Jump to content
Sign in to follow this  
cama81

Radar Scansione Eletronica?

Recommended Posts

qualcuno può spiegarmi la differenza tra scansione tradizionale

scansione agevolate (presente sul EFA) e scansiome elettronica ?

 

quale i vantaggi e gli svantaggi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nei radar a scansione elettronica (una tecnologia resa famosa dal sistema americano imbarcato AEGIS, nonchè dal sistema radar del sistema SAM Patriot) l'antenna è fissa.

 

Il fascio elettronico è modulato e manipolato in maniera da "pennellare" lo spazio innanzi a sè.

Nei sistemi avanzati come l'AESA usato sull'F-22 e sull' F-18E, il radar ha anche una capacità di operare in maniera del tutto passiva, un po' come il sonar passivo di un sottomarino, nonchè di suddividere il fascio in un certo numero di sottofasci indipendenti, ciascuno dei quali può svolgere una sua funzione autonomamente dagli altri.

 

Nei radar tradizionali, l'antenna si muove per effettuare la scansione, e il segnale radar ottenuto è molto "sporco", tanto da richiedere sofisticati processi di elaborazione per ottenere delle immagini facilmente interpretabili (mediante computer ed unità di signal processing o target processing).

 

Il radar dell'Eurofighter è una via di mezzo.

Innanzitutto esso utilizza tecnologia SAR (apertura radar sintetica) che è una tecnologia che consente di simulare un'antenna molto più grande, a tutto vantaggio della risoluzione che è pari a 1 metro nella Tranche-1.

 

Poi adotta un sistema DAS (da non confondere con il DASS) che consente di ottenere dati sui bersagli riducendo al minimo i movimenti meccanici dell'antenna.

 

Infine, dispone di un terzo canale di processazione dei segnali (di solito sono due: uno per bersagli aerei e uno per bersagli terrestri) che viene utilizzato per rilevare le sorgenti elettroniche ECM del nemico (capacità on-the-jam).

 

Si tratta quindi di un radar a metà strada fra uno tradizionale e un AESA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie della spiegazione

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nei sistemi avanzati come l'AESA usato sull'F-22 e sull' F-18E, il radar ha anche una capacità di operare in maniera del tutto passiva, un po' come il sonar passivo di un sottomarino, nonchè di suddividere il fascio in un certo numero di sottofasci indipendenti, ciascuno dei quali può svolgere una sua funzione autonomamente dagli altri.

Che significa che è usato in maniera passiva?

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche gli f-15 porteranno un 'antenna simile sui loro radar , solo l' occidente ha questi radar?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al momento, radar AESA APG-63(v2) sono montati sugli F-15C aggiornati (nonchè offerti sugli F-15 di nuova produzione destinati all'esportazione).

 

Inoltre, l'APG-79 AESA sarà montato sugli F-18E/F/G a partire dal 2006.

 

Il radar russo N-011M montato sui caccia SU-30MKI ordinati dall'India, utilizzeranno tecnologia AESA.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il radar non emette segnali, ma è in "ascolto": capta i segnali emessi dal nemico.

Di conseguenza con il radar attivo l'aereo emetterà alcuni segnali no?!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il radar non emette segnali, ma è in "ascolto": capta i segnali emessi dal nemico.

Di conseguenza con il radar attivo l'aereo emetterà alcuni segnali no?!

il radar attivo emette le onde.. è normale.

il passivo capta gli altri segnali...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma non c'è già l'RWR per segnalare se c'è un radar che emette?

 

Ammetto la mia totale ignoranza sull'utilizzo di questa modalità radar passiva...

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'RWR è un si un sistema passivo ma le uniche informazioni che fornisce, una volta elaborate, sono il tipo di minaccia, la pericolosità e la direzione, ma non è in grado di effettuare un "ranging" ovvero di misurarne la distanza, elevazione etc... mentre il radar, anche quando è in modalità passiva, è in grado, grazie un programma molto complesso che interpreta la variazione Doppler del segnale, di fornire informazioni aggiuntive.

 

Inoltre l'RWR non "comunica" con i missili, il radar invece si....

 

Ma lo scopo principale dalle modalità passiva consiste nell'evitare che l'aereo sia rilevabile dai sistemi RWR nemici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Negli aerei con compito SEAD, l'RWR viene usato per trovare la direzione di provenenza del segnale, che viene poi elaborato dal software e spedito nella testata del missile (harm,alarm).

I russi hanno i SAR su supporto motorizzato e sebra arrivino ad angoli di scoperta di 90° rispetto alla direzione del veicolo.

 

Comunque la sua caratteristica più importante è l'agilità in frequenza, ovvero la possibilità di cambiare la lunghezza d'onda istantaneamente, continuamente e su un'intervallo di banda non raggiungibile dai radar tradizionali.

 

A discapito di un consumo elettrico non indifferente, questo tipo di radar può:

cambiare la sua emissione in base a chi e con cosa lo cerca.(furtive).

cambiare la sua emissione adeguandoli a quelli del nemico (jamming).

sintonizzarsi sulle emissioni del nemico (stealth-elint).

trasmissione su più bande contemporaneamente.

discriminare materiali diversi.

 

Teoricamente, potrebbero funzionare come armi ad energia diretta (quando le potenze aerotrasportate lo permetteranno)

Edited by ROBY1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...