Jump to content

berlusconi perde contro economist


Leviathan
 Share

Recommended Posts

Il nostro primo ministro Silvio Berlusconi deve pagare 25.000 euro di spese processuali al settimanale britannico l'Economist secondo quanto deciso dal tribunale di Milano. La notizia è passata in sordina. Delle nostre testate nazionali, Repubblica ne ha fatto timidamente menzione a pagina 13 lo scorso 6 settembre affiancando la notizia alla foto del Presidente del consiglio che abbraccia campioni olimpici e delira dicendo di averci salvato dal ritorno del comunismo. Le altre testate il silenzio, nel timore di rompere il clima idilliaco tra governo e ombra di governo. Certamente ad Emilio Fede la notizia nessuno l'ha detta, agli altri Tg forse è sfuggita.

 

Il 26 aprile 2001 in un articolo copertina dal titolo "Perchè Berlusconi non è adatto a guidare l'Italia"(leggi l'articolo tradotto) si criticava il futuro Presidente del consiglio per essere al centro di un conflitto di interessi, si analizzava il suo impero commerciale e si numeravano i processi in corso contro di lui. Silvio Berlusconi allora partì all’attacco con una querela per diffamazione. Si trattava di un'edizione pubblicata poco prima delle elezioni che alla fine vinse. Poco importa che la querela non avesse alcun fondamento, servì a fare campagna elettorale, a mostrare i muscoli agli italiani. Anche a costo di una figuraccia internazionale dopo 7 anni, tanto, avrà pensato gli italiani dimenticano e i media aiuteranno a non ricordare. El Pais, lo stesso Economist, Reuters e altre fonti internet però la notizia la hanno riportata signor Presidente.

Gli argomenti dell'Economist rientrano pienamente nel "libero ed insindacabile esercizio del diritto di manifestazione del pensiero riconosciuto e tutelato dall'art.21 Cost.", ha scritto il giudice nella sentenza del 26 agosto di quest'anno (leggi la sentenza).

 

articolo incriminato tradotto

 

sentenza (PDF)

Link to comment
Share on other sites

in un altro paese che non sia... il fatto sarebbe un grave fatto politico in quanto, economist nelle sue accuse, non ha diffamato il premier

 

ERGO

l'articolo di economist non contiene il falso

 

Sbagliato, se sapessi leggere la sentenza capiresti che non vuol dire che l'economist dice il vero ma che non è calunnia ma diritto di opinione considerare una persona inadatta al governo di un paese. E c'è una bella differenza....

Link to comment
Share on other sites

Non ho visto la sentenza linkata. :whistling:

 

Do per scontato che si tratti di una sentenza definitiva: non penso che staremmo qui a discutere di qualcosa che, in appello, potrebbe essere completamente ribaltato!!! :rotfl::asd:

 

O, forse, mi sbaglio?!?!?! :pianto::thumbdown::furioso::sm:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...