Jump to content

Recommended Posts

in risposta a blob.

Si, ma in contesti logistici e di addestramento di personale diversi... più rustico e in carenza di supporto tecnico l'uno ( e va bene così perchè è stato costruito per quello ) e con più tecnologia e possibilità di implementazione l'altro. Cioè uno deve funzionare in mano ad "ignoranti" ( nell'accezione buona del termine per carità ) e l'altro tra quelle di personale più addestrato.

ok ,è anche vero che quando è stato messo in servizio l'm16, negli usa c'era la leva obbligatoria percio non si puo parlare di personale specializzato,

il contesto era lo stesso

la leva negli usa è finita circa dopo 15 anni

hanno progettato il fucile per un uso ottimale 15 anni dopo ????

tra l'altro nel frattempo si combatteva nella jungla con risultati non proprio entusiasmanti...

Edited by blob
Link to post
Share on other sites
  • Replies 62
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

.... I suoi fucili d'assalto hanno segnato un'epoca ....   http://www.foxnews.com/world/2013/12/23/mikhail-kalashnikov-dead-at-4-designed-ak-47-rifle-which-100-million-have-been/   http://www.bbc.

In questa immagine .... insieme al suo eterno "nemico" .... Eugene Stoner .... padre dello AR-15/M-16 ....   .... a photograph of Mikhail Kalashnikov and Eugene Stoner standing, shaking hands.

Mah, non è verissimo neanche questo.... l'unica cosa (ma è un vantaggio SEMPRE, anche in mano a personale addestrato) è che la meccanica dello AK è davvero semplicissima, come lo smontaggio da campo.

mah, non capisco perchè si debba tornare sempre sugli stessi argomenti, sperando che i dati oggettivi cambino... tanto si giunge sempre alla stessa conclusione.

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites

Il necrologio apparso sull'ultimo numero del settimanale britannico "The Economist" ....

 

THE weapon is so simple that even a child can use it.

Alas, many do.

Pick it up, with its distinctive short barrel and curved magazine, and it feels compact, robust and not too heavy.

The controls are easy.

One lever swivels through three settings from safety to single shot to automatic fire.

Changing the large magazine takes a few seconds.

Although it is not that accurate, with a kick on the recoil, a competent user can fire around 100 bullets a minute.

Best of all, it works fine in any conditions—wet, sand, jungle.

Even when dirty, it almost never jams.

It is cheap and quick both to make and to copy—of the 100m Kalashnikovs in circulation in 2009, about half were counterfeit.

No wonder that, for 50 years, this has been the weapon of choice for guerrillas everywhere, from Vietnam to the Congo and from Nicaragua to Iraq.

 

Link .... http://www.economist.com/news/obituary/21593387-mikhail-timofeyevich-kalashnikov-weapons-inventor-died-december-23rd-aged-94-mikhail

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Visto che la discussione è classificata ancora "calda" mi permetto di intervenire

- mikahil kalashnikov probabilmente è stato una sorta di prestanome, l'AK 47 è una copia dello StG 44 con una cartuccia simile.

- molto del suo successo dipende dal fatto che gli americani imposero la loro cartuccia. Cos avremmo avuto se lo standard nato fosse stato il 7mm inglese?

- M16 & C c'hanno messo 20 anni prima di risolvere tutti i loro problemi, l'AK è nato già maturo

- l'AK nasce con la tecnologia degli anni 40, l'M16 con quella degli anni 60, insomma uno è contemporaneo del me 262, l'altro del Phantom

- quando un prodotto è buono o lo copi o segui un altra strada più difficile

Link to post
Share on other sites

Beh ecco, che lo AK si ispiri allo mp44, certo. Che sia una copia, proprio no, visto che specie i primi erano di acciaio lavorato e non di lamiera stampata, che lo smontaggio era tutto diverso....

 

La cartuccia era probabilmente ispirata anche essa alla pistole patrone 43, ma la riduzione delle cartucce da fucile e' un processo che ha interessato tutte le FFAA del mondo. L'esempio del 7 mm british e' calzante.

 

Definire kalashnikov un prestanome (di chi poi) e' davvero la prima volta che lo sento dire.

Link to post
Share on other sites

Visto che la discussione è classificata ancora "calda" mi permetto di intervenire

- mikahil kalashnikov probabilmente è stato una sorta di prestanome, l'AK 47 è una copia dello StG 44 con una cartuccia simile.

- molto del suo successo dipende dal fatto che gli americani imposero la loro cartuccia. Cos avremmo avuto se lo standard nato fosse stato il 7mm inglese?

- M16 & C c'hanno messo 20 anni prima di risolvere tutti i loro problemi, l'AK è nato già maturo

- l'AK nasce con la tecnologia degli anni 40, l'M16 con quella degli anni 60, insomma uno è contemporaneo del me 262, l'altro del Phantom

- quando un prodotto è buono o lo copi o segui un altra strada più difficile

Tutto quello che vuoi ma l'AK si é rivelato superiore ai primi M-16 in tutto e quando l'arma della Colt é diventato qualcosa di decente c'era giá l'AK-74(fermo restando che il 7.62 sovietico rimane il calibro preferito per gli scontri sotto i 100metri).

 

La strada più difficile non ha portato a qualcosa di superiore e il cosidetto "prestanome" ha creato il fucile migliore dell'epoca e il più prodotto al mondo.

Edited by davide9610
Link to post
Share on other sites

Mikhail Kalashnikov himself opposed chambering his beloved rifle in the smaller .22 caliber - but his objections were moot after Soviet military planners saw the success of the 5.56mm M-16.

 

Fonte .... "7.62x39mm vs. 5.45x39mm" .... http://thegunwriter.blogs.heraldtribune.com/11069/7-62x39mm-vs-5-45x39mm/

 

6h3zlz.jpg

 

Link to post
Share on other sites

Beh se consideriamo che in epica recente gli USA hanno sviluppato, e parzialmente adottato, i calibri 300 per armi da CQC ( e i 300 sono n'è più ne meno palle 7,62 in bossoli 5,56) direi che in effetti io 7,62!kurz o russo ha dimostrato grandi vantaggi nel combattimento a corta distanza. Ma nulla di sorprendente. Come dicono gli americani da sempre, parlando dei calibri da pistola, 'una 9 mm può espandersi, ma una45 non può ridursi'

 

E per i due calibri da fucile vale lo stesso discorso.

Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda la questione del " prestanome" mi riferisco ad alcune ipotesi comparse sulla stampa non specializzata per le quali l'AK era il prodotto di uno o più anonimi Uffici di Progettazione che si ispirarono abbondantemente ai lavori tedeschi. L'esigenza di rivendicare la"russità" del progetto indusse ad attribuirla al defunto Kalashnicov, la cui "modestia socialista" nascerebbe anche da questo.

Comunque sia stata l'intuizione geniale di un uomo o il lavoro di un equipe tanto di cappello. I Russi hanno sempre dimostrato genialità e spirito pratoico, non sempre la tecnica per applicarli al meglio. Nel caso dell'AK si.

 

Qualcuno prima citava Assault Rifles migliori dell' M4 anche se no altrettanto economici.

Quali sono secondo voi ?

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...
  • 2 years later...

Cose di Russia ...

Inaugurano un monumento a Kalashnikov ... e sono poi subito costretti ad abraderne una parte perchè lo scultore ha preso una solenne cantonata ... :sm:

 

e147k.jpg

 

bbc.com ... Kalashnikov statue changed because of German weapon ...

 

timesofisrael.com ... Red faces as Russia’s Kalashnikov monument shows Nazi gun ...

 

fwkc20.jpg

 

theguardian.com ... Kalashnikov statue altered after sculptor's monumental error ...

 

33u5yqg.jpg

 

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...