Jump to content
Sign in to follow this  
Naifer

La cooperazione delle forze armate italiane

Recommended Posts

La cooperazione delle diverse armi di cui si compongono le forze armate è stata ed è fondamentale per vincere un conflitto . E l'Italia lo sa bene . Infatti una delle cause per le quali la marina italiana non ebbe nel secondo conflitto mondiale alcuni successi consiste proprio nella scarsa cooperazione tra la regia aeronautica e la regia marina . Ad esempio cito lo scontro di Punta Stilo quando la flotta italiana venne attaccata dai bombardieri nazionali . Come sapete le nostre navi iniziarono un intenso tiro contraereo ed altri bombardieri si unirono ai primi contro le false navi inglesi . Quelle vere ebbero così modo di tornare in porto con meno aerei sulla testa . Leggendo una discussione ho notato un messaggio di Sangria , ufficiale della marina militare , dove si affermava che la marina non conduce esercitazioni congiunte con l'esercito da decenni . Mi sono così chiesto : possibile che ancora non si è capita l'importanza della cooperazione tra marina , esercito ed aeronautica in questo paese? Non è bastato il secondo conflitto mondiale a farlo capire? Tolta la collaborazione dei lagunari con il san marco per una forza di proiezione dal mare unica non trovo altri esempi di collaborazione utile e ciò comunque non scusa le rare se non inesistenti esercitazioni congiunte . Pensiamo a quanto sia importante per un esercito avere supporto dal cielo o per una marina avere aerei caccia in grado di intervenire a protezione della flotta durante un attacco . Fortuna che esiste il COI ( comando operativo interforze ) . Ma se queste forze non si esercitano e non si preparano insieme cosa comandiamo in via interforze? Che ne pensate?

Un saluto a tutti

Naifer

 

p.s. Non avendo trovato una sezione adatta , ho pensato che quella della marina poteva essere preferibile per i motivi storici di cui sopra . Chiedo scusa per il voluto errore ma ripeto non ho individuato una sezione più adatta .

Edited by Naifer

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ammesso che ci sia la volontà di farle il problema è di soldi; si fà fatica a fare le normali "grandi manovre" di Forza Armata, figuriamoci delle "Grandi Manovre" congiunte....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo è vero ma anche piccole esercitazioni sarebbero importanti almeno finchè non c'è la possibilità di effettuare operazioni di addestramento più intense .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo è vero ma anche piccole esercitazioni sarebbero importanti almeno finchè non c'è la possibilità di effettuare operazioni di addestramento più intense .

Bhe per ciò che concerne la collaborazione AM-MM ci sono le esercitazioni Spring Flag e Mare Aperto che si svolgono quasi nello stesso periodo e sono in alcune fasi sovrapposte;anche perchè,per simulare uno scenario realistico,hanno bisogno entrambe del reciproco supporto.Da quest'anno,nella Spring Flag si è intensificata anche la collaborazione dell'EI che oltre alle solite SF ha distaccato CH47 e A129.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le esercitazioni mare aperto e spring flag avvengono nello stesso periodo ma la cooperazione è irrilevante. Non si vedono mai infatti tornado che simulano un attacco alle navi ( al di là che non hanno più i kormoran...) o a 129 dell'esercito imbarcati ad esempio...o no?

Edited by Naifer

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Spitfire76

Il sistema migliore lo hanno adottato i canadesi con le Canadian Forces.

Anche in altri Paesi ci sono sistemi molto Joint, anche se non in maniera spinta come il Canada ( Australia, Germania)...

In Italia è semplicemente impensabile. Troppe poltrone da mantenere :shutup:

Del resto, a parte lo/gli storici "scambi" di munizioni tra Regia Aeronautica e Regia Marina, su un testo di G. Giorgerini si legge l'esilarante resoconto della riunione tra i capi di SM della RM e della RA riguardo l'acquisizione di una PA negli anni '30... Non sembra neanche che siano passati ottanta anni :asd::asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah secondo me le Canadian Forces funzionano per paesi medio-piccoli e/o senza la necessità di una marina di grosse dimensioni.

E, a dirla tutta, invece di creare improbabili formazioni joint tipo la FPM (Forza di proiezione dal mare) io darei tutti gli assetti ad una delle due/tre FF.AA. coinvolte senza creare inutili duplicazioni di poltrone/reparti. Per esempio tutta la fanteria da sbarco la darei in gestione alla Marina, obbligandola però ad utilizzare le strutture dell'esercito per quegli addestramenti comuni con i soldati di terra.

Allo stesso modo darei tutti gli F-35B a MMI (non si capisce perchè anche l'AMI li voglia, bassa politica a parte) sempre col caveat di sfruttare al massimo quella comunanza logistica che c'è con AMI.

 

Più che una jointness così spinta da risultare innaturale per tutte quelle forze di una certa dimensione, penso che l'obiettivo migliore per combattere gli sprechi sia eliminare le duplicazioni assegnando chiaramente compiti e responsabilità ad una delle tre FF.AA. e, di contro, obbligandole a creare strutture comuni di logistica, supporto e manutenzione quando possibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Spitfire76

Le Canadian Forces hanno un Maritime Command di tutto rispetto, non bilanciato, ma notevole si 8 o meglio bilanciato secondo le esigenze prettamente nazionali).

 

Penso anch'io che le jointess siano in realtà un grosso pasticcio, che magari nella situazione nazionale possono adirittura peggiorare, e infatti le CF si basano proprio su questo... tutto ciò che vola all'Air Command, tutto quello che naviga al Maritime Command e il resto all'Army Command, tenendo presente che hanno un comando logistico e un comando FS. Naturalmente il tutto condito con una catena comando trasparente ed efficiente, senza il rischio di vedere navi senza elicotteri, e truppe appiedate per la mancanza di velivoli, anzi...

 

Gli F35B... Sappiamo perchè li vuole anche l'AMI dai!!... :rotfl::rotfl: ... E perchè ne vuole più della MMI... A tal proposito c'è un testo di Giorgerini sulla guerra nel Mediterraneo nel '40... Si scoprono così mentalità ancestrali che non moriranno mai, che ci associano sempre a comportamenti ridicoli, risolti sempre dai quei soliti "mal equipaggiati, malpagati e bistrattati" in prima linea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che la migliore organizzazione sia quella delle Australian Defence Force.

Joint si, ma non a livelli estremi. Per esempio gli elicotteri ASW fanno parte della RAN, mentre quelli per il supporto delle truppe del RAA, però tutto ciò che vola ed ha le ali fisse è della RAAF, mentre tutto ciò che appieda del RAA. Hanno un comando logistico unificato, come del resto quelle delle forze speciali, il quale ha alle dipendenze, sia amministrativamente che operativamente, tutti i reparti speciali Australiani.

 

Forze speciali e logistica sarebbe auspicabile che anche da noi si unissero, soprattutto vista la comunanza che avranno tra un pò di anni molti velicoli e veicoli comuni alle 3 FF.AA. .

Bisognerebbe trovare una collocazione decente alla FPM... per il resto si può mantenere anche l'assetto operativo attuale (F35B all'AMI a parte), aumentando le sinergie tra le 3 FF.AA. con addestramento continuo

 

Australian Defence Force

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×