Jump to content
Sign in to follow this  
dogfighter

Nassiriya,attentato agli italiani

Recommended Posts

Ieri sera su report c'era un servizio in cui faceva vedere la base maestrale prima e dopo l'attentato,le immagini fanno vedere chiaramente come la base maestrale fosse alla mercè(si scrive così?)dei terroristi infatti solo da una parte era protetta neanche bene con dei sacchi di sabbia e poi si è parlato del deposito munizioni che sarebbe esploso dopo l'attentato causando vittime,infatti il deposito munizioni non doveva essere davanti all'entrata ma bensì dietro la caserma,a causa di questo fatto sono state indagati 3 generali dell'esercito e un colonello dei CC.

Correggetemi se ho sbagliato,chiedo chiarimenti su questo fatto anche perchè non ho mai capito bene cosa sia successo e se gli italiani hanno cercato di rispondere al fuoco. grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cosa si aspettavano mettendo una base in mezzo alla città? Che gli portassero le caramelle. La colpa non è dei generali. Fanno attentati nella Zona Verde a Baghdad, che dopo la Casa Bianca ed il NORAD è il posto più sorvegliato e protetto del pianeta, figurati se non li fanno ad una caserma dei CC nel cuore di Nassiriya! Era stato scelto un basso profilo proprio per non intimorire la popolazione ed entrare in un rapporto di fiducia con loro. Cosa vogliono ora, la botte piena e la moglie ubriaca? E poi con un camion bomba come quello, ce le voglio proprio vedere le protezioni alla base quanto avrebbero retto. Dovevano sgombrare 3 isolati per stare tranquilli ed anche in questo caso non è difficile per un beduino di AlQaeda trovare un mortaio e sparare qualche colpo.

 

Processo... bah... Tutta ipocrisia in salsa tricolore!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vedremo quale sarà l'esito dell'inchiesta.

 

Grosso modo la tesi accusatoria è quella che hai detto: segnalazioni dei servizi segreti ignorate, carenze gravi nel dispositivo difensivo della base, deposito di munizionamento sistemato in luogo non idoneo.

 

La tesi opposta è che le segnalazioni dei servizi segreti erano varie, generiche, imprecise e di dubbia attendibilità, che la base non poteva essere difesa in modo migliore per via della sua posizione che avrebbe creato intralcio alla circolazione pubblica, che il munizionamento era stato sistemato nel luogo in cui un'eventuale esplosione accidentale avrebbe creato meno danni.

 

Difficile, dall'esterno, giudicare la correttezza dell'una o dell'altra tesi.

 

Di sicuro - al di là delle segnalazioni dei servizi segreti - la base non era adeguatamente protetta contro un tipo di rischio (attentato suicida) che in quel teatro non è certo una novità.

Un errore di valutazione, e di eccessiva fiducia nel fatto che il ruolo degli italiani (non direttamente impegnati in azioni belliche) li avrebbe riparati da attacchi, è stato sicuramente commesso.

 

Se questo errore di valutazione sia da imputare ai comandanti operativi o piuttosto a una certa visione politica della presenza italiana in quel contesto, è un discorso differente.

 

Mi auguro che la magistratura faccia un lavoro sereno e obiettivo, mirato a fare luce sulle cause di questa tragedia affinchè non possa ripetersi in futuro, ancor più che a cercare a tutti i costi un colpevole da condannare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me faranno come Ustica, cercando a tutti i costi di condannare dei generali che, diciamocelo, avevano le mani legate da scelte politiche. Sai cosa sarebbe successo se avessero anche solo pensato di blindare la base Libeccio?

Apriti Cielo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

NO! FAR SALTARE LE TESTE E' ROBA CHE SI FA IN GUEVVA... NOI SIAMO PEV LA PACE SENZA SE E SENZA MA! :okok:

 

 

E poi dai, fanno l'indulto, scarcerano i mafiosi, non mettono dentro le mammine che ammazzano i loro bambini e vogliono cominciare a fare un repulisti dai militari? Troppo comodo! :furioso::furioso:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La base era difesa male.

 

ROMA - Una condanna, una assoluzione e un rinvio a giudizio per i tre alti ufficiali italiani accusati di non aver adottato le misure necessarie alla difesa di base Maestrale, a Nassiriya, il quartier generale dei carabinieri devastato dall'attentato suicida del 12 novembre 2003 ...

 

notizia Ansa

Share this post


Link to post
Share on other sites

addirittura ho letto da qualche parte mi pare panorama (l'ho letto per sbaglio dal barbiere) che avevano rimpieto l'intercapedine dei muretti con sassi trovato il loco anzichè con la sabbia (cosi in caso di esplosione le pietre schizzavano come proiettili

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×