Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
vonparrish

Contractors: Chi e cosa sono?

Messaggi consigliati

Buona sera a tutti quanti. Ho deciso di aprire questo topic nella sezione Off in quanto non sapevo bene dove andare a piazzare un argomento simile...comunque... Ultimamente ho sentito parlare sempre di più della figura del "contractor", tradotto per la maggior parte delle volte come mercenario. Onestamente sono completamente all'oscuro di tale componente paramilitare o di milizia privata e vorrei chiedere pertanto a tutti voi maggiori informazioni a riguardo. So che esiste Google, ma ho pensato che aprire una sezione per discuterne fosse meglio, anche per creare nuovo terreno di dibattito e confronto. Mi scuso se esistà già un topic simile, ma sinceramente non mi sembra di averlo trovato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Buona sera a tutti quanti. Ho deciso di aprire questo topic nella sezione Off in quanto non sapevo bene dove andare a piazzare un argomento simile...comunque... Ultimamente ho sentito parlare sempre di più della figura del "contractor", tradotto per la maggior parte delle volte come mercenario. Onestamente sono completamente all'oscuro di tale componente paramilitare o di milizia privata e vorrei chiedere pertanto a tutti voi maggiori informazioni a riguardo. So che esiste Google, ma ho pensato che aprire una sezione per discuterne fosse meglio, anche per creare nuovo terreno di dibattito e confronto. Mi scuso se esistà già un topic simile, ma sinceramente non mi sembra di averlo trovato.

ciao

hai detto bene la figura dei contractor è esattamente quella del soldato mercenario, vengono pagati dai governi di varie nazioni per svolgere missioni dove non si vuol lasciar traccia sotto tt gli aspetti, ti faccio un esempio i contractor possono essere assunti per uccidere un determinato personaggio di spicco senza lasciare traccia e soprattutto se l'operazione fallisce e vengono presi non essendo militari non posso no risalira al mandante( sempre se questi nono parlano :P)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ho un mio amico carissimo in Afghanistan, ha potuto parlare con alcuni di loro. Nella fattispecie ha conosciuto un ragazzo di Roma ex appartenente al 9° rgt d'assalto Paracadutisti Col Moschin. A quanto pare sono pagati abbastanza bene ed il loro compito e le loro missioni sono tutte ad alto rischio, possono andare dalla scorta valori e persone, al trasferimento di uomini e mezzi in aree particolarmente rischiose la dove vi sia un conflitto. Dopo un Know How generale, anche perchè i contractor provengono da corpi militari d'elite o da corpi paramilitari ad alto addestramento ( PER RESTARE ALL'ESSENZIALE UN CAPORALE DEI BERSAGLIERI NON CREDO SIA IDONEO), vengono reclutati da varie agenzie sparse per il mondo e possono lavorare anche per le banche e le ambasciate. Per chi ha passione è un lavoro gratificante per altri ne tanto più ne tantomeno che un lavoraccio!

Ciao spero di esserti stato utile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ciao, ho un mio amico carissimo in Afghanistan, ha potuto parlare con alcuni di loro. Nella fattispecie ha conosciuto un ragazzo di Roma ex appartenente al 9° rgt d'assalto Paracadutisti Col Moschin. A quanto pare sono pagati abbastanza bene ed il loro compito e le loro missioni sono tutte ad alto rischio, possono andare dalla scorta valori e persone, al trasferimento di uomini e mezzi in aree particolarmente rischiose la dove vi sia un conflitto. Dopo un Know How generale, anche perchè i contractor provengono da corpi militari d'elite o da corpi paramilitari ad alto addestramento ( PER RESTARE ALL'ESSENZIALE UN CAPORALE DEI BERSAGLIERI NON CREDO SIA IDONEO), vengono reclutati da varie agenzie sparse per il mondo e possono lavorare anche per le banche e le ambasciate. Per chi ha passione è un lavoro gratificante per altri ne tanto più ne tantomeno che un lavoraccio!

Ciao spero di esserti stato utile.

 

Ho trovato un sito che mi sembra interessante te lo propongo :

http://www.missionaridafrica.org/archivio_.../2004-06/06.htm

Così per saperne di più

ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bel topic, trattandosi di un argomento interessante e seguendo la consuetudine del forum lo sposto in "Esercito" ;)

 

Buona continuazione.

Modificato da Dominus

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ciao, ho un mio amico carissimo in Afghanistan, ha potuto parlare con alcuni di loro. Nella fattispecie ha conosciuto un ragazzo di Roma ex appartenente al 9° rgt d'assalto Paracadutisti Col Moschin. A quanto pare sono pagati abbastanza bene ed il loro compito e le loro missioni sono tutte ad alto rischio, possono andare dalla scorta valori e persone, al trasferimento di uomini e mezzi in aree particolarmente rischiose la dove vi sia un conflitto. Dopo un Know How generale, anche perchè i contractor provengono da corpi militari d'elite o da corpi paramilitari ad alto addestramento ( PER RESTARE ALL'ESSENZIALE UN CAPORALE DEI BERSAGLIERI NON CREDO SIA IDONEO), vengono reclutati da varie agenzie sparse per il mondo e possono lavorare anche per le banche e le ambasciate. Per chi ha passione è un lavoro gratificante per altri ne tanto più ne tantomeno che un lavoraccio!

Ciao spero di esserti stato utile.

 

Un "Contractors" non necessariamente deve essere un navy seals, state mitizzando un pò troppo. Vi sono dei "Contractors" impiegati in Iraq che provengono da paesi dell'America Latina che prima erano semplici poliziotti, e vengono presi perché costano poco; ca 1000$ al mese contro i 10°000 alla settimana di altri "Contractors" più specializzati. Altri "Contractors" si limitano a guidare camion in zone a rischio per ca 100°000 $ all'anno.

 

In pratica i "Contractors" sono solo soldati di ventura o meglio "Compagnia militare privata", alcuni specializzati altri no, e vengono impiegati principalmente perché politicamente sono più facilmente spendibili (le perdite di "Contractors" in combattimento non vengono conteggiati nelle liste ufficiali) o ingaggiati da stati che non hanno a disposizione uomini addestrati e fidati.

 

Ad esempio in questa lista di posti disponibili solo in una specializzazione è richiesta l'appartenenza per almeno 6 anni ad un gruppo speciale (SEAL, Special Forces, Ranger etc) : U.S. Training Center

 

Chiaramente ci sono anche quelli veramente in gamba ma vengono impiegati per compiti di sicurezza, protezione vip, lotta al terrorismo, come istruttori militari o di polizia e come consiglieri militari oppure per compiti non propio legali.

 

Dipende in che contesto operano, ma se guardate la voce su Wiki vi rendete conto di quanto vasto sia quel mondo: Lista di CMP

 

Senza considerare che vi sono anche CMP stazionate in paesi ex Sovietici non ripresi in quella lista.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

l'altro giorno ne hanno parlato su una trasmissione di La7, pero non ricordo il nome.

 

E' stata una bella puntanta ne hanno parlato molto bene, sia dei contractors, sia del presunto golpe in guinea del 2004 che dei contractors uccisi in iraq a falluja (non ricordo come si scrive.)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

aggiungo io che dubito forte per le missioni più sporche e segrete si utilizzino persone prezzolate di cui non si può avere la totale lealtà e fiducia reciproca .

simili compiti verranno affidati a militari ,ufficialmente congedati o dimissionari ma, in realtà ancora operativi nelle forze armate .

 

 

se non hai forze speciali tue proprie può essere un altro discorso ma, se non sei pronto già di tuo forse non è il caso di rompere le scatole ad altri che te la farebbero pagare .

 

 

la trasmissione è ''otto e mezzo '' condotta dalla Gruber

 

 

qui la puntata in streaming : http://www.la7.it/approfondimento/dettagli...prop=ottoemezzo

Modificato da cama81

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
aggiungo io che dubito forte per le missioni più sporche e segrete si utilizzino persone prezzolate di cui non si può avere la totale lealtà e fiducia reciproca .

simili compiti verranno affidati a militari ,ufficialmente congedati o dimissionari ma, in realtà ancora operativi nelle forze armate .

se non hai forze speciali tue proprie può essere un altro discorso ma, se non sei pronto già di tuo forse non è il caso di rompere le scatole ad altri che te la farebbero pagare .

la trasmissione è ''otto e mezzo '' condotta dalla Gruber

qui la puntata in streaming : http://www.la7.it/approfondimento/dettagli...prop=ottoemezzo

 

 

Io ho sentito anche parlare - ora che mi ci fai pensare in una trasmissione credo Tg2 Dossier - di Piloti contractor per le forze aeree minori, qualcuno sa dirmi qualcosa!?!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
aggiungo io che dubito forte per le missioni più sporche e segrete si utilizzino persone prezzolate di cui non si può avere la totale lealtà e fiducia reciproca .

simili compiti verranno affidati a militari ,ufficialmente congedati o dimissionari ma, in realtà ancora operativi nelle forze armate .

se non hai forze speciali tue proprie può essere un altro discorso ma, se non sei pronto già di tuo forse non è il caso di rompere le scatole ad altri che te la farebbero pagare .

 

Qui ti sbagli, premesso che nazioni come Israele e Stati Uniti probabilmente non hanno bisogno di rivolgersi a "Contractors" per fare certi "lavori", ma la serietà lealtà (al contratto stipulato) e la fiducia sono alla base delle "Private Military and Security Companies".

 

Aggiungerei comunque che quello del mercenario è il secondo lavoro più antico al mondo; le cronache narrano la presenza di truppe mercenarie già hai tempi degl'antichi Greci e anche le guardie Svizzere del Papa sono, in pratica, dei "contractors" (alle origini erano 150 mercenari Svizzeri che nel 1506 presero servizio agl'ordini di Papa Giuglio II) e fino all'istituzione della leva obbligatoria da parte di Napoleone tutti gli eserciti europei erano composti prevalentemente da mercenari, basti ricordare i Lanzichenecchi o i Mercenari Svizzeri che molto influirono sulla storia Europea.

 

Poi con il tempo i mercenari ripresero piede sino ad arrivare agl'anni "60/"70 quando le Private Military and Security Companies, prevalentemente Inglesi, si vantavano di offrire pacchetti di servizio completi e personalizzabili che arrivavano al punto di garantire anche un golpe militare. Frederick Forsyth scrisse un libro nel 1974 intitolato "I mastini della guerra", da cui fu tratto l'omonimo film, in cui si narravano le geste di alcuni mercenari assunti per rovesciare il governo della nazione immaginaria dello Zangaro.

 

Oggi vengono chiamati "Contractors" (abbreviazione di Private Security Contractors) ma in pratica è sempre la stessa cosa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Io ho sentito anche parlare - ora che mi ci fai pensare in una trasmissione credo Tg2 Dossier - di Piloti contractor per le forze aeree minori, qualcuno sa dirmi qualcosa!?!

 

 

Si usano da parecchi anni, all'inizio erano piloti in sovrannumero della WWII o della Korea, adesso sono in maggioranza ex-sovietici.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ragazzi ho trovato un sito interessante, http://corpidelite.info/PMCItalia.html

Che ne pensate?

 

Un pò di parte, ma il capitolo "Il soldato di ventura attraverso i secoli" è molto interessante, specialmente la parte riguardante le guerre in Africa tra il '60 e il '95.

 

La distinzione tra Contractors e mercenari invece è un pò forzata; dire che "Gli operatori non lavorano per un proprio guadagno diretto ma per il bene dell´azienda" sfiora il ridicolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Un pò di parte, ma il capitolo "Il soldato di ventura attraverso i secoli" è molto interessante, specialmente la parte riguardante le guerre in Africa tra il '60 e il '95.

 

La distinzione tra Contractors e mercenari invece è un pò forzata; dire che "Gli operatori non lavorano per un proprio guadagno diretto ma per il bene dell´azienda" sfiora il ridicolo.

 

Beh magari molti di quelli che vengono elencati sul sito, combattevano per un ideale, oggi forse per la passione delle armi o della vita rischiosa, oppure sono il frutto della crisi globale che spinge dei disperati a guadagnare appunto disperatamente qualche soldo in più?

Boh secondo voi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

<_< Comunque ragazzi c'è da dire una cosa, dispongono di una professionalità incredibile, poi ci vuole coraggio per operare in scenari particolarmente caldi e rischiosi.

Secondo me sono solo professionisti e specialisti e come tali vanno rispettati.

 

 

 

doppio post, +10%

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
<_< Comunque ragazzi c'è da dire una cosa, dispongono di una professionalità incredibile, poi ci vuole coraggio per operare in scenari particolarmente caldi e rischiosi.

Secondo me sono solo professionisti e specialisti e come tali vanno rispettati.

Ho trovato un articolo interessante lo sottopongo al vostro giudizio

http://fidest.wordpress.com/2009/10/11/%E2...piero-spinelli/

Modificato da Ino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto i vostri interventi e devo riconoscere che si tratta di un argomento piuttosto complicato e soggetto a molteplici punti di vista. Mi sono un pò informato e ho riscontrato una certa varietà di opinioni in merito. Personalmente le mie remore sono connesse non tanto alla "fedeltà o professionalità" dei contractor, che ritengo impeccabili...più che altro sono un pò confuso dalle regole della categoria: mi chiedo, in pratica, queste persone a cosa si ispirano quando svolgono il loro lavoro, se seguono regole "di etica e morale" o se invece fanno cose che la legge non condivide proprio in pieno... Il mio interrogativo si pone anche per un'ottica futura: oggi è chiaro che in caso di guerre i contractor, che mi sembra di capire sia super armati ed equipaggiati, stanno dalla parte dei paesi occidentali...ma se un domani nazioni come la Cina e l'India dovessero iniziare a "pagare meglio"??...so che magari è un discorso tirato ma nella vita mai dire mai...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ho letto i vostri interventi e devo riconoscere che si tratta di un argomento piuttosto complicato e soggetto a molteplici punti di vista. Mi sono un pò informato e ho riscontrato una certa varietà di opinioni in merito. Personalmente le mie remore sono connesse non tanto alla "fedeltà o professionalità" dei contractor, che ritengo impeccabili...più che altro sono un pò confuso dalle regole della categoria: mi chiedo, in pratica, queste persone a cosa si ispirano quando svolgono il loro lavoro, se seguono regole "di etica e morale" o se invece fanno cose che la legge non condivide proprio in pieno... Il mio interrogativo si pone anche per un'ottica futura: oggi è chiaro che in caso di guerre i contractor, che mi sembra di capire sia super armati ed equipaggiati, stanno dalla parte dei paesi occidentali...ma se un domani nazioni come la Cina e l'India dovessero iniziare a "pagare meglio"??...so che magari è un discorso tirato ma nella vita mai dire mai...

 

Purtroppo da sempre chi paga meglio si prende il meglio e se, per motivi ideologici e amor di patria, difficilmente (ma non improbabile) un Contractors occidentale andrà contro il suo paese non bisogna dimenticare che nei paesi ex sovietici è pieno di ottimi soldati disposti a lavorare per chi paga bene, e non solo soldati ma anche ingegneri e scienziati.

 

Comunque chiedere se i "Contractors" seguono regole "di etica e morale" non è molto corretto. Un "Contractors" non è un soldato; un soldato combatte sotto la bandiera del suo paese e rispetta ed è subordinato alle leggi e ai costumi del suo Stato, un "Contractors", come dice giustamente Wiki, è un militare (uomo o donna) che a scopo di lucro compie azioni militari per conto di un privato, una società o di uno stato, secondo un contratto prestabilito ed accettato consensualmente. La particolarità del mercenario è che un libero contratto stabilisce i suoi doveri verso il committente, al contrario dei soldati di leva obbligatoria, che sono forzati a combattere per lo stato, o dei volontari che combattono per i propri ideali. . Dal punto di vista legale non hanno un riconoscimento giuridico come un soldato combattente e in caso di conflitto i prigionieri non possono appellarsi alla convenzione di Ginevra.

Inoltre anche in Iraq alcuni "Contractors" erano ingaggiati per "ammorbidire" i prigionieri prima di un interrogatorio perché non erano sottoposti al codice militare USA ma avevano un loro statuto speciale che definire vago e poco, come quello sulle regole d'ingaggio che permetteva loro di sparare sulla folla protetti da delle leggi che li mettevano al riparo da conseguenze legali.

 

Poi non si può sempre generalizzare e per tanto non si può dire a priori se i "Contractors" rispettano la morale oppure no, sono uomini e come tali ognuno è responsabile delle sue azioni.

 

Ma per concludere, si fa per dire, aggiungerei che molti scelgono il mestire di mercenario perché sono guerrieri e questi sono quelli pericolosi. Contrariamente a quello che si pensi un guerriero non è un ottimo soldato ed è per questo che i corpi d'elite evitano di avere dei guerrieri al loro ordini. Un buon soldato in battaglia può comportarsi come un guerriero mentre un guerriero non sì comporterà mai come un buon soldato perché i compiti di un soldato sono molteplici; vanno dalla pulizia dell'accampamento e dei mezzi a pelare le patate o prestare la guardia sotto la pioggia e nel fango e sono compiti importanti ma che non danno gloria. Quando Napoleone impose la leva obbligatoria uno dei motivi era quello di eliminare la casta dei guerrieri e di forgiare un nuovo combattente chiamato "soldato" che non combatteva per se stesso o per l'onore, come fanno i guerrieri, ma per una causa comune: il soldato ideale è quello che combatte con disciplina, abnegazione e senza interessi personali se non quelli dello Stato per cui combatte, il coraggio conta ma non è così importante, e al termine del suo dovere ritorna ad essere un cittadino.

Al contrario un guerriero combatte per se stesso e per il proprio onore, o al limite per quello del proprio gruppo, e non per il suo Stato ed il coraggio è il suo modo di dimostrare il suo onore e la guerra la sua vita e non ne può fare a meno.

Ma se leggi la prima parte di questo articolo di AD comprenderai meglio quello che voglio dire: ”SOLDI E ADRENALINA"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Purtroppo da sempre chi paga meglio si prende il meglio e se, per motivi ideologici e amor di patria, difficilmente (ma non improbabile) un Contractors occidentale andrà contro il suo paese non bisogna dimenticare che nei paesi ex sovietici è pieno di ottimi soldati disposti a lavorare per chi paga bene, e non solo soldati ma anche ingegneri e scienziati.

 

Comunque chiedere se i "Contractors" seguono regole "di etica e morale" non è molto corretto. Un "Contractors" non è un soldato; un soldato combatte sotto la bandiera del suo paese e rispetta ed è subordinato alle leggi e ai costumi del suo Stato, un "Contractors", come dice giustamente Wiki, è un militare (uomo o donna) che a scopo di lucro compie azioni militari per conto di un privato, una società o di uno stato, secondo un contratto prestabilito ed accettato consensualmente. La particolarità del mercenario è che un libero contratto stabilisce i suoi doveri verso il committente, al contrario dei soldati di leva obbligatoria, che sono forzati a combattere per lo stato, o dei volontari che combattono per i propri ideali. . Dal punto di vista legale non hanno un riconoscimento giuridico come un soldato combattente e in caso di conflitto i prigionieri non possono appellarsi alla convenzione di Ginevra.

Inoltre anche in Iraq alcuni "Contractors" erano ingaggiati per "ammorbidire" i prigionieri prima di un interrogatorio perché non erano sottoposti al codice militare USA ma avevano un loro statuto speciale che definire vago e poco, come quello sulle regole d'ingaggio che permetteva loro di sparare sulla folla protetti da delle leggi che li mettevano al riparo da conseguenze legali.

 

Poi non si può sempre generalizzare e per tanto non si può dire a priori se i "Contractors" rispettano la morale oppure no, sono uomini e come tali ognuno è responsabile delle sue azioni.

 

Ma per concludere, si fa per dire, aggiungerei che molti scelgono il mestire di mercenario perché sono guerrieri e questi sono quelli pericolosi. Contrariamente a quello che si pensi un guerriero non è un ottimo soldato ed è per questo che i corpi d'elite evitano di avere dei guerrieri al loro ordini. Un buon soldato in battaglia può comportarsi come un guerriero mentre un guerriero non sì comporterà mai come un buon soldato perché i compiti di un soldato sono molteplici; vanno dalla pulizia dell'accampamento e dei mezzi a pelare le patate o prestare la guardia sotto la pioggia e nel fango e sono compiti importanti ma che non danno gloria. Quando Napoleone impose la leva obbligatoria uno dei motivi era quello di eliminare la casta dei guerrieri e di forgiare un nuovo combattente chiamato "soldato" che non combatteva per se stesso o per l'onore, come fanno i guerrieri, ma per una causa comune: il soldato ideale è quello che combatte con disciplina, abnegazione e senza interessi personali se non quelli dello Stato per cui combatte, il coraggio conta ma non è così importante, e al termine del suo dovere ritorna ad essere un cittadino.

Al contrario un guerriero combatte per se stesso e per il proprio onore, o al limite per quello del proprio gruppo, e non per il suo Stato ed il coraggio è il suo modo di dimostrare il suo onore e la guerra la sua vita e non ne può fare a meno.

Ma se leggi la prima parte di questo articolo di AD comprenderai meglio quello che voglio dire: ”SOLDI E ADRENALINA"

Condivido pienamente ciò che pensi, molti forse anche per la disinformazione al riguardo, mitizzano e valutano alla stregua di super eroi invincibili molti appartenenti alle forze speciali.

A volte persino all'interno delle forze armate stesse c'è questa sorta di ignoranza. Io personalmente ho avuto il privilegio di conoscere un appartenete alle forze speciali, posso dire una cosa a tuttasincerità? Non ho mai incontrato un ragazzo più buono d'animo e così mite. Fisicamente è molto atletico, una forza della natura ma egli stesso una volta mi ha detto - "il fisico aiuta sicuramente, la forza aiuta altrettanto a resistere agli sforzi, ma in missione tutto quello che conta è il cervello! Il rambismo è motivo di scarto per quanto riguarda queste specialità, se mentalmente sei stabile e forte puoi superare qualsiasi prova, anche la più dura e apparentemente impossibile"; se ci fate caso ragazzi vorrei proporvi una piccola riflessione: se noi prendiamo in mano un AK-47 e lo osserviamo, cosa notiamo? Un pezzo di ferro e legno ma se lo tengo in mano cosa può fare? E' un semplice oggetto! Cosa rende letale un AK-47?!? L'uomo! Il fucile uccide e quindi diventa letale solo ed esclusivamente quando c'è un uomo che preme il grilletto contro qualcuno, un arma è letale se c'è la volontà di colui che la brandisce di uccidere. Ora se la forza di volontà è stabile, capace, equilibrata, controllata da una testa altrettanto equilibrata e stabile, un guerriero delle forze speciali diviene un soldato vero, capace di svolgere le missioni più ad alto rischio sensa mettere a repentaglio sia la propria vita che quella dei commilitoni, con assurde azioni da film di Rambo. La guerra la odiano anche loro!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
La distinzione tra Contractors e mercenari invece è un pò forzata; dire che "Gli operatori non lavorano per un proprio guadagno diretto ma per il bene dell´azienda" sfiora il ridicolo.

 

Questo non è vero. I mercenari o mastini della guerra sono una categoria ormai scomparsa. Erano dei privati, solitari o in piccoli gruppi, che offrivano i loro servizi di combattenti per soldi. Cosa li differenzia dai Contractors? Il fatto che questi ultimi sono organizzati in agenzie, hanno contratti più o meno legali, ma sopratutto dispongono di mezzi che i mercenari prima non potevano possedere.

Le agenzie più grandi (Blackwater, attualmente Xe, per citarne una) dispongono di collegamenti satellitari, di mezzi all'avanguardia, sono in grado di fornire copertura legale e finanziara ai propri uomini nel caso succeda qualcosa. Tutto questo fa di loro dei piccoli eserciti, privi di etica e morale, e non sottoposti alle convenzioni internazionali (che in alcuni casi trattano di questo fenomeno, ma si riferiscono ai vecchi mastini della guerra, è quindo uno scherzo per qualsiasi avvocato aggirare la cosa).

 

Il giro d'affari è dell'ordine di grandezza dei miliardi di dollari. E si tratta solo di quelli dichiarati. Bisogna anche tenere conto che numerose di queste agenzie, specialmente quelle di media grandezza, non sono quotate in borsa proprio per evitare di rendere pubblici i bilanci. E non dimentichiamoci dei contratti segreti, a enti pubblici o privati.

 

Vorrei anche porre l'attenzione sul fatto che piccole agenzie senza nome addestrano addirittura terroristi internazionali, talebani e questo genere di persone, tutto in grande segreto ovviamente. Il problema è che, anche se piccole, queste agenzie sanno il fatto loro e sono brave nel loro "lavoro".

 

Infine un ultimo dettaglio, se fate ricerche sui numeri del fenomeno state attenti alle fonti. Per Contractors si definiscono anche le persone che nelle basi all'estero si occupano di catering e servizio logistico vario (mense e lavanderie per esempio), che sono ovviamente lontane dalla figura del rambo della Blackwater. Comunque queste persone hanno bisogno di essere protette, e indovinate chi fornisce loro protezione?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Questo non è vero. I mercenari o mastini della guerra sono una categoria ormai scomparsa. Erano dei privati, solitari o in piccoli gruppi, che offrivano i loro servizi di combattenti per soldi. Cosa li differenzia dai Contractors? Il fatto che questi ultimi sono organizzati in agenzie, hanno contratti più o meno legali, ma sopratutto dispongono di mezzi che i mercenari prima non potevano possedere.

Le agenzie più grandi (Blackwater, attualmente Xe, per citarne una) dispongono di collegamenti satellitari, di mezzi all'avanguardia, sono in grado di fornire copertura legale e finanziara ai propri uomini nel caso succeda qualcosa. Tutto questo fa di loro dei piccoli eserciti, privi di etica e morale, e non sottoposti alle convenzioni internazionali (che in alcuni casi trattano di questo fenomeno, ma si riferiscono ai vecchi mastini della guerra, è quindo uno scherzo per qualsiasi avvocato aggirare la cosa).

 

Se con il termine "mercenari" ti riferisci solo a quei gruppi divenuti famosi negl'anni '60/'70 in Africa come "mastini della guerra" ti do ragione, ma quella è solo una minima parte del fenomeno dei "mercenari", come d'altronde avevo già specificato in questo post.

 

La vera differenza fra contractors e mercenari è che i primi non posso essere impiegati in combattimento ma solo per compiti di difesa, non solo di persone ma anche di infrastrutture.

 

In quanto alla copertura legale in base alle leggi vigenti i contractors non possono essere impiegati in combattimento, se vengono impiegati in combattimento non sono contractors e per tanto le leggi internazionali valgono comunque, sempre se, in quei paesi in cui di norma vengono impiegati, la legge vale qualcosa.

 

Un altro interessante articolo sui contractor:

 

«La mia vita da contractor» Spinelli difende se stesso e i colleghi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cosa intendi per impiego in combattimento? Azioni di attacco?

 

In questo caso, per ora queste sono solo prerogativa delle forze armate regolari (e speriamo lo rimaranno).

Quello che può fare un'azienda e che non può fare una forza armata è di proteggere i suoi dipendenti, non so se tu sappia come funzionano le cose, ma se qualche Contractors apre il fuoco in maniera eccessiva, dicono che era ubriaco, lo rimpatriano, si aspetta che si calmino un pò le acque e poi lo si reinserisce nell'ambiente, magari in un altro teatro. Lo stesso avviene per intere aziende: vedasi la Blackwater, dopo i fatti del 16 settembre 2007, adesso si chiama Xe, ha un nuovo logo, ma le persone sono le stesse. Questa è vera immunità, oltre a quella che godono anche giuridicamente.

 

Vi racconto un episodio, in Afghanistan uno di questi contractros si è permesso di atterare un Colonnello comandante di reggimento NELLA SUA BASE, perchè si era avvicinato troppo all'autorità che stava difendendo. Una cosa che un normale soldato o operatore di forze speciali che dir si voglia, non si sognerebbe mai di fare. Ora questo non è paragonabile a causare delle morte innocenti, ma non è stato preso nessun provvedimento, neanche verbale, questo secondo me la dice lunga sul "prestigio" di cui godono.

 

Vorrei focalizzare l'attenzione su un altro argomento, secondo me fondamentale: cosa ha permesso, e obbligato aggiungerei, l'uso tanto massiccio di queste aziende negli ultimi anni da parte degli stati occidentali?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

dread per atterrato cosa intendi esattamente ?

 

per la blackwater una delle voci era che la C.I.A fosse un azionista della società e non di minoranza

 

il loro volume di affari è impressionante ,pensate che ormai non si limitano a comprare armi Xe ha emesso un requisito per un fucile d'assalto nuovo aprendo una gara esattamente come il comando forze speciali usa ed una pistola mitragliatrice in calibro 45 è stata progettata per esigenze della blackwater

Modificato da cama81

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Senza contare che ormai Xe (fatico ancora a chiamarla così) è essa stessa un produttore di armi ed equipaggiamenti, e pure di grosse dimensioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La Blackwater non era quotata in borsa, e se non sbaglio anche Xe non lo è ora.

 

Per atterrare intendo buttare a terra...letteralmente -_-

Non sono piccolini questi ometti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×