Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Simone

albori dei missili a-a

Messaggi consigliati

Tra lamesse di documenti che emerge sugli ultmi mesi dellaIIWW, si ci può imbattere in più di un progetto per sviluppare/costruire un'arma antiaerea autopropellente più efficace dei cannoncini aeronautici,e della (inefficiente) contraerea 88mm

In una situazione generale già compromessa fu sviluppatol'A-A "ruhrstal x-4",l'unico sul cui utilizzo cisonodocumenti certi, un vero e propriomissile aviomontato guidato-tramite un sottile cavo elettrico di 4km disviluppo- dal pilota o dal copilota negli aerei intercettori biposto manovrando un"joystick" curosamente simile a quello deivideogiochi di50 annipiù tardi.

Testimonianze dirette e frammenti di rapporto indicano che questo missile,assai pericoloso per le proprietà corrosive e autocomburenti della miscela propoulsiva, sia stato usato sui pochi caccia notturni disponibili e in almeno una occasione sul Me-262,e pare vi siano stati degli abbattimenti.Un enigmatico rapportino della primavera 1945 afferma che l'arma era efficace almeno quanto un cannone aereo tradizionale,ma per contro non risultano rapporti daprte dell'USAF di abbattimenti con"nuove armi" (anche se nell'euforia di fine-conflittoèpossibile che vi sia statoun allentamento della disciplina burocratica)

Oltre al primom issile A-A risulta essere stato progettato e forse ultimato un missile a guida "infrarossa"

Modificato da Simone

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il bisogno aguzza l'ingegno. i tedeschi nel 44 e nel 45 erano disperati e avevano progettato molte cose avvenneristiche in campo aeronautico. ma queste "geniate" spesso rimanevano sulla carta o venivano prodotte in numero limitato, dato che le fabbriche tedesche non erano proprio nel periodo migliore. dal canto loro gli USA schieravano formazioni immense di quadrimotori. se uno non tornava alla base e non c'erano testimoni dell'abbattimento non si poteva sapere nulla. inoltre l'espolosione di un missile poteva essere scambiata per un colpo di contraerea o per un comune razzo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mentre ilgruppo-di-ricerca sulle V2 di cuifacevaparte VonBraun fu portato negli USApiù o meno volontariamente,poco si sa sui ricercatori del progetto-X4. Qualcuno dice che pochi giorni prima dell'arrivo degli alleati fecero un falò dei progettie dei missili immagazzinati e si fecero passare per "semplici operai",altri che furono portati per qualche tempo in Francia come prigionieri speciali. Fatto-sta che a differenza delle V1-2 e dimolti altri progetti interessanti,gli X4 pare non siano stati studiati estensivamente negli USA,nè inURSS,mentre vi sono testimonianze che alcuni francesi all'epoca deportati come lavoratori-civili presso la azienda tedesca incaricata della fabbriazione deglix4, una volta in patria abbiano cercato di "ricostruirli" a memoria,per conto del governo,ma non risulta che alcuno sia stato oggetto di esercitzioni.

A distanza dipiù-di-50anni possiamo dire che 3 erano i problemi prinipali di ostacolo al loro utilizzo pratico: il sistema di guida pilotato via cavetto, la pericolosità intrinseca dei propellenti, la relativamente scarsa autonomia.

Il missile nonera autocercante: doveva essere guidato sull'obiettivo tramite comandi impartiti attraverso un sottile filo di rame,che con lo strattone datogli alla partenza facilmente si spezzava,e qundo ciò non accadeva, l'alta velocità ,a regime transonico, avrebbe reso-secondo simulazioni moderne- la guidabilità tramite alette mobili molto aleatoria. In più gli intercettori alleati "diurni" erano sostanzialmente monoposto,e un pilota da solo dificilmente avrebbe potuto condurre ilmissile pilotando contemporaneamente l'aereo,magari con acrobazie per evitare i proiettili avversarii. la spinta si esauriva pressochè istantaneamente come per i fuochi d'artificio,e il cavetto era lungo al massimo 4km,per cui l'efettiva gittata dell'arma era solo di poco supriore dei proiettili dei cannoncini, i quali per inciso funzionavano anche da aerei monoposto.

Per questo e forse altri motivi bisognerà attendere gli anni '50 per vedere in azione i successivi missiliA-A

Modificato da Simone

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qualche esperimento è stato, in effetti, portato a termine dai francesi con il Nord 5101 (AA-10):

 

http://www.ttu.fr/site/english/endocpdf/missilesuccess1.pdf

 

Abbandonato per i motivi già riportati nel post precedente.

Sembra curioso eppure, ancora dopo 60 anni, è difficile reperire dati certi su molti progetti sfortunati del dopoguerra.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×