Jump to content

Quel che ci vuole per dormire sonni tranquilli


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

Guest intruder

(Reuters) - La coalizione civile al governo in Pakistan, guidata dal partito del vedovo di Benazir Bhutto, avvierà la settimana prossima la procedura di impeachment nei confronti del presidente Pervez Musharraf, precipitando probabilmente il paese in un clima di instabilità politica.

 

 

"I leader della coalizione sono convinti che l'impeachment sia diventato una necessità... contro il generale Musharraf", ha detto oggi Asif Ali Zardari nel corso di una conferenza stampa congiunta con Nawaz Sharif, ex premier e suo principale alleato di coalizione.

 

"Abbiamo proposto la convocazione dell'Assemblea Nazionale l'11 agosto", aveva detto precedentemente un esponente di spicco della coalizione sotto condizione di anonimato.

 

Zardari e Sharif sono giunti alla decisione dopo due giorni di colloqui, nei quali hanno discusso anche del reinsediamento dei giudici della Corte Suprema, esautorati dal presidente a novembre durante lo stato di emergenza.

 

Lo stato islamico rischia ora di sprofondare nuovamente in un periodo di instabilità politica, a meno che Musharraf -- ex capo dell'esercito salito al potere nove anni fa in un colpo di Stato -- accetti pacificamente la decisione.

 

Riguardo all'eventualità che il presidente sciolga il Parlamento per evitare l'impeachment, Zardari ha commentato che "(se lo facesse) sarebbe sarebbe l'ultima decisione contro il popolo, contro il mandato del popolo e contro il Pakistan".

 

Il ministero degli Esteri ha annunciato oggi che ad andare a Pechino alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi a rappresentare il paese sarà il primo ministro Yousaf Raza Gilani, e non Musharraf.

 

"E' stato deciso che ora sarà il primo ministro ad andare in Cina", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Mohammad Sadiq.

 

Musharraf -- alleato degli Stati Uniti nella guerra al terrorismo -- ha perso l'appoggio del parlamento dopo le elezioni dello scorso febbraio, che hanno portato al governo la coalizione civile guidata dal partito della defunta Benazir Bhutto.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

E io che stavo aspettando che qualcuno aprisse un topic sull'argomento!

Infatti distratti dalle schermaglie caucasiche ci stiamo dimenticando che da ora in poi non ci sarà un personaggio in grado di tenere a bada le varie anime del paese, che riusciva a conciliare solo grazie ad un sottile gioco di equilibrismo.

Starà ora ai nuovi "regnanti" formalmente filoccidentali (dico formalmente perchè per chi conosce un poco la politica del paese asiatico sà quanto possa essere confusa e ambigua la posizione di questa nuova coalizione) tenere unito il paese o decidersi ad attuare un pericoloso restauro dell'assetto istituzionale e sociale che potrebbe spaccare il paese e precipitarlo nella guerra civile.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

E vai!

 

 

 

(ANSA) - LONDRA, 26 AGO - Il vedovo di Benazir Bhutto candidato considerato favorito alla successione di Musharraf alla presidenza del Pakistan ha problemi mentali. Asif Ali Zardari, ha sofferto di seri problemi psichiatrici ancora lo scorso anno scrive il 'Financial Times', basandosi su documenti legali presentati dai suoi medici. Gli sono stati diagnosticate diverse malattie, tra cui demenza, profonda depressione, disordine da stress post- traumatico. Zardari ha passato 11 anni in prigione per corruzione

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mo..._126248163.html

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Qualcosa avevo già letto su un giornale inglese un anno fa, quando Benazhir tornò in Pakistan. Ma non così dettagliato come ora, per intenderci, e lo lessi distrattamente perché non lo ritenevo un problema, e, personalmente, temo rimpiangeremo, e molto, Musharraf.

Link to comment
Share on other sites

Qualcosa avevo già letto su un giornale inglese un anno fa, quando Benazhir tornò in Pakistan. Ma non così dettagliato come ora, per intenderci, e lo lessi distrattamente perché non lo ritenevo un problema, e, personalmente, temo rimpiangeremo, e molto, Musharraf.

Musharraf è riuscito a tenere calmo un paese dal potenziale di disordine estremamente elevato.

Link to comment
Share on other sites

  • 8 months later...

Si parla di un operazione su larga scala che dovrebbe durare ancora a lungo, nel distretto di swat sono stati concentrati più di 500.000 uomini compresi reggimenti corazzati, aviazione ecc.

Pare che si siano convinti che è necessario fare la guerra davvero.

La nota negativa è che si parla di centinaia di migliaia di sfollati.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...