Vai al contenuto

max70

Membri
  • Numero messaggi

    15
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione

0

Che riguarda max70

  • Rango
    Recluta

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  1. max70

    obice FH-70

    Ah... bhe se lo dici tu! (Ah... bhe se lo dici tu!)^2
  2. max70

    obice FH-70

    Ciao Dominus, sono d'accordo che il peso del mortaio sia minore rispetto a quello di un qualsiasi obice. Ma si tratta di armi totalmente diverse. Ad esempio su un ipotetico confronto tra M777 e mortaio rigato da 120 mi pare non ci possano essere dubbi circa la superiorità del primo. L'obice spara a 25km il mortaio a 8. Inoltre la precisione di un qualsiasi obice è intrinsecamente superiore a quella di un mortaio, anche se a canna rigata (ovviamente senza contare su munizioni a guida terminale, disponibili comunque per entrambe le armi). Inoltre anche l'M777 può effettuare il tiro diretto, anzi in quell'alestimento lo trovo particolarmente "grintoso" Credo che la scelta del mortaio da 120 per i gruppi d'artimontagna sia stata dettata soprattutto da esigenze economiche, il 120 ha quasi le stesse prestazioni del 105/14 (che comunque sparava a più di 10[km]). L'artiglieria delle unità "leggere" (da montagna, paracadutiste...) USA ha ancora in linea l'M119 da 105, e mi pare pensino di sostituirlo con il 777 che già equpaggia l'artiglieria dei Marines, corpo "proiettabile" per definizione. Probabilmente la scelta del mortaio è stata quella con il migliore rapporto costo/efficacia. ma essendo un artigliere da montagna in congedo (ormai da un secolo ) mi piange il cuore a pensare che i nostri begli obici siano stati sostituiti da dei mortai (... armi da fanteria), per quanto validi. Scusate se sono andato off topic...
  3. max70

    Principe de Asturias(R-11)

    Curiosità: da cosa deduci le scarse caratteristiche di tenuta al mare? Se non sbaglio, gli Harrier, anche se sacrificando molto carico utile, possono decollare in verticale, quindi al limite anche da nave ferma senza vento.
  4. max70

    obice FH-70

    L'FH70 è ormai vecchiotto, e troppo pesante per pensare di schierarlo all'estero. Comunque le regole d'ingaggio tipicamente imposte ai nostri militari renderebbero estremamente remota la possibilità di impigare un qualunque pezzo d'artigliria. L'M777 è molto più leggero, ma molto più costoso, come l'FH ha una bdf da 155/39 ed infatti le gittate tra i due pezzi sono simili. Credo avrebbe potuto essere un ottimo sostituto per i pezzi da 105/14 dell'artiglieria da montagna e dei parà che invece hanno ricevuto i mortai rigati da 120, perdendo in efficienza, almeno secondo me. Tornando all'FH ricordo che ne doveva essere prodotta anche la versione semovente, l'SP70 forse su scafo Leopard (e proprio il fatto di usare lo scafo di un MBT provocò parecchie perplessità). Il Palmaria sviluppato dalla OTO ai primi anni 80 usava la bdf dell'FH70. Mi pare che in tempi relativamente più recenti si sia pensata una versione dell' FH semovente su scafo Centauro, non sviluppata per i soliti problemi di bilancio e anche perchè il mezzo avrebbe avuto una sagoma tale da renderlo incompatibile con il trasporto via C130.
  5. A cosa stai pensando?

  6. max70

    Aerei Finti Dei Film

    A me piaceva molto l'aereo di Stark in Iron Man: una evoluzione del 737.
  7. max70

    Portaerei Cavour - discussione ufficiale

    Interessante questa discussione sulla Cavour. Per quanto riguarda la propulsione nucleare ritengo che sia tecnicamente impossibile, a meno di non voler ricostruire buona parte dell'unità, ed operativamente inutile. La parte tecnica, ridotta all'osso: ora la Cavour ha 4 turbine a gas poste in due compartimenti stagni separati. Questo garantisce una certa sicurezza: in caso di allagamento di un compartimento l'altro rimarrebbe operativo. Il reattore sarebbe invece singolo perdendo così la ridondanza. Inoltre la propulsione nucleare è a vapore, e questo genere di impianto è molto pesante, di certo molto più di quello che andrebbe a sostituire, provocando così, come minimo, una maggiore immersione che significa riduzione della portata, aumento della resistenza all'avanzamento (forse compensabile con la maggiore potenza... ) e aumento del volume della sala macchine, ovviamente a spese di qualcos'altro. In più, perchè farlo? la velocità della nave è sufficiente (anzi, decisamente buona), così come la sua autonomia. Una nave militare, in una situazione di conflitto, non opera mai da sola sarebbe quindi inutile avere una portaerei ad autonomia quasi illimitata mentre sua scorta rimane vincolata alle navi da rifornimento! Comunque grazie per lo spunto... trovo che valga la pena discutere ogni idea!
  8. max70

    Come funziona l'impatto di un missile?

    I motori a razzo normalmente si esauriscono nel giro di alcuni secondi, dopo il missile procede per inerzia. Missili con autonomie maggiori e traiettrie non balistiche, come per esempio alcuni antinave hanno non un motore a razzo ma un piccolo turbogetto, come un aereoplano.
  9. Secondo me oltre alla qualità si deve considerare anche la quantità. Il P108 ad esempio è entrato in servizio proprio nel 41 (mi pare) ma è stato costruito in così pochi esemplari che la messa a punto è stata impossibile.
  10. max70

    Armamento di un moderno sottomarino

    La precisione dei siluri di oggi non è confronatbile con quella delle armi impiegate durante la seconda guerra mondiale; a quei tempi si lanciavano salve di siluri per aumentare le probabilità di colpire. Oggi ciò non è più necessario, quindi trasportare più armi implicherebbe solo aumentare le dimensioni e, di conseguenza i costi e la "visibilità" dell'unità, cosa che nessun sommergibilista desidera.
  11. max70

    B-2 spirit

    perfettamente d'accordo con te, a patto di considerare uno scenario tipo quelli attuali, cosa accadrebbe in caso di conflitto ad alta intensità? Mettiamo con molte missioni richieste "al giorno" ad ogni velivolo?
  12. max70

    carica cava vs uranio impoverito

    Secondo me un punto fondamentale riguarda gli effetti sul bersaglio dei due tipi di proietto: l'energia "scaricata" da un penetratore APFSDS è maggiore di quella di una carica cava (a parità di calibro, per esempio, del cannone che tira la munizione) Questo perchè l'energia cinetica è proporzionale al prodotto di massa del proietto per il quadrato della velocità: ora in una HEAT la massa del proietto è data da quella parte del liner (il "cono" metallico che delimita la cavità) che va a colpire la corazza nemica; la massa di questo proietto è dell'ordine di qualche decina di grammi. Per un penetratore invece la massa è molto maggiore, qualche kg, e anche se la velocità è minore l'effetto complessivo (energia cinetica sul bersaglio) è più importante. Questo fatto si vede anche dallo stato dei bersgli passati sotto "cure" diverse: l'HEAT lascia fori sulla corazza, attraverso i quali passano all'interno del bersaglio i prodotti di combustione che incendiano il carro e ne uccidono l'equipaggio; spesso invece gli APFSDS fanno volare via l'intera torretta (vedi immagini tipo prima guerra del golfo)
  13. max70

    Il ponte aereo su Berlino

    Complimenti per la scelta dell'argomento, molto interessante. Voglio ricordare che alcuni dei piloti impegnati nell'operazione, solo pochi anni prima conducevano i bombardieri con ben altri intenti sopra Berlino: "miracoli" della politica internazionale. E' abbastanza famosa la storia dei Rosinenbomber (bombardieri di uvetta): i piloti dei cargo si procuraravano dolci e caramelle che, legati a piccoli paracadute, venivano lanciati poco prima dell'atterraggio ai bambini che aspettavano. L'intera operazione ha riavvicinato molto la popolazione berlinese (e tedesca in genere) all'occidente, dopo i crimini compiuti dal nazismo.
  14. max70

    B-2 spirit

    Da quanto ho letto il B2 è una grande macchina, la mia principale riserva è circa il numero di esemplari realizzati: 21 (dei quali uno perso nel febbraio di quest'anno). Il B2 è nato (come progetto) ai tempi della guerra fredda, e il suo compito principale doveva essere la penetrazione dello spazio aereo sovietico per andare a caccia dei sistemi di lancio mobili per ICBM, attaccondoli con missili a testata nucleare tipo SRAM. L'ambiente di "lavoro" previsto per il B2 era quindi quanto di più pericoloso si possa immaginare, per questo è stato sviluppato un aereo molto sofisticato che credo sia sovradimensionato per le minacce odierne. Il costo però a ridotto di molto il numero di esemplari realizzati, secondo me sotto livelli sensati, la non disponibilità di un solo velivolo (per manutenzione, ad esempio) riduce il potenziale offensivo della flotta di ben il 5%
  15. max70

    Arma molto strana

    Da quanto ricordo il divieto si applica agli equipaggi di aerei colpiti che si mettono in salvo, per la fanteria paracadutista non esistono limiti. E' anche una cosa logica: il pilota appeso al paracadute corrisponde al naufrago sulla scialuppa, il parà nella stessa situazione corrisponde invece al fante che "sbalza" per venire all'assalto.
×