Jump to content

Cloniglio

Membri
  • Posts

    186
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Cloniglio

  1. 18° Gruppo...si è vero ho preso una cantonata
  2. Si, aspetto il kit Italeri e vorrei farne un paio, anche se ultimamante tra il "volere" ed il "fare" ci passa un mare. Sto concludendo poco, infatti ho ancora molti modelli da terminare e non riseco a portare uno a termine... Per quanto riguarda le differenze tra le due versioni mi pare che quelle che tu hai citato sono tutte, non sapevo dell'inclinazione delle prese aria di 5°. Mi piacerebbe fare un ASA con una mimetica sperimentale di due grigi che era di stanza a Pratica di Mare e un'altro, sempre ASA operativo con Sparrow e Sidewinder; Vediamo come sarà il kit e le possibilità che darà rispetto alle versioni, altrimenti un G mimetico o addirittura uno dei primi in natural metal non sarebbero male. Ciao e grazie per la tua sempre puntuale disponibilità.
  3. Ho appena postato sulla sezione "caccia", questa discussione con l'intento di capire quali sono le differenze "a vista" delle due versioni sopra citate. lo riporto anche qui con la speranza, di avere maggiori risposte sull'argomento, scusandomi anticipatamente, se questa non è la sezione più corretta. saluti
  4. Finalmente quest'anno esce l'F 104G il 32...Dopo in vetusto Hasegawa, kit di tanti anni fa, qualcuno si è deciso a presentare un kit un pò più aggiornato. Personalmente speravo che la Tamiya impazzisse e si decidesse a tirarlo fuori, invece, l'Italeri è la ditta che lo presenterà quest'anno. Non è dato ancora sapere in che data, speriamo a breve... Non capisco perchè fino ad oggi non sia stato presentato un kit in 1/32, considerando che, anche per chi non ama affatto questa scala (infatti le dimensioni di questo caccia non sarebbero esagerate), sarebbe stato acquistato da molti. Che ne pensate?
  5. Sicuramente ne avrete sentito già parlare....a me sembra un bel giocattolino molto divertente. Bisogna solo vedere quanto costerà. http://www.iphoneitalia.com/ar-drone-elico...hone-78495.html
  6. Ciao Alberto, no, ancora non l'ho iniziato...in questo periodo sono molto impegnato ma non è tanto questo quanto la voglia di modellare sta venendo un pò meno. Ogni tanto capitano questi periodi e poi ho ancora da finire il P47, il 109 K-4, il 110 e ancora altri, quindi prima di cominciare l'ennesimo vorrei finirne uno di questi.
  7. Molto bello....complimenti. Sono un pò in dubbio sulle pannellature un pò troppo decise sulla presa aria della deriva, a meno che ,quello vero che hai preso come riferimento abbia quasta caratteristica. Anche la parte sotto degli ailerons sono un pò troppo neri, però intendiamoci, è una mia considerazione e il modello deve piacere a te... per il resto mi sembra ottimo, anche come hai desaturato le varie pannellature. ciao
  8. BUON ANNO RAGAZZI..............UN AUGURIO PER UN ANNO SPLENDIDO E PIENO DI SERENITA'!!!! ANCORA TANTI AUGURI GIANNI
  9. Ciao Alberto, ti posto un pò di foto del motore...spero possano esserti utili. foto consultative:
  10. Ciao Tornado, come ho spiegato sopra, ho usato l'acciaio metalizer della Model Master; è stato lucidato con un panno morbido e poi ho utilizzato le polveri della Tamiya. un saluto
  11. Grazie Hornet, grazie ancora.ciao

  12. a mano libera e con l'aiuto di un ottimo aeregrafo. ciao
  13. Grazie Manu, ho visto che anche tu stai facendo un bel lavoro...
  14. Infine il lavaggio è stato fatto con i colori ad olio, un grigio scuro. Non ho ritrovato foto a riguardo ma sapete di cosa sto parlando, con un pennellino si seguono le pannellature e con un pò di carta assorbente si tolgono gli eccessi. Il tutto coperto da un trasparente satinato per le superfici inferiori perchè sono meno esposte agli agenti atmosferici. Le superfici superiori con l'opaco; questa finitura si dà dopo che il lavaggio con l'olio abbia riposato alcuni giorni. La tecnica dell'acquarello l'ho presentata sull'altro post... a disposizione per chiarimenti saluti
  15. Il modello assemblato Le gondole motori sono state verniciate con l'acciaio metalizer della Model Master. La parte da verniciare deve essere priva di carteggiamenti (eventualmente carteggiata con carta finissima e lucidata) perchè non amo mettere in primer. Se la parte è sgrassata e le mani di vernice sono 3 o 4, questo colore tiene abbastanza, è chiaro che bisogna trattarlo con le mani in maniera molto delicata. Da queste ultime foto si vede anche il preshading La verviciatura comincia dalla pancia, i colori sono Xtracolor, la mimetica in MOD EAGLE SCHEME e cioè il FS36251 eFS36176. Le gondole sono state protette da post it, con questo sistema non si rovina il metallizzato... segue...
  16. Gli interni delle prese aria, cioè i condotti, sono stati incollati ma risultavano molto evidenti gli accoppiamenti, cosicchè mi sono inventato uno strumento (che ho già presentato) per arrivare fino in fondo e consiste in un tondino di alluminio con due lamelle di plasticard sagomate al bisogno. Con questo strumento ho stuccato le fessure, poi ho carteggiato il tutto con la 600/800 ed infine verniciato con il bianco lucido Tamiya. vani carrelli... segue...
  17. Posterò i passaggi più salienti della costruzione, colorazione ed invecchiamento, tralasciando quelli che, con le foto risultano intuitivi e non necessitano di troppe spiegazioni, salvo il fatto che chi volesse approfondire qualche passaggio, non ci sono problemi, cercherò di essere il più esaustivo possibile. Il cockpit dell'Aieres è superlativo, come ho già illustrato, la vasca dove poggia il seggiolino è in grigio desaturato con lo stesso colore più chiaro. Il seggiolino è in metal code black dell'Humbrol, cuscino in varie tonalità di verde acrilico. La vasca posteriore dove alloggiono le apparecchiature dell'avionica sono in bianco acrilico e le cassette in grigio scuro. Gli scarichi sono in metal code black dell'Humbrol ed in acciaio metalizer Model Master. Gli anelli sono stati "cotti" con le polveri della Tamiya, sono dei contenitori di vari colori e la confezione assomiglia ai trucchi delle donne (non mi ricordo come si chiama) segue...
  18. la finitura finale sopra gli acquarelli no ovviamente perchè perderebbero di "effetto". Sono abbastanza resistenti, a meno che non vai a stuzzicarli con le mani umide... ciao
  19. Questa è la tecnica dell'acquarello...anche se ho già anticipato qualche tempo fa come applicarla, con qualche foto potrà essere più chiara. E' molto semplice ed è sufficente avere pochi elementi come il fiele di bue (essenziale), tre tavolette di acquarelli, il nero, il seppia ed il blu oltremare e un bicchierino con un pò d'acqua. E' una tecnica che a mio parere va utilizzata solamente per macchine moderne, in particolar modo per gli imbarcati che di solito sono quelli più sporchi. vediamo in sequenza i vari passaggi: Si stende un pò di fiele sulla superficie da trattare con l'aggiunta di un pò d'acqua, la superfice ovviamente deve essere a modello finito e può essere indifferentemente lucida, satinata, opaca. Il fiele si usa perchè rompe la tensione superficiale dell'acqua... Si intinge la punta di un pennello nelle tavolette, le tonalità sono al personale gusto, e si spande tenendo conto che non deve essere uniforme ma in alcuni punti più concentrato e in altri meno. Una volta che il colore è secco, basta un quarto d'ora, con la punta del pennello pulito ed umido si vanno a rimuovere quei contorni che sono rimasti troppo delineati e quindi poco realistici. Il colore si può rimuovere con estrema facilità usando l'acqua, questo permette di ricominciare da capo se non foste soddisfatti, senza rovinare il modello. Credo di essere stato abbastanza chiaro, nell'eventualità sono a disposizione... ciao
  20. Grazie molte.... forse ai postato poco dopo il mio....te lo rimetto : Sidewinder89, grazie per questa tua affermazione...una volta per tutte eliminiamo le affermazioni di certi detrattori(per fortuna non sono in questo forum, almeno credo), che vogliono farmi passare per quello che non vuole svelare, i "segreti" di tecniche modellistiche adatte ad una trasmissione televisiva come "Misteri" di Enrico Ruggeri....ma facciamola finita! Solo una volta, ho detto ad un modellista di non svelare subito alcune tecniche, ma solo dopo aver presentato i modelli, perchè avevo capito che razza di millantatore era, ed infatti l'ho poi preso in castagna! Altri mi definiscono un professorino, ma sono quelli a cui ho tolto il saluto... non mi pare di dispensare a destra e a sinistra dispense da corso di laurea. Faccio i miei wip, completi o incompleti a disposizione di tutti. Mi faccio vivo poco sul forum perchè purtroppo il mio lavoro non me lo permette e cioè la mancanza di tempo! Questa ennesima polemica spero sia l'ultima in questo senso, chiudiamo qui! Gradirei sia chiaro una volta per tutte, al fine di non riprendere più questo argomento ormai trito e ritrito. Un cordiale saluto a tutti voi... Gianni p.s.: avevo appunto preparato delle foto per la tecnica degli acquarelli, mi ero riproposto di postarla appena ho un momento
×
×
  • Create New...