Jump to content

CONCORSI PER PILOTA


Recommended Posts

La volta scorsa il taglio è stato comunicato fra la fase di preselezione e la prova di efficienza fisica e inglese, praticamente in coincidenza con la pubblicazione della graduatoria. Sono rimasti in corsa solo gli otto posti per capitaneria di posto.I concorrenti hanno continuato l'iter concorsuale indipendentemente dalla preferenza scelta. Saranno dichiarati vincitori, salvo riduzioni, i primi venti.

A questo punto i vincitori saranno invitati mediante lettera ad esprimere la loro accettazione con telegramma. Verrà anche indicato il numero di matricola che si deve riportare sugli indumenti che verranno richiesti(mutande,pigiama e quant'altro) da portare a corredo. Il numero di matricola dovrà essere posizionato dove indicato per ogni tipo di indumento. Utilizzerete una valigia rigida di colore scuro (Blu,nero). E' essenziale portarsi una valigetta 24ore in quanto quando si esce in franchigia non possono portarsi oggetti in mano e può capitare di avere necessità di comprare qualcosa. La stessa valigetta può poi essere utile per trasportare il pc portatile di cui sentirete la necessità. Bisogna presentarsi con vestito e cravatta. Le donne , se ce ne saranno, con tailleur da indossare eventualmente all'ingresso.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 310
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

salve a tutti sono nuovo d questo sito,anch'io sono in concorso per aupc marina e devo presentarmi a febbbraio per gli accertamenti sanitari;ma volevo chiedervi un altra cosa.mi sapete dire qualcosa riguardo al concorso AUFP quante sono le possibilità di restare in servizio permanente?ciao e grazie

Link to post
Share on other sites

Se sei già AUFP, se hai fatto tre anni nell'ultimo quinquennio: Qualche possibilità.

Se sei aspirante AUFP: pochissimissime-

 

 

Le donne , se ce ne saranno, con tailleur da indossare eventualmente all'ingresso.

 

Sembra che non sia passata nessuno, confermate?

Edited by upatri
Link to post
Share on other sites

ho mandato la domanda per il concorso aufp uscito sulla gazzetta di dicembre,ho paura di essere mandato a casa dopo 3 anni e mezzo (se tutto va bene) io ho 21 anni e mi mancano pochi esami per la laurea triennale.non vorrei ritrovarmi a 24 anni in mezzo ad una strada.io concorrero per i 20 della capitaneria di porto, il discorso è lo stesso?a quale concorso bisogna far riferimento per la rafferma in servizio permanente?ciao

Link to post
Share on other sites
ho mandato la domanda per il concorso aufp uscito sulla gazzetta di dicembre,ho paura di essere mandato a casa dopo 3 anni e mezzo (se tutto va bene) io ho 21 anni e mi mancano pochi esami per la laurea triennale.non vorrei ritrovarmi a 24 anni in mezzo ad una strada.io concorrero per i 20 della capitaneria di porto, il discorso è lo stesso?a quale concorso bisogna far riferimento per la rafferma in  servizio permanente?ciao

Questo è il link del concorso di quest'anno.

http://www.difesa.it/backoffice/upload/all...46A557832A}.pdf

Come vedi il concorso si fa con posti riservati per marescialli che hanno quindi una facilitazione non indifferente.

Poi i posti per la capitaneria sono solo 10 di cui 5 riservati e non concorrono soltanto gli AUFP.

Il concorso in atto fallo lo stesso ma se dovessi vincere quello per AUPC scegli quest'ultimo. Sarai vincolato per 12 anni ma le possibilità di lavoro futuro sono maggiori.

 

Questo è il link per la ulteriore rafferma di un anno riservato ai soli AUFP

 

http://www.difesa.it/backoffice/upload/all...65A931BA%7D.pdf

Edited by upatri
Link to post
Share on other sites

il concorso aupc non è una scelta a caso ,la mia passione è il volo quindi farò di tutto pur di farmi mettere con il sedere su qualcosa che si stacca da terra ala fissa o rotante l'importante è che si vola!?infatti sarei felice di sapere qualcosa di più su come si diventa operatoi di volo ecc. Cmq il concorso aufp vorrei farlo ,a chi non fa gola un concorso da ufficiale ,ma ho decisamente paura di restare appiedato.Adesso ciao perchè vado al campo volo per una svolazzatina.buona domenica a tutti ciao

Link to post
Share on other sites

Ciao, oggi ho una nuova domanda, mi chiedo come si svolge la vita all'interno dell'accademia, per gli allievi intendo, ho letto la tabellina sul sito della marina, ma magari volevo qualche dettaglio in piu da chi la vive ogni giorno...

Le licenze ogni quanto ci sono? Quante ore libere si hanno a settimana? Ogni quanto si riesce a tornare a casa? insomma, qualcosa sulla vita all'interno da chi sta all'interno...

Grazie, Rob

Link to post
Share on other sites

vi dico quello che so

 

Intanto teniamo conto del fatto che i corsi aupc ,oltre a essere diversificati rispetto ai ruoli normali hanno inizio in tempi diversi.

Gli aupc iniziano quando i ruoli normali vanno in mare.

Siamo al mese di Giugno... e meno male considerando che si dorma sempre con le finestre aperte estate ed inverno. Almeno questo aspetto è meno traumatico rispetto a chi comincia a settembre come i ruoli normali e essendo l'accademia praticamente sul mare il freddo e l'umidità si fanno sentire. Sempre con le finestre aperte ci si prepara per andare a dormire a petto nudo.Si indossa il pigiama e sotto niente mutande. Bisogna fare raffreddare gli attributi e non sto scherzando... Dimenticavo... ogni sera intorno alle 10,30 si fa un'assemblea sul piazzale e il freddo si fa sentire.

Comunque...

Le giornate dell'aupc si svolgono tra studio e attività fisica.

Fra le materie di studio ricordo :

Navigazione,meteorologia,ordinamento militare,tutela,del segreto, ovviamente inglese, Engine(motori aeronautici), aerodinamica, e qualcos'altro che non mi sovviene.

L'attività fisica principalmente nuoto,tuffi e corsa. Molto piacevole l'attività velica con strambata obbligatoria fra le meduse di Livorno, ovviamente vestiti, con scarpe da tennis e maglia di lana a Giugno e Luglio.

L'attività in piscina prevede circa 80 vasche al giorno per una distanza di circa 2Km, i primi tempi con costume da bagno successivamente con tuta da lavoro.

In piscina farete anche qualche altro tipo di attività....in apnea con esercitazioni di salvataggio.

Si esce in libera uscita, se non siete consegnati o di servizio, il giovedi , il sabato e la domenica con orari diversificati.

I permessi extra ve li sognate.

Si telefona a casa nei giorni e negli orari assegnati, di sera: il martedi, giovedi, venerdi, sabato e domenica (forse).

Non si utilizza il cellulare in caserma, si utilizza fuori purchè in luoghi al chiuso non in presenza di pubblico.

La batteria del cellulare si può caricare una volta la settimana.

Agosto a casa .

Si ritorno per le vacanze a natale e ,se non partite prima per l'America, a Pasqua.

 

Se interviene un vero aupc potrà essere più preciso

Edited by upatri
Link to post
Share on other sites
vi dico quello che so

 

Intanto teniamo conto del fatto che i corsi aupc ,oltre a essere diversificati rispetto ai ruoli normali hanno inizio in tempi diversi.

Gli aupc iniziano quando i ruoli normali vanno in mare.

Siamo al mese di Giugno... e meno male considerando che si dorma sempre con le finestre aperte estate ed inverno. Almeno questo aspetto è meno traumatico rispetto a chi comincia a settembre come i ruoli normali e essendo l'accademia praticamente sul mare il freddo e l'umidità si fanno sentire. Sempre con le finestre aperte ci si prepara per andare a dormire a petto nudo.Si indossa il pigiama e sotto niente mutande. Bisogna fare raffreddare gli attributi e non sto scherzando... Dimenticavo... ogni sera intorno alle 10,30 si fa un'assemblea sul piazzale e il freddo si fa sentire.

Comunque...

Le giornate dell'aupc si svolgono tra studio e attività fisica.

Fra le materie di studio ricordo :

Navigazione,meteorologia,ordinamento militare,tutela,del segreto, ovviamente inglese, Engine(motori aeronautici), aerodinamica, e qualcos'altro che non mi sovviene.

L'attività fisica principalmente nuoto,tuffi e corsa. Molto piacevole l'attività velica con strambata obbligatoria fra le meduse di Livorno, ovviamente vestiti, con scarpe da tennis e maglia di lana a Giugno e Luglio.

L'attività in piscina prevede circa 80 vasche al giorno per una distanza di circa 2Km, i primi tempi con costume da bagno successivamente con tuta da lavoro.

In piscina farete anche qualche altro tipo di attività....in apnea con esercitazioni di salvataggio.

Si esce in libera uscita, se non siete consegnati o di servizio, il giovedi , il sabato e la domenica con orari diversificati.

I permessi extra ve li sognate.

Si telefona a casa nei giorni e negli orari assegnati, di sera: il martedi, giovedi, venerdi, sabato e domenica (forse).

Non si utilizza il cellulare in caserma, si utilizza fuori purchè in luoghi al chiuso non in presenza di pubblico.

La batteria del cellulare si può caricare una volta la settimana.

Agosto a casa .

Si ritorno per le vacanze a natale e ,se non partite prima per l'America, a Pasqua.

 

Se interviene un vero aupc potrà essere più preciso

az*oabbastanza duro! :o

Link to post
Share on other sites

Intanto comincia a leggerti questo copia e incolla dal sito della marina:

 

Ma a bordo degli elicotteri non esiste soltanto il pilota. L’equipaggio è infatti formato anche da quello che viene chiamato comunemente l’operatore di volo e che in effetti è anche qualcosa di più. Con lo sviluppo infatti delle nuove tecnologie nel campo degli apparati di ricerca (grossomodo a partire dalle sperimentazioni sugli AB-47J dei primi anni ’60), fu possibile in maniera graduale installare a bordo degli elicotteri della Marina Militare apparecchiature quali il Sonar ed il Radar. Fu chiara quindi l’esigenza di disporre di personale particolarmente specializzato ed in grado di utilizzare al meglio i nuovi sensori. La storia ci dice che i primi concorsi furono rivolti alla ricerca di figure già in possesso della specializzazione di Ecogoniometrista e soltanto quando nei primi anni ’70 fu possibile disporre a bordo anche del radar, essi vennero aperti anche ai radaristi. L’addestramento di questo personale ha inizio presso le Scuole Sottufficiali di Taranto, allorquando poco prima della fine del corso viene effettuata una selezione basata tanto sul rendimento del corso stesso, che soprattutto sull’esito della sempre necessaria visita medica effettuata presso uno degli Istituti Medico Legali dell’Aeronautica Militare. Anche in questo caso tutto il personale confluisce presso l’Ufficio Corsi di Maristaeli Catania, dove seguirà un addestramento della durata di circa sei mesi con lezioni di aerodinamica, impianti elettrici ed idraulici dell’elicottero, con particolare attenzione alle apparecchiature avioniche di missione. Da notare che durante questo periodo dovranno superare ben due prove di acquaticità: il Dilbert Dunker ed il corso Recupero Naufrago. Concluso questo corso teorico, gli operatori iniziano la parte operativa sempre presso i reparti di volo del 2° e 3° Gruppo Elicotteri che segue un po’ lo sviluppo già visto per i piloti, con il corso di tattica presso il MARICENTADD di Taranto e la parte addestrativa in esercitazioni complesse tanto contro le unità di superficie che quelle subacquee. Una volta completato il corso, essi vengono inviati ai reparti dove con il tempo potranno acquisire nuove specialità di missione come quella di operatore di Guerra Elettronica, addetto alla teleguida dei missili Marte oppure Otomat 2 e servente per le armi di bordo nel caso di assegnazione al Nucleo Lotta Anfibia.

 

 

L’iter formativo/addestrativo del Sottufficiale Operatore di volo, ha inizio presso le Scuole C.E.M.M. (Corpo Equipaggi Marittimi Militari) di Taranto, dove il personale Ecogoniometrista e Radarista inizia gli studi nelle rispettive categorie. Poco prima della fine del corso viene effettuata una prima selezione, basata sul rendimento del corso stesso e, inoltre, su una visita medica effettuata presso l’Istituto Medico Legale dell’Aeronautica Militare che certifica l’idoneità al volo.

 

Concluso il corso, gli Operatori vengono riavviati a Maristaeli-Catania per l’inizio del loro "addestramento operativo" presso i reparti di volo del 2° e 3° Gruppo Elicotteri dove metteranno in pratica tutte le nozioni fin qui acquisite.

Al termine della attività di volo, dopo aver ultimato il particolare tirocinio che prevede missioni di ricerca e scoperta tramite il radar e il sonar per sommergibili, tutti coloro che risulteranno idonei al prosieguo dell’attività, saranno inviati a Maricentaddas (Marina Centro Addestramento Anti Som) aTaranto per l’opportuno indottrinamento sulle tecniche/tattiche di lotta A/S e A/N.

 

Ultimato il tutto rientreranno ai reparti di volo per l’ultima parte dell’addestramento: voli addestrativi in esercitazioni complesse contro Navi e Sommergibili simulati "nemici".

 

 

Concluso l’intero iter addestrativo verranno assegnati ai reparti operativi per l’ulteriore abilitazione della qualifica "COMBAT READY" ovvero "Pronti al combattimento". Nel corso della loro carriera gli Operatori di Volo saranno chiamati a svolgere anche compiti diversi da quelli cui sono stati addestrati e preparati, ovvero effettueranno nuovi corsi di aggiornamento sulle nuove apparecchiature in sperimentazione e di nuova introduzione sugli aeromobili, od anche nuove abilitazioni su apparecchiature e armi quali "Guerra Elettronica", sistemi missilistici "Teleguida 2" e "Sistema Missilistico Marte", mitragliera MG etc… ma è proprio grazie al loro addestramento e al senso del dovere che lì ha sempre contraddistinti che saranno in grado di svolgere sempre al meglio i compiti che verranno loro assegnati di volta in volta.

 

 

E' tutto un copia e incolla . Spero ti sia utile

 

Per l'iter concorsualle guarda questi link:

 

http://www.difesa.it/backoffice/upload/all...4484EE78%7D.pdf

 

http://www.difesa.it/backoffice/upload/all...CE6F73EE%7D.pdf

 

http://www.difesa.it/backoffice/upload/all...11026965%7D.pdf

Edited by upatri
Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, sono Pil CP del 4 aupc, sono tornato dagli USA il 3 Giu 06 e ora è gia qualche mese che sono a Frosinone sull'NH500 e mi sto divertendo un mondo, chiunque abbia qualche domanda, saro' felice di rispondere al meglio, vi lascio questo link per leggere velocemente quale sara' lo sviluppo delle CP nei prossimi anni,(ARRIVANO GLI AW139!!).

 

Ciao a Presto!

 

http://www.guardiacostiera.it/MessaggioCOGE.pdf

Link to post
Share on other sites

CIAO! approfitto della tua gentilezza per chiederti informazioni sui test attitudinali

come son fatti ? son tipo quelli di logica della preselezione? e poi in generale come son strutturati i 3 giorni ad ancona? Se poi ci racconti la tua esperienza sia concorsuale che in america sarebbe il massimo ^^

 

un saluto riccardo

Edited by r1ckuz
Link to post
Share on other sites

Io invece rinnoverei una domanda a cui Upatri ha risposto con chiarezza ma che magari vissuta in prima persona da un aupc puo' essere ricca di altri dettagli.

 

Ammesso di superare le visite mediche,cosa ci attende in accademia?

Com'e' la settimana tipo dell'aupc ?

E ancora prima di entrare,in base a che criterio si viene assegnati CP piuttosto che SM?

 

Grazie

Link to post
Share on other sites

Forse hai fatto male a dircelo che sei un aupc perche' ti bombarderemo di domande :-)

Oltre alle sopraccitate io aggiungo anche questa:

-siceramente, in base a cosa si viene scelti per l'harrier o gli elicotteri (si, lo so i primi 2 di ogni corso primary e solo SM, ma ti prego di essere piu specifico possibile)?

-Hanno le stesse chance (di andare sugli harrier) sia che va a pensacola sia chi segue l'iter "italiano"?

- In ultimo, il bando dice 3 mesi in accademia, ma onestamente qual'e la media di tempo trascorso a livorno?

 

Grazie, Rob

Edited by robgril
Link to post
Share on other sites

Allora raga, vi cerco di rispondere uno alla volta ma siccome mi stammo x chiamare x andare a volare, magari continuero' lunedi visto che il week end me de vado...

Allora, a r1ckuz dico che,anche se sono passati piu' di due anni, c'e' una preselezione ad ancona dove ci sono i soliti test psicoattitudinali, tipo logico serie di numeri figure, problemini etc...ti consiglio di prendere o farti dare da qualcuno che lo ha gia fatto uno dei tanti libri per fare i test...

I primi 250 passano allo step successivo, che sono 2 o 3 giorni in accademia a livorno dove si fanno le prove di Inglese e Nuoto:

Il test di inglese e ti tipo metà ascolto e metà grammatica, 100 domande in tutto, il mio consiglio è: guardate piu' film in inglese possibile con i sottotitoli in inglese, prima cercate di capire quello che dicono e poi controllate con i sottotitoli, magari comprate uno di quei corsi di inglese x pc,magari livello medio(se siete sotto al livello medio, non avete molte possibilita')...per il nuoto, le prove sono, due vasche da 25 da fare in meno di 80sec, ma se fate soto i 40 avete il massimo punteggio, il tuttfo dai 5mt e mezza vasca in apnea...sappiate che il punteggio di inglese va moltiplicato per 1.6 e le vasche di nuoto per 1.3

 

Poi sarete chiamati alle visite mediche ad ancona, e qua viene il bello...

troveranno qualsiasi cazzata per scartarvi, io ero gia in marina(23 auc/d) e mi ero operato un mesetto prima perche avevo il seto nasale deviato e sapevo gia' che per pilota non mi avrebbero preso, dopo l'operazione ero tranquillo ma mi hanno scartato cmq... ho fato ricorso, ho dimostrato che era il decorso normale post operatorio e mi hanno ripreso, quindi non vi perdete d'animo ma fate ricorso, se non altro capiscono che ci tenete...

 

Se va tutto bene sarete chiemati per andare all'IML ma se siete passati dalle visite marina ad ancona, io non ho mai sentito che scartino all'IML...

 

Poi c'è la grande attesa...i miei punteggi mi sempra fossero, 100al nuoto, 80 all'ascolto e 70 alllo scritto e sono passato come 12esimo

 

Raga mi hanno chiamato, scappo a volare continuo a rispondervi lunedi',

CIAO

Link to post
Share on other sites

Attenderemo pazientemente,

per gli altri che si uniscono alla discussione pregherei di leggersi un po' tutte le pagine prima di domandare le stesse cose

Preselezione,test di inglese,prove fisiche ormai ce n'è abbastanza per scriverci un testamento,mentre quello che non sapremo mai (fino a quando non ci andremo noi con un po' di fortuna) ,e che l'aupc ci puo' raccontare è l'esperienza in america,l'API a pensacola e il primary a Corpus,lnonchè il pereiodo in accademia.

 

;)

Edited by arokh84
Link to post
Share on other sites
-Hanno le stesse chance (di andare sugli harrier) sia che va a pensacola sia chi segue l'iter "italiano"?

- In ultimo, il bando dice 3 mesi in accademia, ma onestamente qual'e la media di tempo trascorso a livorno?

 

chi segue l'iter italiano non va sugli Harrier.

 

Come già detto la durata è variabile, diciamo otto/nove mesi.

I parcheggiati del 5 aupc SM dovevano cominciare questo Febbraio in Italia.

( L'imperfetto è voluto, vedremo quello che succederà).

Il 6° aupc, che vi ricordo è solo CP, dovrebbe partire a Maggio, quindi diciamo 11/12 mesi.

Edited by upatri
Link to post
Share on other sites

@Upatri

C'è una ragione particolare per cui vengono trattenuti cosi' tanto tempo in accademia ?Si tratta di problemi logistici legati al fatto che l'aupc in marina è ancora relativamente giovane (in fondo siamo al 7°)?

Leggevo su un forum straniero che i piloti americani passano pochi mesi (2-3) prima dell'API e del primary achievement.

Del resto avrebbe anche piu' senso selezionare subito gli idonei al pilotaggio senza stipendiarli per mesi e mesi con il rischio di mandarli a casa a corpus ( sebbene il drop rate ai corsi di pilotaggio sia basso,qualche non idoneo purtroppo c'è sempre)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...