Jump to content

M346 frecce tricolori - discussione ufficiale


Guest iceman

Recommended Posts

  • Replies 130
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Le prese d'aria dorsali sono specifiche del modello russo e presenti sullo Yak-130 anche prima che iniziasse la collaborazione con Aermacchi. In realtà ci sono due tipi di presa d'aria ausiliarie: qu

Forse che la pinnetta sul dorso del nostro 346 indirizza i vortici fino sugli equilibratori per cui non c'è bisogno di dente di sega? Oppure è che lo Yak vira proprio più stretto anche a bassa velocit

Nel 60° anniversario delle "Frecce" ... un ricordo delle livree utilizzate dalle pattuglie che le precedettero ai tempi delle Aerobrigate ... ... theaviationist.com ... https://theaviationist.com

 Una cosa che per certi aspetti sorpremde è che non si sia mai pensato di utilizzare, nel ruolo di "aereo da addestramento" o per le pattuglie acrobatiche, di motori che usano caruranti meno costosi di quelli attuali. Non è un mistero che un'ora di volo costi migliaia di euro di solo carburante e questo rende l' addestramento o le esiizioni molto costose, forse troppo in un contesto di crisi economica come l' attuale. Credo che non sia peregrino cominciare a pensare di risparmiare, magari pensando seriamente a motori a GPL o a gasolio. Con l' aumento dei prezzi dei carburanti non è giusto limitarsi a spendere di più, si rende necessario esplorare nuove soluzioni

Link to post
Share on other sites

A parte che il carburante per aerei a turbina sostanzialmente è kerosene e che è pensato per esigenze (in primis di infiammabilità e di temperatura di congelamento) tipiche degli aerei, va detto che il gasolio è ottenuto con una ulteriore raffinazione che tendenzialmente ne fa aumentare il costo.

Poi in realtà il costo di ciò che infilano nei serbatoi degli aerei, oltre ad essere molto variabile a seconda del costo del petrolio, del paese, del fornitore e del cliente, non si può equiparare a quello del diesel, perchè le operazioni di rifornimento di un auto e quelle molto più complesse di un velivolo hanno necessariamente il loro impatto.

Alla fine in Europa il costo del combustibile dei motori a turbina varia da poco più di 1 euro fino a 2 euro al litro, ma come detto, a pensare a quanto paghiamo per fare il pieno alla nostra auto, ci ritroveremmo a confrontare mele con pere...

Il GPL magari lo eviterei se non altro perchè, se non te ne fossi accorto, non è proprio facilissimo trasformare un aereo in una gigantesca bombola del a gas volante...

In sostanza già oggi si usa il carburante più economico e più adatto e cambiarlo non migliorerebbe le cose...

Non è quindi una furbata usare qualcosa di diverso e men che meno usare qualcosa di diverso solo per un addestratore che comunque non consuma poi così tanto. Il costo per ora di volo attribuibile al carburante è solo una parte del costo di gestione come ben sanno i progettisti dell’M-345, che hanno puntato a competere con i turboprop tenendo bassi anche tutti gli altri costi, pur usando un turbofan a posto di una meno assetata turboelica.

Senza scomodare i tentativi di fare qualcosa di elettrico, al momento la strada è quella di ridurre i consumi (che significa ovviamente serbatoi e aereo più piccolo e quindi meno peso, meno rensistenza e di nuovo meno costi) non certo di cambiare carburante (al limite come ottenerlo considerando le esigenze ecologiche e i biocarburanti).

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites

Ovvia, lungi da me fare polemica, che io sappia, il diesel per autotrazione, che sarebbe poi adattabile anche ai relativi motori aeronautiici a pistoni , è la tappa precedente nela distillazione frazionata rispetto al kerosene, tanto è vero che quest'ultimo può essere infiammato con uno zolfanello, a differenza del diesel.. Ricordiamo che il diesel senza accise, che non so se si applicano anche ai carburanti per aviazione, costa meno della benzina per motori aeronautici e, ma per questo chiedo a chi è ingegnere o tecnico, già adesso sarebbe possibile usare il gasolio nei motori turbofan, a patto che il rapporto di compressione sia abbastanza elevato. A mio parere non è più giusto spendere migliaia di euro per ora di volo, urge trovare nuove soluzioni.

Link to post
Share on other sites

Le tasse ci sono ovunque...

Il diesel hanno già provato a usarlo nei motori a pistoni aeronautici, non mi pare con 'sto gran successo.

Quanto a usarlo per i motori a turbina per risparmiare vale quanto detto: non si risparmia.

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites

Nella torre di raffinazione in cui viene “cotto" il petrolio il kerosene sta sopra il gasolio, avendo una temperatura di ebollizione più bassa (è anche richiesta una temperatura minore per separarlo), ma ogni frazione della torre di raffinazione va sempre ulteriormente lavorata prima di diventare il prodotto finito, sia esso diesel, JA1 o benzina verde.

Se fosse solo per la posizione nella torre di raffinazione il GPL che è in cima dovrebbe costare più di tutti e non è così.

http://www.veicolo.online/veicolo/combustibili/diesel-Fuel/Differenza-tra-Kerosene-e-Diesel-Fuel-.html

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...