Jump to content
Sign in to follow this  
Dave97

Primo Volo

Recommended Posts

Scrivere il racconto del primo volo quando si è appassionati è cosa relativamente semplice, farlo quando non si è del settore è decisamente più complesso.

Questa è la storia di un giovane collega , la cui età è in sintonia con la maggior parte degli utenti di questo forum, che ha deciso di provare a fare un volo su un’ aereo da turismo.

--------------------------------------------------------------

Ciao, mi chiamo Francesco e quella che stò scrivendo è la storia del mio primo volo.(battesimo dell’aria)

Qualche anno fa ho avuto modo di conoscere,per motivi di lavoro, una persona un pò particolare!

Mi spiego meglio;

Stò parlando di un signore di mezza età, apparentemente di poche parole e molto concentrato sul lavoro(Michele alias Mik).

Dalla descrizione potrebbe sembrare il classico "SECCHIONE" con gli occhiali che stà seduto di fronte alla Professoressa ad ascoltare solo lui la lezione...invece si tratta di una persona semplice con la quale si può discutere facilmente e su qualsiasi tipo di argomento!

Pensate che le nostre prime chiacchierate riguardavano la "Conquista dello Spazio e l'esplorazione di MARTE"...

Non è difficile intuire che sia un appassionato di volo, perché sui suoi pc portatili imperversano sfondi di aeroplani.

In circostanze che non ricordo sono venuto a conoscenza che fosse ADDIRITTURA un pilota !

La cosa mi ha lasciato un pochino perplesso ma anche incuriosito !

Un giorno di settembre, mentre ci stavamo sfottendo a vicenda ( argomento F1..) su chi fosse il pilota più bravo tra KIMI ed ALONSO è nata l'idea di fare un volo!

Da grande tifoso di RAIKKONEN feci una scommessa con Mik:

se Kimi avesse vinto il mondiale lui mi avrebbe portato in volo! Mancavano 3 GP alla fine del mondiale ed i punti da recuperare erano tantissimi!

Sembrava impossibile ed invece…..!

Da lì al giorno in cui avrei messo piede sull'aeroplano però è passato un pò di tempo.

Infatti tra impegni vari, condizioni metereologiche avverse e cambi di programma dell'ultimo momento , sono trascorsi un paio di mesi.

Pensate che un giorno in cui le condizioni di visibilità erano ottime

(Ndr: non erano ottime, ma superlative!

di giornate così limpide, nella padana ne capitano 10 in tutto l’anno)

dovetti rinunciare al volo per andare a vedere la mia squadra del cuore prendere 4 papine dal Bologna (CHIEVO)!

Dovetti aspettare un'altro mesetto prima che il tempo si decidesse a venirci incontro ma poi finalmente il D.Day!!!

Sabato 22 dicembre

Già dal mattino la giornata non mi sembra un gran che.

Una leggera foschia e la copertura nuvolosa molto alta, la fanno assomigliare ad una delle tante grigie giornate invernali, tipiche delle nostre parti.

Ormai sono rassegnato, e da un momento all’altro mi attendo la telefonata del mio (amico?) pilota che mi rifilerà l’ennesimo rinvio per motivi metereologici.

Ci sentiamo al telefono intorno alle 11.00 e …

Radevouz alle 15.00 presso l’aeroporto di Modena Marzaglia.

E’ difficile descrivere il mio attuale stato d’animo;

Da un alto sono contento che finalmente , dopo varie peripezie, sia arrivato il giorno tanto atteso ma allo stesso tempo mi sento stranamente irrequieto.

Cerco di non pensarci.

Arrivo a Modena Marzaglia alle 15.30, tanto per non smentirmi in ritardo!!!

Anche perché trovare la strada per raggiungere l’aeroporto di Modena, la prima volta, non è proprio semplicissimo.

Non ho neanche il tempo di fumarmi una sigaretta per scaricare l’emozione, che il pilota , mi sollecita a seguirlo; in inverno viene buio presto.

Con curiosità, mi avvicino all’aeromobile un Piper Pa 28 Archer II e noto che la sua matricola I-IKIM, è l’anagramma del nome del mio pilota preferito in F1.

La cosa mi sembra di buon Auspicio - :P

Giuro che su un’aero con Marche I-ALNS non ci sarei salito!!!!

Intanto Mik ha iniziato il giro di ispezione esterna, lo osservo mentre controlla, muove, scanchera intorno a piani di coda, flaps, alettoni, elica; insomma un giro completo attorno all’aeroplano.

Mi verrebbe di fare qualche battuta, anche per scaricare la tensione nervosa , ma mi rendo conto che forse è meglio evitare di deconcentrarlo,anche perché è un tipo che non reagisce molto bene a questo tipo di provocazioni. :P

Dato che il Pa 28 ha una sola portella ed è sul lato passeggero, quindi io sarò l’ultimo a salire, Mik mi spiega dove mettere i piedi e soprattutto come chiudere la portella una volta salito a bordo.

Finalmente a bordo!!!

L’abitacolo è un pò strettino.

Cerco la cintura di sicurezza, e dopo qualche minuto mi rendo conto di esserci seduto sopra!!

Mik, nel frattempo, ha iniziato la procedura di avviamento,seguendo la check list.

Iniziamo a rullare verso la pista, e noto con dispiacere che l’altezza del mio sedile non mi consente di vedere benissimo davanti!

Fa niente!!!

Completate prove motore e ultimi controlli, iniziamo il Back track per allineamento e decollo da pista 11.

Man mano che ci dirigiamo verso il fondo pista comincio a rilassarmi sempre di più anche se non mi sento proprio a mio agio, sempre per la posizione del sedile e penso la prossima volta mi porto un cuscino!

Comunque cerco di non pensarci e godermi al massimo il momento del decollo perché penso sia la cosa più eccitante!

Completato il back track, siamo allineati con gli 800m della pista di Modena, ultimi controlli e tutta Manetta.

L'aeroplano inizia la corsa di decollo, acquistando sempre più velocità e circa a metà pista si stacca da terra.

Siamo in volo!!

All'inizio provo delle leggere sensazioni di vuoto che però spariscono subito.

Mik, Tramite radio, informa Modena che rimaniamo nel circuito di traffico per un touch & go!

Mi spiega che in questo modo , avremo la possibilità di verificare la visibilità orizzontale, visto che la giornata non è gran che e allo stesso tempo gli servirà come allenamento.

Sono troppo distratto dalle tante novità per potermi rendere conto di quello che stiamo facendo, quindi mi limito a guardar fuori.

Effettivamente la giornata non è delle migliori.

Sta di fatto che dopo un po’, rivedo la pista davanti a noi e Mik mi spiega cosa sta facendo.

Tocchiamo terra in modo molto Soft, Mik spinge avanti la manetta, l’aereo riprende la sua corsa per il decollo.

Sento Mik sbuffare : Uhm ! Non c’è male.

La cosa più bella però doveva ancora arrivare.

Mik informa Modena, tramite radio, che lasciamo il circuito.

Mi spiega che , sempre a causa della visibilità non buona, ci piazzeremo su una zona di lavoro tranquilla tra Campogalliano e la periferia Ovest di Modena ad una quota di circa 1500ft.

Una volta raggiunta la zona di lavoro , sento Mik che mi dice di prendere i comandi di volo e provare a pilotare l’aeroplano cercando di rimanere in questa zona. :huh::huh:

Una figata eccezionale!!!

Una sensazione indescrivibile….

Ero letteralmente spaesato , timoroso , affascinato ….

All'inizio ho provato timidamente a direzionare l'aereo a destra e poi a sinistra, con angoli di bank piccoli.

Dopo qualche manovra, fatta assieme e con angoli di bank prossimi a 20°, ed aver capito come dovevo sostenere l’aereo in virata, per evitare di perdere quota, ho notato che Mik aveva lasciato i comandi di volo e si limitava a dirmi solamente dove dirigere l’aereo e quali correzioni apportare.

PS: anche se era sempre pronto ad intervenire in caso di errore..

Ero talmente concentrato nelle mie manovre che ho iniziato a sentire parecchio caldo, tanto che ho chiesto a mik di spegnere il riscaldamento.(……..che non era attivato!!!!!).

Dopo un po’ che circuitavamo su questo percorso, a mik è venuta la grande idea di mostrarmi una manovra chiamata WING OVER che consisteva nell' impennare l'aeroplano per poi virare immediatamente e scendere in picchiata.

Sarà anche una manovra che rientra nella formazione da pilota ma in quelle circostanze credo di aver perso più o meno 15 Kg, ma è stato veramente eccitante.

Abbiamo continuato a circuitare nell’area di manovra e poi ci siamo diretti verso il circuito di traffico per l’atterraggio.

Ovviamente i comandi li ha ripresi Mik!

Una volta a terra, ci siamo diretti verso la segreteria, dove mi ha compilato il diplomino di Battesimo dell’Aria.

Lo so che è per i bambini, ma in questo caso per me ha un significato particolare, sarà un bel ricordo di una giornata speciale.

Beh che dire:

Credevo che a parte il decollo il resto sarebbe stato un semplice giretto su Modena ed invece mi sono dovuto ricredere!!!

E stata una sensazione unica, mi sono divertito un sacco e tutt'oggi ringrazio Mik per la possibilità concessami.

Un grandissimo regalo di Natale!!!

Ps: chissà se per Pasqua mi porta a fare qualche capriola sul Cap10C ?

 

Note di Mik!!

Allora, in primis ringrazio Franz per il racconto, ha mantenuto la promessa.

Devo dire che se da un lato mi dispiace che il suo battesimo dell’aria sia avvenuto in una giornata poco adatta, dall’altro il rimanere in un circuito stretto come quello descritto lo ha costretto ad un tour de force per quello che riguarda la pratica di pilotaggio perché si è dovuto sobbarcare una ventina di minuti di virate e contro-virtate , quindi ha avuto modo di godersi l’aeromobile per più tempo rispetto ad un giro più lungo e quindi più “statico”.

Ultima Considerazione, prima che qualcuno decida di stracciarsi le vesti e di gridare all’incoscienza:

E’ normale prassi che un pilota decida, a seconda delle circostanze, di lasciare il solo volantino nelle mani di un’aspirante pinguino, dopo le necessarie spiegazioni del caso.

Soprattutto, come nel mio caso, quando si conosce perfettamente la persona in questione e si è sicuri che abbia recepito perfettamente il significato dell’ordine “Molla i comandi”.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io con altri 2 amici nel 2001 abbiamo deciso di provare l'ebrezza del volo. Siano andati all'aereoporto di

Villanova d'Albenga (sv). Anche in quell'occasione il pilota ha lasciato i comandi al mio amico che stava davanti! Stessa

cosa quando ci sono tornato con la mia ragazza. Per fare il figo ho lasciato stare lei davanti. Mentre so per certo che a un mio cugino hanno fatto fare anche il decollo e ha pilotato fino alla fase di atterraggio...

 

Ciao Navigator

Share this post


Link to post
Share on other sites

il mio battesimo dell'aria è avvenuto in un AirOne dove ho avuto il piacere di vedere il cockpit,in seguito ho fatto altri voli ma il più bello è stato alcuni mesi quando sono andato in un agriturismo con annesso aeroclub e ho volato su un piccolo ulm,quando il pilota mi ha fatto impugnare la cloche non ci credevo,credevo di essere stato ai comandoi per un eternità ma sono stati meno di 10 minuti,avrò speso 30 € ma li ho spesi bene(anzi mio padre li ha spesi!)

 

al momento del rullaggio!

 

1001596lu4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
il mio battesimo dell'aria è avvenuto in un AirOne dove ho avuto il piacere di vedere il cockpit,in seguito ho fatto altri voli ma il più bello è stato alcuni mesi quando sono andato in un agriturismo con annesso aeroclub e ho volato su un piccolo ulm,quando il pilota mi ha fatto impugnare la cloche non ci credevo,credevo di essere stato ai comandoi per un eternità ma sono stati meno di 10 minuti,avrò speso 30 € ma li ho spesi bene(anzi mio padre li ha spesi!)

 

al momento del rullaggio!

 

1001596lu4.jpg

solo 30euro? azzo non mi sembra molto x un voletto...dov'e sto posticino ^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io ho fatto il mio primo (e unico) volo su un'aereo da turismo (Allegro 200 :rotfl: ). Il pilota si sentiva Top Gun e mi ha fatto fare un loooooop (dove sono diventato cieco per un'attimo) e 3-4 volte una salita seguita da un'inclinazione dell'aereo a destra che gli faceva perdere quota.Poi passaggio a 10 metri dall'hangar e virate strette dove per poco non sfondavo il sedile .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Folgore

io il battesimo dell'aria l'ho avuto su uno skyhawk... aeroporto di Padova, ore 16.30 25/09/06

 

eravamo mia mamma, mia sorella ed io, io (che era il mio complex) ero come colpilota. Checklist predecollo, accensione motore e siamo in un attimo in pista prnti al decollo. tutta manetta e il pilota alza leggermente la barra (volantino, era un 172 :D ) e mi sembra di gallegiare nell 'aria. Raggiungiamo 1.500 piedi e giriamo intorno a Padova.Roncajette, Abano Terme... il pilota per scrivre sulla cosciale mi fa "pilota, tieni dritto l'aereo ;)", molla la cloche ed io che guardo il variometro e tengo l'aereo livellato. Poi sopra abano, c'èerano hli hotel pieni di piscne (:D) mi fa "pilota, prova a fare una virata stretta", allenta la presa sulla cloche, non la molla, ed io che inclino l'a/m, 30 gradi, 45 gradi, tengo l'aereo così e mi fa "stringi, stringi" e tira la barra, viratona fantastica, a pochi G, lol.... poi ad un certo punto mi fa, dopo aver ricevuto una comunicazione dall'aeroporto, che c'è un aliante nelle vicinanze... io mi guardi dietro, a ore 3, ovunque, in alto ma niente. Il Pilota mi fa" mi spiace che non posso farti tenere da solo l'aereo, ma c'è un aliante tra i piedi e non lo vedo"

 

Quando atterriamo , aterraggio perfetto, tocchiamo bene e via rulliamo e parcheggiamo, via il contatto.....

mia Mamma e mia sorel hanno il mal d'aria io ero eccitatissimo :D :D :D

 

lol, mentre eravamo allineati ci fa "allora se il motore pianta subito decollati abbiamo un campo dritto davanti a noi atterriamo là, l'unico incoventiente è il fosso e il contadino col forcon che ci rincorrerà... :D"

 

 

Fantastico, un volo di 20min perchè ero stato simpatico al direttore del aeroclub, e mi fa "solo 20min, voglio rivederlo questo ragazzo" sono che sono quasi 1.5 anni che non volo..... :(

 

 

prppongo questa sex importante!!

Edited by Folgore

Share this post


Link to post
Share on other sites
sex importante!!

...concordo... :rotfl: :rotfl:

 

 

a parte skerzi...quale sezione?dei voli?naahh..secondo me non c'e ne bisogno ...ci sono i topic della passione x il volo ^^

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Folgore
...concordo... :rotfl: :rotfl:

a parte skerzi...quale sezione?dei voli?naahh..secondo me non c'e ne bisogno ...ci sono i topic della passione x il volo ^^

 

 

questa discussione intendo, il battesimo dell' aria ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio primo volo l'ho fatto nel lontano 1978 all'Aeroclub "Vito Petruzzelli" di Foggia.

Pilota l'attuale Presidente dell'Ae.C., copilota un mio vecchio amico allora Sottotenente di complemento presso la SVBAA di Amendola

Velivolo un Partenavia P.64 Oscar 150 marche I-CLAR, in seguito andato distrutto in un incidente a Preturo (AQ)

Impressioni... SEMPLICEMENTE STUPENDE. :okok::lol::adorazione:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio battesimo dell'aria è avvenuto su un SIAI 208/M dell'Aeronautica Militare presso l'aeroporto del 1° RMV Cameri (Novara) grazie al concorso "corso di cultura aeronautica 2007"

E' stato il giorno più felice della mia vita!!!

Una volta eseguite le procedure di avviamento siamo partiti con il percorso taxi e già li dovetti prendere confidenza con la pedaliera, arrivati in zona pre-pista i quattro velivoli si sono disposti a lisca per verificare il corretto funzionamento di alettoni, impennaggi orizzontali e verticali.

Finalmente si entra in pista! Parte il primo, dopo 5 secondi il secondo e dopo tocca a me!!! Il pilota incrementa la manetta ed il velivolo acquista sempre più velocità fino a quando affida a me i comandi e mi incarica di eseguire il decollo!!! Allora comincio a tirare verso di me, lentamente il volantino cosicchè il velivolo si staccasse dolcemente dal suolo... Non è andato proprio tutto così, diciamo che ad un certo punto ho tirato troppo il volantino e il velivolo si è alzato un tocco di più di quanto doveva alzarsi, ma niente di che.... disse il pilota eheh...

 

Dopodichè il pilota si è portato in formazione con gli altri velivoli; una volta in trail mi ha lasciato il controllo del velivolo, il mio compito era di seguire i velivoli ad ore 12 ed eseguire una serie di virate e contro-virate per prendere manualità con virosbandometro ed altri strumenti di bordo... dopodichè il pilota ha assunto nuovamente il controllo eseguendo, assieme agli altri velivoli, una formazione stretta per poi chiudere in bellezza con una manovra simile a quella del racconto iniziale, consisteva nel salire di quota, nel frattempo eseguire una virata sull'asse di rollio fino e scendere in picchiata.

Dopodichè il giretto si è concluso con l'atterraggio.

 

Tenendo conto che questo aereo era il primo mezzo che "pilotavo" (se non contiamo la bicicletta eheh) penso di essermela cavata abbastanza... Questo volo ha incrementato notevolmente la mia passione per il volo e per mamma aeronautica che mi ha offerto questa possibilità!

Edited by Hollywood

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diversi anni fa mi capitò di portare in volo un mio carissimo amico pilota sul cap 10B, diciamo per un battesimo acrobatico.

Una bravissima persona ma con un grandissimo difetto: è un ingegnere aeronautico. :whistling:

(Chiedo scusa prima di incappare in qualche scomunica….)

A seconda di quale delle due personalità prevale, può essere simpaticissimo e modesto (l’amico) , oppure arrogante e logorroico (l’ingegnere).

Avevo adottato tutti gli accorgimenti possibili per evitare di farlo star male: selezionando le manovre , intervallandole in modo da permettergli di rilassarsi tra una figura e l’altra , spiegandogli dove guardare in modo da fissare i punti all’esterno che si muovono meno, come ruotare la testa per tenere lo sguardo fisso sui riferimenti esterni, etc.etc..

Dopo una ventina di minuti di volo , quasi seccato mi fa :

Beh, tutto qua!!

A sentire te, avrei dovuto star male, vomitare etc,etc.

Uhmmm!!.Bene! :hmm::hmm:

Guardo la velocità 230km/h, altimetro 900m ok :furioso:

Tirone e virata in salita a dx;

aspetto che la velocità scenda a 160Km/h e tutto piede sx e strattone alla cloche per innescare lo snap a sx.

1 giro e ¾ ed usciamo paralleli all’asse pista 29

Lascio correre l’aereo in modo da uscire a circa 240 km/h e gli piazzo subito L’avalanche; :furioso:

esco ed imposto un bel wing over poco accentuato come figura di rientro, solo che nel bel mezzo , tanto per gradire un bel roll.

PS: quest’ultima manovra era estremamente disorientante perché con il 10B, a causa della minor velocità di rollio rispetto al 10C, il roll degenerava in autorotazione

Riprendo l’asse pista , faccio correre l’aereo e su in verticale, :P

¼ roll in piedi a sx , Fiesler e ¾ di snap a sx in discesa

chiusura della manovra, mi volto e noto che il genio sta provvedendo a riempire il sacchettino che preventivamente gli avevo imposto di tenere a portata di mano… :D:D:D

Fingendomi seccato gli dico : e che ca@@o !! avevo appena iniziato a divertirmi!!!

E lui imbarazzatissimo : mi sa che me la sono cercata!!!

 

PS: Da allora, è ritornato a volare con me sul 10B, ma non l'ho più sentito dire: Beh! tutto qua!!! ;);)

Edited by Dave97

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...