Jump to content

Modellismo statico ed effetti collaterali sull'uomo


Talon3
 Share

Recommended Posts

ciao a tutti volevo chiedere a chi sicuramente ne saprà più di me se la colla e i colori usati comunemente per il modellismo statico posso causare effetti collaterali sull'uomo, cioè quando si lavora ad un modellino sia per la colla sia per i colori (uso i pennelli) ci sono delle precauzioni da prendere per le esalzioni? Grazie anticipatamente a tutti

Link to comment
Share on other sites

bhe... non mangiarla è già un buon inizio :asd:

seriamente: basta lavorare in un locale ben areato e lavarsi le mani con frequenza. inoltre, quando si aereografa è indicato, soprattutto con gli smalti, una mascherina per non inalare l'aereosol, benchè ormai i colori siano quasi tutti atossici... gli stupendi colori al piombo sono stati messi fuorilegge.

Link to comment
Share on other sites

bhe... non mangiarla è già un buon inizio :asd:

seriamente: basta lavorare in un locale ben areato e lavarsi le mani con frequenza. inoltre, quando si aereografa è indicato, soprattutto con gli smalti, una mascherina per non inalare l'aereosol, benchè ormai i colori siano quasi tutti atossici... gli stupendi colori al piombo sono stati messi fuorilegge.

 

Confermo quanto detto da vorthex.

Sopratutto se usi bombolette spray o l'aeropenna con smalti, è raccomandabile l'uso di una mascherina specifica per verniciatura (costo circa 50 Euro) non quelle antipolvere che, invece, vanno abbastanza bene se devi scartavetrare componenti in resina la cui polvere dicono essere particolarmente tossica.

Per evitare che questa polvere imbratti tutto é anche raccomandabilissimo usare carta abrasiva ben bagnata.

Alberto

Edited by alberto49
Link to comment
Share on other sites

bhe... non mangiarla è già un buon inizio :asd:

seriamente: basta lavorare in un locale ben areato e lavarsi le mani con frequenza. inoltre, quando si aereografa è indicato, soprattutto con gli smalti, una mascherina per non inalare l'aereosol, benchè ormai i colori siano quasi tutti atossici... gli stupendi colori al piombo sono stati messi fuorilegge.

 

Secondo me tu te la inietti la colla..........!!!!!!!!!! :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

Ovviamente scherzo. Grazie 1000 per il consiglio!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

  • 5 months later...

ciao, dopo aver letto su una scatola tamiiya (spitfire 1/32), la scritta :" WARNING: this product contains chemicals which are know to the state of california to cause cancer, birth defect or other reproductive harm..."

mi sono un pò allarmato, e mi son chiesto: ma le plastiche che noi modellisti maneggiamo, le resine i colori dati a pannello o aerografo, e vapori delle varie colle, quanto e se sono dannosi per la salute e a che livello?

quali sono le regole da rispettare per non avere rischi in questo nostro hobby??

Link to comment
Share on other sites

anche se non sono un modellista penso che potrebbe essere utile usare spessi guanti in lattice per proteggere le mani, usare vernici e colle in luoghi ben aereggiati e direi anche una mascherina, però se si è paranoici una bella maschera alla darth fener con filtri per l'aria.......... ora teoricamente anche per costudire il tutto in estrema sicurezza si dovrebbe tenere le resine le colle e le vernici in luoghi dove sia garantito un buon ricircolo di aria e che dia all'esterno ............... anche se ammetto che forse ho esagerato un pochino :asd:

Link to comment
Share on other sites

Ciao Paolo,

ovviamente non é salutare respirare vapori di colla o vernice, nemmeno quando stai riparando uno sgabello o riverniciando una porta.

E' ancor meno salutare se usi vernici sintetiche o nitro ... senza indossare una maschera che ti protegga le vie respiratorie.

 

Da quando ho ripreso fare del modellismo ho cercato di tener conto di quanto sopra e non solo sono passato alle vernici acriliche, invece degli smalti, ma ho anche acquistato una maschera per verniciatore (circa 50 Euro) a filtri sostituibili che uso quando vernicio ad aerografo.

 

Però, per quanto ne so, il maggiore pericolo per la salute é rappresentato dai pezzi in resina (non mi ricordo fossero inclusi nel kit Spitfire).

Infatti sono pericolose le particelle che si staccano durante la scartavetratura, sopratutto se fatta con un attrezzo elettrico, o durante la foratura.

La scartavetratura é necessaria quando si separano i pezzi dal supporto di colata.

La soluzione consiste nell'usare sempre carta vetrata bagnata o, meglio ancora, scartavetrare in bagno d'cqua.

In alternativa, le volte che si usa un'attrezzo elettrico, é possibile ripararsi le vie respiratorie con mascherine antipolvere, però bisogna fare attenzione che questa micidiale polverina ricopre tutto quello che c'é attorno, indumenti e capelli compresi, quindi meglio preferire la scartavetratura a mano.

 

Ricordo di aver letto un articolo piuttosto dettagliato in materia, se lo ritrovo posto il link.

Buon Anno

Alberto

Edited by alberto49
Link to comment
Share on other sites

.......

Ricordo di aver letto un articolo piuttosto dettagliato in materia, se lo ritrovo posto il link.

Buon Anno

Alberto

 

Non é l'articolo a cui mi riferivo, però contiene molte informazioni

 

LINK

 

sullo stesso sito c'é anche un articolo destinato a chi inizia:

 

LINK

 

Alberto

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

anche se non sono un modellista penso che potrebbe essere utile usare spessi guanti in lattice per proteggere le mani, usare vernici e colle in luoghi ben aereggiati e direi anche una mascherina, però se si è paranoici una bella maschera alla darth fener con filtri per l'aria.......... ora teoricamente anche per costudire il tutto in estrema sicurezza si dovrebbe tenere le resine le colle e le vernici in luoghi dove sia garantito un buon ricircolo di aria e che dia all'esterno ............... anche se ammetto che forse ho esagerato un pochino :asd:

hai ragione e condivido in toto il tuo intervento : anche i colori acrilici per modellismo sono pur sempre colori, meglio usarli ad aria aperta mentre la povere di resina è micidiale, so di modellisti finiti al pronto soccorso per averla accidentalmente inalata...Meglio sempre prevenire :o

Link to comment
Share on other sites

ecco, che sintomi provoca?

ciao se ti riferisci alla resina debbo dirti che una volta inali un pochino della polvere sempre di resina che si era sprigionata da un distacco di un pezzo da una matarozza di stampa (li stacco con un seghetto da traforo da orefice): ebbi subito un inizio di nausea e di soffocamento...da allora mi metto sempre all'aperto o quanto meno vicino alla finestra...

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

ecco, che sintomi provoca?

Sii tratta di fini particelle di una sostanza irritante, che vengono inalate e rimangono nei polmoni a vita essendo praticamente inerti. Con questa descrizione puoi già capire che i loro effetti sono sovrapponibili a quelli dell'amianto.

Per non sbagliare io mi sono dotata di "vespa" della 3M con filtri intercambiabili che va bene sia per carteggiare che per verniciare, qui la vedi con i filtri antipolvere:

3M%206000%20Series%20half%20face%20respirator.jpg

e qui con i filtri a cartuccia:

3m_6000_half_face.jpg

Costa pochissimo e dura una vita.

 

Per quanto riguarda il contatto con la pelle non ci dovrebbero essere grandi effetti, anche se i solventi comportano sempre lo "sgrassaggio" della pelle con rischio di sensibilizzazione a lungo andare. Il prodotto peggiore, per contatto, credo sia la colla epossidica, quella bicomponente da 5 minuti: il bisfenolo della base e le ammine contenute nel catalizzatore sono tutti composti classificati come pericolosi, almeno per quanto riguarda i livelli di esposizione industriale.

Link to comment
Share on other sites

...

3m_6000_half_face.jpg

Costa pochissimo e dura una vita.

.....

Io, per verniciare, sto utilizzando esattamente quel tipo di maschera, con l'accortezza di sostituire i filtri almeno una volta all'anno e, comunque quando la faccia esterna del filtro é diventata scura.

Purtroppo, almeno dove le compro io, queste cartucce non costano poco, ma cosa sono una trentina di Euro se viene salvaguardata la nostra salute?

Un altro segnale di cartucce da sostituire si riceve quando, nonostante la maschera, si percepisce l'odore di vernice.

Per fermare le particelle di resina, molto più "grosse" d quelle di colore vaporizzato, a mio giudizio, basta una comune mascherina antipolvere, avendo l'accortezza di farla aderire bene al volto.

Comunque ribadisco che, sempre a mio giudizizio, sarebbe sempre meglio scartavetrare la resina con carta bagnata o (meglio ancora) in bagno d'acqua perchè le particelle, che evitiamo di respirare con la maschera, si depositano sugli indumenti e da questi ritornano tranquillamente in circolo, se non vengono accuratamente eliminati.

Alberto

Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...

Ciao

 

Io sono nuovo del forum e sono stato modellista per anni e finalmente posso ricominciare

 

Ho avuto una pessima esperienza con gli smalti tipo humbrol ecc.. a lungo andare i vapori mi hanno provocato un intossicazione al fegato molto grave,mi si riempivano braccia e mani di macchie rosse e

tuttora,dopo più di vent'anni non posso più mangiare ganberetti e frutti di mare in genere pena shok anafilattico

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...