Jump to content
Sign in to follow this  
admin

Blog_ Nuovi missili da Taiwan

Recommended Posts

Ottobre 2007

Durante una parata nazionale a Taipei, le forze armate di Taiwan hanno fatto sfilare due nuovi missili.

Il Tien Kung 3 (Sky Bow) è un ATBM molto simile al Patriot americano e concepito per ingaggiare velivoli da combattimento, missili da crociera e missili balistici tattici cinesi.

Lo Hsiung Feng 3 (Brave Wind) è un missile antinave [...]

 

Visualizza l'articolo completo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo.

 

L'osservazione che faccio è che gli USA hanno una politica di vendita delle armi totalmente diversa da quella di altri paesi.

 

Il Congresso decide cosa vendere e a chi, allo scopo di "limitare" l'impatto politico delle vendite di armamenti sofisticati.

Così vediamo che si negano armi stand-off alla Finlandia, ad esempio. Si limitano le vendite al Pakistan, e così via.

Un comportamento inconcepibile per altri esportatori, che vendono tutto quello che possono, sempre e comunque, a chiunque.

A volte queste auto-limitazioni americane sono giustificate, altre volte sembrano capricci del Congresso.

 

Ma chi ne fa maggiormente le spese è proprio Taiwan, perchè non solo gli USA ma anche le altre nazioni esportatrici non intendono inimicarsi la Cina, ed il risultato è che Taiwan ha un gran bisogno di comprare, e ha anche i soldi per farlo, ma nessuno vuole vendere, almeno ufficialmente.

 

Per aggirare l'ostacolo, gli USA chiudono un occhio (o appoggiano segretamente) sulle iniziative che servono a mettere Taiwan in condizione di prodursi da sè i mezzi di cui ha bisogno.

Una parte fondamentale in questo processo la hanno le industrie militari israeliane e sudafricane, e si vede nella produzione missilistica di Taiwan, che è a buoni livelli.

 

Su alcune cose, però, non si può creare una struttura produttiva facilmente. E' il caso dei motori ad alte prestazioni per i caccia (nemmeno Israele ha know-how adeguato in questo settore).

Il caccia leggero IDF , sviluppato con la collaborazione della Lockheed, ha potuto nascere perchè l'industria americana ha avuto il permesso di collaborare in quanto si trattava di poco più di un addestratore avanzato, classe T-38.

In questo modo il programma non è finito sotto la scure del Congresso americano.

 

Ma la mancanza di motori adeguati ha impedito di sviluppare un vero e proprio caccia ad alte prestazioni, questa è la ragione per cui Taiwan in questo settore ha necessità di comprare all'estero, nel caso specifico gli F-16.

 

Sta di fatto che dal 2000 (anno di picco della forza aerea) la linea operativa di caccia di Taiwan è andata erodendosi sempre di più, siamo all'incirca su una forza del 20 % inferiore in termini quantitativi e sostanzialmente invariata in termini qualitativi, mentre le capacità cinesi crescono sempre di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...