Jump to content
Rommel

Nuova pistola per l'U.S. Army

Recommended Posts

La sig Sauer P320 vince l'appalto indetto dall'U.S.Army per la sostituzione della Beretta M9, con il programma Mhs, con un contratto di fornitura di 10 anni per 580000000 dollari circa.

 

http://www.analisidifesa.it/2017/01/sig-sauer-vince-la-gara-per-la-nuova-pistola-dellus-armya-per-la-nuova-pistola-dellus-army/

https://www.armimagazine.it/esercito-usa-sara-la-sig-sauer-p320-la-nuova-pistola-ordinanza/

Edited by Rommel

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le pistole automatiche più si ammodernano e più imbruttiscono. Questa è, secondo me (questione di gusti) tra le più brutte in assoluto. Poi farà senz'altro il suo dovere, ovviamente, sennò non l'avrebbero adottata..

Tuttavia una variante leggermente modificata della vecchia e gloriosa M-1911, come la 'Government Series 80' (attualmente ancora molto ricercate sul mercato civile) potrebbe non sfigurare ancora oggi per il servizio che deve fare col soldato USA.

 

Una semi-auto in dotazione ad un militare, non è detto che debba necessariamente fornire al proprietario una continua raffica di 14-16 colpi, pena guai gravissimi se dopo 7-8 cartucce c'è da sostituire un caricatore; trovo (molto) largamente implausibile scontri a fuoco dove a corta distanza e in autodifesa, in guerra, un'arma da fianco debba fare ciò che si vede in sparatorie forsennate tipo certi film d'azione, per esempio tra gangs rivali o roba simile.

Quanto ai test da superare - ciò che nel 1909-1910 hanno dovuto digerirsi quegli esemplari della Colt presi in esame prima di essere accettati, farebbero preoccupare ancora oggi le avversarie: orrende, fatte in polimeri, con capacità di fuoco degne di un mitra, ma non necessariamente migliori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La sig Sauer P320 vince l'appalto indetto dall'U.S.Army per la sostituzione della Beretta M9, con il programma Mhs, con un contratto di fornitura di 10 anni per 580000000 dollari circa.

 

http://www.analisidifesa.it/2017/01/sig-sauer-vince-la-gara-per-la-nuova-pistola-dellus-armya-per-la-nuova-pistola-dellus-army/

https://www.armimagazine.it/esercito-usa-sara-la-sig-sauer-p320-la-nuova-pistola-ordinanza/

 

La SIG Sauer si è presa dunque la rivincita sulla Beretta in quanto, nel 1985, la sua P226 (peraltro ottima arma) perse la gara poichè il suo prezzo era superiore di un pugno di centesimi di Dollaro rispetto alla pistola offerta dall'azienda italiana ...

 

Un rapporto del GAO risalente all'epoca ... http://archive.gao.gov/d4t4/130439.pdf ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giuro mi sarei aspettato come vincitrice la HK, dato il largo uso che ne fanno le forze speciali. Peccato per la Beretta che si era ripresentata con la M9A3.. ma era chiara l'intenzione americana di liberarsi dell'italiana

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giuro mi sarei aspettato come vincitrice la HK, dato il largo uso che ne fanno le forze speciali.

Peccato per la Beretta che si era ripresentata con la M9A3 .. ma era chiara l'intenzione americana di liberarsi dell'italiana

 

Che la Beretta, al momento della sua adozione, sia stata mal digerita in taluni ambienti USA ormai è un fatto storico.

Ma di anni ne sono passati parecchi.

Allo stato attuale ... non saprei.

C'è però da considerare che l'arma attualmente adottata ha comunque, come la Beretta, ascendenze europee ... cosa che mal si concilia con la cosiddetta 'NIH Syndrome' tanto cara agli statunitensi ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo sentito che molti reparti cominciavano ad adottare la Taurus PT92 piuttosto che usare la M9. Comunque sono curioso di leggere i pareri dei soldati americani a tal proposito, e di sapere se anche tutte le altre forze armate americane si allineeranno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo sentito che molti reparti cominciavano ad adottare la Taurus PT92 piuttosto che usare la M9.

Comunque sono curioso di leggere i pareri dei soldati americani a tal proposito, e di sapere se anche tutte le altre forze armate americane si allineeranno

 

Noto che stai facendo affermazioni senza adeguatamente documentarle ... potresti essere più specifico in merito?

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Noto che stai facendo affermazioni senza adeguatamente documentarle ... potresti essere più specifico in merito?

Grazie.

Avevo sentito infatti (da chi ha lavorato in Beretta), nessuna cosa certa solo voci riportate.

Edited by Rommel

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se la cosa interessa a qualcuno ...

... segnalo che sul numero di Marzo del mensile ARMI e TIRO appare un articolo di sei pagine, a firma Claudio Bigatti, dal titolo "L'erede c'è" dedicato alla vittoria della Sig Sauer P320 nella competizione MHS ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi ma è solo una mia impressione o beretta nell'ultimo decennio é rimasta un po' al palo?

Che poi perché gli americani sono scontenti della 92?

Non mi pare che gli altri utilozzatori siano scontenti.

È un peccato per la nostra industria, fornire all'esercito usa é sarebbe stata una pubblicità enorme

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi ma è solo una mia impressione o beretta nell'ultimo decennio é rimasta un po' al palo?

Che poi perché gli americani sono scontenti della 92?

Non mi pare che gli altri utilozzatori siano scontenti.

È un peccato per la nostra industria, fornire all'esercito usa é sarebbe stata una pubblicità enorme

 

Se c'è qualcuno che, in fatto di hanguns, è rimasto al palo ... quelli sono proprio gli Americani.

E se progresso, nel settore delle pistole automatiche, c'è stato ... non è stato certamente merito loro ... bensì degli Europei.

Provate un pò a citarmi una pistola automatica americana che, dopo la tanto amata '1911' in calibro .45 (per la quale hanno una vera e propria 'fissa'), sia riuscita a raggiungere livelli mondiali in fatto di vendite o notorietà.

Basta guardare qualche serie di telefilm 'made in USA' ... ove è possibile notare poliziotti o membri di agenzie governative armati, nella stragrande maggioranza dei casi, di pistole Glock, Sig Sauer, Heckler & Koch o Beretta.

 

2cndvf7.jpg

 

E ... quando le loro forze armate hanno deciso di adottare un'arma in calibro 9 mm ... hanno preso la cosa come un'onta.

La sorte ha voluto fosse toccato alla Beretta ... ma sarebbe stata la stessa cosa se fosse risultata vincitrice la Sig Sauer P226 che si era classificata a pari merito.

E non è un caso se, con l'irresistibile avvento delle wonder nines, si sono addirittura inventati una munizione in calibro .40 ... perchè, per loro, il 9 mm era, anzi è, roba da signorine ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono del tutto d'accordo, dipende da come si inquadra la cosa.

 

La vendita di un determinato prodotto a livelli larghissimi vorrà dire non poco sulla bontà del suddetto, ma non dice tutto. Troppi fattori - alcuni dei quali piuttosto discutibili - entrano in ballo quando si parla di armi (in questo caso individuali, e corte) adottate da militari e/o paramilitari, oppure decretate al successo da parte del pubblico civile generico.

Il fatto che le semi-auto europee abbiano visto il successo in misura maggiore che non le parigrado USA, secondo me non tocca il discorso del progresso in questo settore; il progresso c'è stato anche per merito degli armaioli americani. Colt, S.&W, Springfield, Browning e parecchie altre sono l'apice della semi-auto, pure se non fatte di polimeri in misura esasperata o senza la capacità di fuoco di un quasi-mitra.

 

Questo per le automatiche. Con un pensiero velocissimo ai revolvers, già arrivati al 1889-91 tutto ciò che c'era da inventare e migliorare era già stato realizzato negli USA. Il rimanente (quasi tutto di poco conto, e comunque non rilevante) sono stati rifiniture e miglioramenti 'cosmetici' e poco di più.

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono del tutto d'accordo, dipende da come si inquadra la cosa.

 

La vendita di un determinato prodotto a livelli larghissimi vorrà dire non poco sulla bontà del suddetto, ma non dice tutto.

Troppi fattori - alcuni dei quali piuttosto discutibili - entrano in ballo quando si parla di armi (in questo caso individuali, e corte) adottate da militari e/o paramilitari, oppure decretate al successo da parte del pubblico civile generico.

Il fatto che le semi-auto europee abbiano visto il successo in misura maggiore che non le parigrado USA, secondo me non tocca il discorso del progresso in questo settore; il progresso c'è stato anche per merito degli armaioli americani.

Colt, S.&W, Springfield, Browning e parecchie altre sono l'apice della semi-auto, pure se non fatte di polimeri in misura esasperata o senza la capacità di fuoco di un quasi-mitra.

 

Questo per le automatiche.

Con un pensiero velocissimo ai revolvers, già arrivati al 1889-91 tutto ciò che c'era da inventare e migliorare era già stato realizzato negli USA. Il rimanente (quasi tutto di poco conto, e comunque non rilevante) sono stati rifiniture e miglioramenti 'cosmetici' e poco di più.

 

Erano all'apice ... poi sono arrivate le europee ...

Cosa ha mai realizzato Colt, in fatto di automatiche, negli ultimi decenni ?

La Delta Elite ?

La Double Eagle ?

Non le chiamerai mica successi o innovazioni ?

E Smith & Wesson ?

Dopo le serie 39 e 59 degli anni Settanta ... niente di eccezionale ... salvo qualcosa realizzato in collaborazione con Walther ...

La Springfield produce armi di origine Croata e Browning, dopo gli allori della HP, sta vivacchiando ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bè personalmente le chiamo 'signore pistole', non necessariamente innovazioni (nè, forse, dovevano esserlo).

 

Cosa è un 'successo'? Non penso sia direttamente opposto di una cosa che fa pena, quest'ultima non verrebbe neppure messa in commercio.

Ogni automatica USA è stata in stretto senso un successo e ha portato le sue innovazioni; semmai le europee si rincorrono soltanto più, dopo aver probabilmente apportato qualche innovazione - ognuna delle numerose case europee non mette fuori un nuovo modello ogni due anni, e se succede quel modello non porta nuovamente innovazioni... vorrebbe dire una valanga di novità in un ristretto spazio di tempo, oltre a dar fondo a tutto il repertorio di innovazioni umanamente possibile.

 

Vi sono ritocchi alla capacità del caricatore e qualche virtuosismo alla conformazione dell'impugnatura, dopodichè rimangono oggetti basilarmente uguali, in pratica, all'immediato predecessore.

Se le semiauto USA facessero lo stesso diremmo che tentano di re-inventarsi, o roba simile. Comunque è un mio pensiero basato su ciò che posso constatare, e anche su frequenti conversazioni con persone direttamente coinvolte nell'ambiente.

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti direi che se c'è stata evoluzione ( negli ultimi 30 anni ) del settore delle pistole questa ha avuto luogo in europa.

Qualcosa di veramente differente è saltato fuori con la Glock che ha rivoluzionato il mercato sia come materiali che come tecnoligia ( vedi percussore safeaction ...semidoppia azione ).

Da quella pietra miliare tutti si sono lanciati ad usare polimeri e scatti ispirati a quel modello... anche troppo ispirati...tanto che la S&W ha dovuto pagare in tribunale i danni alla Glock per il suo modello Sigma. Che poi non siano belle sono d'accordo, sono armi militari o di polizia che devono essere semplici, efficaci, sicure ed economiche.

Poi in tutta europa sono sorte aziende che producono ottime armi di nuova concezione tipo HS, Grand Power, BB tech 6,l'italiana Arsenal Arms, la Beretta con Storm e la nuovissima APX.

Negli USA hanno fatto i fusti bifilari in polimero per il tiro dinamico, la Springfield commercializza la serba HS.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti direi che se c'è stata evoluzione ( negli ultimi 30 anni ) del settore delle pistole questa ha avuto luogo in europa.

 

E non solo ...

 

Basta guardare, oltre alle pistole, le altre acquisizioni di armi leggere europee da parte delle forze armate degli Stati Uniti ...

 

... http://www.gunsandammo.com/military-law-enforcement/military-peculiars-the-benelli-m1014/ ...

 

... http://www.pendleton.marines.mil/News/News-Article-Display/Article/566146/evolution-of-shotguns-in-the-marine-corps/ ...

 

Come dire che siamo riusciti a vendere uno shotgun automatico nella patria dei fucili a pompa ... :whistling:

 

Inoltre ... la FN non è da meno ...

 

... http://www.thefirearmblog.com/blog/2015/01/08/fn-america-wins-contract-build-m240-machine-guns-us-army/ ...

 

... http://www.military-today.com/firearms/m249.htm ...

 

Ma non erano gli Americani che producevano le migliori armi del mondo ?

 

Stanno continuando a baloccarsi con lo M-16 e i suoi infiniti discendenti-cloni e non sono tuttora riusciti, nonostante un infinito spreco di dollari, a dargli un degno successore ...

Molto probabile che ... quando se ne presenterà la necessità inderogabile ... verranno, dopo una quantità di contorcimenti, ad acquistarlo in Europa ...

 

:wip41:

Share this post


Link to post
Share on other sites

considerando che la piattaforma Stoner è lo standard per le SF occidentali e che viene copiata anche in Europa, è abbastanza comprensibile che vi siano problemi per sostituirla.
comunque, per parcondicio, la prossima volta, anzicchè comprare quegli obbrobbri degli ARX, potremmo comprare straniero... che dici?

Share this post


Link to post
Share on other sites

..ma sì,

per quel che può valere il mio 'two cents' non cambierei una Government Series 70 in .45 ACP con un qualsiasi mostriciattolo in polimeri. Tengo a precisare Series 70 (ma anche le primissime della Series 80, perchè no, ma non più oltre), visto che anche la Colt in tempi recenti ha perso un pò di quel qualcosa che ne faceva uno standard di riferimento come qualità di finiture impeccabili.

Ho avuto modo di esaminare esemplari recenti e relativamente recenti, e devo ammettere che (da quel punto di vista) quasi non c'è più differenza tra questi ultimi e una qualsiasi Model1911 clonata dalla Norinco cinese.

 

btw Il contrario, per esempio, di cosa è successo con la S&W nel campo delle rivoltelle. La mitica Model 29 in .44 Magnum appartenente alla sottoserie 'Classic' 29-10 (uscita nell'anno 2006 per commemorare il cinquantenario della Model 29, appunto) è veramente un qualcosa di strepitoso come finiture e perfezione meccanica - persin migliore della 29-3 dei primi anni '60, la quale oggi costerebbe (usata, s'intende) un patrimonio per il solo fatto "romantico" di aver visto l'azione in mano ad Harry la Carogna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

considerando che la piattaforma Stoner è lo standard per le SF occidentali e che viene copiata anche in Europa, è abbastanza comprensibile che vi siano problemi per sostituirla.

comunque, per parcondicio, la prossima volta, anzicchè comprare quegli obbrobbri degli ARX, potremmo comprare straniero ... che dici?

 

Dico che ... premettendo che non ho mai visto dal vero nè, tantomeno, ho avuto modo sino ad ora di avere in mano un ARX ... potrei chiederti per quale motivo lo definisci un 'obbrobrio' ?

Grazie ... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Dico che ... premettendo che non ho mai visto dal vero nè, tantomeno, ho avuto modo sino ad ora di avere in mano un ARX ... potrei chiederti per quale motivo lo definisci un 'obbrobrio' ?

Grazie ... :)

obbrobrio perchè è un arma brutta, davvero brutta e non evadere la mia domanda facendone un altra, rispondi :)

 

 

 

Ma l'ARX è un clone dello SCAR o sono soltanto molto simili esteticamente?

non è un clone.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

considerando che la piattaforma Stoner è lo standard per le SF occidentali e che viene copiata anche in Europa, è abbastanza comprensibile che vi siano problemi per sostituirla.

comunque, per parcondicio, la prossima volta, anzicchè comprare quegli obbrobbri degli ARX, potremmo comprare straniero ... che dici?

 

Dal momento che abbiamo un'arma di produzione nazionale non vedo proprio il motivo di comprarne una straniera.

Se poi per determinati reparti vi è la necessità di standardizzare con analoghi reparti di forze straniere in operazioni oltre mare ... la cosa potrebbe anche andare ... ma, per l'equipaggiamento generale della truppa penso proprio di no.

Lo ARX è poi tanto brutto?

Può anche darsi ... ma non credo sia l'estetica a produrre efficienza ... ma su quest'ultimo aspetto non sono di certo in grado di esprimere pareri.

Comunque ... quando, nel secolo scorso, i primi AR-15 (brutti, neri, fatti di plastica e alluminio) furono visti dai generaloni tradizionalisti dell'US ARMY ... a qualcuno di loro vennero le coliche biliari.

Gli Americani, come ben sai, sono maestri nello scialacquare quattrini in progetti che finiscono poi, tante volte, in bolle di sapone.

Non so quanto spesero, negli anni Cinquanta, per realizzare lo M-14 (successore, dalla breve vita, del Garand) ... e poi si vide la fine che fece.

E imposero ai paesi NATO la potente cartuccia 7,62x51 (cosa che implicava armi più pesanti ed ingombranti) affossando così la promettente cartuccia calibro .280 britannica e il relativo fucile EM-2.

Parallelamente qui da noi ... la Beretta, sempre trafficando sul Garand, realizzò il BM-59 (in arte 'FAL' ... che col FAL della FN belga non aveva nulla in comune) ... un'arma, con tutta probabilità, più flessibile, grazie al 'tricompensatore', della dispendiosa controparte d'oltreoceano.

E il tutto con un costo infinitamente minore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Dal momento che abbiamo un'arma di produzione nazionale non vedo proprio il motivo di comprarne una straniera.

perfetto, quindi perchè ogni volta ti devi lamentare quando altri paesi applicano tale concetto e non comprano italiano, doppio standard? :)

 

 

Gli Americani, come ben sai, sono maestri nello scialacquare quattrini in progetti che finiscono poi, tante volte, in bolle di sapone.

e come sicuramente saprai, negli states, le conoscenze carpite con progetti che non approdano a nulla di concreto non vengono certo sprecate anzi. inoltre, vorrai capire cosa c'entra l'M-14, che vide benissimo la luce ed era ed è un signor battle-rifle.

Share this post


Link to post
Share on other sites

perfetto, quindi perchè ogni volta ti devi lamentare quando altri paesi applicano tale concetto e non comprano italiano, doppio standard? :)

 

e come sicuramente saprai, negli states, le conoscenze carpite con progetti che non approdano a nulla di concreto non vengono certo sprecate anzi. inoltre, vorrai capire cosa c'entra l'M-14, che vide benissimo la luce ed era ed è un signor battle-rifle.

Scusa non mi è chiaro il tuo concetto..vuoi dire che l'M14 è un signor battle rifle o che lo è il suo successore l'M16?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma l'ARX è un clone dello SCAR o sono soltanto molto simili esteticamente?

L'ARX non ha nulla a che fare con lo scar anche se da esso ne trae ispirazione per la modularità e per il calcio (simile al Barret ma difettoso) :) Ha più cose in comune concettualmente con l'HK G36, per l'utilizzo di una scocca completamente in polimeri. In fatto di bellezza beh.. soggettivo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×