Jump to content

V-22 Osprey


-{-Legolas-}-
 Share

Recommended Posts

Desta molte perplessità il rapporto sull'incidente accaduto a questo Osprey in zona d'operazioni, in Afghanistan il 9 Aprile, le scatole nere non sono mai state recuperate, e due alti ufficiali non concordano sull'accaduto.

 

Clicca qui per andare all'articolo Air Force News

Link to comment
Share on other sites

E probabile che concordano: hanno ragione tutti e due. Con il V-22 non si sa mai, specie se le scatole nere si sono rese irreperibili. Guasto + errore umano + l'Osprey che non ha una gran predisposizione a perdonare, specie quando è guasto...

Per esempio non ho capito una tra le tante cose (a parte che magari gli hanno sparato), ma se io sono su un Osprey che fa i 500 all'ora e devo atterrare, bisogna che inizio a scendere giusto?

Allora faccio 500 all'ora, in più picchio pure e come faccio a perdere velocità per posarmi come un elicottero? Cioè come si fa a rallentare sul V-22? Dove l'hanno messo il freno?

Puo volare ancora a 500 all'ora pur con i rotori verticali e i flaps retratti? Mi sa di si: viene giù come un aliante, planando.

Quando poi la velocità è scesa, ridò manetta e apro tutti i flaps e ridivento elicottero. Ma come si fa a rallentare bruscamente? Mica posso aspettare di perdere velocità planando? Mi manca qualcosa: il brevetto sul V-22.

Edited by Hobo
Link to comment
Share on other sites

Questo trafiletto suggerisce che i rotori fossero orientati all'insù, impegnato in un rolling landing a 88Mph, quando a causa dell'impatto il velivolo si è cappottato più volte.

 

"Degraded engines could have led to engine failure, surge/stall or insufficient power when a high power demand was required," he said, adding that he believes the aircrew members knew about the engine problems and flew the Osprey as best they could to a rolling landing. The CV-22 touched down at 88 mph, the report said; it should have landed like a helicopter, with little forward speed.

 

Segue la pagina dedicata all'accaduto, non mancate di leggere l'AIB Report.

 

http://www.afsoc.af....stigationboard/

 

Aggiungo l'addendum: Clicca qui da cui si capisce benissimo che il mio precedente assunto è sbagliato, i rotori erano posizionati in avanti al momento dell'impatto.

Edited by -{-Legolas-}-
Link to comment
Share on other sites

Non si può sapere.

L'Osprey offre possibilità sconosciute sia a chi viene dall'aereo che a chi viene dall'elicottero.

Per esempio, forse per rallentare basta togliere manetta e appena la velocità si abbassa automaticamente i rotori iniziano a ruotare in alto, in una posizione intermedia. Le pale andrannno lo stesso da tutti e due i lati anche con un solo motore, come sul Chinook.

Non so se ci sono aerofreni.

Forse con la giusta velocità e il giusto angolo di incidenza, il V-22 può venire giù in planata e in autorotazione e alla fine si alzano i rotori, si aprono i flaps e si viene giù come un elicottero, o forse i rotori bisogna alzarli tutti fin dall'inizio? E se vengo giù in planata a rotori orizzontali le pale le metto in bandiera? Credo di si.

Poi appena sto per richiamare alla fine, alzo i rotori del tutto e ridò il massimo angolo di incidenza delle pale (collettivo)? Cioè, quando devo rialzare i rotori, alla fine o all'inizio della picchiata?

Sta roba manca sugli aerei e sugli elicotteri.

Dicono che il flusso delle pale in effetto suolo poi è sufficiente a far cappottare lo stesso Osprey, quindi anche questa è una cosa di cui tenere conto.

Sarebbero venuti giù a duecento all'ora e con i rotori orientati come un aereo, o comunque non del tutto verticali. Chissà che botta poveracci.

Edited by Hobo
Link to comment
Share on other sites

ma allora potrebbe anche avergli solo piantato un motore,tanto che fai con un V-22 in questi casi??? guardate che secondo me sto coso è estremamente poco affidabile.

plana come un aereo (l'autorotazione è prevista, ma è un operazione decisamente più complessa), senza dimenticare che il V-22 è capace di volare con un solo motore, come richiesto dalle stringenti specifiche del progetto. inoltre, non è che l'autorotazione sia questa grande assicurazione sulla vita.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Premesso che faccio tutto meno che l'elicotterista:

l'autorotazione dovrebbe essere un'assicurazione sulla vita a patto di trovarsi nel range giusto di altitudine/ velocità. Perdendo potenza ci si avvicina verso lo stallo, per ogni velocità di stallo dovrebbe esserci un'altitudine minima, al di sotto della quale le specifiche del costruttore ci dicono che siamo morti (Dead Man's Curve o curva dell'uomo morto).

L'Osprey, nella fattispecie, dovrebbe avere anche una minima velocità di stallo per ogni angolatura in avanti o in dietro delle gondole motori.

Se perdo potenza e sono troppo basso, la vicinanza del suolo non mi permette di recuperare picchiando, cioè di riacquistare velocità per non stallare, sacrificando quota (energia cinetica in cambio di e. potenziale).

Da quel che ci ho capito, questo per l'elicottero (e mi sa proprio anche per l'Osprey) vale non solo alle basse quote, ma anche alle alte quote (o per lo meno a CERTE alte quote) qualora il velivolo non abbia una sufficiente velocità di traslazione orizzontale in avanti o addirittura voli a punto fisso ("Hovering").

La mancanza di velocità orizzontale fa sì che non ci sia la possibilità di far girare le pale del rotore dopo che il motore è andato a farsi benedire, mentre si viene giù a sasso. Risultato: catastrofico.

Tradotto: cercare di volare per quanto possibile nei giusti valori di quota/velocità e di rimanere nel range dell'uomo morto per il minor tempo possibile.

Avere grandi pale pesanti può aiutare, perchè queste hanno più inerzia nel girare (e l'Osprey non è che abbia rotori enormi..., ma possono aver pensato di appesantire le pale, magari con un peso all'estremità, non so).

Sempre da quel che c'ho capito, l'Osprey può venire giù in autorotazione, dato che anche su di lui hanno istallato la possibilità per il rotore di ruotare anche disaccoppiato dal suo turboalbero: è come quando si smette di pedalare, gambe e pedali sono fermi, ma le ruote della bici vanno. Per il rotore che perde il motore, o comunque il cui motore fornisce spinta inferiore alla velocità di rotazione del rotore, è lo stesso: turboalbero fermo o a giri insufficienti, ma il rotore può continuare a girare per inerzia e per velocità di picchiata in avanti, questo se perdo ENTRAMBI i motori, eventualità possibile, ma statisticamente difficile.

Quindi dal quel che so, quelli probabilmente hanno perso uno o entrambi i motori in un momento in cui forse avevano una velocità di discesa eccessiva, una velocità orizzontale di traslazione in avanti insufficiente e hanno preso a venire giù a sassata, oppure, al contrario, erano troppo bassi quando hanno perso potenza.

Da ricordare poi che l'Osprey in effetto suolo non è molto facile da tenere, specie se c'è vento da direzioni "strane", come laterale o in coda come mi pare d'aver letto.

Edited by Hobo
Link to comment
Share on other sites

Come spesso accade c'è una catena di eventi, benchè in questa particolare indagine solo deducibile, visto che il flight recorder è andato distrutto.

 

The board president determined 10 factors substantially contributed to the mishap. These included inadequate weather planning, a poorly executed low visibility approach, a tailwind, a challenging visual environment, the mishap crew's task saturation, the mishap copilot's distraction, the mishap copilot's negative transfer of a behavior learned in a previous aircraft, the mishap crew's pressing to accomplish their first combat mission of the deployment, an unanticipated high rate of descent and engine power loss. Substantially contributing factors play an important role in the mishap sequence of events and are supported by the greater weight of credible evidence.

 

Tratto dal comunicato stampa

Link to comment
Share on other sites

che il v-22 possa andare in autorotazione dovrebbe essere una certezza(sennò non ci salirei neanche morto,e uguale coloro che lo devono guidare) naturalmene a patto che i motori siano interconnessi come quelli del ch 47,sennò è tutto un cavolo.Per la planata è un altra cosa,sicuro un ospray non può planare,basta vedere le piccole dimensioni delle ali e quanto cavolo sono grosse le pale,o per meglio dire planerebbe ma per pochissimo, e comunque un atterraggio d'emergenza con quelle pale enormi la vedo dura. secondo me resta un velivolo più o meno inutile,troppo complicato e instabile per essere il mulo da soma di un conflitto(poi il v 22 è più o meno della stessa classe del ch 47,perchè dicevate il contrario?)molto meglio i buoni vecchi elicotteri,tra l'altro un ch 47 và a 300 km orari mentre un v 22 a 500,non è che è moltissimo di più,considerando anche che il raggio d'azione è lo stesso ma che un v-22 necessita di più manutenzione e che in crociera dovrebbe essere anche molto più visibile di un chinook dai radar,dato che un ch 47 può sfruttare in modo inverosimile le asprità del terreno per nascondersi,può volare a una decina di metri dal suolo senza problemi mentre un v 22 è un semplice turboelica,lento per essere un aereo e troppo poco agile rispetto ad un elicottero,che suppongo non possa neanche volare troppo basso a causa di quelle pale gigantesche.

Edited by red giacomo
Link to comment
Share on other sites

i due motori sono connessi da un'albero motore, altrimenti se se ne perde uno come si fa a controbilanciare la potenza mancante??? come tenere un CH46 con un rotore solo. comunque il v-22 non è inutile, è vero che richiede molta manutenzione ma offre vantaggi che un'elicottero non puo offrire

Link to comment
Share on other sites

che il v-22 possa andare in autorotazione dovrebbe essere una certezza(sennò non ci salirei neanche morto,e uguale coloro che lo devono guidare) naturalmene a patto che i motori siano interconnessi come quelli del ch 47,sennò è tutto un cavolo.Per la planata è un altra cosa,sicuro un ospray non può planare,basta vedere le piccole dimensioni delle ali e quanto cavolo sono grosse le pale,o per meglio dire planerebbe ma per pochissimo, e comunque un atterraggio d'emergenza con quelle pale enormi la vedo dura

si, va sia in autorotazione che in planata... la cosa è certa, non è una favola, essendo un mezzo occidentale e non avendo il partito che si inventa i dati per far bella figura.

inoltre, per le pale, esiste un sistema per scardinarle al momento dell'atterraggio di emergenza.

 

secondo me resta un velivolo più o meno inutile,troppo complicato e instabile per essere il mulo da soma di un conflitto(poi il v 22 è più o meno della stessa classe del ch 47,perchè dicevate il contrario?)molto meglio i buoni vecchi elicotteri,tra l'altro un ch 47 và a 300 km orari mentre un v 22 a 500,non è che è moltissimo di più,considerando anche che il raggio d'azione è lo stesso ma che un v-22 necessita di più manutenzione e che in crociera dovrebbe essere anche molto più visibile di un chinook dai radar,dato che un ch 47 può sfruttare in modo inverosimile le asprità del terreno per nascondersi,può volare a una decina di metri dal suolo senza problemi mentre un v 22 è un semplice turboelica,lento per essere un aereo e troppo poco agile rispetto ad un elicottero,che suppongo non possa neanche volare troppo basso a causa di quelle pale gigantesche.

NO...

1. il V-22 viene giudicato rivoluzionario dai suoi utilizzatori ed un superlativo sostituto delle precedenti macchina. anche qui, non fucilano nessuno se dicono che è brutto, quindi credici.

2. il V-22 non è della stessa classe del CH-47... non è un caso se il V-22 sostituisce il CH-46 e non il CH-47, no?

3. 200km orari sono una differenza ciclopica... è quasi il doppio della velocità, senza contare che hai preso i dati delle velocità con mezzi scarichi, ma non è un problema, anche a pieno carico, il CH-47 fa la metà. inoltre, anche l'autonomia è quasi doppia rispetto al CH-47.

4. il CH-47 non è meno visibile del V-22, senza contare che l'Osprey può usufruire di ausili al volo a bassissima quota che il CH-47 quasi si sogna... oltre ad essere molto più veloce ed agile, non è un caso se l'AFSOC ci intende sostituire quasi tutto con il gioiellino della Boeing-Bell.

onestamente, quindi, non capisco la tua analisi che non si basa assolutamente sui fatti, ma su idee preconcette e sbagliate... insomma, ste cose si trovano anche su wiki... non sono dati segreti della CIA.

 

suvia a che servono 1000 di questi affari? poi certo gli americani possono spendere i loro soldi come gli pare

ed a che servono gli elicotteri, allora? sono lenti, sono vulnerabili e sono brutti! :asd:

ovviamente, è un nonsense, come chiedersi il perchè dell'utilità del V-22 o dei numeri del suo acquisto: se ne servono 1000, ne comprano 1000, soldi permettendo, così come comprerebbero 1000 CH-47 o 1000 camion.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...