Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
edge33

ILS

Messaggi consigliati

ciao sentite ,io vorrei diventare pilota di linea ma ho un quesito.

Quando si usa l'ils?

solo in caso di necessita o sempre se possibile?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gli ultimi AirBus non hanno nemmeno la cloche per atterrare, hanno solo un piccolo stick nel caso si voglia effettuare un visual o un missed.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie mille ragazzi io volo su ivao(se non sapete cosa è potete chiedere e cercherò di essere esauriente) e un mio collega mi diceva che ils si usa solo in caso di necessita ovvero nebbia e scarsa visibilità

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
grazie mille ragazzi io volo su ivao(se non sapete cosa è potete chiedere e cercherò di essere esauriente) e un mio collega mi diceva che ils si usa solo in caso di necessita ovvero nebbia e scarsa visibilità

 

No l'ILS si utilizza sempre (qualora il controllore assegni un avvicinamento compatibile, e se ovviamente la pista dispone di questo ausilio alla navigazione....).

 

Toglimi curiosità, ma la simulazione su IVAO come funziona? Hai di fronte un pannello standard? Le comunicazioni con TWR e ATC come avvengono? E' fluida?!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Pap, se ti interessa IVAO ti consiglio vivamente di andare alla fiera dell'elettronica a Forlì, allestiscono una cabina di 737 e la integrano con il software di IVAO, poi c'è l'esibizione su un grande schermo della PAVN (Pattuglia Acrobatica Virtuale Nazionale) e il contest. Comunque uno spettacolo! :okok:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, ma l'avvicinamento strumentale di precisione o di non precisione si usa quando necessario e cioè con tempo IMC (Instrument Metereolocical Condition).

 

In condizioni non strumentali gli avvicinamenti sono a vista anche se ciò non impedisce di utilizzare l'ILS magari per esercitazione.

Modificato da luigi052

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

beh per quanto ne so io l'ILS si può usare ovviamento solo se la pista in uso ha il GP e il LZ attivati, comunque se si sta affettuando una procedura ils è necessario utilizzare lo strumento a borbo ma anche se si procede con altri metodi alla'atterraggio si può scegliere di utilizzare l'ILS! Io quando volo con il mio piccolo p2002 a volte per controllare l'allineamento utilizzo l'ILS benchè il mio è un addestramento del tutto a vista!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Esatto, l'ILS puoi usarlo quando vuoi!

 

Comunque, se voli IFR, non sono necessarie le IMC per volare strumentale, devi! L'ILS in atterraggio è un must, a meno che non si richiede un Visual.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Esatto, l'ILS puoi usarlo quando vuoi!

 

Comunque, se voli IFR, non sono necessarie le IMC per volare strumentale, devi! L'ILS in atterraggio è un must, a meno che non si richiede un Visual.

 

Guarda che se le condizioni di visibilità sono compatibili gli avvicinamenti sono tutti a vista. Gli avvicinamenti strumentali consumano spazio e tempo perchè implicano i vettoramenti del caso, il che rallenta il traffico.

 

Per quanto riguarda il volo IFR, obbligatorio nello spazio aereo di classe "A" , questo non implica il fatto automatico che all'arrivo vengano richieste procedure strumentali se non in presenza di condizioni IMC.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ho il brevetto per cui non posso esprimermi in merito agli avvicinamenti effettuati su velivoli da turismo, ma per quel che riguarda aerei di linea vi garantisco che (ove la pista sia attrezzata) il controllore di volo chiamerà sempre un ILS approach, vettorando opportunamento tutto il traffico aereo: questa non è una scelta d'opportunità, è una sceltai sicurezza (l'ausilio degli strumenti viene sempre applicato quando possibile).

 

Ho effettuato diversi atterraggi stando seduto sullo strapuntino in cabina e nonostante le condizioni meteo fossero sempre ottimali, l'avvicinamento è stato sempre strumentale.

Modificato da paperinik

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Non ho il brevetto per cui non posso esprimermi in merito agli avvicinamenti effettuati su velivoli da turismo, ma per quel che riguarda aerei di linea vi garantisco che (ove la pista sia attrezzata) il controllore di volo chiamerà sempre un ILS approach, vettorando opportunamento tutto il traffico aereo: questa non è una scelta d'opportunità, è una sceltai sicurezza (l'ausilio degli strumenti viene sempre applicato quando possibile).

 

Ho effettuato diversi atterraggi stando seduto sullo strapuntino in cabina e nonostante le condizioni meteo fossero sempre ottimali, l'avvicinamento è stato sempre strumentale.

 

Cioè allora se tu arrivi da Nord diretto a Linate , passi su SRN Vor , arrivi sottovento della pista 36R perfettamente in vista (la vedono benissimo anche i passeggeri) e allora la ATC ti vettora per un approccio ILS ? Se arrivi da sud-ovest o sud-est magari ti danno una prua per intercettare il localizer e assegnarti un percorso stabilito, ma non si tratta di un vero ILS Approach, con GS , DH ecc., si tratta solamente di una sistema per eliminare i vettoramenti.

 

Secondo me qui c'è un po' di confusione tra avvicinamenti e atterraggi, nel senso di guida manuale dell'aereo. Qualcuno ha persino detto che gli Airbus non hanno nemmeno la cloche per atterrare, ma un joystick. Probabilmente stava scherzando, nel senso che è vero che negli Airbus un joystick rimpiazza la cloche, ma l'aereo non decolla, atterra o manovra da solo (vabbè, qualcuno dirà con l'autoland sì, ma quella è un'altra faccenda).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora Luigi....piano e non facciamo confusione (ulteriore).

 

L'airbus non so cosa c'entra....cmq è vero che l'A380 e L'A340 hanno lo stick al posto della cloche.

 

Torniamo all'ILS....che vuoi dire con il tuo intervento quando dici "si tratta solamente di una sistema per eliminare i vettoramenti"??? Perchè quello che dici risulta anche a me (ovvero che l'ATC assegna una prua per intercettare il localizer), ma tu sostieni che poi l'atterraggio è fatto poi completamente in visual, senza tenere conto del glideslope o dei vari marker???

 

Discutiamone! ;):lol:

Modificato da paperinik

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Allora Luigi....piano e non facciamo confusione (ulteriore).

 

L'airbus non so cosa c'entra....cmq è vero che l'A380 e L'A340 hanno lo stick al posto della cloche.

 

Torniamo all'ILS....che vuoi dire con il tuo intervento quando dici "si tratta solamente di una sistema per eliminare i vettoramenti"??? Perchè quello che dici risulta anche a me (ovvero che l'ATC assegna una prua per intercettare il localizer), ma tu sostieni che poi l'atterraggio è fatto poi completamente in visual, senza tenere conto del glideslope o dei vari marker???

 

Discutiamone! ;):lol:

 

Bene.

Quando si esegue un avvicinamento strumentale bisogna seguire le procedure pubblicate proprio perchè si presume che la visibilità sia ridotta e quindi il pilota non possa fare affidamento a riferimenti esterni. Gli approcci strumentali sono pubblicati, cioè esistono nella forma di apposite carte che descrivono in modo grafico tutti gli avvicinamenti riconosciuti per una determinata pista di un determinato aeroporto. Per esempio per Linate 36R esiste un avvicinamento ILS, ma anche un avvicinamento VOR . Se esiste un avvicinamento ILS per una determinata pista, conseguentemente esisterà anche un avvicinamento Localizer che non è altro che lo ILS senza il Glide Slope (GS) perchè quest'ultimo potrebbe andare in avaria, ma che cambia la categoria dell'avvicinamento da "di precisone" a "di non precisione".

 

La funzione di un avvicinamento strumentale è quello di consentire al pilota di portare l'aereo in un determinato punto, ad una determinata altitudine dove sia in grado di vedere la pista e operare le conseguenti manovre per atterrare.

 

Nel caso ciò non avvenga, cioè il pilota in quel determinato punto stabilito non sia in grado di vedere la pista deve eseguire le procedure di Missed Approach come pubblicate.

 

Tutto questo per spiegare a grandi linee il concetto di approccio strumentale.

 

Ora se una aereo si trova sul localizzatore dell'ILS in condizioni di visibilità normale potrà anche inserire l'autopilota sulla funzione APP e l'aereo manterrà la sua corsa indipendentemente dal vento o dalla pigrizia del pilota che non vuole stabilizzarlo in manuale. Una volta intercettato il GS l'aereo inizierà a cendere per conto suo mantenendo il giusto gradiente di discesa fino al Marker.

Però tutti i limiti e le procedure pubblicate non avranno più alcun senso perchè la pista sarà perfettamente in vista magari da 40 nm, la stessa sarà dotata di luci VASI o PAPI che indicano il sentiero di discesa, al pilota basterà eseguire le normali procedure di atterraggio sia che si tratti di un 747 o di un C172.

A quel punto il Marker e la DH non avranno alcun senso.

 

Comunque, per tutti quelli che non ci hanno mai provato, vi garantisco che in certe condizioni è molto più difficile allinearsi alla pista seguendo l'ago del CDI che farlo coi propri occhi.

Modificato da luigi052

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Bene.

Quando si esegue un avvicinamento strumentale bisogna seguire le procedure pubblicate proprio perchè si presume che la visibilità sia ridotta e quindi il pilota non possa fare affidamento a riferimenti esterni. Gli approcci strumentali sono pubblicati, cioè esistono nella forma di apposite carte che descrivono in modo grafico tutti gli avvicinamenti riconosciuti per una determinata pista di un determinato aeroporto. Per esempio per Linate 36R esiste un avvicinamento ILS, ma anche un avvicinamento VOR . Se esiste un avvicinamento ILS per una determinata pista, conseguentemente esisterà anche un avvicinamento Localizer che non è altro che lo ILS senza il Glide Slope (GS) perchè quest'ultimo potrebbe andare in avaria, ma che cambia la categoria dell'avvicinamento da "di precisone" a "di non precisione".

 

Ecco penso che questa sia la chiave della diversità fra i nostri punti di vista: probabilmente stando in cabina osservavo l'impostazione della frequenza per l'ILS da parte del primo ufficiale, ma ignoravo che si trattasse di un avvicinamento solo Localizer (che semplifica così all'ATC il vettoramento).

Effettivamente ripensando alle mie esperienze in cabina nei liner, ora ricordo di non aver sempre rilevato il segnale acustico e visivo delle spie dei marker....quindi arrivati a intercettare sul localizer procedevano manuale.

 

Grazie del chiarimento.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ecco penso che questa sia la chiave della diversità fra i nostri punti di vista: probabilmente stando in cabina osservavo l'impostazione della frequenza per l'ILS da parte del primo ufficiale, ma ignoravo che si trattasse di un avvicinamento solo Localizer (che semplifica così all'ATC il vettoramento).

Effettivamente ripensando alle mie esperienze in cabina nei liner, ora ricordo di non aver sempre rilevato il segnale acustico e visivo delle spie dei marker....quindi arrivati a intercettare sul localizer procedevano manuale.

 

Grazie del chiarimento.

 

Diciamo che per procedura i settaggi radio avvengono sulle frequenze che possono tornare più utili come principio di precauzione , nel caso specifico sintonizzarsi sull'ILS è normale anche perche può servire come verifica casereccia della funzionalità dello strumento. Però mi pare strano che se la radio fosse sintonizzata sulla frequenza dell'ILS i maker non abbiano suonato, ma è anche vero che gli stessi possono venire esclusi in quanto sono una distrazione.

 

Giusto per informazione.

Uno degli avvicinamenti più interessanti e di cui sono stato partecipe parecchie volte (come passeggero) è sempre stato lo IGS della 13 a Hong Kong Kai Tak, l'aeroporto che è andato in disuso dal 99.

La pista è orientata a 130 gradi (non ricordo l'esatto magnetico) e lo IGS (Instrument Guidance System) è collocato sul fronte di una montagna in direzione est. praticamente si tratta di un ILS con localizzatore a 090 gradi e GS che ti fa avvicinare in maniera di non andare a sbattere nelle montagne li attorno e poi ti molla per lasciarti eseguire una bella virata di 40 gradi per il finale. Proprio per arrivare giusti giusti lo IGS veniva eseguito in qualsiasi condizione di tempo proprio perchè garantiva anche un gradiente di discesa compatibile con l'abitato sottostante.

Sugli atterraggi a Kai Tak ci sono dei bei video su youtube.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La famosa Checkboard wall di Kai Tak!!!!

Ecco un video per capire di cosa si tratta...http://it.youtube.com/watch?v=OtnL4KYVtDE&feature=related

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
La famosa Checkboard wall di Kai Tak!!!!

Ecco un video per capire di cosa si tratta...http://it.youtube.com/watch?v=OtnL4KYVtDE&feature=related

 

Esatto proprio la Checkerboard.

Si chiama cosi perchè sul fronte della montagna dove è collocato lo IGS c'è un grande quadrato a scacchi bianchi e rossi visibile da molte miglia.

 

Per stasera chiudo con gli strumenti e vado a vista anch'io (divano e TV).

Modificato da luigi052

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×