Jump to content

Foibe


Valerius
 Share

Recommended Posts

in italia i sedicenti comunisti (che non lo sono come ho sempre detto ) hanno una visione incredibilmente distorta di questo principio che non vuole dire "porte aperte " agli immigrati ma tante altre cose.

quindi secondo te i tesserati PCI dovevano allestire campi dir accolta per gli slavi oppressi aprire le frontiere raccogliere scarpe, cibo ecc... ecc...

Il PCI è la croce rossa?

SLAVI??i profughi che arrivavano erano italiani caro mio,o,almeno,slavi italianizzati! :rotfl:

 

Le autorità italiane se ne fregarono di esuli delle Foibe per la storia dei prigionieri di guerra che spiegai qualche pagina fa...
Piu che gli esuli anche sulle foibe...
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 78
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Se ti sparano hai un buon motivo per fare l'esulo o profugo.

 

Ma per uno che non sta seduto su una sedia e scrive battendo sopra una tastiera tante cose non le sa. Purtroppo l'ignoranza è una cosa brutta, speriamo in un libro del grande travaglio che dirà tutta la verità comprese le colpe di berlusconi per le foibe.

lev non discute che abbiano fatto male a scappare....è gustissimo che siano fuggiti, dato che avrebbero fatto una brutta fine in Istria....

 

lui ci fa vedere solo come la pensavano gli italiani di allora sugli istriani...

Edited by Reggiane
Link to comment
Share on other sites

esatto reggiane

 

Chaffe79 i tuoi post risparmiaceli anche perchè sono tutti uguali e anche ridicoli

 

ma di base chi sa davvero cosa successe in jugoslavia?

è vero c'è scritto ma allora era un tabù (per motivi nascosti che scrissi nella seconda pagina) ma oggi come oggi?

In TV un documentario ? *

a scuola chi l'ha studiato? A me non lo fecero manco studiare

 

* ho notato che rai-mediaset non fanno documentari da un pezzo (tipo: la macchina del tempo)

rimane solo superquarck e atlantide su La7 ?

 

 

il governo italiano fece poco o niente per questa situazione come lamentato da più fonti/cronisti dell'epoca

Link to comment
Share on other sites

su su fate i bravi....esponete il vostro pensiero senza cadere in idiosincrasie personali, please. Per conto mio il capitolo foibe è un capitolo che solo da poco si sta disvelando e che per decenni è stato sepolto per gli interessi convergenti seppur differenti tanto dei partiti di governo che del PCI

Link to comment
Share on other sites

Qualcuno di voi però si ricorda come mai siamo arrivati alle foibe? Vi ricordate cosa è accaduto prima? Con questo non voglio assolutamente giustificare quello che è accaduto, anzi sono profondamente contrario. Ma vogliamo ricordare cosa è stato fatto a queste popolazioni, gli eventi che hanno portato a quei gesti sicuramente criminali. Riflettiamo prima di giudicare e attaccare alla "cieca".

Link to comment
Share on other sites

L'ho detto e lo ripeto: perseguitati forse si, nessuno lo nega. Ma ne passa di acqua tra l'imporre l'italiano ai bambini slavi a scuola e uccidere migliaia di persone nelle foibe, cacciandone centinaia di migliaia dalle proprie case in quella che, senza ombra di dubbio, E' STATA UNA PULIZIA ETNICA

Link to comment
Share on other sites

L'ho detto e lo ripeto: perseguitati forse si, nessuno lo nega. Ma ne passa di acqua tra l'imporre l'italiano ai bambini slavi a scuola e uccidere migliaia di persone nelle foibe, cacciandone centinaia di migliaia dalle proprie case in quella che, senza ombra di dubbio, E' STATA UNA PULIZIA ETNICA

sisi non voglio giustificare le foibe....volevo solo dire che neanche noi siamo dei santarellini...

Link to comment
Share on other sites

Bubu è ovvio che non è dimensionalmente comparabile con quello che hanno fatto i nazisti agli ebrei o con quello che è successo in Ruanda, ma il concetto di base è lo stesso: sradicare un'etnia da un territorio obbligandola in massa a lasciare le proprie case e la propria terra e/o utilizzando soluzioni più drastiche.

Link to comment
Share on other sites

Bubu è ovvio che non è dimensionalmente comparabile con quello che hanno fatto i nazisti agli ebrei o con quello che è successo in Ruanda, ma il concetto di base è lo stesso: sradicare un'etnia da un territorio obbligandola in massa a lasciare le proprie case e la propria terra e/o utilizzando soluzioni più drastiche.
non li sto giustificando sia chiaro,ma mussolini non era meglio ^^ (che palle si ritorna sul stesso discorso :rotfl:)
Link to comment
Share on other sites

Vorrei far presente che molte popolazioni slave vennero torturate, e deportate da Mussolini & Co. Paesi rasi al suolo o incendiati. Quindi quello che è accaduto dopo non era solo frutto della malattia mentale di qualcuno ma anche dell'esasperazione generale della popolazione, fino a quel momento trattata come bestie. Ripeto che comunque non giustifico i fatti accaduti

Edited by Tristo
Link to comment
Share on other sites

stai esagerando! gli italiani non perseguirono mai operazioni di pulizia etnica sulle popolazioni slave, così come gli slavi fecero con gli italiani.

Non lo conosci?

Link to comment
Share on other sites

  • 9 months later...

Dalla rubrica "Cronaca - News" del sito "Congedati Folgore", http://www.congedatifolgore.com/ , riporto il seguente articolo:

 

 

INFOIBATORI CON TANTO DI PENSIONE INPS

 

Mercoledì, 25 Febbraio 2009

by webmaster

 

IL CORRIERE DELLE ALPI del 25 Febbraio 2009

 

«Infoibatori pensionati Inps»

Marco Pirina dà anche il numero: trentaduemila

 

BELLUNO. «L’Inps paga 32 mila pensioni di 355 euro cadauna, reversibili al 100 per cento, agli infoibatori e ai partigiani titini. Pensioni fondate su semplici autodichiarazioni di aver combattuto contro i reparti dell’Esercito italiano per almeno quindici giorni durante la II Guerra mondiale. Per comperare il loro silenzio».

 

Lo ha sostenuto Marco Pirina, coordinatore del progetto finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia per l’istituzione di un “Registro delle vittime”, che ha illustrato ieri pomeriggio all’Auditorium, con la presentazione dell’assessore comunale Marco Da Rin Zanco.

 

Dai documenti reperiti presso gli archivi dell’ex Jugoslavia, Pirina e il suo pool di ricercatori storici italo-sloveni-croati daranno alle stampe quattro volumi che saranno inviati gratuitamente a tutte le biblioteche comunali. Una storia, ha detto Pirina, che inizia dagli scomparsi civili e militari con le mappe dettagliate di 581 luoghi, foibe, fosse comuni e piccole fosse, dove vennero sepolti i nostri connazionali.

 

«Si parla di 20 mila scomparsi di cui 16 mila nei campi di concentramento della Jugoslavia rimasti aperti anche negli anni ’50. Il fatto inquietante è che c’erano ancora oltre 10 mila prigionieri italiani ancora vivi negli anni ’50 e lo Stato italiano non disse nulla alle famiglie».

 

Il tutto documentato da un dossier di 5.700 schede. Con la prova depositata all’Archivio centrale dello Stato, dell’invio dei pacchi ai detenuti in Jugoslavia, fino al febbraio del 1962.

Secondo Pirina si trattò di un genocidio ai danni del popolo Istriano-Veneto. Infatti, nel censimento del 1911 di Francesco Giuseppe in Istria, risultavano 392.480 veneti e oggi non si arriva a 30.000 tra Slovenia e Croazia. Quasi 350 mila italiani vennero estirpati dalle loro terre e costretti ad andarsene. L’80% degli istro-veneti venne levata di mezzo prima del 1943 e dopo il 1945 l’11,8% di italiani di varie regioni. Bassa la percentuale dei bellunesi, poche decine, secondo Pirina.

 

Si preannuncia, insomma, una serie di pubblicazioni «scomode» che in sostanza accusano i fondatori della Patria, da De Gasperi, Togliatti e Pertini, di aver taciuto l’intera questione lasciando morire 20 mila italiani nella ex Jugoslavia. Un patto per non dover rispondere di ciò che fece prima l’esercito di Mussolini, durante l’occupazione della Jugoslavia.

Roberto De Nart

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...