Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Cloniglio

Novità Tamiya.....

Messaggi consigliati

Finalmente!!!!!! Non capisco perchè ci siano voluti tutti questi anni per tirare fuori un modello replica del caccia più famoso al mondo.....ebbene sì....

Tamiya ha fatto lo Spitfire Mk IXc in 1/32 :adorazione::adorazione::adorazione:

Nei corridoi si vocifera che sarà un kit superlativo, alcuni pezzi, come ad esempio i cofani del motore (compreso nel kit) hanno uno spessore di 0,4 mm. e se questo è vero e non una favola sono magnetizzati, cosicchè possono aderire tra loro senza l'uso della colla.... :drool::drool:

 

L'ultimo kit dello Spit è stato quello recente della Pacific Coast Models e ancor prima Hasegawa, kit vecchio di parecchi anni in positivo.

Che dire....lo comprerò di sicuro e spero che facciano diverse versioni come il Vb, il XVI o anche il XIV...

 

Se qualcuno è interessato a farselo montare e verniciare, sono disponibile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Considerando le dimensioni reali, divise per 32 sono le seguenti:

 

apertura alare: 11,23 m. :32= 0,35 m.

lunghezza: 9,21 m. :32= 0,29 m.

altezza: 3,85 m. :32= 0,12 m.

 

 

Per curiosità... che misure avrà? :unsure:

Se non è gigantesco lo compro sicuro anche io!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Finalmente!!!!!! Non capisco perchè ci siano voluti tutti questi anni per tirare fuori un modello replica del caccia più famoso al mondo.....ebbene sì....

Tamiya ha fatto lo Spitfire Mk IXc in 1/32 :adorazione::adorazione::adorazione:

Sabato o domenica andrò all'Hobby Model Expo di Novegro (Mi) e sono molto curioso di vedere se lo stand di Fantasyland mostrerà qualcosa.

Vi farò sapere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Considerando le dimensioni reali, divise per 32 sono le seguenti:

 

apertura alare: 11,23 m. :32= 0,35 m.

lunghezza: 9,21 m. :32= 0,29 m.

altezza: 3,85 m. :32= 0,12 m.

 

:blink:

è lungo la metà del blinder in 1:72!!

ed è +o- largo uguale!

 

Lunghezza 0.58 m.

apertura alare 0.32 m

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Considerando le dimensioni reali, divise per 32 sono le seguenti:

 

apertura alare: 11,23 m. :32= 0,35 m.

lunghezza: 9,21 m. :32= 0,29 m.

altezza: 3,85 m. :32= 0,12 m.

 

Be', non è nemmeno tanto più grande del Fiat G 55:

apertura alare: 0,37 m

lunghezza: 0,28 m

altezza: 0,09 m

Però, o cambio casa, o valuto molto bene cosa fare come prossimo modello, sempre in 32

Avevo già il dubbio fra un bel Me 109 G o K con insegne ANR oppure un P39 con insegne cobelligeranti ma non posso fare a meno di aggiungere questo. Ne riparliamo a Natale o giù di lì.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dalla preview traspare un kit eccelso....d'altra parte Tamiya difficilmente delude!! La scala 1/32 mi è sempre rimasta "indifferente" ma questo kit ha attratto la mia attenzione anche se per semplice curiosità.....credo che chi tratta la 1/32 non possa fare a meno di acquistare questo modello gli altri possono solo sperare che Tamiya riporti la solita qualità in scala minore un po come ha fatto con il suo F-16 ;)!

 

Concordo che le misure non siano esagerate...anzi molti modelli in 1/48 hanno le solite misure se non superiori.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ne riparliamo a Natale o giù di lì.

 

Oggi sono stato all'Hobby Model Expo di Novegro.

Allo stand Tamiya dicono che la notizia dell'uscita di questo kit doveva rimanere confidenziale fino al salone di Tokio (?), comunque è trapelata ed il kit è incluso nell'elenco delle novità.

Loro prevedono il lancio in Italia all'inizio di dicembre (devo cominciare ora a mettere in bilancio questa spesa) e, ovviamente, non hanno idea del prezzo.

Saluti

Alberto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Bè...è perfetto come regalo di Natale! :P

 

Salve,

scorrendo il web ho trovato informazioni per aggiornare questo topic.

 

Innanzitutto è possibile preordinare ora il kit presso la

Hobby Link Japan

Il prezzo è di 9800 Yen, ovvero circa 74 Euro a cui vanno aggiunti circa 38 Euro di trasporto e, verosimilmente, la dogana (20% di 74 Euro)

Ne viene fuori un importo totale considerevole, quasi 127 Euro che significano oltre il doppio del kit PCM per lo stesso aereo.

Però alcune caratteristiche del kit lo rendono veramente unico: ad esempio il cofano motore magnetizzato e spesso solo 4/10, il carrello retrattile ed il timone orientabile.

Tornando al confronto con il kit PCM, quest'ultimo costa in Italia circa 53 Euro ma non comprende il motore che, volendo, si può trovare della Engine & Things a circa 24 Euro per un totale di 75 Euro

E' ancora molto meno però Tamiya offre di più e rimane a parte il discorso della qualità, che sembra essere veramente notevole, vedere le immagini postate in precedenza.

Ulteriori informazioni si posso trovare nel bel video girato al salone di Tokyo e disponibile su U-tube.

Tokyo

Cordialità

Alberto

 

Modifico per correggere il totale PCM + motore Merlin che è di 77 Euro e per aggiungere che nel video si parla di un possibile successiva edizione comprendente il rombo del motore Merlin, come già fatto per lo Zero precedentemente prodotto.

Modificato da alberto49

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ulteriori aggiornamenti sul tema.

1 - E' disponibile un'ulteriore "Product Review" a questo indirizzo:

Hyper Scale

2 - Come indicato nella Review stessa, è già possibile preordinare il kit anch alla Hannants in Gran Bretagna. Il prezzo, circa 111 Euro più trasporto è sicuramente notevole, lo vedo bene come regalo di Natale!

Alberto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ulteriori aggiornamenti sul tema.

1 - E' disponibile un'ulteriore "Product Review" a questo indirizzo:

Hyper Scale

2 - Come indicato nella Review stessa, è già possibile preordinare il kit anch alla Hannants in Gran Bretagna. Il prezzo, circa 111 Euro più trasporto è sicuramente notevole, lo vedo bene come regalo di Natale!

Alberto

 

Salve a tutti,

ho deciso di farmi un regalo di Natale ed ho ordinato lo Spitfire Tamiya ad un fornitore inglese già usato in precedenza.

Appena mi arriva, speriamo presto, vi faccio conoscere la mia opinione.

Non ho ancora deciso in che livrea farlo e sto anche considerando un bell'esemplare del 5 Stormo a Vicenza nel 1950?

Qualcuno ha foto degli Spitfire Mk IX italiani che può condividere?

Il libro di Grgory Alegi e Marco Gueli ce l'ho gia'

Grazie anticipate

Alberto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite iscandar
Salve a tutti,

ho deciso di farmi un regalo di Natale ed ho ordinato lo Spitfire Tamiya ad un fornitore inglese già usato in precedenza.

Appena mi arriva, speriamo presto, vi faccio conoscere la mia opinione.

Non ho ancora deciso in che livrea farlo e sto anche considerando un bell'esemplare del 5 Stormo a Vicenza nel 1950?

Qualcuno ha foto degli Spitfire Mk IX italiani che può condividere?

Il libro di Grgory Alegi e Marco Gueli ce l'ho gia'

Grazie anticipate

Alberto

 

 

penso che il lavoro di questo collegati possa servire

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Miraccomando... Vogliamo(almeno Io) i WIP!!! :D Penso sia una cosa fantastica questo modello.... :okok::wub:

Sicuramente, almeno da parte mia.

Però non credo di iniziarlo tanto presto, essendo ora impegnato con il Macchi C 200, anche se potrebbe capitare che, non potendo verniciare il suddetto Macchi causa maltempo, io non inizi magari dal motore Merlin.

Ciao

Alberto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Miraccomando... Vogliamo(almeno Io) i WIP!!! :D Penso sia una cosa fantastica questo modello.... :okok::wub:

Sicuramente, almeno da parte mia.

Però non credo di iniziarlo tanto presto, essendo ora impegnato con il Macchi C 200, anche se potrebbe capitare che, non potendo verniciare il suddetto Macchi causa maltempo, io non inizi magari dal motore Merlin.

Ciao

Alberto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Sicuramente, almeno da parte mia.

Però non credo di iniziarlo tanto presto, essendo ora impegnato con il Macchi C 200, anche se potrebbe capitare che, non potendo verniciare il suddetto Macchi causa maltempo, io non inizi magari dal motore Merlin.

Ciao

Alberto

 

Pacco ricevuto oggi, appena ho un po' di tempo esamino bene il contenuto e vi ottimo il servizio di questi inglesi. sapere.

Comunque ottimo il servizio di questi inglesi.

Se qualcuno è interessato, questo è il link:

Model Hobbies

e chissà che bestia è il Mosquito in 1:24 che offrono come novità.

L'apertura alare dell'aereo vero era di 16,5 metri che, in scala 1:24 significa quasi 69 cm.

Cordialità

Alberto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Pacco ricevuto oggi, appena ho un po' di tempo esamino bene il contenuto e vi ottimo il servizio di questi inglesi. sapere.

Comunque ottimo il servizio di questi inglesi.

Se qualcuno è interessato, questo è il link:

Model Hobbies

e chissà che bestia è il Mosquito in 1:24 che offrono come novità.

L'apertura alare dell'aereo vero era di 16,5 metri che, in scala 1:24 significa quasi 69 cm.

Cordialità

Alberto

 

Salve,

ho iniziato a dare un'occhiata alle varie stampate ed a preassemblare qualche pezzo e devo dire di essere rimasto molto piacevolmente sorpreso dalla qualità delle stampate e dalla precisione con cui i pezzi vanno assieme.

Forse perchè l'ultimo Tamiya l'ho assemblato più di vent'anni or sono

F14d-vi.jpg

F14e-vi.jpg

e recentemente avevo comperato solo Pacific Coast Models, però la differenza è veramente notevole.

Però di aerei italiani in 1:32 Tamiya finora non ne ha prodotti, quindi non ci sono alternative.

Cordialità

Alberto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il restauro dello Spit di Vigna di Valle non è preciso per quanto riguarda la superfice superiore delle ali in quanto non riporta l'obliterazione delle precedenti insegne inglesi che era molto più estesa delle dimensioni delle coccarde italiane...Alberto ti interesserebbe uno Spit IX italiano impiegato per voli di ricognizione sulla Jugoslavia post 1945 ? è una modifica semplice da fare (credo basterebbe mettere due oblò sotto la fusoliera se non vuoi dettagliare anche l'interno con le due apparacchiature fotografiche) anche se non aveva insegne di reparto dipendendo direttamente dallo S.M.A. . Ho un articolo sullo stesso con un trittico di Marco Gueli (socio GAVS) pubblicato anni addietro su Rivista Aeronautica mentre per lo Spit di Vigna ho un altro articolo se non ricordo male sempre del medesimo geometra romano ma pubblicato su Aerei Modellismo negli anni 90...

Modificato da Gabriele19

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
il restauro dello Spit di Vigna di Valle non è preciso per quanto riguarda la superfice superiore delle ali in quanto non riporta l'obliterazione delle precedenti insegne inglesi che era molto più estesa delle dimensioni delle coccarde italiane...Alberto ti interesserebbe uno Spit IX italiano impiegato per voli di ricognizione sulla Jugoslavia post 1945 ? è una modifica semplice da fare (credo basterebbe mettere due oblò sotto la fusoliera se non vuoi dettagliare anche l'interno con le due apparacchiature fotografiche) anche se non aveva insegne di reparto dipendendo direttamente dallo S.M.A. . Ho un articolo sullo stesso con un trittico di Marco Gueli (socio GAVS) pubblicato anni addietro su Rivista Aeronautica mentre per lo Spit di Vigna ho un altro articolo se non ricordo male sempre del medesimo geometra romano ma pubblicato su Aerei Modellismo negli anni 90...

 

In vero non ho ancora deciso che livrea realizzare.

Per ora ho solo deciso di NON fare una delle versioni proposte da Tamiya, ovvero quella dell'aereo francese in Indocina, perchè questa mi precluderebbe la realizzazione di un aereo italiano, perchè questi, stando al libro "Spitfire italiani" di Gregory Alegi e Marco Gueli, avevano le ali normali (non clipped) e non erano tropicalizzati.

In ogni caso l'articolo con trittico mi interessa e mi potrà aiutare nella mia scelta in quanto una delle opzioni considerata è quella di fare un aereo fotografico.

Da quanto ho letto, gli aerei fotografici italiani, a differenza di quelli inglesi, conservavano l'armamento e questo mi consentirebbe anche di fare l'altra modifica a cui sto pensando, ovvere dettagliare le gun bays.

Comunque non ho resistito e mentre proseguo con il Macchi 200 ho iniziato anche il motore dello Spitfire!

Saluti a tutti

Alberto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In vero non ho ancora deciso che livrea realizzare.

Per ora ho solo deciso di NON fare una delle versioni proposte da Tamiya, ovvero quella dell'aereo francese in Indocina, perchè questa mi precluderebbe la realizzazione di un aereo italiano, perchè questi, stando al libro "Spitfire italiani" di Gregory Alegi e Marco Gueli, avevano le ali normali (non clipped) e non erano tropicalizzati.

In ogni caso l'articolo con trittico mi interessa e mi potrà aiutare nella mia scelta in quanto una delle opzioni considerata è quella di fare un aereo fotografico.

Da quanto ho letto, gli aerei fotografici italiani, a differenza di quelli inglesi, conservavano l'armamento e questo mi consentirebbe anche di fare l'altra modifica a cui sto pensando, ovvere dettagliare le gun bays.

Comunque non ho resistito e mentre proseguo con il Macchi 200 ho iniziato anche il motore dello Spitfire!

Saluti a tutti

Alberto

Alberto nel pomeriggio ti chiamo telefonicamente così ci mettiamo d'accordo; se hai un fax ti posso mandare così il materiale; a più tardi :okok:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×