Jump to content

Liger30

Membri
  • Content Count

    196
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    41

Everything posted by Liger30

  1. L'aviazione israeliana conferma ufficialmente di aver impiegato l'F-35 in due dei recenti attacchi, e di averlo in volo per le operazioni "su tutto il Medio Oriente". https://twitter.com/AAhronheim/status/998816196546973696
  2. Non mi sorprenderebbe minimamente.
  3. Non credo che Israele scoprirà le sue carte tanto presto. Ma dai detriti rimasti sul posto, si direbbe che le armi impiegate siano GBU-39, ovvero Small Diameter Bomb. Vero, sono plananti, ma per il loro lancio sarebbe stato necessario avvicinarsi considerevolmente, e una piattaforma non stealth sarebbe stata sicuramente vista e attaccata in qualche modo. Almeno in teoria.
  4. Torno su questa vecchia notizia perchè ieri ho visitato Ghedi e il comandante della base ne ha parlato e ha persino mostrato le foto prese con il Reccelite. In pratica, i Carabinieri avevano fortissimi sospetti che in questo cascinale si coltivasse droga, dietro a dei bei muraglioni alti tre metri. Le autorità giudiziarie, nella loro "saggezza" non concedevano loro i mandati per andare oltre il muro a verificare, e quindi hanno fatto una "telefonata" a Ghedi per chiedere se un volo addestrativo non poteva, magari, fare una rotta un po' diversa. Le foto hanno evidenziato, e cito le parole del
  5. Credo che nessuno metta in dubbio le difficoltà, ma le alternative sono uno sviluppo completamente nuovo, in proprio o con partner, non meno rischioso. Qualcuno ha azzardato "evoluzioni" di Typhoon o Super Hornet, ma entrambe le opzioni mi paiono nascere drammaticamente vecchie, e se penso che le news release per il captor aesa sono le stesse oggi di fine 2015, o che il Super Hornet è aereo con una percentuale di incidenti gravi quanto meno allarmante... Viste le alternative, la trovo una proposta allettante sotto tanti punti di vista.
  6. Un po' più di una semplice ipotesi: dalla letter of intention con il Qatar al contratto finale passarono appena tre mesi. Anche in questo caso i tempi per la finalizzazione dovrebbero essere brevi.
  7. Il Regno Unito ha cominciato le attività d'integrazione per averlo come parte dello sviluppo post Block 3F. Non si sa ancora la data precisa, ma l'operatività è attesa entro il 2026 al più tardi. Probabile che si aggiunga il Giappone, con cui il Regno Unito sta lavorando per sviluppare un Meteor evoluto (con seeker AESA giapponese) sotto l'acronimo "Joint New Air to Air Missile", confermato nell'ultimo bilancio difesa di Tokyo. Gli inglesi avevano proposto di fare a metà per le spese d'integrazione con noi, ma noi, come al solito, non abbiamo detto nè sì nè no, e non si sa bene se mai ci a
  8. La RAF sta già attivandosi per metterla nuovamente nel deretano all'aviazione di Marina. Prima li ha inglobati, e poi si è assicurata di lasciarli appiedati con Sea Harrier e Harrier, e adesso ci riprova spingendo per l'F-35A. Con amici così, chi ha bisogno di nemici... Quanto ai costi, la critica del rapporto parlamentare britannico è rivolta più che altro al MOD e al governo, che come ormai tristemente tradizionale non pubblicano nulla dei loro piani futuri, in modo da poter tagliuzzare fondi a destra e a manca senza che nessuno possa dimostrarlo. Il MOD si rifiuta persino di dire su
  9. La RAF ci sta lavorando sopra da anni. Al completamento dell'upgrade attuale (Project CENTURION) i suoi Typhoon avranno Storm Shadow, Paveway IV e Brimstone, in tempo per sostituire il Tornado GR4 al suo ritiro a fine marzo 2019. Discorso diverso sarebbe acquistare dei Tranche 3 aggiuntivi, che sembrerebbe essere l'opzione spinta dai politici tedeschi. Io ci credo poco, ma vedremo.
  10. Qualche immagine in più per i lavori a RAF Marham. Ho aggiunto alcune informazioni che l'immagine del MOD non riportava.
  11. Analisi Difesa ha una ben nota ostilità per tutto quello che è F-35 e qualunque notizia gli dia l'opportunità di frignare viene immediatamente ripresa. Terma si sta attrezzando per competere per il sostegno logistico alle flotte europee di F-35, sapendo che ci sono ancora il 70% delle componenti e relativi contratti da assegnare. Noi, per lo stesso motivo, abbiamo investito nell'infrastruttura di Cameri. Gli olandesi, esattamente come noi, sperano di aggiudicarsi una fetta della torta. Così gli inglesi e tutti gli altri, è normale. Chi farà l'offerta più convincente si aggiudicherà i contratti
  12. Hanno eseguito delle prove negli USA con la radio software Northrop Grumman Freedom 550 software-defined radio. Per il test era installato su un airborne gateway terzo, ma dovrebbe essere più che fattibile un retrofit della medesima radio su Typhoon, in un modo o nell'altro. Probabile che l'idea di base sia quella.
  13. Diciamo che già un articolo che parla di "planare" sulla Cavour un po' di dubbi me li mette addosso...
  14. Agli inglesi ancora non servono simulatori nel Regno Unito, visto che fino al prossimo agosto il 617 Sqn rimarrà a Beaufort, avendo loro optato per una fase di build-up negli USA. Stanno costruendo l'edificio per il pianificato centro addestrativo a Marham. Noi il primo squadrone operativo lo stiamo equipaggiando direttamente ad Amendola, quindi il simulatore ci serve prima.
  15. Non ho nessuna difficoltà a credere che sgancino Paveway IV per missioni CAS, esattamente come i Typhoon britannici.
  16. Non era un F-35. Il general Goldfein non ha detto che aereo era, ma ha detto che assolutamente non è un 35.
  17. Ed eccoli nelle foto rilasciate dagli USA del volo addestrativo / dimostrativo in Corea:
  18. I soliti noti che si sono bagnati come ragazzine a causa del costo aumentato nel SAR mi fanno pietà. I valori stimati nel SAR cambieranno in su e in giù anno dopo anno per le prossime due decadi, a causa di cambiamenti nel ritmo delle acquisizioni ed altre modifiche varie ed eventuali. Quel che conta è abbassare i costi contratto dopo contratto, e quello lo stanno facendo. Tirare a indovinare quale sarà il totale nel 2040, o ancora peggio il totale costo d'uso sulla vita del velivolo sono esercizi che non mi appassionano neanche un po'. Non dirò che siano esercizi in futilità, ma ci si avvic
  19. Se facciamo questo ragionamento è la fine. A che pro gli altri dovrebbero mandare gli aerei a Cameri per la manutenzione di cellula, allora...? Comunque, per la manutenzione componenti in Galles si inviano i componenti, non l'aereo intero. Idem il motore. Si invia il motore intero, o solo uno dei suoi sotto-moduli, a seconda dell'intervento. E alla Turchia di motori ne invieremo comunque ben pochi visto che appena sarà operativo il centro manutenzione olandese li spediremo là in cambio dell'assemblaggio dei velivoli olandesi a Cameri. Gli inglesi i motori li manderanno in Norvegia, e maga
  20. Quelli navali sono generalmente più puliti perchè, anche se non sono stealth, vengono lavati abbastanza spesso. Visto che generare acqua a bordo non è comunque facilissimo, ai piloti spesso viene chiesto, se trovano un'area di pioggia, di ficcarcisi dentro per lavare via il sale senza doverlo fare sul ponte. La salsedine accumulata non fa bene essenzialmente a niente, ed è bene rimuoverla. L'USAF ha installato dei doccioni lungo le piste di rullaggio delle basi vicine al mare, inclusa Eglin, e gli aerei nel passare si beccano una bella doccetta. http://www.eglin.af.mil/News/Article-Disp
  21. Le Luneberg non sono una novità. Sull'F-35 ce ne sono almeno tre, due sopra e una sotto il motore. Semplicemente vengono smontate quando non si deve apparire. Osservate ad esempio l'F-35B ad inizio video, in rullaggio per un decollo durante la Red Flag. Le "lenti" non ci sono. Immagini succesive, le prove in mare, e ci sono, ben visibili. https://youtu.be/08Qr3Yt1xNg
  22. Atterrati da poco a Lakenheath. http://www.lakenheath.af.mil/News/Article-Display/Article/1153208/f-35-deploys-to-europe-for-the-first-time/
  23. Infatti il Long Lead fu appunto per 94 velivoli, con le due coppie di velivoli italici incluse. L'ultimo contratto "provvisorio" al momento non ci include.
  24. Ho qualcosa da ridire con il mini-articolo di RID sul contratto dell'LRIP 10. Gli aerei italiani al momento mancano completamente dal conto e saranno probabilmente autorizzati a seguire con una Contract Modification separata. Come era già successo anche in precedenza, comunque. Ritardi del nostro MOD, per qualche motivo. I 3 non-U.S. DoD participants F-35B citati sono tutti e tre britannici, mentre per gli A vengono citati gli 8 australiani, i 6 norvegesi e i 2 turchi (16 non-U.S. Department of Defense (DoD) participants) e i 16 FMS, divisi fra Israele, Giappone e Corea. Quelli ita
×
×
  • Create New...