Jump to content

Carri Armati In Plastica


Maverick1990
 Share

Recommended Posts

Ciao ragazzu, ho sentito dire su sky, in un documentario sui carri armati, che stanno progettando un carro armato molto leggero, super armato, veloce ma soprattutto in plastica.....dicono che sarà una plastica molto resistente....

 

Avete qualche info in più? :ph34r:

Link to comment
Share on other sites

Ho trovato forse qualcosa di inerente alla questionePer ovviare all'inconveniente dato dal sempre maggior peso dei carri armati,U.S. Army Tank-Automotive Command (TACOM) sta valutando l'alternativa di materiali leggeri come leghe di titanio e materiali ceramici ibridi/compositi a matrice polimerica PMCs, che sono correntemente le sole alternative pratiche per applicazioni per corazze.Forse il documentario di sky si riferiva ai PMC.

Link to comment
Share on other sites

Gli inglesi hanno fatto un carro leggero in compositi, chiaramente i giornalisti non sanno mai distinguere tra plasticaccia e compositi polimerici e di titanio.

Si dice che il MBT del programma FCS sarà probabilmente costruito in compositi per restare nella specifica (aereotrasportabilità sull'Hercules e pronto utilizzo "on the ramp")

Link to comment
Share on other sites

Si il famoso comando americano del sudest inglese con un milione di uomini al comando del generale Patton :D

cioè tutta la finzione preparata per il d-day

Link to comment
Share on other sites

dread ti consiglio questo libro se vuoi saperne di +. Io l'ho letto ma non è un romanzo, ma una specie di saggio sui piani e i combattimenti di quei giorni

 

Larry collins

D-Day, la storia segreta

Le scie, Mondadori

Link to comment
Share on other sites

La storia brevemente riassunta è questa: gli Alleati, grazie alla decrittazione dell'Enigma, avevano preso molte spie Tedesche e gli avevano proposto una scelta: collaborare o morire. I collaboratori furono, chiaramente, utilizzati per inviare informaizioni false.

Nei mesi di preparazione dell'operazione Overlord si capì che questo lavoro sarebbe stato centrale per la riuscita dell'invasione, quindi si creò un vero e proprio esercito, falso, che, vedendo le infrastrutture e i mezzi disponibili, anch'essi falsi, di gomma, doveva contare circa un milione di uomini, e questo pensarono i tedeschi viste le ricognizioni aeree fotografiche e le spie false. Quest'armata si trovava nella parte sudorientale dell'Inghilterra, quindi a un tiro di schioppo da Calais, mentre il vero esercito di invasione era stanziato nella parte sudoccidentale, più vicino alla normandia.

Il 6 giugno, quando gli alleati sbarcarono in Normandia, le spie rallentarono l'intervento delle Panzerdivision facendo capire che lo sbarco era solo una diversione e che la finta armata avrebbe sbarcato a Calais entro poco forte di un milione di uomini. Questo portò ore preziose per consolidare le teste di ponte ed evitare il fallimento dello sbarco.

Link to comment
Share on other sites

Piccolo ot: c'è anche un libro, la cruna dell'ago che io ho letto, in cui una spia tedesca scopre il finto piano inglese e poi gli inglesi cercano di prenderlo per evitare che il segreto fosse scoperto

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...