Jump to content
Sign in to follow this  
MDG

Stallo

Recommended Posts

Scusate l'ignoranza, ma qualcuno mi può spiegare in parole semplici cosa si intende con la parola "stallo" ?

Ho cercato varie definizioni di stallo ma ne parlano sempre con termini troppo tecnici che non capisco

 

GRAZIE

Share this post


Link to post
Share on other sites

se non sbaglio in parole poverissime quando il filetto fluido si stacca dal dorso dell'ala avviene un abbattimento di portanza che crea lo stallo questo avviene ad un coefficiente di portanza pari a 1.5 ........

Edited by cicc105

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusate l'ignoranza, ma qualcuno mi può spiegare in parole semplici cosa si intende con la parola "stallo" ?

Ho cercato varie definizioni di stallo ma ne parlano sempre con termini troppo tecnici che non capisco

 

GRAZIE

 

Boh, in rete dovrebbero esserci delle definizioni di stallo non necessariamente incasinate...senza contare che nel forum se ne sarà sicuramente parlato...

Comunque, se proprio vogliamo usare un linguaggio terra terra (evitando concetti come "coefficiente di portanza" e "filetti fluidi"... <_< ) mettiamola così.

 

Quando un aereo è in volo la sua ala taglia l'aria in due flussi, uno che passa sotto e l'altro che passa sopra l'ala.

Per come è fatta l'ala, l'aria che passa sopra è costretta a fare più strada e ad andare più veloce rispetto a quella che passa sotto.

 

La differenza di velocità tra sopra e sotto l'ala comporta che la pressione sopra l'ala sia inferiore a quella sotto.

Questa differenza di pressione si traduce in una forza distribuita sull'ala che è chiamata portanza e che serve sostenere l'aereo.

 

Per aumantare la portanza o mantenerla costante anche se l'aereo rallenta, il pilota deve alzare il muso dell'aereo.

Questo può essere fatto fino a un certo punto: andando oltre il fusso d'aria che passa sopra l'ala non riesce più a rimanere aderente ad essa e si stacca dalla sua superficie determinando un crollo della portanza e un aumento di resistenza. Quello è lo stallo.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

oppure si può anche dire che in n linguaggio ancora più terra terra l'aereo viene "tirato" troppo....perchè lo si fa raggiungere un'incedenza troppo elevata con una velocità troppo bassa e quindi si perde la portanza...spero di non aver scritto delle c*****e

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se fosse stato solo per una definizione tecnica non avrei osato intromettermi,ma dato che vuoi una definizione terra-terra...

Per dirla alla Boskov....

 

"Stallo è ,quando l'aereo non ce la fa a stare in aria"

Share this post


Link to post
Share on other sites

In termini tecnici lo stallo è una condizione particolare nella quale si verifica un'assenza di portanza (la forza che sostiene l'aereo). In aerotrecnica si dice che in una situazione di stallo, avviene il distacco dei filetti fluidi dalla superficie alare e secondo il teorema di Bernoulli non vi sono più le condizioni per creare la portanza. :thumbdown:

Si raggiunge una situazione di stallo quando si arriva ad una incidenza di stallo o una velocità di stallo.

Mi spiego: andando molto lento, la portanza non diventa sufficiente a sostenere l'aereo, in un incidenza di stallo l'aereo assume un'agolazione per la quale non vi è il ricongiungimento dei filetti fluidi......si può immaginare la pericolosità della situazione!

E' da ricordare che lo stallo può anche tornare molto utile in determinate situazioni: nel volo acrobatico è fondamentale per eseguire determinate manovre, ma può rivestire un ruolo essenziale anche nel volo militare.

Il cobra di Pugacev (Pugacev's cobra) è una manovra quantomai spettacolare!!! sono pochi gli aerei da caccia in grado di effettuerla; si tratta di una sorta di "frenata" che avviene disponendo l'asse longitudinale dell'aeromobile perpendicolarmente al terreno, e nonostante ciò l'aereo continua a muoversi in una posizione parallela al terreno. Tale manovra è possibile solo con una velocità non superiore ai 500 nodi ed avendo a disposizione un velivolo molto instabile.

Il nome della manovra viene dal pilota che per la prima volta la effettuò a bordo di un SU-27 Flanker russo e rappresenta la funzionalità che uno stallo può avere in una battaglia aerea. Qualunque pilota di caccia vorrebbe avere un velivolo in grado di effettuare una "frenata istantanea" in grado di farsi superare dal caccia nemico, accodarsi a lui e.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...