Jump to content
Sign in to follow this  
lore.A.M.

Diventare piloti

Recommended Posts

concorso aupc marina circa 15posti l'anno oppure fare domanda per l'accademia navale e sperare di rientrare dopo tre anni nel posto 1 messo a disposizione per il ruolo piloti cosa davvero ardua

Share this post


Link to post
Share on other sites
concorso aupc marina circa 15posti l'anno oppure fare domanda per l'accademia navale e sperare di rientrare dopo tre anni nel posto 1 messo a disposizione per il ruolo piloti cosa davvero ardua

 

2 precisazioni:il concorso AUPC M.M.,che negli ultimi anni è sceso come numero di posti,che ormai variano di anno in anno,normalmente conta sempre almeno 8 posti per i CP(Capitanerie di Porto).

Poi,i posti per pilota per i ruoli normali sono 8 SM(Stato Maggiore) e un CP ogni anno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per info, il concorso prevede una fase di test psicoattitudina,i, una prova di inglese e una prova di nuovo, comprensiva di tuffo da 5m e una vasca in apnea.

 

Il corso si articola in una fase pre-flight di circa 9 mesi durante i quali si studiano in inglese, con un un ufficiale della US NAVY, materie professionali propedeutiche al corso di pilotaggio che si svolgerà a Pensacola (Florida, USA) o a Latina qualora fondi e posti in USA non fossero sufficienti.

Dopo due anni di corso si viene destinati alle macchine e si andrà a Grottaglie (TA), Catania o Luni (SP)pe rl'ailitazione alla macchina. GLi ufficiali delle CP pososno finire anche a Pescara o Pratica di Mare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve ragazzi come qualcuno de voi il 10 sarò a livorno,mi e sorto un dubbio ma le trazioni con presa palmare sarebbero quelle a presa inversa vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites
GLi ufficiali delle CP pososno finire anche a Pescara o Pratica di Mare.

 

Fiuuuuuuu, allora mi devo ritenere fortunato se qualcuno non si è ancora schiantato qui vicino!!! :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

 

 

concorso aupc marina circa 15posti l'anno oppure fare domanda per l'accademia navale

 

tornando sulle cose serie... che differenza c'è tra aupc, e l'accademia?

iter di studi diversi o devi già possedere una laurea???

illuminatemi :adorazione:

Edited by wingrove

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per frequentare il corso AUPC la laurea non serve (anche perché con 23 anni di limite di età per accedervi ben pochi ne sarebbero in possesso), la differenza tra un AUPC e un ufficiale Pilota dei Ruoli normali è sostanziale.

Un AUPC vola e basta per quasi tutta la sua carriera ma difficilmente sarà comandante di squadriglia o di gruppo, tuttavia gran parte della sua vita professionale verrà svolta all'interno della Componente di volo della Marina; se vuoi fare il pilota di marina è consigliabile fare l'aupc.

 

GLi Ufficali RN volano molto, molto meno ma svolgono i vari incarichi di comando presso la componente e inquanto ufficiali dei Ruoli Normali assolvono anche ai propri obblighi di comando navale. Questo li porta a frequentare la componente inmaniera molto meno assidua diviso fra quest'ultima, i comandi navali, il percorso dirigenziale (uffici centrali di Roma, comandi a terra) e i vari corsi (precomando, ISMM, ISMMI, CASD). Se vuoi fare l'ufficiale di marina e tra le vrie possibilità preferisci quella di svolgere servizio presso la componente di volo è la scelta che fa per te.

Share this post


Link to post
Share on other sites
......Gli Ufficali RN volano molto, molto meno.......

 

Non mi sembra che l'ufficiale del ruolo normale che comanda il Centro Sperimentale Aeromarittimo (C.S.A.) al link seguente, abbia volato così poco:

 

http://www.marina.difesa.it/aeromobili/Storia02-04.asp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si ma sono pochissimi gli ufficiali piloti ruoli normali che raggiungono questi numeri.

Diciamo che la carriera dei piloti ruoli normali si può articolare in 3 branche:

1)Volano per qualche anno,e poi raggiunto il grado di TV anziano o CC vanno a fare la scuola comando e poi vanno a comandare una nave,che a seconda del posto in graduatoria che avevano in Accademia(si può dire che i primi 10 SM in graduatoria siano "lanciati" come carriera),potrà essere una nave ausiliaria(ad esempio un dragamine),una corvetta,un pattugliatore o una fregata(normalmente un pò più tardi,da CF).

2)Continuano a volare e fanno carriera all'interno dei reparti aerei,finendo poi a diventare comandanti di squadrone e delle Maristaeli(sono pochi comunque questi elementi).

3)Sempre una volta diventati TV anziani o CC vengono mandati a lavorare Roma,al Ministero della Marina,al 6o reparto aeromobili,per poi proseguire la loro carriera da ufficiale navale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
..........raggiunto il grado di TV anziano o CC vanno a fare la scuola comando e poi vanno a comandare una nave,che a seconda del posto in graduatoria che avevano in Accademia(si può dire che i primi 10 SM in graduatoria siano "lanciati" come carriera),potrà essere una nave ausiliaria(ad esempio un dragamine),una corvetta,un pattugliatore o una fregata(normalmente un pò più tardi,da CF)...........

Se mi permetti, una piccola precisazione: le corvette classe "Minerva", le NUMC classe "Comandanti" e le NUPA classe "Costellazioni 2", sono comandate sempre da un Capitano di Fregata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Curiosità varie, in ordine sparso:

 

1) Vedendo il curriculum del comandante del CSA, si legge che ha frequentato la scuola per piloti collaudatori di pax river... questa opzione è possibile per un aupc o no? Nessun aupc ci è mai passato?

 

2) Un aupc una volta finiti i corsi di volo e rimpatriato, viene assegnato a una base e rimane lì per tutta la vita o cambia, e magari col tempo si avvicina a casa?

 

3) Ci sono basi aeree della marina, sia SM o CP nel lazio o toscana (che so, pratica di mare)?

 

4) E' vero che da aupc si puo fare il concorso per entrare in SPE anche dopo 6 anni da inizio ferma?

Share this post


Link to post
Share on other sites
.......3) Ci sono basi aeree della marina, sia SM o CP nel lazio o toscana (che so, pratica di mare)?........

 

Sono in grado di rispondere solo al quesito n° 3; da ciò che trovo al link:

 

http://lupidimare.altervista.org/?page_id=13

 

dovrebbe essere di base a Pratica di Mare, la Sezione Aerea 901, dotata di aerei Piaggio P 180 "Maritime" (in tutto 3 velivoli).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se mi permetti, una piccola precisazione: le corvette classe "Minerva", le NUMC classe "Comandanti" e le NUPA classe "Costellazioni 2", sono comandate sempre da un Capitano di Fregata.

Premesso che le costellazioni vengono comandante da un TV, le Minerva e le Comandanti vengono impiegate per la scuola comando dei TV-CC che devono averne l'abilitazione. Ovviamente sono comandate da un Capitano di Fregata che sovrintende anche alla valutazione del tirocinio degli ufficiali di cui sopra.

Quanto al Comandante La Barbera, attuale comandante CSA, dal curriculum emerge che non ha QUASI MAI volato.

A parte i brevetti negli states e la transizione sul sea king, che sono corsi e quindi non sono attività operativa (dall'87 al '93) è stato UN ANNO a vordo come capo reparto volo, incarico dove stai più a bordo a pianificare che sull'elicottero a volare, poi si è fatto DUE ANNI di corsi (prima ad augusta sulle Minerva, poi a Livorno all'IGM), poi è stato a Roma per tre anni e poi di nuovo negli states per un altro corso di volo, prende il brevetto, torna in Italia e si fa un altro corso al NATO Defence college, poi va a fare il capo progetto dietro una scrivania e poi diventa comanndate di ente, ovviamente dietro una scrivania. Questo signore, sicuramente brillante e di alto profilo professionale, non ha mai volato se non per conseguire brevetti poi mai veramente impiegati e me lo portate come esempio di Ruolo normale che vola? Ha 3000 ore di volo, un pilota di complemento le fa in cinque anni, le stesse ore.

Questo, tra l'altro, è il percorso tipico di un ufficiale pilota dei ruoli normali (lanciato).

Edited by Sangria

Share this post


Link to post
Share on other sites
Curiosità varie, in ordine sparso:

 

1) Vedendo il curriculum del comandante del CSA, si legge che ha frequentato la scuola per piloti collaudatori di pax river... questa opzione è possibile per un aupc o no? Nessun aupc ci è mai passato?

 

2) Un aupc una volta finiti i corsi di volo e rimpatriato, viene assegnato a una base e rimane lì per tutta la vita o cambia, e magari col tempo si avvicina a casa?

 

3) Ci sono basi aeree della marina, sia SM o CP nel lazio o toscana (che so, pratica di mare)?

 

4) E' vero che da aupc si puo fare il concorso per entrare in SPE anche dopo 6 anni da inizio ferma?

 

Ti rispondo subito:

1)Probabilmente è un opzione possibile anche per i piloti di complemento,che però abbiano già accumulato una certa esperienza.

Sicuramente però un pilota di complemento non potrà mai diventare IL COMANDANTE del CSA.

Tra l'altro da quello che so io per diventare pilota collaudatore della M.M.(che come si vede nella foto su sito è un elite di meno di 10 piloti) si deve provenire non dalle scuole USA,ma da quelle in Italia,poichè si è volato sul 339,e con la possibilità di essere anche impiegati al RSV dell'AMI a Pratica di Mare(dovrebbe esserci un(1) Ufficiale M.M. normalmente).

Il caso del Com.te La Barbera credo sia quindi abbastanza unico nel suo genere.

 

2)Il pilota di complemento che ritorna dalle scuole di volo negli USA viene assegnato ad una base,ma nel corso della ferma è certamente possibile che venga trasferito(poi ovviamente dipende dal tipo di macchina su cui vola,ad esempio l'AV-8B,che magari è impiegata solo in una base).

 

3)Ti ha già risposto Picpus.

Tra l'altro i piloti di P.180 sono tutti TV anziani o C.C.

 

4)Si,confermo.

 

 

Tornando al discorso del grado che hai quando comandi un certo tipo di nave,vedo dal sito della M.M. che i pattugliatori classe "Cassiopea" e " Esploratore" sono comandati da TV,così come tutte le varie navi ausiliarie.

Edited by DraklorAUPC

Share this post


Link to post
Share on other sites
Premesso che le costellazioni vengono comandante da un TV........

..........Ha 3000 ore di volo, un pilota di complemento le fa in cinque anni, le stesse ore...........

 

1° Io ho scritto: "....le NUPA classe "Costellazioni 2"...."; per chiarire, dal sito ufficiale della MMI, metto i link delle navi "Orione" e "Sirio" (si tratta delle 2 unità della classe "Costellazioni 2":

 

http://www.marina.difesa.it/unita/orione.asp

 

http://www.marina.difesa.it/unita/sirio.asp

 

Quindi le "Costellazioni 2" (quelle da me citate, non le "Cassiopea", per intenderci), sono comandate da un Capitano di Fregata!

 

 

2° Se tu affermi che 3.000 ore di volo sono una bazzecola, che dire.........sarà sicuramente così!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono poche di certo ma ci sono piloti di complemento anzianissimi(CC o TV anziani) che ne hanno molte di più,anche se ovviamente solo su AB.212 ASW o SH-3D/EH-101.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa la franchezza, ma da quanto so io gli aupc hanno una ferma di 12 anni.... e passando in SPE già dal 6° anno, in teoria te ne puoi andare il giorno dopo no?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1° Io ho scritto: "....le NUPA classe "Costellazioni 2"...."; per chiarire, dal sito ufficiale della MMI, metto i link delle navi "Orione" e "Sirio" (si tratta delle 2 unità della classe "Costellazioni 2":

 

http://www.marina.difesa.it/unita/orione.asp

 

http://www.marina.difesa.it/unita/sirio.asp

 

Quindi le "Costellazioni 2" (quelle da me citate, non le "Cassiopea", per intenderci), sono comandate da un Capitano di Fregata!

2° Se tu affermi che 3.000 ore di volo sono una bazzecola, che dire.........sarà sicuramente così!!!

 

 

3000 ore di volo, considerando cha almeno 1500 sono di addestramento e considerando che le cita a livello globale (compresi alianti e roba varia) sono davvero, davveor poche in oltre vent'anni di carriera da pilota. 3000/20=150 ore l'anno.

Le costellazioni 2 sono comandate da CF

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh,150 ore l'anno è normale...e del resto anche i piloti da caccia dell'AMI fanno le stesse ore di volo annuali...tra l'altro è un numero che ormai non si riesce quasi più a raggiungere...

Comunque 1500 ore per l'addestramento mi sembrano un pò troppe.

Credo che per arrivare alla LCR non ce ne vogliano più di 700-800 tra T-34C,T-44A,TH-57B e C e il passaggio macchina sull'elicottero a cui vieni destinato. E lo stesso credo che valga per i ragazzi che passano in Italia su Sf.260EA,MB.339A e NH-500E.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3000 ore di volo, considerando cha almeno 1500 sono di addestramento e considerando che le cita a livello globale (compresi alianti e roba varia) sono davvero, davveor poche in oltre vent'anni di carriera da pilota. 3000/20=150 ore l'anno.

Le costellazioni 2 sono comandate da CF

 

Cominciando dalla fine, vedo con piacere, che ti sei convinto che le "Costellazioni 2" sono comandate da Capitani di Fregata, come da me sostenuto, fin dall'inizio!!!

 

Tornando alla, a mio giudizio, splendida carriera del Comandante del CSA, l'attenta disamina che tu hai condotto sulla stessa, avrebbe dovuto portarti a concludere che, nei periodi in cui ha ricoperto incarichi da pilota (e non ha svolto altre funzioni, peraltro tutte superprofessionalizzanti!!!) avendo a sua disposizione una macchina volante, l'ha ampiamente utilizzata!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei che mi fossero chiariti i seguenti punti:

 

Supponiamo che abbia 20 anni e ho ponderato per mesi la possibilita di diventare pilota della MMI.

Le possibilità sono:

1 vado all'accademia navale, studio e prendo una laurea, divento ufficiale. Se voglio diventare pilota a questo punto come faccio? mi potrebbero però mandare anche a bordo di navi, nel corso della carriera?

2 vado all'aupc supero il corso,piloto aerei e/o elicotteri, e nel corso della carriera la massima aspirazione è il cap.di vascello, giusto?

3 amo gli aerei e vado all'accademia aeronautica prendo il brevetto di pilota militare, ma a un certo punto voglio entrare in marina come pilota, si può fare una cosa del genere?un "trasferimento" da una Forza Armata ad un'altra?

 

Anticipo i ringraziamenti, ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Figurati!

Ti risp subito:

1)Esatto,ti ci potrebbero mandare e potresti non volare quanto vorresti.

C'è poi sempre il fatto che semplicemente potresti non essere scelto per fare il pilota,vuoi per motivi di graduatoria,vuoi perchè scartato alle visite mediche,finendo a fare TLC o DT o qualunque altra cosa che però non era il tuo sogno.

2)Esatto. Ma agli AUPC,diciamo la verità,del grado che assumi a fine carriera(se ti raffermi ovviamente) non gliene frega niente. A noi interessa una cosa sola:volare.

3)Negativo. Non è possibile...

Edited by DraklorAUPC

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vorrei che mi fossero chiariti i seguenti punti:

 

Supponiamo che abbia 20 anni e ho ponderato per mesi la possibilita di diventare pilota della MMI.

Le possibilità sono:

1 vado all'accademia navale, studio e prendo una laurea, divento ufficiale. Se voglio diventare pilota a questo punto come faccio? mi potrebbero però mandare anche a bordo di navi, nel corso della carriera?

2 vado all'aupc supero il corso,piloto aerei e/o elicotteri, e nel corso della carriera la massima aspirazione è il cap.di vascello, giusto?

3 amo gli aerei e vado all'accademia aeronautica prendo il brevetto di pilota militare, ma a un certo punto voglio entrare in marina come pilota, si può fare una cosa del genere?un "trasferimento" da una Forza Armata ad un'altra?

 

Anticipo i ringraziamenti, ciao!

 

1) Vedi il seguente link: http://www.marina.difesa.it/aeromobili/Storia05.asp , in più, ti dico, sicuramente ti manderanno a bordo di navi, a fare l'ufficiale di Marina, perché tale sei!

 

2) Giusto

 

3) Penso sia da escludere una tale possibilità.

 

 

EDIT

 

Qualcuno sarebbe così gentile da spiegarmi perché, chi vuol solo "volare", sempre, ogni minuto della sua vita e non vuol, mai, neanche per un secondo, fare il "marinaio", deve entrare nella Marina Militare Italiana e non nell'Aeronautica Militare Italiana?!?!?!

Edited by picpus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Degna di nota la condizione dei piloti italiani, che a dispetto di tutti gli altri allievi (americani, tedeschi e di altri paesi occidentali) che dopo il primary sono passati direttamente agli elicotteri e quindi non hanno ancora le ali, dicevamo i piloti italiani sono gli unici che hanno già raggiunto l'obiettivo del brevetto di pilota militare, prima ancora di passare all’ala rotante.

 

perchè si fidano di più o perchè rompiamo di più le scatole e fanno di tutto per mandarci a casa? :D

 

Cmq tutto ciò che viene descritto nella pagina (interessantissima, grazie picpus) del collegamento lo fanno anche coloro che hanno optato per l'AUPC?

 

i loro colleghi che hanno fatto le scuole nel nostro paese presso i reparti dell'Aeronautica Militare, passando attraverso la selezione sul Siai SF-260 a Latina, il raggiungimento del BPM (Brevetto Pilota Militare) a Lecce

 

volevo intendere questo nel punto 3 ma mi sono confuso...

 

Grazie a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...