Jump to content
TT-1 Pinto

Miss Febbraio - 6th gen. fighter USA

Recommended Posts

Esattamente quello che intendevo!!! 
Poi sarà anche da vedere come si comporteranno gli USA in fatto di esportazione, se la negheranno come per l'F22 o se lo metteranno sul mercato, magari in qualche versione depotenziata...

Bisogna vedere se la fretta scritta nell'articolo sarà accompagnata da un'evoluzione meno spinta rispetto alla generazione precedente, visti i problemi avuti nei precedenti progetti di "salti nel buio", vedi F22, F35 e Zumwalt in cui la ricerca troppo spinta ha creato non pochi problemi di sviluppo e costi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Digital Century Series” ... nominato un colonnello quale dirigente del nuovo "Program Executive Office for Advanced Aircraft" ... 

Quote

The Air Force has established a new program executive office, led by a colonel, to transform the Next-Generation Air Dominance program and produce capabilities that replace or complement the F-22 and F-35 in their air superiority role.
The new “Advanced Aircraft” organization launched Oct. 2 at Wright-Patterson AFB, Ohio, in a ceremony overseen by Air Force acquisition chief Will Roper. 
The new office will pursue what Roper has described as a “Digital Century Series” approach, which emphasizes rapid design, fielding, and replacement of small-batch, advanced aircraft with short life spans.
Roper said the Digital Century Series will use agile software development, digital engineering, and open-system, modular architecture to swiftly design new aircraft and enter production with a significantly lower learning curve. 
He argues each advanced platform could be fielded in as little as four or five years.
Col. Dale White, previously the program executive officer for intelligence, surveillance, and reconnaissance, and special operations forces, will serve as the Advanced Aircraft PEO.

... airforcemag.com ... Air Force Creates New PEO for NGAD, Applying “Digital Century Series” Idea ...

Anche qui ... wpafb.af.mil ... Air Force stands up new Advanced Aircraft PEO ...

E qui ... defensenews.com ... US Air Force’s next-generation fighter inches forward with a new program head ...

🇺🇸

Edited by TT-1 Pinto
***

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Flaggy ha scritto:

Bisogna essere più convincenti quando si chiede un botto di soldi ...

https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3653.html

Battuto sul tempo ... 😉 ... comunque anche qui ... 

Quote

The House Armed Services Committee wants to limit the amount of money the Air Force and Navy get for their respective sixth-generation fighter programs until it gets some answers.
The Navy and Air Force are leading separate efforts to develop a follow-on fighter jet to the F-35, with both services calling their programs “Next Generation Air Dominance.” 
Both projects are in the early stages of development, with the services hoping to ramp up activities this year.
But HASC intends to fence off 85 percent of the fiscal 2021 funding requested for the NGAD until the committee receives an independent review performed by the Pentagon’s director of cost assessment and program evaluation, according to the Tactical Air and Land Forces Subcommittee’s markup of the FY21 defense policy bill.

... defensenews.com ... Congress has questions about the Air Force’s and Navy’s next-generation fighter programs ...

🇺🇸

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'iniziativa dell'US Navy ...

Quote

After nearly a decade of fits and starts, the Navy has quietly initiated work to develop its first new carrier-based fighter in almost 20 years, standing up a new program office and holding early discussions with industry, USNI News has learned.
The multi-billion-dollar effort to replace the F/A-18E/F Super Hornet and electronic attack EA-18G Growlers beginning in the 2030s is taking early steps to quickly develop a new manned fighter to extend the reach of the carrier air wing and bring new relevance to the Navy’s fleet of nuclear-powered aircraft carriers.
Navy acquisition chief James Geurts told reporters last week that the service created a program office for the Next Generation Air Dominance (NGAD) initiative.
“We’re working to outline that program and the acquisition approach and all that as we speak,” Geurts said.

... news.usni.org ... Navy Quietly Starts Development of Next-Generation Carrier Fighter; Plans Call for Manned, Long-Range Aircraft ...

🇺🇸

Share this post


Link to post
Share on other sites

Battuto sul tempo !!! :pianto:

Next Generation Fighter ... la rivelazione bomba di Will Roper ... :woot:

Quote

The U.S. Air Force has secretly designed, built and flown at least one prototype of its enigmatic next-generation fighter jet, the service’s top acquisition official confirmed to Defense News on Sept. 14.
The development is certain to shock the defense community, which last saw the first flight of an experimental fighter during the battle for the Joint Strike Fighter contract 20 years ago. 
With the Air Force’s future fighter program still in its infancy, the rollout and successful first flight of a demonstrator was not expected for years.
“We’ve already built and flown a full-scale flight demonstrator in the real world, and we broke records in doing it,” Will Roper told Defense News in an exclusive interview ahead of the Air Force Association’s Air, Space and Cyber Conference. 
“We are ready to go and build the next-generation aircraft in a way that has never happened before.”
Almost every detail about the aircraft itself will remain a mystery due to the classification of the Next Generation Air Dominance program, the Air Force’s effort for fielding a family of connected air warfare systems that could include fighters, drones and other networked platforms in space or the cyber realm.
Roper declined to comment on how many prototype aircraft have been flown or which defense contractors manufactured them.
He wouldn’t say when or where the first flight occurred. 
And he refused to divulge any aspect of the aircraft’s design — its mission, whether it was uncrewed or optionally crewed, whether it could fly at hypersonic speeds or if it has stealth characteristics.

... defensenews.com ... The US Air Force has built and flown a mysterious full-scale prototype of its future fighter jet ...

🇺🇸

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche se The Avionist ci ricorda l'ancor fumosa supercazzola dell'approccio "Digital Century Series"a far da corollario a questa bomba, la bomba è stata finalmente sganciata.

In Europa hanno fatto rendering e modelli in scala per i saloni, ma negli USA francamente non si capiva bene cosa stessero combinando.

Ora, in mezzo a tanti omissis, qualcosa sappiamo. Sappiamo che la carretta tecnologica la tirano avanti sempre loro e sappiamo che, nei momenti di crisi economica e di instabilità internazionale, gli investimenti su ciò che rappresenta il futuro delle aziende strategiche e del proprio sistema di difesa vengono garantiti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che fossero ancora loro a tirare il carro tecnologico era fuor d’ogni dubbio. Io quei giocattoli sul Texas qualche anno fa me li ricordo anche se non li ritengo direttamente collegati alla notizia in questione.

 

 

5349D9BC-07B8-42AD-A497-1E9E84669D5E.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti ... come è stato attualmente realizzato un dimostratore per il caccia di nuova generazione ... altrettanto potrebbe essere stato fatto, a suo tempo,  per il bombardiere di nuova generazione ... programma che, all'epoca, si trovava più o meno nella posizione in cui si trova ora quello del caccia ...

Degli episodi di Kansas e Texas di sei anni fa si è parlato il 9 Luglio nella discussione dedicata al B-21 ...

Edited by TT-1 Pinto
***

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come il sito dell'AFA riporta la notizia ...

Quote

The Air Force’s Next Generation Air Dominance combat aircraft, intended to complement or succeed the F-22 and F-35 in the air superiority role, has already flown, having been rapidly prototyped through modern digital design, Air Force acquisition chief Will Roper revealed Sept. 15.
Roper made the revelation at the end of a talk at AFA’s virtual Air, Space & Cyber Conference in which he said the Air Force is at an inflection point in how it will master future uncertainty. 
Making an analogy to the choice facing the main character in the movie “The Matrix,” the Air Force can “choose the red pill” and accept a new reality and new ways of buying the equipment it needs, or do things the old-fashioned way - taking the “blue pill” - and “lose,” Roper said. 
In the movie, the main character can choose to “wake up” from an elaborate illusion to a harsh reality, or continue in the illusion, which is comforting but false and self-defeating.   
He declined to give further details about the NGAD flights, except to say the aircraft has “broken a lot of records.” 
In a press conference after his presentation, Roper said he was able to win approval only to reveal the flights, without giving away program details or discussing the aircraft’s performance, in order to reassure stakeholders inside and outside the Air Force that digital engineering is producing “real things…in the real world.” 
He declined to say, for example, whether the aircraft was competitively developed, what companies were involved, or whether it will be produced in its present form.

... airforcemag.com ... Roper Reveals NGAD Has Flown, But Doesn’t Share Details ...

🇺🇸

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che negli USA volino da anni dimostratori e prototipi di cui non si sa nulla o quasi è qualcosa che qui abbiamo detto varie volte. Mentre qualcuno si ostina a pensare agli omini verdi, altre volte si è tornati coi piedi per terra, come quando degli strani elicotteri hanno trasportato forze speciali in un compound pakistano... A volte si tratta di prototipi senza un seguito specifico. Qui invece si parla di un dimostratore di un futuro cacciabombardiere successore dell’F-22 gestito finora praticamente in stile black.

30 anni fa si sapeva che 2 team stessero lavorando a YF-22 e YF-23 (ok, con annesse anticipazioni rendering che non c’entravano un tubo con i velivoli poi presentati) e che ci sarebbe stata una competizione in volo tra i dimostratori (non erano veri prototipi). Qui ora qualcosa ha volato (costruito da chi?) e fino a poche ore fa non se ne sapeva niente.

Men che meno ha senso affidarsi a uno qualsiasi dei rendering finora diffusi. Ben che vada assomigliano a ipotesi scartate preliminarmente dagli stessi costruttori. Mal che vada sono dei disegnini senza alcun riscontro con quanto sta volando ora.

Nei cassetti di Lockheed Martin, Boeing e Northrop Grumman è facile pensare ci sia sempre il progetto generale (e non di dettaglio) di qualcosa che sia utile tirare fuori al momento opportuno, ma qui quel qualcosa è decisamente uscito dal cassetto...

Diciamo che i dimostratori richiedono molto meno impegno di un vero prototipo e spesso e volentieri fanno uso di componentistica già in uso, ma una domanda mi viene: se come si dice nei velivoli di sesta generazione è così caratterizzante l’utilizzo di nuovi propulsori, cosa hanno messo sotto il cofano di questo dimostratore? Già un prototipo di un motore a ciclo variabile su cui lavorano sia GE che P&W?

Certo è che lo sviluppo tecnologico con l’elettroencefalogramma quasi piatto degli anni passati sembra sia oggi un po’ meno piatto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cosa ci sia sotto il cofano penso sia qualcosa di ancora lontano da quello che andrà poi ad essere il motore anche vagamente definitivo. Come hai detto tu stesso Flaggy, spesso si vola con tecnologie odierne sui dimostratori che devono appunto dimostrare la validità di un concetto. Ben diverso sarebbe se quello che ha volato fosse un prototipo. 
 

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' che mi riferivo proprio al fatto che il motore era caratterizzante per la sesta generazione (ciclo variabile e integrazione spinta degli ugelli con la cellula) e quindi forse proprio un aspetto da dimostrare nel dimostratore (mi scuso per il gioco di parole). YF-22 e YF-23 in effetti avevano a bordo qualcosa di non definitivo, ma comunque di completamente nuovo, perchè necessario a dimostrare le capacità di supercruise richieste all'ATF: uno dei due (l'YF119) è diventato il ben noto F119. Mentre sull'avionica si può soprassedere e mentre l'impostazione generale del velivolo è relativamente semplice realizzarla adeguandola alla componentistica disponibile, sul motore la questione è un po' più delicata, ma per carità potrebbe essere che si siano fatti addirittura bastare F119 o F135 opportunamente adattati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il vantaggio degli americani sui motori è tale che possono dormire sonni tranquilli anche per un decennio ancora, e quindi è probabile che si testano configurazioni alternative, a meno che non voglia una caccia che vada a Mach 3 o più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I cinesi galoppano applicando rapidamente quanto apprendono in tutti i modi (non solo il reverse engeenering...) e non c'è la tranquillità consentita 20/30 anni fa dallo schianto del patto di Varsavia. Bisogna quindi mantenere un margine di vantaggio evitando di continuare a farselo erodere.

I motori nuovi non riguardano tanto la velocità di punta (pare...) quanto l'integrazione strettissima con il fly by wire per quanto riguarda il controllo del velivolo (si ipotizzano linee pulite e pochi "accessori" aerodinamici) e l'implementazione del terzo flusso e del ciclo variabile per ottimizzare il regime di funzionamento su un inviluppo di volo molto ampio. Sono entrambi aspetti legati a quello che il dimostratore deve o idealmente dovrebbe verificare.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda, posso anche capire che l’articolo sia di oggi, ma l’approccio Digital Century Series è una cosa di cui abbiamo già parlato e che io, senza tanti giri di parole, ho definito un po’ una supercazzola.

Si, tutto bello, progetto un aereo fantastico tutto a computer, lo metto in produzione in lotti piccoli utilizzando tecnologie acquisite e ricomincio da capo con il successivo dopo pochi anni, visto che quello adottato ha pure una cellula “usa e getta”.

A parte che le cellule usa e getta, anche se per altri motivi le adoravano in Unione Sovietica e che una delle ultime pensate, quella del Mig-29, non è che sia stata questo gran successo, comunque non stiamo parlando di 4 lamiere messe insieme, ma in ogni caso del cacciabombardiere più avanzato mai concepito nella storia dell’aviazione.

Il dubbio che il nuovo approccio possa fare risparmiare tanto tempo, producendo qualcosa di valido senza un mare di difetti, resta. Di sicuro a me non sembra che il riferimento alla serie 100 degli anni cinquanta sia particolarmente felice da questo punto di vista… Progresso rapido si, ma aerei discutibili pure…

Se pensano di progettarlo al computer e di metterlo in produzione in quattro e quattr’otto quando oggi sono capaci di incasinarsi l’esistenza a taroccare un 767per farne un‘aerocisterna, beh  sono ottimisti. Io non ci riesco finchè non vedo.

I computer non prevedono tutto: sono comunque dei cristiani che gli dicono cosa considerare e cosa no e più cose da considerare ci sono e più si sbaglia. E qui di cose ce ne sono parecchie...

A computer è tutto bello e oggi con Catia (dietro cui c'è sempre un uomo che disegna i pezzi...) si possono disegnare fino all’ultimo bullone tutti i singoli particolari e dare tutto in pasto ai software di simulazione, ma il lavoro “manuale” di inserire questi dati è comunque enorme, le iterazioni di ogni modifica su altri componenti sono tantissime, i software di simulazione non prevedono tutto perché comunque si basano su modelli ( che come tali sono semplificazioni) e quando si assembla un velivolo stai sicuro che migliaia di cose non andranno come avevi previsto andassero.

Ben venga ridurre i tempi biblici di messa a punto di un velivolo, che oggi si completa (se si completa) quando i sistemi cominciano a diventare obsoleti, ma ho il timore che a pensare che sia tutto magnifico quello che ci aspetta e tutto sbagliato quello che si è fatto finora sia un po’ pretenzioso e utopistico.

Detto questo, alla fina l’NGAD volente o nolente dovrà fare quello per chi è stato pensato o sarà inutile, quindi mi sa che la cosa più caratterizzante sarà sempre quella e non il modo in cui è stata ottenuta, perché anche l’F-15XE è stato (ri)progettato con metodologie digitali innovative, ma resta un velivolo di quarta generazione pensato cinquant’anni fa e che non fa nulla di esaltante più di quanto potesse fare prima, tanto che i dubbi a spenderci sopra badilate di soldi restano nonostante Boeing ci dica che ha fatto una progettazione supermegafica…la stessa Boeing che oggi è nei guai fino al collo perché gli uomini, non i computer, hanno fatto un casino con il 737 MAX.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

La guerra...dei rendering è iniziata. Mi sa tanto che quando lo vedremo capiremo fino a che punto ci avranno preso in giro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Flaggy ha scritto:

La guerra ... dei rendering è iniziata. Mi sa tanto che quando lo vedremo capiremo fino a che punto ci avranno preso in giro.

E, magari, ci prepareranno una sorpresa ... in stile F-117 ... quando tutti si aspettavano un velivolo tutto forme arrotondate e si ritrovarono con quel coso tutto spigoli ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...