Jump to content
Sign in to follow this  
forza paris

la difesa di Roma capitale nella seconda guerra mondiale

Recommended Posts

non so se già esiste tale argomento, se si , prego gentilmente lo staff di spostare il mio intervento.

le ambiguità sulla difesa di roma capitale nel conflitto della seconda guerra mondiale, si sprecano. ho visto e letto parecchio su tale evento e sinceramente non ho capito ancora come sono accadute le cose. la verità come al solito forse sta nel mezzo delle discussioni.

1 affermazione: è vero che a difesa di roma erano schierate ben 5 divisioni contro solo 3 di quelle tedesche ?

2 è vero che 2 di queste divisioni sono state spostate per proteggere la fuga del re ?

3 è vero che il piano che prevedeva la difesa di roma e dell'italia intera non è stato attuato perchè i reali italiani hanno venduto la vita delle forze armate ai tedeschi ?

4 che ruolo hanno avuto gli americani e gli inglesi nell'appoggiare la difesa di roma dopo l'armistizio ?

5 perchè gli alleati hanno diffuso l'annuncio dell'armistizio prima che l'italia era pronta ?

 

troppi interrogativi che si accavallano e si intersecano tra verità e menzogne. bene se qualcuno ha interesse a continuare questo argomento io sono pienamente a disposizione. naturalmente poi, date e personaggi di quelle tristi e ingloriose giornate dovranno essere citati

Share this post


Link to post
Share on other sites

visto che nessuno si fa avanti, metto il link della dichiarazione di armistizio del maresciallo badoglio . a mio parere è l'inizio della fine delle forze armate italiane :

https://www.youtube.com/channel/UC_Nd6bu7Fprb7mhKxgl05SA

 

come si sente dal proclama, il maresciallo badoglio dice che le forze italiane reagiranno alle ostilità, da qualsiasi parte essa provenga.

è stata proprio questa ambiguità a portare l'esercito italiano allo sbaraglio.

infatti è abbastanza ovvio che l'ostilità dovesse provenire da parte tedesca, ma l'esercito italiano non poteva aspettare l'ostilità tedesca per reagire, visto e considerato che i tedeschi già li avevamo in casa. dopo l'armistizio ben 26 divisioni tedesche varcano il brenero, per dare man forte alle già presenti forze tedesche mettendo sotto chiave l'italia del nord.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi chiedo a qualcuno piu esperto di me ...perche mussolini per scappare non ha preso un semplice aereo?? voglio dire fuggire in macchina era molto provabile incappare in partigiani...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi chiedo a qualcuno piu esperto di me ...perche mussolini per scappare non ha preso un semplice aereo??

voglio dire fuggire in macchina era molto provabile incappare in partigiani...

 

Per andare dove ?

In Svizzera ?

Devi tener presente che in quegli ultimi drammatici e caotici giorni il cielo era completamente dominato dalle aviazioni alleate ..... molto probabilmente, anche avesse potuto disporre di un aereo da trasporto, non sarebbe riuscito ad andare molto lontano .....

Share this post


Link to post
Share on other sites

va bene ...ma se fosse stato abbattuto avrebbe fatto una fine un po meno drammatica. un altra cosa mentre fuggiva in macchina aveva una scorta con lui?? voglio dire...era un convoglio o solo una macchina con al interno lui e sua moglie?

Share this post


Link to post
Share on other sites

va bene ...ma se fosse stato abbattuto avrebbe fatto una fine un po meno drammatica. un altra cosa mentre fuggiva in macchina aveva una scorta con lui?? voglio dire...era un convoglio o solo una macchina con al interno lui e sua moglie?

No era in incognito travestito da soldato tedesco e Claretta Petacci non era sua moglie diciamo che era la sua seconda fiamma...la prima venne lasciata morire in un manicomio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

va bene ...ma se fosse stato abbattuto avrebbe fatto una fine un po meno drammatica. un altra cosa mentre fuggiva in macchina aveva una scorta con lui?? voglio dire...era un convoglio o solo una macchina con al interno lui e sua moglie?

 

Convengo che siamo ormai OT ..... comunque .....

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Morte_di_Benito_Mussolini

 

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/mussolini_70_anni_fa_cattura_verit_amp_agrave_ancora_lontana/notizie/1318304.shtml

Share this post


Link to post
Share on other sites

No era in incognito travestito da soldato tedesco e Claretta Petacci non era sua moglie diciamo che era la sua seconda fiamma...la prima venne lasciata morire in un manicomio.

 

Se non ricordo male era su un camion trasporto truppe tedesco tentando di passare il confine con la svizzera, era seduto sulla fiancata assieme a soldati tedeschi. Indossava un cappotto tedesco sopra la divisa di "gran capo militare" della RSI, il partigiano che controllava il camion ha notato le bande colorate lungo i pantaloni e l'ha smascherato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non so se già esiste tale argomento, se si , prego gentilmente lo staff di spostare il mio intervento.

le ambiguità sulla difesa di roma capitale nel conflitto della seconda guerra mondiale, si sprecano. ho visto e letto parecchio su tale evento e sinceramente non ho capito ancora come sono accadute le cose. la verità come al solito forse sta nel mezzo delle discussioni.

1 affermazione: è vero che a difesa di roma erano schierate ben 5 divisioni contro solo 3 di quelle tedesche ?

2 è vero che 2 di queste divisioni sono state spostate per proteggere la fuga del re ?

3 è vero che il piano che prevedeva la difesa di roma e dell'italia intera non è stato attuato perchè i reali italiani hanno venduto la vita delle forze armate ai tedeschi ?

4 che ruolo hanno avuto gli americani e gli inglesi nell'appoggiare la difesa di roma dopo l'armistizio ?

5 perchè gli alleati hanno diffuso l'annuncio dell'armistizio prima che l'italia era pronta ?

 

troppi interrogativi che si accavallano e si intersecano tra verità e menzogne. bene se qualcuno ha interesse a continuare questo argomento io sono pienamente a disposizione. naturalmente poi, date e personaggi di quelle tristi e ingloriose giornate dovranno essere citati

 

Boh, per quello che ricordo io:

1- le 5 divisioni erano sulla carta e comunque non c'era alcun coordinamento, nessuno sapeva chi dava gli ordini

2- non so ma mi par di no. Fuga notturna con alune automobili, un convoglio di 7-10 auto se non ricordo male

3- venduto... no semplicemente il problema fu la 'segretezza'. Vedi punto uno. nessuno sapeva quali fossero gli ordini e le regole d'ingaggio. Nessun piano di difesa.

4- nessuno, troppo lontani.

5- a dire il vero l'armistizio fu firmato il 3 a Cassibile sotto minaccia di pesante bombardamento a tappeto di Roma e dopo oltre un mese di trattative. Tempo per organizzarsi ce n'era. infatti ricordiamo l'8 settembre come data dell'armistizio, ma non è così...

 

Aggiungo link:

Firma armistizio..

https://it.wikipedia.org/wiki/Armistizio_di_Cassibile

 

La mancata difesa di Roma

https://it.wikipedia.org/wiki/Mancata_difesa_di_Roma

 

per dire:

 

 

La manovra a tenaglia delle due divisioni tedesche che convergevano sulla città, rispettivamente da sud e da nord, travolse in breve tempo la reazione dei pochi reparti che, per iniziativa di singoli ufficiali e con il supporto della popolazione civile, li avevano attaccati da La Storta, alla Montagnola, a Porta San Paolo, e i tedeschi presero il controllo della capitale in breve tempo, mentre le grandi unità italiane nel loro complesso - due volte più numerose di quelle nemiche in quanto a numero di effettivi - restavano paralizzate in mancanza di ordini coerenti e senza collegamenti, e cadevano quindi preda dell'ex-alleato, senza neanche poterlo davvero combattere
Edited by freeflight63

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sono sicuro che le cose fossero così scontate. infatti stando dai primi bollettini di guerra di Roma capitale, si dice che la difesa di Roma reggeva. solo dopo lo spostamento di due divisioni ( compresa la divisione ariete, quella meccanizzata ), le sorti della difesa di roma sono cambiate. non è un caso che la divisione ariete si sia spostata a protezione dei reali. infatti come ho detto era quella più equipaggiata e vantava nelle sue file l'M15 42 e il p26 40, gli ultimi carri italiani capaci di competer e con i carri avversari. e comprensibile che sia stata proprio l'ariete a dover lasciare lo schieramento, infatti era l'unica divisione che poteva sganciarsi dalla battaglia, proprio perchè l'unica meccanizzata. la difesa di roma era pronta da parecchio stando alle carte e alle testimonianze di alcuni generali ( vedasi il gen. Roata ). solo che non è stata attuata, per motivi politici. E' verissimo che l'armistizio fu concordato a cassibile, ma è altretanto vero che l'italia chiese tempo per potersi organizzare prima di dichiararlo, cosa ignorata dagli alleati. no........................la storia vera è un altra, gli alleati non vedevano di buon occhio un' organizzazione dell'esercito italiano ( sarebbe stato troppo facile per gli italiani sganciarsi dai vecchi alleati tedeschi per salire sul carro dei vincitori degli alleati ). si è pensato bene di lasciare l'italia alla sua sorte. non dimentichiamoci che wiston churchill la voleva far pagare cara all'italia. lui ha negato all'italia il ruolo di alleato ma solo il titolo di cobelligerante, lui ha voluto che la marina italiana fosse smembrata è divisa ai quattro venti. lui ha voluto che la stessa marina si consegnasse a malta, portando i nostri marinai alla voluta umiliazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la liberazione di Roma capitale e dell'italia del centro nord doveva avvenire solo ed esclusivamente per mano alleata, mai e poi mai gli inglesi avrebbero permesso all'italia di riorganizzare in maniera autonoma l'esercito. le poche brigate concesse al governo del sud, agirono nei campi di battaglia solo su ordini degli alleati, (ricevendo il battesimo del fuoco a cassino ). Sapiamo bene che le cose in realtà non sono andate come gli alleati si aspettavano, infatti le grandi città del nord si sono liberate prima dell'arrivo degli alleati, grazie l'insurrezione popolare e ai partigiani, l'italia ha riscattato il suo onore dall'infamia dei savoia. immaginiamo però solo per un attimo se le cose fossero andate secondo un sentimento patriotico e nazionale, e immaginiamo che il re fosse rimasto al suo posto a Roma., cosa sarebbe successo ????????, e immaginiamo che lo schieramento delle forze italiane fosse stato sostenuto da delle forze alleate ( per esempio dei reparti paracadutati su roma ), concordato prima con gli alleati, durante l'armistizio a cassibile, cosa sarebbe successo ???????????. la cosa è abbastanza ovvia, l'Italia avrebbe avuto un ruolo diverso alla fine della seconda guerra mondiale. ma gli alleati ( in particolare gli inglesi ) non avevano nessuna intenzione di aiutare una nazione che ha cercato di voltare pagina come l'italia, anche a scapito di far continuare la guerra e a costo di migliaia di altri morti. sembra quasi ( nella loro stoltezza ), che abbiano fatto più bella figura i tedeschi ( che hanno resistito fino all'ultimo ), di noi italiani, che abbiamo cercato ( invano ) di salvare le braghe. i morti, gli eccidi, le esecuzioni di massa, la guerra civile tra i fascisti e i partigiani, forse sono state più tragiche della resistenza nazista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

cito in merito alla resistenza di Roma capitale il sito dell' ampi di Lissone;

 

Si videro carri armati, quella sera, nelle vie che portavano al Viminale e al Quirinale. Si pensò che l'Esercito italiano prendesse posizione per la difesa della città. Ma al mattino seguente erano spariti: più tardi si comprese che non s'era trattato che d'un episodio della fuga del re, del governo e dello stato maggiore, fuga che occupò, distraendole dai compiti aggressivi e difensivi per Roma, forze ingenti e perfettamente attrezzate. E Bonomi, quando, a nome del Comitato delle opposizioni, si recò il 9 mattina al Viminale per concertare col governo il concorso dell'antifascismo alla lotta, non trovò nessuno. Di conseguenza, il Comitato si costituì in Comitato di liberazione nazionale il giorno stesso, con Bonomi, Casati, De Gasperi, Ruini, Nenni, Scoccimarro, Lussu e incominciò da Roma la sua opera di direzione e di riorganizzazione, in vista della liberazione di quella che di lì a pochi giorni fu l'Italia occupata.

Febbrilmente, nonostante l'abbandono dei capi militari più qualificati, le forze popolari predisposero la propria resistenza. La sera dell'8 il gen. Carboni, ch'era stato designato al comando della difesa di Roma, con 4 divisioni ai suoi ordini più due altre dislocate nella città di Roma e nei dintorni, decise di non ostacolare l'armamento popolare. E difatti, la sera, mi consegnò tre autocarri di armi, prelevate da alcune caserme, e che scaricai la notte stessa ai vari depositi precostituiti presso magazzini e case private.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Boh, per quello che ricordo io:

1- le 5 divisioni erano sulla carta e comunque non c'era alcun coordinamento, nessuno sapeva chi dava gli ordini

2- non so ma mi par di no. Fuga notturna con alune automobili, un convoglio di 7-10 auto se non ricordo male

3- venduto... no semplicemente il problema fu la 'segretezza'. Vedi punto uno. nessuno sapeva quali fossero gli ordini e le regole d'ingaggio. Nessun piano di difesa.

4- nessuno, troppo lontani.

5- a dire il vero l'armistizio fu firmato il 3 a Cassibile sotto minaccia di pesante bombardamento a tappeto di Roma e dopo oltre un mese di trattative. Tempo per organizzarsi ce n'era. infatti ricordiamo l'8 settembre come data dell'armistizio, ma non è così...

 

Aggiungo link:

Firma armistizio..

https://it.wikipedia.org/wiki/Armistizio_di_Cassibile

 

La mancata difesa di Roma

https://it.wikipedia.org/wiki/Mancata_difesa_di_Roma

 

per dire:

 

allora, vediamo di fare chiarezza e di dire come sono andate effettivamente le cose prima, durante e dopo l'8 settembre:

 

- punto 1 le cinque divisioni schierate a difesa di roma c'erano eccome, tanto è vero che si conoscono anche quali erano : la 135 divisione corazzato ariete II (che era quella meglio equipaggiata), la decima divisione piave, la divisione dei granatieri di Sardegna, la I e la II divisione dei carabinieri di roma capitale, compresi i reparti di polizia, non dimentichiamo che anche i civili volontari sono stati armati dal generale carboni.

- punto 2 le due divisione spostate su ordine del generale Roata sono la piave e l'ariete

- punto 3 certo che la difesa di Roma è stata venduta per la fuga del re e dello stato maggiore, tanto è vero che il piano della difesa di roma esisteva eccome, tanto è vero che si conosce anche il nome in codice, indicato col nome " O.P. memoria 44".

- punto 4 altro che troppo lontani, era previsto eccome l'intervento degli alleati a difeaa di roma capitale tant'è che si conosce anche il nome in codice del piano conosciuto come " Giant 2 ", il quale prevedeva lo sbarco aereo navale degli alleati

- punto 5 l'annuncio dell'armistizio fu dato senza l'accordo con l'italia dalle frequenze di radio algeri, senza che l'italia avesse predisposto l'O.P. memorie 44.

Come si evince le prove sono inconfutabili e degne di divulgazione pubblica. perchè non dirle queste cose ????????

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×