Jump to content
Sign in to follow this  
Giovanni86

Problemi Al Discovery

Recommended Posts

I tecnici Nasa non sanno perche' e' accaduto.

Pezzi del rivestimento termico del Discovery si sono staccati dalla fusoliera della navicella spaziale durante la fase del decollo. I tecnici della Nasa non sono stati in grado di determinare se l'accaduto e' stato causato da qualche oggetto che si era schiantato contro il velivolo spaziale. Parti del rivestimento, che serve per proteggere lo shuttle dal calore durante la fase di rientro nell'atmosfera, si sono staccati in passato senza arrecare danni alle missioni, ma potrebbe anche ripetersi la tragedia che ha interessato il Columbia e il suo equipaggio nel 2003.

 

Sembra proprio che questa missione sia nata sotto una cattiva stella...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come hai sottolineato, in quasi tutte le missioni accade che qualche piastrella si stacchi.

 

Le piastrelle sono sempre state un cruccio per i progettisti e gli specialisti.

Siano esse montate su sottomarini o su vettori spaziali, non c'è modo di evitare che qualcuna si stacchi.

 

Onestamente mi riesce difficile comprendere le ragioni per cui questo avvenga.

 

Io sono molto pragmatico, per cui ragiono con lo schema mentale che se una cosa l'attacchi bene, non si deve staccare... ma evidentemente la NASA ha messo in conto una certa percentuale di "distacchi" e ha preferito questa disfunzione piuttosto che ricorrere a metodi di incollaggio e imbullonatura più solidi ma probabilmente anche più pesanti.

 

La tragedia del 2003 è stata dovuta a una circostanza ben peggiore, giacchè le piastrelle non si sono staccate per un mero evento "statistico" ma perchè colpite da grossi frammenti di ghiaccio che hanno determinato la perdita o il danneggiamento di un numero elevato di piastrelle su una zona circoscritta.

 

Però è chiaro che adesso l'allarme è al massimo per cui ogni anomalia desta scalpore e preoccupazione.

 

In ogni caso, sembra che la NASA sia decisa a mettere a terra per sempre gli Shuttle dopo un altro paio di lanci.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo quello che hai scritto,John...

Infatti,leggendo in giro qualche articolo circa l'orbiter(La navetta),è previsto che qualche piastrella si stacchi...

 

Hai scritto che"Le piastrelle sono sempre state un cruccio per i progettisti e gli specialisti.

Siano esse montate su sottomarini o su vettori spaziali, non c'è modo di evitare che qualcuna si stacchi.

 

Onestamente mi riesce difficile comprendere le ragioni per cui questo avvenga.

 

Io sono molto pragmatico, per cui ragiono con lo schema mentale che se una cosa l'attacchi bene, non si deve staccare..."

Credo che il motivo per cui questo avviene sia dovuto agli sbalzi termici estremi a cui sono sottoposte,dal freddo siderale al caldo spaccapietre,e a volte in pochissimo tempo...Inoltre,durante il rientro,le piastrelle non è che si scaldino e basta,ma letteralmente bruciano per attrito con l'atmosfera...

 

Una piccola curiosità,salvo che non sia cambiato qualcosa:Le piastrelle per la navetta verrebbero prodotte in Italia,nella zona di Sassuolo(MO)...E dove,se non nella Capitale della Piastrella? :rotfl::rotfl::rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo è solo una simpatica leggenda.

 

Le piastrelle dello Shuttle sono state concepite e vengono prodotte presso l'AMES RESEARCH CENTER della NASA, in California.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Purtroppo è solo una simpatica leggenda.

 

Le piastrelle dello Shuttle sono state concepite e vengono prodotte presso l'AMES RESEARCH CENTER della NASA, in California.

Allora glielo vado a dire a un certo conduttore di TV locale,che è un emeritissimo SOMARO! Lo aveva detto lui!!!!!

Maròòòòòò,che figura mi ha fatto faaareeeeee!!!!!!! :pianto::pianto::pianto::pianto::pianto::pianto::pianto:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanto alle piastrelle anche io ero conoscenza che una certa quantità non compromettono il rientro ed è una cosa tollerata. Potrebbero fare qualcosa, non so inventarsi una supercolla nuova...

Quanto alla radiazione dello Shuttle, credo anche io si tratti di un progetto coi giorni contati, ma credo anche che per un pò continuerà ancora ad essere il vettore principale per la NASA.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quanto alla radiazione dello Shuttle, credo anche io si tratti di un progetto coi giorni contati, ma credo anche che per un pò continuerà ancora ad essere il vettore principale per la NASA.

Lo credo anch'io,visto che non c'è ancora un valido sostituto in grado di fare quello che fa quel gioiello,che poi,tanto gioiello non lo è più...,ma il progetto ha anche più di 25 anni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanto alla radiazione dello Shuttle, credo anche io si tratti di un progetto coi giorni contati, ma credo anche che per un pò continuerà ancora ad essere il vettore principale per la NASA.

Lo credo anch'io,visto che non c'è ancora un valido sostituto in grado di fare quello che fa quel gioiello,che poi,tanto gioiello non lo è più...,ma il progetto ha anche più di 25 anni...

Esatto, mi hai capito bene.

In fondo è ancora un gran bel vettore. Un pò costosetto...ma con le nuove modifiche per la sicurezza dovrebbe andare meglio, in fondo funzionano perchè è proprio grazie al nuovo Canadarm con telecamera che sono riusciti a vedere subito cosa c'è, o meglio, non c'è sotto la navetta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanto alla radiazione dello Shuttle, credo anche io si tratti di un progetto coi giorni contati, ma credo anche che per un pò continuerà ancora ad essere il vettore principale per la NASA.

Lo credo anch'io,visto che non c'è ancora un valido sostituto in grado di fare quello che fa quel gioiello,che poi,tanto gioiello non lo è più...,ma il progetto ha anche più di 25 anni...

Esatto, mi hai capito bene.

In fondo è ancora un gran bel vettore. Un pò costosetto...ma con le nuove modifiche per la sicurezza dovrebbe andare meglio, in fondo funzionano perchè è proprio grazie al nuovo Canadarm con telecamera che sono riusciti a vedere subito cosa c'è, o meglio, non c'è sotto la navetta.

Stasera in un TG ho sentito che avrebbero intenzione di approntare un altra navetta che,se si renderà necessario,andrebbe a recuperare l'equipaggio in difficoltà...Ammesso che serva un salvataggio,rimane il medesimo problema delle piastrelle,salvo che non se ne portino su una scorta insieme a un piastrellista bergamasco...

Non voglio essere una malalingua,ma,considerando che lo spazio offre occasioni di busyness da leccarsi i baffi,e che un nuovo progetto di navetta ancora non esiste,insieme alla nascente diffidenza dell'opinione pubblica ecc,vuoi vedere che un salvataggio sarà necessario?Sai che ritorno di immagine ne avrebbe la NASA?"Un salvataggio in extremis da parte di un equipaggio di eroi,con una navetta gemella",come fosse un film,darebb da credere al popolo che la navetta è ancora affidabile e necessaria,e poco mancherebbe che si arrivasse a chiedere nuovi stanziamenti per costruirne almeno un altra,gemella(La Rockwell ringrazierebbe...),visto che aerospazioplani,ramjet,scramjet,propulsioni a elettroni,positroni e chissà quali altre diavolerie seguitano a succhiar miliardi per non dar nulla di fatto se non qualche trabiccolo da qualche decina di migliaia di dollari(Un razzo non costa un patrimonio,ma mette a tacere il popolino...).

 

Sarò trasgressivo nei miei pensieri,ma la vedo così... <_< <_< <_<

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, sei trasgressivo...

 

per gli americani, il fatto che la NASA abbia perso una navetta e il suo equipaggio a causa di quattro mattonelle, che ci abbia messo due anni per mandar su un'altra navetta, che si ripresentino problemi analoghi al punto di rendere necessaria una missione di soccorso...

 

bhè, per la NASA sarebbe la stessa pubblicità che avrebbe la MacDonald se servisse una partita di hamburger guasti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sì, sei trasgressivo...

 

per gli americani, il fatto che la NASA abbia perso una navetta e il suo equipaggio a causa di quattro mattonelle, che ci abbia messo due anni per mandar su un'altra  navetta, che si ripresentino problemi analoghi al punto di rendere necessaria una missione di soccorso...

 

bhè, per la NASA sarebbe la stessa pubblicità che avrebbe la MacDonald se servisse una partita di hamburger guasti...

Scusami,John,ma non ne sono convinto... :unsure:

Sai meglio di me quanto busyness ci sia nelle missioni spaziali,e,commercialmente parlando,sarebbe una perdita enorma tenere a terra tutte le navette fino a quando un superfantasyplano sarà pronto...

Ammesso che dovesse servire una missione di salvataggio,secondo me,il ritorno d'immagine ci sarebbe,come a dire"Visto come siamo stati bravi?...Nessun astronauta americano dovrà più perdere la Vita nello spazio..."ecc...E in base al proverbiale patriottismo del popolo stars & stripes,questo sarebbe sufficiente a lasciar carta bianca alla NASA,perchè"sempre pronta quando c'è da salvare una vita nello spazio"(O almeno fino a quando non avrebbe ricevuto fondi sufficienti a costruire almeno una"nuova"navetta,poi si vedrà...)...

Alcuni anni fa ci fu un altro grosso problema in orbita,ma a quel tempo la NASA tirò fuori tutta una serie di menate...In fondo,a quel tempo,aveva perso"soltanto"il Challenger...(:angry: )

 

(P.S.:Con tutto il rispetto per chi ha rischiato la Vita,e tutt'ora la rischia,nelle missioni spaziali)

 

Non me ne volere,John,ma credo sia press'a poco così :unsure::unsure::unsure:

Edited by speedyGRUNF

Share this post


Link to post
Share on other sites

leggete questo articolo: link

 

Non solo la nasa ammette di non essere riuscita a risolvere i problemi delle piastrelle , ma anche di aver problemi nel reperire materiale per la manutenzione delle navette e di rivolgersi a e-Bay per acquisirlo.....

 

Ora passi che su e-Bay si trova di tutto ma, pezzi di ricambio per astronavi ci credo poco cosa potrebbero essere invece?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma questo discusione non sarebbe meglio spostarla su prototipi?

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque hanno deciso di ripararlo nei prossimi giorni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×