Jump to content

Sta per finire un'era


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

Guest intruder

HOUSTON - NASA has tentatively set the final space shuttle mission for May 31, 2010, four months before the shuttle fleet retires.

 

 

NASA has 10 missions remaining for the shuttle fleet, which President Bush ordered to retire by Sept. 30, 2010. The schedule announced Monday and reported in the Houston Chronicle includes five flights this year, five in 2009 and three in 2010.

 

Some members of Congress want to add at least one more mission, to carry the $1.6 billion Alpha Magnetic Spectrometer to the space station. The mission was one of about a dozen canceled after space shuttle Columbia broke apart upon re-entry in 2003.

 

Once the shuttles retire, work will focus on the Ares rocket and Orion capsule that will be used to return astronauts to the moon.

 

 

Fonte CNN

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 185
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Guest intruder
Sarebbe ora!

 

Dimentichi che non c'è niente per sostituire lo Shuttle, visti i tempi che occorrono per rendere operativo un qualsiasi progetto.

Link to comment
Share on other sites

Sarebbe ora!

:furioso: :furioso: :furioso: :furioso: :furioso: ..cosa devo sentire!!!

 

;)

 

lo Space shuttle ha compiuto quest'anno i suoi 27 anni dal suo primo volo è stato progettato dalla rockwell nel 1972...

ne furono creati ben 6:

Enterprise & Pathfinder nati con l'impossibilità di raggiungere lo spazio...

Atlantis & Discovery & Endevour tuttora operativi e molto arzilli!!!

 

il Challenger e il Columbia sono stati persi in incidenti...

 

 

P.S.

spero che nessuno parli del Buran :furioso:

Edited by F-14
Link to comment
Share on other sites

Dimentichi che non c'è niente per sostituire lo Shuttle, visti i tempi che occorrono per rendere operativo un qualsiasi progetto.

E' stato firmato l'accordo tra USA e Russia che permettera' usare le navette russe nel periodo dell'assenza di sostituto per Shuttle.

 

spero che nessuno parli del Buran :furioso:

E' perche non parlarne. Anche se non verra' piu' usato aveva, comunque, le caretteristiche superiori a quelle di Shuttle. In teoria, se sara' proprio neccessario, e' possibile ricostruirlo. Pero', non credo che lo faranno.

La era di Shuttle veramente sta per finire. Anche se Shuttle e' belissimo ed era molto avanzato da tutti i punti di vista al epoca della sua creazione, si e' mostrato economicamente quasi un disastro. Invece di abbassare il prezzo di un kilo portato sul orbita terrestere, lo ha aumentato. Per colpa di continua manutenzione e rari voli (rispetto a come si pensava al inizio). Diventa piu' comodo usare approccio di una nave per soli passageri e piccola stiva di carico (Soyuz, Apollo) e vettori cargo per carichi pesanti.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
E' stato firmato l'accordo tra USA e Russia che permettera' usare le navette russe nel periodo dell'assenza di sostituto per Shuttle.

E' perche non parlarne. Anche se non verra' piu' usato aveva, comunque, le caretteristiche superiori a quelle di Shuttle. In teoria, se sara' proprio neccessario, e' possibile ricostruirlo. Pero', non credo che lo faranno.

La era di Shuttle veramente sta per finire. Anche se Shuttle e' belissimo ed era molto avanzato da tutti i punti di vista al epoca della sua creazione, si e' mostrato economicamente quasi un disastro. Invece di abbassare il prezzo di un kilo portato sul orbita terrestere, lo ha aumentato. Per colpa di continua manutenzione e rari voli (rispetto a come si pensava al inizio). Diventa piu' comodo usare approccio di una nave per soli passageri e piccola stiva di carico (Soyuz, Apollo) e vettori cargo per carichi pesanti.

 

 

Dimentichi diverse cose. Lo Shuttle è semrpe stato usato in maniera impropria, il suo scopo era quello di essere un camion spaziale, doveva portare le cose in orbita (o recuperarle) e quindi tornarsene a terra, non stare su 15-20 giorni alla volta. Questo tipo di voli complica la manutenzione. A parte questo, lo STS è nato alla fine degli anni Sessanta, risente di concetti vecchi. La navicella Buran, che era la copia dello Shuttle anche se ne differiva in alcuni aspetti (il vettore Energhia non era parte del sistema, e non era riusabile, ma serviva solo a mandare in orbita la navetta, per esempio), avrebbe potuto essere un valido supporto allo Shuttle se fosse stata costruita, se il collasso dell'URSS non avesse mandato tutto a puttane. Non so in quale misura potesse essere superiore allo Shuttle, e comunque fece un solo volo orbitale. Peccato.

 

Peccato anche perché il Buran non sarà mai ricostruito, nessuno ha i soldi per farlo e comunque non può essere un gap filler in attesa delle nuove navette americane ed europee, se mai vedranno la luce.

 

 

180px-Space_shuttle_USSR.jpg

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

:furioso::furioso::furioso::furioso::furioso: ..cosa devo sentire!!!

 

;)

 

lo Space shuttle ha compiuto quest'anno i suoi 27 anni dal suo primo volo è stato progettato dalla rockwell nel 1972...

ne furono creati ben 6:

Enterprise & Pathfinder nati con l'impossibilità di raggiungere lo spazio...

Atlantis & Discovery & Endevour tuttora operativi e molto arzilli!!!

 

il Challenger e il Columbia sono stati persi in incidenti...

Cosa vorresti sentire? "Oh poverina, la spolettina! Sono solo 27 anni che vola..."

Mi ricordo quando è arrivata questa innovativa "astronave riciclabile", perché andare sulla Luna non interessava più a nessuno e costava troppo. Era una novità e nessuno la vedeva per ciò che era realmente, anzi... Beh, adesso basta! Per me un'agenzia spaziale DEVE INNOVARE, sennò è solo il braccio operativo dello Space Command, che se vuol fare come l'Air Combat Command e tenere in piedi un museo volante non è affar mio ma neppure mi entusiasma. Spero anzi che i prossimi rottami di STS non mi ricadano in testa.

Link to comment
Share on other sites

Dimentichi diverse cose. Lo Shuttle è semrpe stato usato in maniera impropria, il suo scopo era quello di essere un camion spaziale, doveva portare le cose in orbita (o recuperarle) e quindi tornarsene a terra, non stare su 15-20 giorni alla volta. Questo tipo di voli complica la manutenzione. A parte questo, lo STS è nato alla fine degli anni Sessanta, risente di concetti vecchi.

D'accordo. E proprio quello che volevo dire senza entrare nei particolari.

 

La navicella Buran, che era la copia dello Shuttle anche se ne differiva in alcuni aspetti (il vettore Energhia non era parte del sistema, e non era riusabile, ma serviva solo a mandare in orbita la navetta, per esempio), avrebbe potuto essere un valido supporto allo Shuttle se fosse stata costruita, se il collasso dell'URSS non avesse mandato tutto a puttane. Non so in quale misura potesse essere superiore allo Shuttle, e comunque fece un solo volo orbitale. Peccato.

Hai informazioni scorrette. Il vettore Energhia era riutilizzabile ed e' stato creato proprio per i carichi pesanti diversi. Ed infatti prima di Buran e stato mandato in orita un satelite che si chiamava Polyus e pesava 80000 kg. Mentre il vettore di Shuttle si usa solo ed esclusivamente con la navicella.

 

Per chi e' interessato ecco il sito di Buran: http://www.buran.ru/htm/molniya.htm

 

Peccato anche perché il Buran non sarà mai ricostruito, nessuno ha i soldi per farlo e comunque non può essere un gap filler in attesa delle nuove navette americane ed europee, se mai vedranno la luce.

Si. E' un peccato :( Oggi, pero', non e' un problema di soldi. E' un problema di produzione dei pezzi. Tante fabbriche fornitrici sono state chiuse in anni 90.

Edited by Siberia
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Hai informazioni scorrette. Il vettore Energhia era riutilizzabile

 

 

The Energia carrier, including the main engines, was designed to be reusable but funding cuts meant that a reusable version of Energia was never completed. The U.S. Space Shuttle has reusable main engines in the orbiter and reusable Solid Rocket Boosters but requires a new External Tank for each flight, as the tank is not recovered and is allowed to burn up in the atmosphere.

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Buran_program

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Hai informazioni scorrette. Il vettore Energhia era riutilizzabile

The Energia carrier, including the main engines, was designed to be reusable but funding cuts meant that a reusable version of Energia was never completed. The U.S. Space Shuttle has reusable main engines in the orbiter and reusable Solid Rocket Boosters but requires a new External Tank for each flight, as the tank is not recovered and is allowed to burn up in the atmosphere.

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Buran_program

Si. E' vero che al momento di chiusura del progetto non era ancora riutilizzabile. Sono stati effettuati solo 2 lanci. Con entrata in servizio doveva esserlo.

Edited by Siberia
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Si. E' vero che al momento di chiusura del progetto non era ancora riutilizzabile. Sono stati effettuati solo 2 lanci. Con entrata in servizio doveva esserlo.

 

 

Doppio peccato quindi che il Buran non sia mai entrato in servizio. E anche il razzo Energjia è stato cancellato, se non sbaglio.

Questa doveva essere la versione riutilizzabile di cui parli, l'Uragan.

 

160px-Uragan1m.jpg

 

 

200px-Flybackboost.jpg

I boosters plananti

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Pur troppo hanno fatta la stessa fine insieme :(

 

 

Infatti, ed è un peccato, perché il sistema, sotto certi aspetti (e se avesse funzionato, che è un grosso "se", visto che le magagne di qualsiasi sistema saltano fuori solo con l'impiego operativo), appariva veramente superiore allo Shuttle.

Link to comment
Share on other sites

Questa doveva essere la versione riutilizzabile di cui parli, l'Uragan.

Questa doveva essere completamente riutilizzabile. Invece quella che parlavo doveva essere parzialmente riutilizzabile come Shuttle.

 

Ecco ( da http://en.wikipedia.org/wiki/Energia ):

Energia II, named "Uragan" ("Hurricane" in Russian), was a rocket planned to be fully reusable and would be able to land on a conventional airfield. Unlike the Energia, which was planned to be semi-reusable (like that of the U.S. Space Shuttle), the "Uragan" design would have allowed the complete recovery of all Buran/Energia elements, like that of the original totally reusable Orbiter/Booster concept of the U.S. Shuttle. The Energia II core would be capable of re-entering and gliding to a landing, presumably using technology developed for the Buran.

 

 

Infatti, ed è un peccato, perché il sistema, sotto certi aspetti (e se avesse funzionato, che è un grosso "se", visto che le magagne di qualsiasi sistema saltano fuori solo con l'impiego operativo), appariva veramente superiore allo Shuttle.

Pur troppo non lo potremo piu' sapere :huh:

Edited by Captor
Unito doppio post
Link to comment
Share on other sites

Cosa vorresti sentire? "Oh poverina, la spolettina! Sono solo 27 anni che vola..."

Mi ricordo quando è arrivata questa innovativa "astronave riciclabile", perché andare sulla Luna non interessava più a nessuno e costava troppo. Era una novità e nessuno la vedeva per ciò che era realmente, anzi... Beh, adesso basta! Per me un'agenzia spaziale DEVE INNOVARE, sennò è solo il braccio operativo dello Space Command, che se vuol fare come l'Air Combat Command e tenere in piedi un museo volante non è affar mio ma neppure mi entusiasma. Spero anzi che i prossimi rottami di STS non mi ricadano in testa.

 

Lo Shuttle avrà anche i suoi anni ma dato che fino ad ora nessuno ha proposto niente di veramente alternativo, nessuno ha diritto di criticarlo...cmq stai tranquillo che non cadrà niente ;)...

Le persone si sono sempre lamentate di questo programma che nonostante due grossi incidenti non si è mai fermato ed ha continuato a lavorare...portando in su e in giù roba...

Per quanto riguarda il Buran si bisogna ammettere che era migliore in quasi tutti i campi rispetto allo Shuttle, si poteva quasi definire un upgrade della navetta U.S.A.. Il problema che il Buran ha esiguito uno o due voli mentre lo Shuttle ne ha fatti 125, quindi si puo dire che il Buran ha fatto la voce grossa senza mai concludere niente...

Qualcuno sa con precisione cosa si propone al posto dello Shuttle?

_________________________________________________________________

 

scusate ma qua ammetto di aver esagerato:

:furioso: :furioso: :furioso: :furioso: :furioso: ..cosa devo sentire!!!

_________________________________________________________________

vi metto questa immagine molto bella:

BuranShuttle.jpg

Edited by F-14
Link to comment
Share on other sites

Invece lo critico proprio perché non ha alternative, perché le alternative non è che non ci siano per volontà divina, ma perché COSTANO.

Quindi lo STS è di fatto rimasto attivo perché serve all'USAF, non perché sia l'apoteosi del progresso tecnico/scientifico.

È come il B-52, o sulla buona strada per diventarlo se non lo fermeranno nel 2010 come dicono. Ma il B-52 è un sistema d'arma, non è l'espressione della ricerca aerospaziale d'avanguardia! Lo Space Shuttle lo sarà forse stato, ma ora non lo è.

Link to comment
Share on other sites

nel periodo in cui viviamo nessuno vuole spendere soldi soprattutto per la ricerca spaziale che sembra solo uno spreco di soldi....

perchè serve all' USAF ?

comunque per lo Space Shuttle è ancora all' avanguardia....

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Al successo dello shuttle come veicolo di lancio non è corrisposto un ugual successo nel ridurre i costi di lancio, che ammontano a circa 500 milioni di dollari per lancio invece dei previsti 10-20 milioni.

 

La missione originale dello Shuttle è di operare ad alta quota al minor costo e maggior livello di sicurezza possibile, consentendo un notevole miglioramento rispetto alla precedente generazione di capsule spaziali non riutilizzabili con e senza equipaggio. Ma pur essendo il primo sistema di lancio riutilizzabile operativo al mondo, il progetto può essere considerato piuttosto fallimentare, per non aver apportato i miglioramenti pianificati. Benché il progetto fosse radicalmente diverso da quello iniziale, si pensò che potesse incontrare le richieste dell'aeronautica riducendo al contempo i costi, ma si verificarono dei problemi. Uno di questi è l'inflazione, molto elevata durante gli anni settanta, che comporta un aumento dei costi del 200% nel decennio contro un aumento del 34% tra il 1990 e il 2000. L'effetto sulla crescita dei costi di sviluppo dello Shuttle è evidente. Però l'inflazione non spiega per intero la crescita dei costi. Anche tenuto conto dell'inflazione ogni lancio dello Shuttle dovrebbe costare oggi 100 milioni di dollari. La spiegazione sta nei dettagli operativi collegati alla manutenzione e all'assistenza della flotta di Shuttle, che si sono rivelati enormemente più costosi del previsto.

 

Lo Shuttle viene concepito per operare come un aereo di linea, nella fase finale di rientro (in realtà doveva esserlo anche al lancio, il progetto iniziale prevedeva che l'Orbiter partisse da un Launcher delle dimensioni di un paio di C5). Dopo l'atterraggio l'Orbiter deve essere controllato e poi riunito al resto del sistema (ET e SRB) e dovrebbe essere pronto a un nuovo lancio nel giro di due settimane. Invece questo processo dura mesi a causa di più severi standard di manutenzione, richiesti dopo la perdita del Challenger, che impongono continui aggiornamenti nel processo di controllo.

 

Ora anche i compiti più semplici richiedono quantità incredibili di documentazione. Questa documentazione si rende necessaria per il fatto che lo Space Shuttle è dotato di equipaggio e non ha sistemi di fuga (previsti in origine ma abbandonati perché troppo costosi e complessi), perciò ogni incidente che causasse una perdita di uno dei booster causerebbe anche la morte dell'equipaggio, il che è ovviamente inaccettabile. Di conseguenza l'obiettivo principale del programma Shuttle è riportare l'equipaggio sulla Terra in condizioni di sicurezza, cosa che contrasta con gli altri obiettivi, e in particolare quello di mantenere bassi i costi. Inoltre, poiché ci sono casi in cui non si può terminare prematuramente la missione in modo controllato, esistono tipologie di guasti che non ci si può permettere diventino critici; quindi molti componenti devono semplicemente funzionare alla perfezione, e quindi devono essere ispezionati accuratamente prima di ciascun volo. Il risultato è che le ore di lavoro necessarie per un volo sono aumentate in modo massiccio; 25.000 persone lavorano alle operazioni dello shuttle (e questo dato potrebbe non essere del tutto aggiornato). I progettisti per il futuro sono orientati verso sistemi a un solo stadio, verifiche di idoneità al volo automatiche, e, in alcuni casi, sistemi a bassa tecnologia sovradimensionati per aumentarne la durata.

 

L'aspetto peggiore della storia del sistema shuttle è il ruolo dell'aeronautica. Sebbene debba essere considerata responsabile la NASA per aver promosso il coinvolgimento dell'aeronautica, è stata quest'ultima che ha richiesto le prestazioni che hanno portato il sistema alla complessità e al costo attuale. Ironicamente, né la NASA né l'aeronautica hanno ottenuto il sistema che volevano (o di cui avevano bisogno) e l'aeronautica a un certo punto ha gettato la spugna ed è ritornata al suo vecchio sistema di lanciatori (Atlas & C), abbandonando anche il progetto del lanciatore riutilizzabile Vandenburg.

 

Le prestazioni che hanno più pesato nel rendere zoppicante il sistema shuttle in effetti non sono mai state utilizzate, con l'eccezione della stiva per il carico utile.

 

Infine, sì, il sistema Buran era nettamente superiore (sulla carta), all'STS, ma effettuò un solo volo sperimentale senza equipaggio, 15 Novembre 1988, 205 minuti, due orbite. Gli altri voli previsti furono annullati e le altre navette costruite o in costruzione abbandonate. Il Buran (che è il nome del programma e della prima navetta) credo sia andato distrutto nel crollo di un hangar a Baikonur.

 

Dall'elenco delle missioni puoi comunque vedere quante riguardano l'NRO (cioè USAF/CIA/NSA) e quante scopi scientifici o altro.

 

 

12 aprile 1981 STS-1 Columbia 2g 6h Edwards Primo volo del Columbia

2 12 novembre 1981 STS-2 Columbia 2g 6h Edwards

3 22 marzo 1982 STS-3 Columbia 8g 0h White Sands Primo ed unico atterraggio a White Sands, New Mexico

4 27 giugno 1982 STS-4 Columbia 7g 1h Edwards

5 11 novembre 1982 STS-5 Columbia 5g 2h Edwards Lancio di diversi satelliti di telecomunicazione

6 4 aprile 1983 STS-6 Challenger 5g 0h Edwards Lancio del satellite TDRS; primo volo del Challenger

7 18 giugno 1983 STS-7 Challenger 6g 2h Edwards Lancio di diversi satelliti di telecomunicazione

8 30 agosto 1983 STS-8 Challenger 6g 1h Edwards Lancio di satelliti di telecomunicazione

9 28 novembre 1983 STS-9 Columbia 10g 7h Edwards Missione dedicata allo Spacelab

10 3 febbraio 1984 STS-41-B Challenger 7g 23h Kennedy Lancio di satelliti di telecomunicazione, prima passeggiata spaziale senza cavo, primo atterraggio al KSC

11 6 aprile 1984 STS-41-C Challenger 6g 23h Edwards

12 30 agosto 1984 STS-41-D Discovery 6g 0h Edwards Lancio di diversi satelliti di telecomunicazione; primo volo del Discovery

13 5 ottobre 1984 STS-41-G Challenger 8g 5h Kennedy Lancio del Earth Radiation Budget Satellite

14 8 novembre 1984 STS-51-A Discovery 7g 23h Kennedy Lancio di diversi satelliti di telecomunicazione

15 24 gennaio 1985 STS-51-C Discovery 3g 1h Kennedy Lancio del satellite Magnum

16 12 aprile 1985 STS-51-D Discovery 6g 23h Kennedy Lancio di diversi satelliti di telecomunicazione

17 29 aprile 1985 STS-51-B Challenger 7g 0h Edwards Missione dedicata allo Spacelab

18 17 giugno 1985 STS-51-G Discovery 7g 1h Edwards Lancio di diversi satelliti di telecomunicazione

19 29 luglio 1985 STS-51-F Challenger 7g 22h Edwards Missione dedicata allo Spacelab

20 27 agosto 1985 STS-51-I Discovery 7g 2h Edwards Lancio di diversi satelliti di telecomunicazione

21 3 ottobre 1985 STS-51-J Atlantis 4g 1h Edwards Lancio del satellite DSCS; primo volo dell' Atlantis

22 30 ottobre 1985 STS-61-A Challenger 7g 0h Edwards Missione dedicata allo Spacelab, ultima missione completata con successo dal Challenger prima della STS-51-L

23 26 novembre 1985 STS-61-B Atlantis 6g 21h Edwards Lancio di diversi satelliti di telecomunicazione, compiuto esperimento per l'assemblaggio di strutture con attività extraveicolari e la costruzione di strutture spaziali

24 12 gennaio 1986 STS-61-C Columbia 6g 2h Edwards Lancio di un satellite di telecomunicazione

25 28 gennaio 1986 STS-51-L Challenger 73sec N/A Previsto il lancio di un satellite TDRS, incidente con perdita del veicolo e dell'equipaggio

26 29 settembre 1988 STS-26 Discovery 4g 1h Edwards Lancio di un satellite TDRS; primo volo dopo l'la perdita del Challenger.

27 2 dicembre 1988 STS-27 Atlantis 4g 9h Edwards Lancio del satellite Lacrosse 1

28 13 marzo 1989 STS-29 Discovery 4g 23h Edwards Lancio di un satellite TDRS

29 4 maggio 1989 STS-30 Atlantis 4g 0h Edwards Lancio della sonda Magellano verso Venere

30 8 agosto 1989 STS-28 Columbia 5g 1h Edwards Lancio di un satellite

31 18 ottobre 1989 STS-34 Atlantis 4g 23h Edwards Lancio della sonda Galileo verso Giove

32 22 novembre 1989 STS-33 Discovery 5g 0h Edwards Lancio di un satellite Magnum

33 9 gennaio 1990 STS-32 Columbia 10g 21h Edwards Lancio del satellite SYNCOM IV-F5

34 28 febbraio 1990 STS-36 Atlantis 4g 10h Edwards Lancio di un satellite spia classificato (Programma Misty)

35 24 aprile 1990 STS-31 Discovery 5g 1h Edwards Lancio del Telescopio Spaziale Hubble

36 6 ottobre 1990 STS-41 Discovery 4g 2h Edwards Lancio della Sonda Ulysses per lo studio del Sole

37 15 novembre 1990 STS-38 Atlantis 4g 21h Kennedy Lancio di un satellite Magnum

38 2 dicembre 1990 STS-35 Columbia 8g 23h Edwards Utilizzo dell'osservatorio ASTRO-1

39 5 aprile 1991 STS-37 Atlantis 5g 23h Edwards Lancio del Compton Gamma Ray Observatory

40 28 aprile 1991 STS-39 Discovery 8g 7h Kennedy Prima missione non classificata del Dipartimento della Difesa Statunitense

41 5 giugno 1991 STS-40 Columbia 9g 2h Edwards Missione dedicata allo Spacelab

42 2 agosto 1991 STS-43 Atlantis 8g 21h Kennedy Lancio di un satellite TDRS

43 12 settembre 1991 STS-48 Discovery 5g 8h Edwards Lancio del satellite Upper Atmosphere Research Satellite

44 24 novembre 1991 STS-44 Atlantis 6g 22h Edwards Lancio di un satellite DSP

45 22 gennaio 1992 STS-42 Discovery 8g 1h Edwards Missione dedicata allo Spacelab

46 24 marzo 1992 STS-45 Atlantis 8g 22h Kennedy Piattaforma scientifica ATLAS-1

47 7 maggio 1992 STS-49 Endeavour 8g 21h Edwards Riparazione di Intelsat VI repair; primo volo dell' Endeavour

48 25 giugno 1992 STS-50 Columbia 13g 19h Kennedy Missione dedicata allo Spacelab

49 31 luglio 1992 STS-46 Atlantis 7g 23h Kennedy Tentativo di rilasciare un satellite tethered

50 12 settembre 1992 STS-47 Endeavour 7g 22h Kennedy Missione dedicata allo Spacelab

51 22 ottobre 1992 STS-52 Columbia 9g 20h Kennedy LAGEOS II, esperimenti di microgravità

52 2 dicembre 1992 STS-53 Discovery 7g 7h Edwards Lancio di un satellite classificato del Dipartimento della Difesa Statunitense

53 13 gennaio 1993 STS-54 Endeavour 5g 23h Kennedy Lancio di un satellite TDRS

54 8 aprile 1993 STS-56 Discovery 9g 6h Kennedy Piattaforma scientifica ATLAS-2

55 26 aprile 1993 STS-55 Columbia 9g 23h Edwards Missione dedicata allo Spacelab

56 21 giugno 1993 STS-57 Endeavour 9g 23h Kennedy SPACEHAB, EURECA

57 12 settembre 1993 STS-51 Discovery 9g 20h Kennedy Lancio di un satellite ACTS

58 18 ottobre 1993 STS-58 Columbia 14g 0h Edwards Missione dedicata allo Spacelab

59 2 dicembre 1993 STS-61 Endeavour 10g 19h Kennedy Manutenzione del Telescopio Spaziale Hubble

60 3 febbraio 1994 STS-60 Discovery 7g 6h Kennedy SPACEHAB, Wake Shield Facility

61 4 marzo 1994 STS-62 Columbia 13g 23h Kennedy Esperimenti di microgravità

62 9 aprile 1994 STS-59 Endeavour 11g 5h Kennedy Space Radar Laboratory-1

63 8 luglio 1994 STS-65 Columbia 14g 17h Kennedy Missione dedicata allo Spacelab

64 9 settembre 1994 STS-64 Discovery 10g 22h Edwards Diversi esperimenti scientifici; SPARTAN

65 30 settembre 1994 STS-68 Endeavour 11g 5h Edwards Space Radar Laboratory-2

66 3 novembre 1994 STS-66 Atlantis 10g 22h Edwards Piattaforma scientifica ATLAS-3

67 3 febbraio 1995 STS-63 Discovery 8g 6h Kennedy Primo rendezvous con la stazione spaziale Mir

68 2 marzo 1995 STS-67 Endeavour 16g 15h Edwards ASTRO-2

69 27 giugno 1995 STS-71 Atlantis 9g 19h Kennedy Primo attracco di uno Shuttle sulla stazione Mir

70 13 luglio 1995 STS-70 Discovery 8g 22h Kennedy Lanio di un satellite TDRS

71 7 settembre 1995 STS-69 Endeavour 10g 20h Kennedy Wake Shield Facility, SPARTAN

72 20 ottobre 1995 STS-73 Columbia 15g 21h Kennedy Missione dedicata allo Spacelab

73 12 novembre 1995 STS-74 Atlantis 8g 4h Kennedy Attracco con la stazione Mir

74 11 gennaio 1996 STS-72 Endeavour 8g 22h Kennedy Recupero dello Space Flyer Unit

75 22 febbraio 1996 STS-75 Columbia 15g 17h Kennedy Satellite Tethered

76 22 marzo 1996 STS-76 Atlantis 9g 5h Kennedy Attracco con la stazione Mir

77 19 maggio 1996 STS-77 Endeavour 10g 0h Kennedy SPACEHAB; SPARTAN

78 20 giugno 1996 STS-78 Columbia 16g 21h Kennedy Missione dedicata allo Spacelab

79 16 settembre 1996 STS-79 Atlantis 10g 3h Kennedy Attracco con la stazione Mir

80 19 novembre 1996 STS-80 Columbia 17g 15h Kennedy Wake Shield Facility; ASTRO-SPAS

81 12 gennaio 1997 STS-81 Atlantis 10g 4h Kennedy Attracco con la stazione Mir

82 11 febbraio 1997 STS-82 Discovery 9d 23h Kennedy Manutenzione del Telescopio Spaziale Hubble

83 4 aprile 1997 STS-83 Columbia 3g 23h Kennedy Missione terminata a causa di un problema alle celle a combustibile

84 15 maggio 1997 STS-84 Atlantis 9g 5h Kennedy Attracco con la stazione Mir

85 1 luglio 1997 STS-94 Columbia 15g 16h Kennedy Missione dedicata allo Spacelab

86 7 agosto 1997 STS-85 Discovery 11g 20h Kennedy CRISTA-SPAS

87 25 settembre 1997 STS-86 Atlantis 10g 19h Kennedy Attracco con la stazione Mir

88 19 novembre 1997 STS-87 Columbia 15g 16h Kennedy Microgravity experiments

89 22 gennaio 1998 STS-89 Endeavour 8g 19h Kennedy Attracco con la stazione Mir

90 17 aprile 1998 STS-90 Columbia 15g 21h Kennedy Missione dedicata allo Spacelab

91 2 giugno 1998 STS-91 Discovery 9g 19h Kennedy Ultimo attracco con la stazione Mir

92 29 ottobre 1998 STS-95 Discovery 8g 21h Kennedy SPACEHAB; nuovo volo di John Glenn

93 4 dicembre 1998 STS-88 Endeavour 11g 19h Kennedy volo 2A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: Node 1

Primo volo di assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale ISS

94 27 maggio 1999 STS-96 Discovery 9g 19h Kennedy Rifornimenti per la ISS

95 23 luglio 1999 STS-93 Columbia 4g 22h Kennedy Lancio del Chandra X-Ray Observatory

96 19 dicembre 1999 STS-103 Discovery 7g 23h Kennedy Manutenzione del Telescopio Spaziale Hubble

97 11 febbraio 2000 STS-99 Endeavour 11g 5h Kennedy Missione Shuttle Radar Topography

98 19 maggio 2000 STS-101 Atlantis 9g 21h Kennedy Rifornimenti per la ISS

99 8 settembre 2000 STS-106 Atlantis 11g 19h Kennedy Rifornimenti per la ISS

100 11 ottobre 2000 STS-92 Discovery 12g 21h Edwards volo 3A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: Segmento Z1

101 30 novembre 2000 STS-97 Endeavour 10g 19h Kennedy volo 4A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: Segmento P6, pannelli solari

102 7 febbraio 2001 STS-98 Atlantis 12g 21h Edwards volo 5A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: Laboratorio Destiny

103 8 marzo 2001 STS-102 Discovery 12g 19h Kennedy Rifornimenti per la ISS, rotazione dell'equipaggio

104 19 aprile 2001 STS-100 Endeavour 11g 21h Edwards volo 6A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: Braccio robotico

105 12 luglio 2001 STS-104 Atlantis 12g 18h Kennedy volo 7A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: Joint Airlock

106 10 agosto 2001 STS-105 Discovery 11g 21h Kennedy Rifornimenti per la ISS, rotazione dell'equipaggio

107 5 dicembre 2001 STS-108 Endeavour 11g 19h Kennedy Rifornimenti per la ISS, rotazione dell'equipaggio

108 1 marzo 2002 STS-109 Columbia 10g 22h Kennedy Manutenzione del Telescopio Spaziale Hubble, ultima missione effettuata con successo dal Columbia prima della STS-107

109 8 aprile 2002 STS-110 Atlantis 10g 19h Kennedy volo 8A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: segmento S0

110 5 giugno 2002 STS-111 Endeavour 13g 20h Edwards Rifornimenti per la ISS, rotazione dell'equipaggio, Mobile Base System

111 7 ottobre 2002 STS-112 Atlantis 10g 19h Kennedy volo 9A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: segmento S1

112 23 novembre 2002 STS-113 Endeavour 13g 18h Kennedy volo 11A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: segmento P1, rotazione dell'equipaggio, ultima missione prima della STS-107

113 16 gennaio 2003 STS-107 Columbia 15g 22h N/A SPACEHAB; incidente al rientro con perdita del veicolo e dell'equipaggio

114 26 luglio 2005 STS-114 Discovery 13g 21h Edwards Primo volo dopo l'incidente al Columbia. Valutazione e test della sicurezza, rifornimenti e r parazioni per la ISS, MPLM Raffaello

115 4 luglio 2006 STS-121 Discovery 12g 18h Kennedy ISS Flight ULF1.1: Rifornimento e rotazione dell'equipaggio, MPLM Leonardo

116 9 settembre 2006 STS-115 Atlantis 11g 19h Kennedy volo 12A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: segmento P3/P4, Pannelli solari

117 9 dicembre 2006 STS-116 Discovery 12g 21h Kennedy volo 12A.1 per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: segmento P5 e Spacehab-SM, rotazione dell'equipaggio

118 8 giugno 2007 STS-117 Atlantis 13g 20h Edwards volo 13A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: segmento S3/S4, Pannelli solari, rotazione dell'equipaggio

119 9 agosto 2007 STS-118 Endeavour 12g 18h Kennedy volo 13A.1 per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: segmento S5, Spacehab-SM e ESP3. Primo utilizzo dell' SSPTS

120 23 ottobre 2007 STS-120 Discovery 15g 2h Kennedy volo 10A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: modulo Harmony, rotazione dell'equipaggio

121 7 febbraio 2008 STS-122 Atlantis 13g Kennedy volo 1E per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: laboratorio "Columbus", rotazione dell'equipaggio

122 11 marzo 2008 STS-123 Endeavour 15g 18h Kennedy volo 1J/A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: JEM ELM PS e SPDM, rotazione dell'equipaggio

123 31 maggio 2008 STS-124 Discovery 13g 18h Kennedy volo 1J per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: JEM PM e JEM RMS

Future Missioni[2][3]

124 8 ottobre 2008 STS-125 Atlantis ~11g Manutenzione del Telescopio Spaziale Hubble (HST SM-04)

Ultimo volo non dedicato alla ISS.

Ultimo volo dell' Atlantis, ultima missione di manutenzione di Hubble

125 10 novembre 2008 STS-126 Endeavour Volo ULF2 per la ISS: MPLM Leonardo

126 4 dicembre 2008 STS-119 Discovery ~11g volo 15A per l'assemblaggio Stazione Spaziale Internazionale: Segmento S6, Pannelli solari

 

 

 

p208.jpg

Questo è uno dei primi modelli pensati per il sistema di lancio dello Shuttle. Come vedi è un aereo anche il lanciatore, e infatti in origine doveva partire da una pista lunga 10 mila metri a Cape Canaveral.

 

 

 

 

... Faget proposed to build each of his shuttle's two stages as a winged airplane, with thermal protection on the underside. Before it could fly as an airplane, such a shuttle would first have to reenter, which meant it ... http://history.nasa.gov/SP-4221/ch5.htm

 

 

p211.jpg

I due Orbiters a confronto

 

 

p219.jpg

Vari concetti di sistema riusabile a confronto negli studi della NASA negli anni Sessanta

 

 

p266.jpg

Lo Shuttle proposto dalla Chrysler

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

nel periodo in cui viviamo nessuno vuole spendere soldi soprattutto per la ricerca spaziale che sembra solo uno spreco di soldi....

perchè serve all' USAF ?

comunque per lo Space Shuttle è ancora all' avanguardia....

Serve (o è servito) all'USAF per mandare in orbita i suoi carichi ingombranti e i suoi astronauti.

Stare all'avanguardia significa precedere, ma non nel senso di essere nati prima!

Link to comment
Share on other sites

Serve (o è servito) all'USAF per mandare in orbita i suoi carichi ingombranti e i suoi astronauti.

Stare all'avanguardia significa precedere, ma non nel senso di essere nati prima!

all' avanguardia significa:

-radicalmente innovativo rispetto alla prassi o alla tradizione

 

be direi che lo Shuttle è ancora in corsa ;) dato che ritorniamo sempre allo stesso punto...è unico nel suo genere...

 

@intruder: stasera leggero il tuo messaggio ora non ci riesco.... ;)

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
all' avanguardia significa:

-radicalmente innovativo rispetto alla prassi o alla tradizione

 

be direi che lo Shuttle è ancora in corsa ;) dato che ritorniamo sempre allo stesso punto...è unico nel suo genere...

 

@intruder: stasera leggero il tuo messaggio ora non ci riesco.... ;)

 

 

Attualmente la cosa che assomiglia di più a un successore dello Shuttle, è il russo Kliper, che però esiste solo come modellino, per ora.

300px-Kliper_P0651.jpg

 

 

300px-Kliper-esa.jpg

 

250px-Kliper%20Parom_2006.jpg

 

 

 

 

 

Dell'americano Venture Star, non si sente più parlare.

270px-Venturestar1.jpg

 

270px-X-33_Venture_Star.jpg

Stesso destino il Lockheed X33A

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

A parte che il mio era un gioco di parole, se anche tenessimo per buona la definizione di "radicalmente innovativo rispetto alla prassi o alla tradizione" continuerei a pensare che in campo aerospaziale 27 anni sono più che sufficienti a configurarsi sia come prassi che come tradizione e anzi eccedono abbondantemente i limiti.

Dopo tanto tempo, di radicalmente innovativo non si è visto nulla, in compenso si continuano a vedere la prassi e la tradizione.

Ma se vogliamo attorcigliarci attorno alle parole sta pur certo che non ne usciremo mai, se non per stanchezza.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
A parte che il mio era un gioco di parole, se anche tenessimo per buona la definizione di "radicalmente innovativo rispetto alla prassi o alla tradizione" continuerei a pensare che in campo aerospaziale 27 anni sono più che sufficienti a configurarsi sia come prassi che come tradizione e anzi eccedono abbondantemente i limiti.

Dopo tanto tempo, di radicalmente innovativo non si è visto nulla, in compenso si continuano a vedere la prassi e la tradizione.

Ma se vogliamo attorcigliarci attorno alle parole sta pur certo che non ne usciremo mai, se non per stanchezza.

 

 

Giusto. Rimane il fatto che dopo lo Shuttle c'è il nulla, in tutti questi anni non hanno mai pensato a un suo successore, e quando anche ci hanno provato (non solo gli americani, ma anche i giapponesi, l'Agenzia Europea e i russi), non sono mai andati oltre i tavoli dei disegnatori. Anche il Kliper è un sistema semi-riutilizzabile, e certo non delle dimensioni dell'STS. E dopo il pensionamento anticipato dei russi Energyja/Uragan e del Saturn V americano, non c'è nulla per mettere grossi o anche solo medi carichi in orbita e non c'è assolutamente nulla per riportarli a terra.

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
×
  • Create New...