Jump to content

B-2 Spirt


Recommended Posts

Nulla di particolare.

 

I motori sono F118-GE-100, quattro per l'esattezza.

Sono turbofan, nella classe delle 8 tonnellate di spinta, e pesano circa 1500 kg l'uno.

 

Il loro consumo specifico (0,67) è il più basso tra i moderni turbofan di quell'ordine di potenza.

 

Montano un particolare sistema di controllo dei gas esausti per diminuire la traccia infrarossa.

 

Costano intorno ai nove milioni di dollari l'uno.

Link to comment
Share on other sites

hanno il postbruciatore??No??...non mi rikjordo ke avevo leto descrizioni su di loro su kuel libro...e non me rikordo ke kosa dice...

Link to comment
Share on other sites

I motori usati dal B-2 sono iquattro Turbofan General Eletric F118-GE-100 da 8620 kg/s che possono spingere l'apparecchio a 850 km/h. Per ridurre l'impronta radar sono stati affogati nella fusoliera con le prese d'aria "frastagliate" per il medesimo motivo. Per la riduzione della temperatura dei gas di scarico vengono vaporizzati, nell'ugello, dei gas particolari che assorbono il calore, e diminuiscono notevolmente le eventuali scie di condensa.

 

Se ti interessa qualche informazione in + su questo sistema posso cercare a casa.

 

 

Andrea di www.machdue.it

Link to comment
Share on other sites

Bhè, se usassero un carburante particolare, avrebbero bisogno di aviocisterne appositamente attrezzate con quel carburante.

 

E' una cosa che succedeva con l'SR-71, che usava un carburante diverso da quello standard e aveva una flotta di aerocisterne tutta e solo sua.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Una cosa molto curiosa che ho letto tempo fa parlava che il B2 avesse una propulsione particolare, la chiamavano gravilitica, cioè che nella parte anteriore dell'aereo veniva sprigionata una grande energia polarizzata in vari modi e questa faceva diminuire l'attrito con l'aria portandolo a velocità supersonica...

 

Questo sistema è possibile, si basa sulla gravitazione (galleggiamento) però o sentito che l'hanno appicata a oggetti piccoli e mai a un oggetto cosi grande come un b2... in quanto questo sistema richiede GWatt di potenza...

Link to comment
Share on other sites

washburn quale è la fonte di questa info ? il b-2 è sub sonico .

 

non vedo cosa centri la gravità con il fatto di polarizzare l'aria e diminuire l'attrito ; tra parentesi questo metodo è stato sperimentato dai Russi sul mig 1.44, non per di minuire l'attrito ma , per diminuire la tracccia radar con risultati penosi :il plasma caldo ti rende visibile senza il radar basta l'infrarosso.

 

p.s il plasma è qls gas polarizzato aria compresa

Edited by cama81
Link to comment
Share on other sites

Non conosco l'articolo in questione, ma temo che ci sia un po' di confusione.

 

Un conto è la "levitazione" e un conto è la ionizzazione dell'aria intorno al velivolo.

 

Il principio della ionizzazione è quello di ionizzare la superficie del velivolo in maniera da impedire alle particelle d'aria di toccarle ed eliminare quindi l'attrito, o viceversa, di ionizzare l'aria perchè scivoli via dalla superficie del velivolo senza toccarla, e quindi eliminare l'attrito.

Per ottenere questo effetto servono campi elettromagnetici molto forti e studi molto precisi sulla loro interazione con il velivolo e con l'aria circostante, in tutti i possibili assetti di volo.

Pare che i sovietici abbiano studiato questa tecnologia, anche allo scopo di sfruttare le particelle ionizzate (plasma) per creare una specie di scudo che assorbisse e deviasse le onde radar, in modo da ottenere un effetto stealth.

 

A parte il forte calore generato, questa tecnologia si è rivelata, al momento, inutilizzabile, probabilmente perchè le conoscenze tecniche non sono abbastanza mature. Magari fra qualche decennio ci si riproverà con successo.

 

La levitazione è la capacità di vincere la gravità, e considerato che al momento la forza "anti-gravitazionale" è confinata nei libri di fantascienza, almeno finchè non si capirà esattamente la vera natura della forza di gravità (la fisica ha teorizzato uno scambio di particelle sub-nucleari) e il modo di neutralizzarla,

l'unica maniera tecnologicamente attuabile, oggi, per vincere la forza gravitazionale e consentire ad un oggetto di galleggiare nell'aria è quello di utilizzare le forze elettromagnetiche, e tra i vari metodi studiati c'è anche quello di generare un "plasma" ossia di ionizzare l'aria sottostante al velivolo in maniera tale che generi un effetto repulsivo nei confronti della struttura del mezzo, facendolo galleggiare a mezz'aria.

Altra tecnica è quella di magnetizzare il velivolo in senso opposto alla magnetizzazione terrestre.

 

Esperimenti ne sono stati fatti, con piccoli oggetti, ed in alcuni casi il sistema è utilizzato persino in maniera professionale (l'antimateria, il plasma dei reattori a fusione, certi giroscopi sono confinati grazie alla forza elettromagnetica).

 

Ma in conclusione, il B-2 non utilizza nessuno di questi sistemi.

 

Il B-2 è un aereo subsonico, costruito con materiali stealth e con accorgimenti stealth (prese d'aria, motori, disegno aerodinamico) e non ha particolari diavolerie che non siano quelle ordinariamente presenti su un moderno velivolo da combattimento.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...