Jump to content

E se la Terra fosse al centro dell'Universo?


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

Guest intruder

"La Terra si trova in una 'bolla' cosmica al centro del sistema solare, circondata da un universo molto piu' denso". E' l'ipotesi dello studioso George Ellis,uno dei piu' insigni cosmologi contemporanei, sostenuta sul mensile Focus.

 

La teoria permetterebbe di spiegare quanto succede nel cosmo senza dover ricorrere, perché il modello funzioni, a entità' di cui non si è mai provata l'esistenza, come la materia oscura e l'energia oscura.

 

Il principio "ribalterebbe la teoria copernicana che aveva tolto la Terra dal centro dell'universo". Ellis mette in discussione la teoria che l'universo abbia ovunque la stessa densità: "Se diamo uno sguardo all'universo attraverso i piu' potenti telescopi, le prove dell'omogeneita' - spiega al mensile - sono assai difficili da trovare. Al momento nessuno puo' smentire il fatto che potremmo trovarci all'interno di un 'gigantesco vuoto', ossia di una grande bolla sferica circondata da un universo con caratteristiche diverse.

 

La nostra bolla non sarebbe priva di materia in assoluto, perché le stelle e le galassie più vicine a noi sono composte da materia, ma la densità dell'universo che sta al di là' di essa sarebbe molto superiore". Secondo Ellis, "se si potesse dimostrare l'ipotesi si potrebbero spiegare molte cose con più semplicità.

 

Questo nuovo scenario cosmico - dice a Focus - non avrebbe bisogno dell'energia oscura per spiegare la sua espansione'. Se così fosse però, ci sarebbe un'altra conseguenza. Per spiegare l'isotropia della radiazione di fondo come la osserviamo, sarebbe necessario che la Terra si trovasse proprio al centro di questo grande vuoto: se il principio copernicano risultasse errato sarebbe un vero terremoto per la cosmologia.

 

Non saremmo piu' sicuri della nascita, dell'evoluzione e del destino dell'universo. Bisognerebbe ripartire da zero".

 

 

 

 

 

Faccio un piccolo commento da ex-studente di astrofisica (3 esami...): la teoria non è recentissima, già alla fine degli anni Settanta si cominciava a elaborare un modello di Universo "inflazionario" o "a bolle", ma il fatto che ne parli un giornaletto piuttosto popolare fra gli adolescenti come Focus, mi preoccupa un po'.

 

Per chi vuole approfondire, consiglio questo link fra i tanti (uno dei pochi, seri, in lingua italiana): http://www.galileimirandola.it/frattali/l'univer.htm

Link to comment
Share on other sites

Non saremmo piu' sicuri della nascita, dell'evoluzione e del destino dell'universo. Bisognerebbe ripartire da zero".

Faccio un piccolo commento da ex-studente di astrofisica (3 esami...): la teoria non è recentissima, già alla fine degli anni Settanta si cominciava a elaborare un modello di Universo "inflazionario" o "a bolle", ma il fatto che ne parli un giornaletto piuttosto popolare fra gli adolescenti come Focus, mi preoccupa un po'.

 

Per chi vuole approfondire, consiglio questo link fra i tanti (uno dei pochi, seri, in lingua italiana): http://www.galileimirandola.it/frattali/l'univer.htm

 

Ecco... infatti, mi sa di cosa buttata lì senza troppe prove a sostegno...

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Sai qual'è il problema? Che per far quadrare la teoria della relatività con quello che osserviamo, dobbiamo supporre che il 90 per cento della materia dell'Universo non sia osservabile, il che, francamente, è improbabile. Qualcosa sfugge. Ed ecco allora uscire di queste teorie... l'universo inflazionario a bolle, in sé, regge anche. Quest'ultima teoria "spacciata", letteralmente, su Focus, un po' meno. Ma Focus, lo ripeto, è una specie di Novella 2000 della divulgazione scientifica, se non fanno scalpore non vendono.

Link to comment
Share on other sites

Sai invece cos'è che non convince me? Io sono abbastanza convinto del fatto che l'universo non sia fatto per essere compreso in toto dalla mente umana. L'uomo prova a dare delle spiegazioni che a lui sembrano plausibili e usa la matematica per giustificarle, ma è un processo mentale autonomo che l'uomo compie proprio nel tentativo di spiegare cose che altrimenti non sarebbero spiegabili. Sul fatto che il 90% della materia non sia osservabile non mi sembra una cosa così grave. Nel loro piccolo anche le radiazioni elettromagnetiche non sono osservabili direttamente (intendo senza l'uso di strumenti) dall'uomo, se non una piccola parte (luce visibile), però non possiamo affermare che non esistano! Magari in futuro riusciremo a costruire strumenti in grado di percepirla (spero che LHC ci dia una mano!). E poi soprattutto la mia domanda è: è possibile che con tutti i miliardi di pianeti che affollano l'universo debba essere proprio il nostro ad essere al centro? Basta con queste manie di protagonismo del genere umano!

 

Su Focus ti quoto in toto: se Focus parla di scienza, la Gazzetta dello Sport parla di politica.

 

PS: Comunque le mie considerazioni sono più filosofiche che altro visto che l'argomento lo giudico interessante, ma non ho ancora fatto gli studi dovuti per farne una trattazione più scientifica.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Sai invece cos'è che non convince me? Io sono abbastanza convinto del fatto che l'universo non sia fatto per essere compreso in toto dalla mente umana. L'uomo prova a dare delle spiegazioni che a lui sembrano plausibili e usa la matematica per giustificarle, ma è un processo mentale autonomo che l'uomo compie proprio nel tentativo di spiegare cose che altrimenti non sarebbero spiegabili. Sul fatto che il 90% della materia non sia osservabile non mi sembra una cosa così grave. Nel loro piccolo anche le radiazioni elettromagnetiche non sono osservabili direttamente (intendo senza l'uso di strumenti) dall'uomo, se non una piccola parte (luce visibile), però non possiamo affermare che non esistano! Magari in futuro riusciremo a costruire strumenti in grado di percepirla (spero che LHC ci dia una mano!). E poi soprattutto la mia domanda è: è possibile che con tutti i miliardi di pianeti che affollano l'universo debba essere proprio il nostro ad essere al centro? Basta con queste manie di protagonismo del genere umano!

 

Su Focus ti quoto in toto: se Focus parla di scienza, la Gazzetta dello Sport parla di politica.

 

PS: Comunque le mie considerazioni sono più filosofiche che altro visto che l'argomento lo giudico interessante, ma non ho ancora fatto gli studi dovuti per farne una trattazione più scientifica.

 

 

Attento: io parlo di massa. I fotoni, i gravitoni, e le altre particelle elementari, non hanno massa. È il 90 per cento della massa dell'Universo che manca all'appello.

 

Comprensione dell'Universo... considera solo questa piccolezza: le dimensioni sono circolari, e alcune sperimentazioni lo dimostrerebbero. Ma se è così, significa anche che sono chiuse. Il tempo è una dimensione, come lo spazio. Dunque il tempo è chiuso. Peggio:'è un punto in cui l'inizio e la fine del tempo si toccano... incredilmente l'antica cosmologia indiana lo prevedeva. Ce n'è abbastanza di che perdersi.

Link to comment
Share on other sites

Attento: io parlo di massa. I fotoni, i gravitoni, e le altre particelle elementari, non hanno massa. È il 90 per cento della massa dell'Universo che manca all'appello.

 

Comprensione dell'Universo... considera solo questa piccolezza: le dimensioni sono circolari, e alcune sperimentazioni lo dimostrerebbero. Ma se è così, significa anche che sono chiuse. Il tempo è una dimensione, come lo spazio. Dunque il tempo è chiuso. Peggio:'è un punto in cui l'inizio e la fine del tempo si toccano... incredilmente l'antica cosmologia indiana lo prevedeva. Ce n'è abbastanza di che perdersi.

 

Sì, infatti è un argomento di grande fascino, però CHE CASINO! :adorazione:

Link to comment
Share on other sites

Secondo me,la parte dell'universo che manca all'appello,manca perchè...non riusciamo a vederla!

Cioè,devo ancora sentire di qualcuno che ha costruito un osservatorio o uno strumento in grado di vedere il confine dell'universo.Per fare un paragone,fino a quando qualcuno non cotruì il microscopio nessuno ha mai visto certi animaletti,no?

IMHO quelle sono seghe mentali che lasciano il tempo che trovano,così come ho sentito per TV di scienziati che stanno per elaborare il peso dell'universo...Cari scienziati,basta che spariate alto,altissimo,altissimissimo e non sbaglierete,cioè se arrivassero a dire che pesa settecento settiliardi di triiliardoidi di fantastiliardi di Paperon de Paperoni moltiplicato per 2395746349575748946134651348704756238476 x 5825978918769568795726906759829056 alla 82594783120936952978562093^potenza,voglio sfidare chi,bilancetta alla mano,vorrà verificare!

 

(EDIT:I numeri sono buttati a caso sulla tastiera,ma non differiranno molto da quanto scriveranno,con la differenza che io li ho digitati gratis,mentre loro avranno ciucciato chissà quanti miliardi,stavolta veri...)

 

Inoltre quoto chi ha scritto che Focus sta a alla scienza come Novella 2000 all'aeronautica

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Secondo me,la parte dell'universo che manca all'appello,manca perchè...non riusciamo a vederla!

 

Infatti, si chiama materia oscura. Manifesta la sua persenza sotto forma di svariate iterazioni fisiche, ma non la vediamo. E non sappiamo perché. L'Universo inflazionario a bolle è un tentativo di spiegare questo perché. La teoria della bolla centrale, chiamiamola così, è un'altra, anche se solo Focus sembra darle peso. Ma non sono pippe mentali, ahimé, sono problemi reali, e su quei problemi, sulla loro soluzione, intendo, si gioca molto. Capire l'Universo significa migliorare anche la qualità della nostra vita.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

In cosmologia, il termine materia oscura indica quella componente di materia che dovrebbe essere presente in quanto manifesta i suoi effetti gravitazionali in molteplici fenomeni astronomici, ma le cui condizioni o la cui natura sono diverse rispetto alla materia visibile. È da notare che il concetto di materia oscura ha senso solo all'interno dell'attuale cosmologia basata sul Big Bang. Infatti tale cosmologia non sa altrimenti spiegare come si siano potute ammassare le galassie in un tempo troppo breve per questo procedimento.

Link to comment
Share on other sites

Speedy si intende "non riusciamo a vedere" nel senso che non capiamo cosa sia, non che è al di là della portata dei nostri sensori, anche perchè matematicamente siamo già in grado di comprendere dimensioni e "peso" dell'universo.

Il problema è che in questa massa c'è un qualcosa che non conosciamo, corrispondente ad oltre l'80% della massa complessiva.

Link to comment
Share on other sites

Ieri sera parlandone con un TDG(Testimone di Geova)mi ha risposto che la materia oscura che non riusciamo a vedere,è semplicemente...Dio! :helpsmile::blink::thumbdown::rotfl:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...