fermarsi per consentire di verificare a vista la situazione di uscita regolare dei carrelli.

 

In questi istanti i due aerei avrebbero percorso la stessa traiettoria, l'uno in decollo, l'altro in un inconsueto passaggio a bassa quota prima di virare per tornare in circuito. Una situazione a rischio. Per questo i controllori di volo hanno quindi ordinato al volo Meridiana di abortire il decollo. L'aereo ha frenato ed è rientrato dalla pista all'area di rullaggio tornando ad allinearsi sulla testa della 35R. Il 737 della Air One invece ha riattaccato passando sulla verticale della pista e ha virato tornando in circuito. Il Boeing è quindi atterrato regolarmente con qualche minuto di ritardo così come, con solo qualche minuto di ritardo, è decollato il volo Meridiana.

 

 

(14 ottobre 2004)

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo quando negli aeroporti c'è un elevato volume di traffico (parliamo di un decollo e/o atterraggio ogni pochi secondi) un'improvvisa emergenza può provocare di questi rischi.

 

Si pensi se il pilota del 737 non avesse avuto il tempo di avvertire la torre, e avesse dovuto riattaccare immediatamente.

 

E' chiaro che la separazione temporale, verticale e orizzontale tra gli aerei tiene conto di queste eventualità e lascia sufficienti margini di sicurezza, ma se a questa situazione di emergenza si aggiunge un errore o una disattenzione, sono guai.

Link to comment
Share on other sites

ma li sono persone molto addestrate.....anche in aeroporto sono addetrate ma comunque si utilizzano velivoli diversi....basti pensare che in un aeroporto ci vuole una pista lunga...non so...credo 300-400 metri mentre su una portaerei si decolla in pochi metri... B)

Link to comment
Share on other sites

Le piste di un grande aereoporto civile possono essere lunghe anche tremila metri e più.

 

Le piste di Malpensa, ad esempio, sono lunghe una 3500 e l'altra 3900 metri.

 

Non c'è confronto con una portaerei: è relativamente molto semplice gestire il traffico di volo di una portaerei, dato che tutti gli aerei utilizzano la stessa "pista" e non c'è un problema di separazione del traffico nè di circuiti di attesa, visto che gli aerei in volo sono comunque al massimo poche decine.

 

Un grosso aeroporto è un casino: in volo possono esserci centinaia di aerei, di ogni tipo e dimensione e provenienza, e altrettanti a terra, chi in atterraggio, chi in decollo, chi in attesa, chi in movimento attraverso i raccordi...

Link to comment
Share on other sites

ma li sono persone molto addestrate.....anche in aeroporto sono addetrate ma comunque si utilizzano velivoli diversi....basti pensare che in un aeroporto ci vuole una pista lunga...non so...credo 300-400 metri mentre su una portaerei si decolla in pochi metri... B)

la pista di Istrana è 3 km

Link to comment
Share on other sites

così tanto??? volete dire che quando sono andato in aereo ho fatto 3000 metri in pochi secondi???strano non mi sempbrava di andare veloce.... :blink:

Non tutti gli aerei si prendono lo stesso spazio di decollo, dipende anche dal peso in quel frangente. Magari avrai fatto solo 1500m. Su che aereo eri passeggero? Ti ricordi anche la compagnia? -_-

 

Cosa ha mangiato a bordo?-Hai avuto dialoghi con gli altri passeggeri? Come ti chiami? Confessa!

:D

Link to comment
Share on other sites

Generalmente sugli aerei militari lo spazio di decollo è maggiore rispetto a quello di atterraggio (anche il doppio) mentre per i grossi aerei civili è il contrario.

CORREZIONE: volevo dire esattamente il contrario!

Ossia:

Generalmente sugli aerei militari lo spazio di ATTERRAGGIO è maggiore rispetto a quello di DECOLLO (anche il doppio) mentre per i grossi aerei civili è il contrario.

 

 

 

Comunque le piste sono molto più lunghe dello stretto necessario per atterrare e decollare, tenuto conto che nessun aereo tocca all'inizio della pista e che la pista deve permettere comunque la gestione di eventuali inconvenienti (come un decollo abortito o un atterraggio lungo) senza ritrovarsi su un prato o peggio contro un palazzo.

 

In ogni caso, un B-777-300 a peso massimo richiede 3100 metri per il decollo e 1900 metri per l'atterraggio.

Edited by Gianni065
Link to comment
Share on other sites

però penso che sia indubbiamnete più pericolosa la portaerei

sparo delle cifre caso: quasi 100 persone su poche centinaia di metri quadrati con delle bestie che decollano a non so quale velocità! su national geography c'era un documnetario che diceva che era il posto più pericoloso del mondo, come l'avranno calcolato non lo so

 

se qualcuno si è chiesto perchè fo così tanti errori è perchè sto imparndo a scrivere senza guardare :rotfl:

Link to comment
Share on other sites

avete mai provato ad immedesimarvi in un operatore di controllo dell'aereoporto di Los Angeles???? in alcuni momenti le vite di milioni di persone sono legate agli uomini della torre di controllo che freddamente gestiscono il traffico aereo. le portaerei è un altro paio di maniche.

Link to comment
Share on other sites

se i civili devono avere più in atteraggio che in decollo perche i dati sono invertiti? o hai scritto male all'inizio??

Ho corretto la frase.

 

Avevo scritto esattamente il contrario di quello che intendevo dire!!!

 

 

Quanto alle portaerei, effettivamente il ponte di una portaerei è pericolosissimo, ovviamente per chi ci lavora.

 

Sugli aeroporti nessuno si sogna di lavorare in mezzo alla pista, mentre sulle portaerei è la condizione di lavoro normale!

 

Gli aerei civili (parliamo di grossi aerei civili) hanno uno spazio di decollo maggiore a quello di atterraggio semplicemente perchè il peso è molto maggiore di un caccia e il rapporto tra la potenza dei motori ed il peso è molto inferiore.

 

All'atterraggio, invece, le dimensioni maggiori e la grande superficie alare consentono velocità mediamente più basse e spazi di arresto inferiori (tenuto anche conto che l'aereo è notevolmente alleggerito dal consumo del carburante).

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...