Jump to content
Sign in to follow this  
speedyGRUNF

Buffetting e Fugoide...

Recommended Posts

Leggendo un post circa il collaudo di un ULM,si parla di "buffetting"e di"fugoide"...

Cosa sono? :unsure::unsure::unsure:

Edited by speedyGRUNF

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno lo sa? :(:(:(

 

:pianto::pianto::pianto::pianto::pianto::pianto:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nessuno lo sa? :(:(:(

 

:pianto::pianto::pianto::pianto::pianto::pianto:

aspetta un pò speedy, ti ricordo anche che gianni sabato e domenica va in vacanza

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vero...E io qui tutto triste con le mie domande... :offeso:

 

:):):):):)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il buffet è il fenomeno aerodinamico legato al fenomeno aeroelastico buffeting. Condizioni di flusso fortemente separato, una sequenza continua di separazione e riattacco dello strato limite turbolento con formazione e distruzione di vortici su larga scala e, in campo transonico, il movimento dell’onda d’urto su larga scala, sono gli aspetti aerodinamici più evidenti del buffet.

 

Oppure:

 

Scuotimenti dovuti all'irregolare deflusso dell'aria sull'ala, generalmente tale fenomeno si manifesta in prossimità dello stallo.

 

Nell'F-104 il buffeting avveniva, ad esempio, a velocità prossime allo stallo. Tale fenomeno era pericolosissimo su questa macchina a causa dell'impennaggio verticale a "T" che ad elevati angoli di attacco e bassa velocità veniva investito dal flusso turbolento provocato dal distacco dello strato limite dell'aria dall'ala. Esso portava d una totale inefficienza dell'elevatore e del timone di direzione rendendo impossibile il più delle volte il riassetto del velivolo da parte del pilota.

 

Per quanto riguarda il moto fugoide è parecchio complicato, non saprei tradurlo in parole semplici da comprendere, magari Gianni ci riuscirà.

 

Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il buffeting ho capito,grazie Ro60 :):):) Mi accennò qualcosa in merito un mio commilitone che studiava costruzioni aeronautiche,e diceva che il 104,ad elevati angoli di attacco veniva investito dalle turbolenze dell'ala e cadeva giù come un sasso...D'altra parte,lo Spillone fu concepito in tempi in cui si credeva che l'asso nella manica fosse la velocità pura,e a quei tempi era davvero il più veloce...

Attendo per la Fugoide...

Grazie Ro :okok::okok::okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, è complicato, diciamo che si tratta di un'oscillazione lungo un asse.

 

Per capirlo bene, immaginiamo questa situazione:

 

volo livellato, aereo stabile e diritto.

 

A un certo punto diminuisci un po' la potenza del motore, magari per ridurre la velocità.

 

A quel punto siperde un po' di portanza, e il muso dell'aereo picchia un pochino, per cui si perde anche un po' di quota. La perdita di quota, quella leggera picchiata, provoca un aumento di velocità, per cui si riprende portanza, e l'aereo cabra un pochetto.

 

Cabrando, perde velocità, quindi perde portanza, picchia di nuovo, ma picchiando aumenta velocità...

 

e così via!!!

 

Si introduce, insomma, un'oscillazione che può andare avanti a lungo se il pilota non interviene compensando nella maniera corretta.

 

Ecco, questo è un esempio di moto fugoide.

 

P.S.: avete ragione, sul fine settimana sono poco presente, specialmente questo poi che è pasquale.

Ne approfitto quindi per augurare una Felice Pasqua a tutti, se non dovessi riuscire a farlo domani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cavoli!Esattamente come fanno quasi tutti gli aeroplanini di carta che faccio!Quando li lancio alzano il muso,po lo abbassano,poi lo alzano,poi lo abbassano,fino ad atterrare sulla pancia,praticamente scendendo come se ci fossero degli"scalini"invisibili...

Ho azzeccato l'esempio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cavoli!Esattamente come fanno quasi tutti gli aeroplanini di carta che faccio!Quando li lancio alzano il muso,po lo abbassano,poi lo alzano,poi lo abbassano,fino ad atterrare sulla pancia,praticamente scendendo come se ci fossero degli"scalini"invisibili...

Ho azzeccato l'esempio?

devi progettare meglio i tuoi aerei speedy ehehehe

 

qualcuno mi potrebbe rispiegare il buffetting?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cavoli!Esattamente come fanno quasi tutti gli aeroplanini di carta che faccio!Quando li lancio alzano il muso,po lo abbassano,poi lo alzano,poi lo abbassano,fino ad atterrare sulla pancia,praticamente scendendo come se ci fossero degli"scalini"invisibili...

Ho azzeccato l'esempio?

devi progettare meglio i tuoi aerei speedy ehehehe

 

qualcuno mi potrebbe rispiegare il buffetting?

Si tratta in parole povere di scuotimenti avvertibili sulla barra di comando, ovviamente a comando meccanico diretto o servoattuata, che si manifestano in occasione di un imminente distacco dello strato limite dal dorso alare e conseguente aumento della turbolenza per sfociare nello stallo e cioè repentina perdita di portanza dell'ala. Ho fatto esempio con il 104 perchè è un velivolo che incappava tipicamente in questo fenomeno tanto che era stato inserito nella sua architettura alare un dispositivo automatico che entrava in funzione posizionando i flap su LAND: il BLC (Boundary Layer Control: Controllo dello Strato Limite). Si tratta di un dispositivo che, prelevando aria compressa dal compressore del propulsore, ritardava il distacco dal dorso dell'ala dello strato limite. L'aria spillata veniva incanalata da apposite tubazioni che, terminando in un "flauto" con tanti piccoli ugelli, fuoriusciva proprio sul dorso dell'ala fornendo velocità e consistenza allo strato limite che tendeva a distaccarsi. E' un dispositivo così importante che veniva verificato ogni volta nei controli pre- volo ed i piloti erano anche istruiti a dovere sul fatto che il motore doveva sempre essere sopra l'80% con i flap su land. Infatti a regimi inferiori la portata e pressione dell'aria prelvata non era sufficiente a garantirne il buon funzionamento. Il posizionamento dei flap su tale posizione inoltre doveva essere effettuato solo a quota di sicurezza, mi sebra min. 2.000 ft. e 250 kts, in modo che in caso di malfunzionamento del sistema, in genera un'asimmetria del flusso sulle ali, portasse a bank elevati che se si verificavano a bassa quota erano irrecuperabili. Questo consentiva, si fà per dire nel caso del 104, velocità di stallo sensibilmente inferiori e sopratutto si allontanava il pericolo di buffeting.

 

Spero che tu abbia compreso il fenomeno, avevo un bel disegno con schematizzati i flussi d'aria durante il buffeting ma non lo trovo...nel caso lo posterò in questo topic.

 

Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ancora afferrato il concetto sarò stupido va bè <_>

 

magari rileggo tutto con ancora più attenzione

grazie Ro60

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...