Jump to content

faber61

Membri
  • Posts

    154
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by faber61

  1. ho appunto copiato l'articolo intero in una delle pagini precedenti comunque all' incirca negli anni settanta
  2. da quello che so io posso dire che i 15 tornado ecr rimarranno in servizio anche quando verrà radiato il tornado. per quanto riguarda l' AMX verrà completamente radiato anche perchè ha dato e sta dando molti problemi al motore
  3. riferito a legolas: io non dicevo dell' combattimento simulato fra un F-104 ed un F-14 ma a un abbattimento vero e proprio di un F-4 phanton da parte di un nostro F-104. ciao
  4. leggetevi questo racconto apparso nel 1982 su Aerospazio Mese. "Se c'e un aeromobile che ha sempre goduto dl cattiva stampa quello è stato certamente il Lockeed F-104 Starfighter, il "cacciatore di stelle". Intendiamoci: noi siamo stati tra i primi a parlare male dell'F104, soprattutto dell'F-104G come aereo da strike (bombardamento tattico nucleare), ma parlar male non vuol dire sparlare. L'F104 è stato concepito dal suo capo-progettista nel 1951 come intercettatore diurno e per superiorità area, relativamente leggero ed economico, ma con prestazioni elevatissime. E su queste prestazioni, riassumibili in una velocità di punta tra Mach 1.0 e 2.4 secondo le sltuazioni e le configurazioni, crediamo che non ci sia da discutere. Soprattutto, nel 1951, nessuno riuscì a "pensare" qualcosa di meglio. Anche per avionica ed armamento (direzione di tiro NA-SARR, cannone Vulcan da 6.000 colpi ai minuto e missili aria-aria ad autoguida) per molti anni ancora non si potè fare di più. Purtroppo, nel novembre 1952, quando fu definitivamente scelta la formula che ben conosciamo, il geniale progettista forse sbagliò, inconsapevolmente, data la scarsa conoscenza del fenomeno dell'"inertial coupling" (o accoppiamento inerziale) che colpì macchine per alcuni versi simili, come X-3, X-7, YF-100, XF-88, F-101, ecc, Il fatto, comunque, sarebbe stato ancora accettabile se l'F-104 avesse continuato a servire soltanto nel suo ruolo tipico, quetlo della "polizia aerea"; una rapidissirna "zoomata", nella quale ancora oggi la "spillone" ha pochi rivali, verso un bersaglio anche ad elevate prestazioni ma di scarsa maneggevolezza (come un bombardiere), l'identificazione e l'eventuale distruzione. Ma qui entra in ballo la politica (e, con una certa probabllltà, anche le famose "bustarelle"): in un'epoca di transizione durante la quale i veri Mach 2 non erano encora disponibili e giravano rnolti aerei dalle vocazioni non troppo precise, la Lockheed ebbe buon gioco e NATO, CENTO a SEATO aderirono abbastanza in massa al programrna di costruzione di questo che oggi si definirebbe "world fighter". Economico per l'USAF, lo Starfighter sembrò abbastanza caro per paesi che non erano andati più in là di F-84, T-33 ed F-86, per cui si pensò subito di far fare all'F-104 tutti i ruoli bellici e non solo la caccia pura per la quale era nato. Non bisogna poi dimenticare che quei diavoli degli "yankees" -il volo l'hanno nel sangue e, da sempre, hanno saputo volare su qualsiasi cosa avesse le ali (talvolta anche se le ali non le aveva) per cui l'F-104 "addomesticato" e migliorato della NATO era per loro una cavalcatura facilissima da domare, quasi divertente. La stessa cosa non potrá dirsi per alcune forze aeree che solo da pochissimi anni avevano potuto riprendere a volare dopo le pastoie del trattato di pace (leggi Giappone e Germania) o che, per motivi economici, avevano "saltato" una generazione di caccia: l'AM Italiana, ad esempio, passò dai "classe 80" che, diciamolo, erano poco píù che Mustang a reazione, ai 104, senza aver mai visto altri "classe 100", mentre, ad esempio, Francia, Grecia, Danimarca,Turchia, Taiwan, ebbero anche la generazione dei vari F-100, F-101 ed F-102. Si aggiunga poi un discorso che non piace perché sa un pò di razzismo, ma che ha un profondo senso di verità (come potrà confermare qualsiasi istruttore anziano italiano): anche se non si deve generalizzare, ci sono alcune forze aeree che soffrono di una certa "resistenza" allo studio approfondito della macchlna prima del volo e durante. Se si aggiungono poi alcune "magagne" tecniche non facilmente sradicate, si avrà un quadro del perché gli F-104 cadevano (e cadono) con preoccupante frequenza. Ma l'obiettività del cronista obbliga ad aggiungere altri parametri: in alcune forze aeree gli F104 erano numerosissimi e volavano molto e quindi era logico che avessero anche più perdite, mentre in altre erano numerosi ma volavano poco, non permettendo agli equipaggi una sufficiente confidenza, se poi si pensa che i poveri cacciatori di stelle venivano trasformati in "cacciatori di carri" e li si costringeva a volare a bassissima quota e con pesanti carichi esterni, in condizioni di visibilità non sempre ideali, ecco che cominciamo a guardare lo "Spillone" con una certa simpatia. Tra le leggende che girano più frequentemente nell'ambito dell'AM ce n'è una che non viene quasi mai messa in dubbio, tanto che, tolti i nomi, i luoghi e le date, è ormai quasi storia ufficiale. Si parla di un finto combattimento fra un F-104 ed un F-4, nato per scommessa e finito con la perdita accidentale del Phantom. II protagonista da parte italiana sarebbe, secondo le varie fonti che abbiamo sentito, un F-104G o un TF-104G, nel primo caso dei 4° Stormo (o forse del 20° Gruppo), nel secondo caso esclusivamente del 20° Gruppo. La "vittima" sarebbe, invece, per parere unanime, un McDonnell-Douglas F-4B Phantom II dell'US Navy. La data dello scontro, per fortuna incruento, é di collocazione abbastanza incerta, per cui non ci sbilanceremo situandola, grosso modo, nella prima metà degli anni settanta. La località è invece indubbia, il Mar Tirreno e, secondo alcuni, più precisamente il Golfo di Napoli. Proviarno ad ipotizzare i contorni. Qualche vecchio manico (vecchio di F-104, ma non di età) del 20° Gruppo inviato a Grazzanise a ritirare, come talvolta avvenne, un F-104G monoposto del reparto locale ha incontrato alla mensa ufficiali un equipaggio di Phantom della 6° Fleet americana. Non é neppure da escludere che l'incontro sia avvenuto a Decimomannu in occasione di un'esercitazione. Ed ecco che la discussione si fa animata: "La nostra bestia tira quasi Mach 2 in cabrata", "Si, ma l'F-104 ha una Specific Excess Power più esuberante", "... Ma noi con il Phantom possiamo girarvi attomo…", per cui si decise, dalle parole al fatti, di addivenire ad un "dogfight in bianco" il giorno dopo, con la complice approvazione delle autorità militari delle due parti, sempre pronte ad attizzare lo spirito di corpo. Non ci é facile ricostruire cosa è successo, in quanto abbiamo avuto il racconto da personale non pilota che, di fronte ai termini tecnici più ostici, ha preferito "Interpretare". Ci vediamo una giornata serena sul Tirreno: l'F4 viene sparato dalla catapulta della sua unità, mentre il TF104G rulla sulla pista di Grazzanise. Il TF104G, con poco combustibile, ha un rapporto spinta-peso molto favorevole e "va su bene". La sua "linea rossa" è posta molto in alto sul Machometro per un aereo della sua anzianità: da Mach 1,14 (teorici ad altrettanto teorici 0 m) si arriva a 1,25 a 1.500 m, 1,37 a 3.050 m, 1,5 a 4.575 m; la giornata è calda, siamo sopra l'ISA (Internacional Standard Atmosphere) e a 17.500 piedi (5.340 m) il ' 104 fa Mach 1,57 (la sua massima assoluta è Mach 1.92 ma a 9.150 m può fare 2.2 seppure con un continuo aumento della temperature delle prese d'aria, mentre in picchiata si dice che si siano registrati Mach 2,4-2.6). Lo Starfighter ha anche la possibilità di usare i suoi armamenti a numeri di Mach molto alti, cosa che a non tutti i caccia è consentito, in genere tra 1,5 e 2, mentre i Sidewinder da esercitazione possono essere tirati fino a Mach 1,4. La traccia dell' F-4B è sullo schermo radar e tra poco gli aerei giungeranno a contatto visivo. il Phantom, pur poderoso, in certe configurazioni è un arrampicatore meno brillante, per cui la prima mossa è dell'F104 che arriva rispetto al "fantasma" in posizione migliore per il combattimento. Forte della migliore manovrabilità, i due marinai americani fanno di tutto per scrollarsi di dosso lo "One-O-Four". Ma a bordo di questo, come abbiamo visto, c'è un equipaggio che di ore di Starfighter ne ha abbastanza e sa sfruttare tutti i 6,4 g positivi e 2,7 g negativi che la macchina può raggiungere. Il pilota dell'US Navy é un grosso professionista ma l'euforia del combattimento Io spinge a mettercela tutta, a forzare un po' troppo. Quel maledetto "Spaghetti fighter" é sempre a ore sei e lo tiene sotto il tiro della cinefotomitragliatrice del Vulcan. Ancora uno strappo sulla "cloche" e... i cicalini si mettono a suonare, il bireattore sussulta e la superficie del Tirreno, ora meno amichevole, sta diventando troppo vicina. Il caccia americano è finito in un cosiddetto "assetto inusuale", prossimo allo stallo e con un preoccupante calo di potenza nei motori. Non rimane che saltare, ed ecco che mentre l'F-104G compie un victory roll (tonneau della vittoria) si aprono i due paracadute dell'equipaggio dell'F-4. Quel giorno I'US Navy ha perso tre milioni di dollari e un po' del suo orgoglio. (testo di Nico Sgarlato)
  5. l' m-2 era un bestione che con due -tre colpi ti mandava a tappeto ed inoltre era molto efficace contro i mezzi semi-cingolati.l' mg-42 era ed è un ottima mitragliatrice specialmente ed esclusivamente contro la fanteria ma ha un difetto: facendo la raffica si scalda subito e bisogna aspettare che si raffreddi invece l' m-2 non si scalda e perciò fa un fuoco continuo
  6. a questo punto pechè non ci siamo presi l' A-10 che ci offriva la boeing che era ed è molto meglio dell amx per il ruolo che l'italia chiedeva
  7. quella non è una colorazione dell efa ma solo l' aereo prima della verniciatura
  8. può essere anche i nostri f-16 per fare delle esercitazioni si rischierano in qualche altra base italiana oltre che alle loro basi principali. io per esempio ho visto un f-16 fare varie virate sul cielo di capua! ho detto tutto
  9. faber61

    Tornado 2000

    penso che non faranno di certo questo nuovo tornado perchè stanno ancora pensando se comprare la tranche 3 dell efa e vanno a spendere altri soldi per un proggetto inutile? non lo faranno di certo a meno che non siano stupidi
  10. addestatore cecoslovacco di poca fortuna commerciale fu ed è un buon velivolo, di linea piu o meno simile all mb339 tranne che per il muso e per i motori
  11. faber61

    Tornado 2000

    sono d'accordo con voi ma l' efa è stato proggettato come multiruolo perciò vuol dire che puo eseguire tutti i tipi di missioni con facilità.Comunque piace molto anche a me l' f35 e spero che prenda definitivamente il posto del tornado e amx
  12. faber61

    Tornado 2000

    secondo me invece che aggiornare il tornado bisognerebbe puntare sull eurofighter anche come caccia-bombardiere perchè ha tutte le doti per esserlo
  13. be io penso che sia più o meno la stessa cosa comunque l' F-15 è più un aereo che se c'è una minaccia la distrugge senza problemi invece l' F-22 è un aereo che oltre a dominare una minaccia può anche fare da minaccia ai nemici e sbaragliarli
  14. ma quello tamya è in vendità?
  15. molto bello, l'unica pecca secondo me è la verniciatura perchè non è venuta uniforme
  16. gli F-16 dovrebbero essere consegnati nel 2010 perchè in quell anno dovrebbe arrivare se tutto va bene la trance 3
  17. ma, leggendo un pò quello che avete detto, ho visto che c'è chi dice qualcosa di sensato e chi no. io penso che non bisogna fare delle conclusioni affrettate, certo non mi è sembrato che è stata la macchina la causa però potrebbe anche essere.comunque sia è morto un pilota ed è quella la cosa più tragica non che è precipitaro un elicottero. condoglianze alla famiglia e speriamo che cose del genere non ne accadono più
  18. bisogna vedere la sua velocità massima, se ha eseguito l' arrampicata con armamento o no e la spinta dei motori. Dai dati penso che l' EFA o il SU-32 possano avvicinarsi a quei dati
  19. comunque sia non è un progetto ne dell' us navy ne dell' usaf anche perchè in questi ultimi tempi stanno affrontando spese molto alte e penso che non gli conviene imbattersi in programmi costosi più di quanto costa l' f-22
  20. veramente bello, ma comunque ha un buon dettaglio a differenza di quello che dici. Quanto l'hai pagato?
  21. io ho scaricato il file ma non sono riuscito ad aprirlo pechè è un file PDF. potete dirmi che cosa è
  22. guarda che l' AMX lo andrà a sostituire l' F-35 e non M-346 che andrà invece a sostituire l' MB-339
  23. scusate volevo fare una domanda. Io ho l' aerografo dell' Italeri pagato piu o meno 60 euro. volevo sapere se è meglio usare con l' aerografo colori acrilici(tamya ecc.) o colori smalti(Humbrol ecc.) Grazie
  24. pure io ho fatto tutta la collezione di italeri e devo dire che a parte la cabina e qualche altro dettaglio sono fatti molto bene. Comunque se vuoi aerei in metallo in scala 1-72 o adirittura in 1-48 e se abiti a Roma vai a un negozio che si chiama hobby models, ce ne ha veramente tanti. Si trova a Piazza Bologna, il civico non me lo ricordo
×
×
  • Create New...