Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
diavolo rosso

E 8 JSTARS

Messaggi consigliati

Non c'era neancora una discussione sull'E8 e il sistema JSTARS,ho controllato su cerca ma non c'è niente.

 

Breve descrizione del sistema:

 

JSTARS sta per Joint Surveillance and Target Attack Radar System e, come dice la sigla, è un sistema integrato di sorveglianza e attacco.

 

I velivoli E-8 JSTARS sono basati anch'essi sulla cellula del B-707 e montano un radar ad apertura sintetica laterale, con il quale possono controllare i movimenti di forze terrestri e navali per centinaia di chilometri di raggio.

 

Le informazioni fornite dai velivoli JSTARS vengono quindi utilizzate per coordinare la battaglia terrestre e le missioni di attacco, in stretta connessione con i centri di comando terrestri e aerei (i velivoli JSTARS sono in grado di ritrasmettere ciò che vedono direttamente sugli schermi dei posti di comando e dei velivoli predisposti, ad esempio ad una postazione su un aereo AWACS).

 

 

Un link: http://www.globalsecurity.org/intell/systems/jstars.htm

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il JSTARS è come un'AWACS ma al posto di vedere obiettivi in cielo li vede il terra.

 

Capito, faccio un esempio: un A-10 ha il JSTARS e un F-15C l'AWACS. Stavolta ho azzeccato?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No,il JSTARS e l'AWACS non sono sistemi per piccoli aerei ma sono aerei di grandi dmensioni(707),guarda il il link che ho postato nel primo messaggio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite iscandar
Capito, faccio un esempio: un A-10 ha il JSTARS e un F-15C l'AWACS. Stavolta ho azzeccato?

 

 

No,il JSTARS e l'AWACS non sono sistemi per piccoli aerei ma sono aerei di grandi dmensioni(707),guarda il il link che ho postato nel primo messaggio.

 

intendeva dire come "Occhio che vede lontano e meglio"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma i costi di gestione degli E-8 sono particolarmente elevati,come ad esempio quelli degli E-3? 17 esemplari (vero che alcuni fanno parte dell'Air National Guard) non sono forse troppi anche per le esigenze degli Stati Uniti? Piuttosto sarebbe potuto essere un acquisto azzeccato da parte della NATO,per 5-6 esemplari,a complemento della flotta di Sentry.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sarebbe una buona idea, sopratutto in A-Stan dove potrebbero essere utilizzati proficuamente dalle foreze NATO.

Sarebbe stato utile anche in Libia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E infatti dovrebbero averli usati anche in Afghanistan. Però credo che un E-8 sia un sistema molto sofisticato fatto per il controllo di un campo di battaglia in cui si scontrano forze equivalenti. Cioè era pensato per dominare un campo di battaglia complicato e irto di minacce, in cui si scontrano grosse unità nemiche, con carri, artiglieria, ecc... Cioè una battaglia classica, come si pensava che potesse avvenire nel mondo diviso nei due blocchi est-ovest.

L'US Army aveva anche lui il suo piccolo aereo da sorveglianza del campo di battaglia, l'OV-1 Mohawk, specie il l'OV1B, ma certo non poteva avere la portata e soprattutto la capacità di comando e controllo di un E-8, però era un aereo veramente eccellente per la sorveglianza ravvicinata e l'osservazione aerea avanzata.

 

ov1dmo.jpg

 

I primi due E8, ancora allo stadio di aerei di "preserie", vennero spediti in Iraq ai tempi di Desert Storm. Si rivelarono talmente buoni che almeno uno dei due era perennemente in volo per controllare gli iracheni, specie gli Scud. L'F-111f e soprattutto gli F-15E erano gli unici dotati dell'avionica necessaria per potersi interfacciare direttamente e in tempo reale con l'E-8. Gli operatori dell'E-8 e il navigatore degli F-15E potevano osservare insieme e commentare la stessa immagine radar in tempo reale per poter beccare subito gli Scud appena provavano a uscire fuori.

Nella guerra al terrorismo e/o agli "insurgent" l'E-8 sono sicuro che dovrebbe riuscire benissimo in tutto, ma in fondo sarebbe come dire "sprecato": una volta ottenuta la superiorità in aria e a terra, oggi dovrebbero bastare i satelliti e aerei più piccoli e meno complicati e soprattutto i droni per controllare il territorio. Non esistono più grosse colonne corazzate nemiche da scovare e bersagliare, o uno Scud che sbuca da sotto un viadotto. A i bei tempi andati!

Modificato da Vultur

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma gli E-8 vanno al di la del radar per sorveglianza aeroportato, tant'è che già tu hai citato le notevoli capacità di comando e controllo nella piattaforma. Seppur in ambiente netcentrico spesso i comandi, distanti migliaia di chilometri, non possono avere una situazione chiara come può essere per un E-8, che tra l'atro svolge comunque ruoli SIGINT ed ELINT oltre all'AGS ed al C2. I satelliti, tra l'altro, non hanno le capacità di un radar aeroportato quelle quote e con quella peristenza sul bersaglio. Il fatto che la NATO abbia lanciato un suo programma AGS la dice lunga sull'utilità di questi assetti, che si incentrino su UAV o su più tradizionali liners militarizzati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×