Jump to content

Sottomarino Scirè


Washburn
 Share

Recommended Posts

Sai che ho provato a cercarla ma non si trova da nessuna parte? è strano però

Link to comment
Share on other sites

Gianni65 , riguardo al fatto che gli U212 ita non abbiano il sonar attivo ho trovato questo spiegazione : non tanto per motivi economici ma, perchè lo scafo dei nostri sub. è stato rinforzato togliendo lo spazio fisico per istallare il sonar attivo.

il mio dubbio è questo che bisogno c'era di rinforzare lo scafo qnd il mediterraneo è meno profondo di un oceano ? é credibile questo ipotesi?

 

perchè i tedeschi non hanno rinforzato anche loro lo scafo?

Link to comment
Share on other sites

La spiegazione è poco convincente.

 

Innanzitutto non credo proprio che lo scafo di un U-212 sia più rinforzato di quello di un SSN o un SSBN, e entrambi i tipi hanno sempre un sonar.

 

Poi, non c'è differenza tra un sonar attivo e uno passivo in termini di spessore dello scafo: entrambi risentono di qualsiasi ostacolo si frapponga tra essi e il bersaglio, esattamente come il radar di un caccia.

 

Infine, i sonar non vengono installati dentro lo scafo resistente. Quest'ultimo, infatti comprende tutto il sottomarino senza la torre e senza la prua che è in materiale composito.

 

Questo è un bel disegno di un Los Angeles (lo lascio a grandezza intera altrimenti non si legge nulla):

 

cutaway.jpg

 

 

Onestamente la scelta fatta per l'U-212 mi sembra azzardata, e sicuramente dettata da mere ragioni economiche.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

Ma gli U212 non hanno un sonar attivo Atlas Moa 3070 ad alta frequenza oltre al Atlas Elektronik DBQS-40 passivo ?

 

Se non sbaglio gli U212 sono i sommergibili più sofisticati della loro classe, mi sembra siano i primi ad usare un sistema di propulsione a celle a combustibile che in immersione li rendono dei veri e propri fantasmi :okok:

Link to comment
Share on other sites

Il requisito della marina tedesca prevedeva una profondità massima di immersione di 100-150 metri visto il teatro operativo pensato per il sommergibile, il Baltico, poi la MM chiese, però, un' inspessimento dello scafo per adattarlo al mediterraneo, ben più profondo. Il sottomarino non ha quindi il sonar attivo ritenuto "inutile" nelle pubblicità dei costruttori e nelle schede della marina in quanto il sommergibile dovrebbe essere silenzioso. Ora, abbiate pazienza, ma se bisogna fare un ingaggio istantaneo il passivo è inutile, ci vuole una sana "cuffia" sonar attiva per illuminare il bersaglio e sparargli due sani siluri contro! Poi se ti tirano contro devi sempre "pingare" l'avversario e tirare due siluri sul contatto per evitare che i siluri nemici siano filoguidati, è una delle tattiche basilari!

Link to comment
Share on other sites

Il requisito della marina tedesca prevedeva una profondità massima di immersione di 100-150 metri visto il teatro operativo pensato per il sommergibile, il Baltico, poi la MM chiese, però, un' inspessimento dello scafo per adattarlo al mediterraneo, ben più profondo. Il sottomarino non ha quindi il sonar attivo ritenuto "inutile" nelle pubblicità dei costruttori e nelle schede della marina in quanto il sommergibile dovrebbe essere silenzioso. Ora, abbiate pazienza, ma se bisogna fare un ingaggio istantaneo il passivo è inutile, ci vuole una sana "cuffia" sonar attiva per illuminare il bersaglio e sparargli due sani siluri contro! Poi se ti tirano contro devi sempre "pingare" l'avversario e tirare due siluri sul contatto per evitare che i siluri nemici siano filoguidati, è una delle tattiche basilari!

Ti dò pienamente ragione.. è assurdo prendere un sottomarino senza sonar attivo..

ma vallo a dire tu ai cervelloni dello stato maggiore della marina.. <_<

Link to comment
Share on other sites

Il problema è che grosse alternative non ce n'erano, bisognava pensarci molto prima, in ogni caso io avrei puntato sugli Scorpene avviando un altro programma congiunto con i Francesi, infatti gli SSK d'oltralpe sono ottimizzati per l'utilizzo oceanico, a differenza degli U212, inoltre sono anche più economici. Infatti oltre al costo pazzesco, 2,2 miliardi di euro per la prima coppia di sottomarini, i Tedeschi hanno voluto anche avere una bella quantità della nostra conoscenza anche in altri settori, come quello aereonautico, insomma li abbiamo pagati anche in Know-How!

Link to comment
Share on other sites

Ma gli U212 non hanno un sonar attivo Atlas Moa 3070 ad alta frequenza oltre al Atlas Elektronik DBQS-40 passivo ?

Il sonar attivo ad alta frequenza è presente in tutti i sottomarini, e serve esclusivamente per la scoperta e il tracciamento di mine, a brevissimo raggio (o per la navigazione sottocosta e in passaggi stretti).

E' cosa diversa dal sonar attivo vero e proprio.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 years later...

Tralaltro esistono diversi tipi di sonar attivi es: di ricerca, sonar attivo in funzione antimina/scoperta ostacoli.

Da quello che sò ai nostri u-212 non serve un vero e proprio sonar attivo perchè grazie alla loro silenziosità sono in grado di sferrare un attacco prima che il nemico lo scopra.

 

scuola10.jpg

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...